Home > Eventi > “Il Futuro di Ipazia. La Cultura del Femminile”, Festival dell’Eccellenza al Femminile a Genova

“Il Futuro di Ipazia. La Cultura del Femminile”, Festival dell’Eccellenza al Femminile a Genova

Matilde di Canossa
Festival dell’Eccellenza al Femminile
Genova, 16-21 novembre 2011 6° edizione
IL FUTURO DI IPAZIA
Evento promosso da Con il patrocinio di
Collaborazioni
Comune di Genova, Regione Liguria, Provincia di Genova, Università degli Studi di Genova, Galata Museo del Mare, Camera di Commercio di Genova, Centro Culturale Francese, Ordine degli Architetti della Provincia di Genova, La Consulta di Genova, Associazione Italiana Donne Ingegneri ed Architetti, Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti D’azienda, Associazione Italiana Donne Medico, ASCOM – Confesercenti, Accademia Ligustica di Belle Arti
Gallerie D’arte: Teatro Carlo Felice, Teatro Stabile di Genova,Teatro Modena
Circumnavigando Festival
Collaborazioni Nazionali
Centro Sperimentale Studi Cinematografia Roma, Ipazia Preveggenza Tecnologica Roma
Collaborazioni Internazionali
Osservatorio del Mediterraneo – Roma, Biennale dei Giovani Artisti d’Europa e del Mediterraneo, Biblioteca d’Alessandria d’Egitto
“…Il dominio maschile ci ha traghettato in un’epoca di indubbio progresso civile e scientifico, ma adesso, inevitabilmente, il timone va passato alla donna. Per questo non mi stanco di ripetere che il futuro è donna …” . Tratto da Dell’amore e del dolore delle donne di Umberto Veronesi (Einaudi).
Dal 16 al 21 novembre Consuelo Barilari, Direttore Artistico di Schegge di Mediterraneo, presenta a Genova la sesta edizione del Festival dell’Eccellenza al Femminile, un progetto culturale multidisciplinare che ha suscitato un notevole interesse a livello nazionale nel corso delle sue varie edizioni e ha ricevuto nel 2010 la Medaglia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
L’edizione 2011 del Festival si intitola Il futuro di Ipazia e, oltre ad avere come testimonial la velista Susanne Beyer, lanciata con la bandiera del Festival nella più pericolosa regata transoceanica in solitaria, ha in programma una novità assoluta: la mostra multimediale interattiva “LADY TRUCK: imprese eccellenti al femminile”, evento inedito in Italia che vuole coniugare le protagoniste dei progetti e delle aziende al femminile con la Cultura, l’Arte e le nuove tecnologie. E poi un primo ospite d’eccezione l’attore e regista Carlo Verdone che sarà a Genova per la rassegna ‘Le donne di Carlo Verdone’, evento a cui il noto attore e regista sarà presente.
La sede centrale del Festival sarà istituita a Palazzo Spinola in via Garibaldi 5, dove si svolgerà la Mostra Lady Truck e buona parte degli eventi; il Palazzo fu sede per oltre un secolo dell’associazione esclusivamente maschile EX-TUNNEL e ritornerà, dopo anni di chiusura, all’attenzione della città come sede del più importante Festival dedicato alle donne in Italia.
Diversamente dalle passate edizioni le numerose iniziative saranno concentrate nelle due zone cardine della città: in via Garibaldi, cuore nevralgico del centro storico nonché strada dell’Eccellenza genovese, nelle location della Camera di Commercio, di Palazzo Tursi, di Palazzo Rosso e del Centre Pallierà, e nel fronte mare, presso Palazzo San Giorgio, la Commenda di Prè e il Galata Museo del Mare.
Questa prima conferenza stampa presenta parte della sezione CULTURA MUSICA E SPETTACOLO del Festival: la rassegna teatrale del Festival e la personale di Carlo Verdone, dal titolo ‘Le donne di Carlo Verdone’, evento a cui il noto attore e regista sarà presente 
L’obiettivo è inoltre illustrare la fondamentale novità e le peculiarità dell’allestimento della mostra Lady Truck Ipazia, donna simbolo del Mediterraneo antico e nucleo tematico del Festival 2010, viene proiettata nel futuro come testimonianza del riscatto delle donne in questo nuovo secolo. La scienziata alessandrina rappresenta inoltre l’unione delle due rive del Mediterraneo, ed è testimonial della collaborazione che il Festival ha instaurato nel 2010 con la biblioteca di Alessandria d’Egitto, in nome di uno scambio che continuerà anche quest’anno.
Il programma del Festival dell’Eccellenza Femminile 2011 è suddiviso in 4 sezioni: 
CULTURA, MUSICA E SPETTACOLO (Discipline: Teatro, Musica, Cinema, Poesia e Letteratura);
SCIENZE UMANE E SOCIALI (Filosofia, Sociologia e Psicologia, Economia, Politica, Medicina);
NUOVE TECNOLOGIE (Nuove tecnologie e Web); ARTE,
ARCHITETTURA E AMBIENTE (Arte, Architettura, Beni culturali, Ambiente). Gli eventi, interdisciplinari, seguono il fil rouge di argomenti e progetti, sei in tutto, in modo trasversale alle sezioni, rivolgendosi a un pubblico molto vasto ed eterogeneo. Attraverso spettacoli teatrali, proiezioni cinematografiche, incontri, tavole rotonde, eventi multimediali e mostre, il Festival suggerisce al pubblico una riflessione dedicata alla donna e alla valorizzazione del suo ruolo di “protagonista” in campo culturale, professionale e istituzionale. L’indagine articolata svolta sulla vita di donne esemplari diviene riferimento per la costruzione del futuro.
Il Teatro: la parola alle donne
Le interessanti e diversificate proposte della rassegna teatrale spazieranno dalla danza, al reading, al
teatro civile, alla mise en espace, al dramma.
Il primo appuntamento in calendario è lo spettacolo “PAROLE E SUONI PER LA POESIA DI
PIER PAOLO PASOLINI” il 16 novembre alle ore 18.00, nell’insolita cornice di Palazzo Spinola.
Maddalena Crippa sceglie di far rivivere e riascoltare le parole di Pasolini oggi, in un momento così
fallimentare per la cultura, perché lui aveva questa sua straordinaria onestà di leggere la verità, con
un calore religioso, sacro, libero e molto acuto, e oggi ce n’è molto bisogno.
Le parole di quest’uomo straordinario, intervallate da momenti musicali, ci guidano lungo un
percorso di “pensiero al femminile” a cui possono partecipare tutti, un percorso senza generi, senza
tempo e senza confini che porta verso il Futuro.
Si proseguirà, sempre mercoledì 16, alle ore 21.00 al Teatro Carlo Felice con “IL MARE IN CATENE”, un toccante racconto danzante che narra l’incontro tra eros e diversa abilità, in cui emerge la passione senza limiti né privazioni e che stupisce stupisce per l’impatto scenico e lo stordimento che lo spettatore prova davanti all’immaginario insolito e inaspettato che il coreografo Francesco Ventriglia trasporta sul palco. Lo spettacolo sarà preceduto dal brindisi di inaugurazione ‘LE SETTE ISOLE DEL VINO’, a cura dell’Associazione Donne Somellier.
Giovedì 17 alle ore 19.00, nella suggestiva location del Galata Museo, verrà proposto lo spettacolo “IL NAUFRAGO”, monologo che narra la storia di Enoch Arden, figura di marinaio esemplare, grande devoto a Dio e vittima della saldezza della sua fede. Come Robinson Crusue resiste alla prova estenuante della solitudine in un’isola tropicale, ma, invece di fortificarsi con quella iniziazione severa come il suo predecessore illuminista, il romantico Enoch ne viene distrutto.
La rassegna prosegue con un appuntamento dedicato all’introspezione e alla riflessione: venerdì 18 alle ore 17.30 nel Foyer del Teatro della Corte, si potrà assistere a “SE MI LASCIASSI L’EREDITA’ DELLE TUE MANI”, uno spettacolo che vuole restituire, in una cornice semplice ed essenziale, la densità ed il mistero di un’opera singolare ed ‘assolutamente ardente’: Fuochi di Marguerite Yourcenar. Un viaggio emozionale e poetico nei labirinti dell’amore totale e incondizionato.
Sempre il 18, alle ore 21.00 a Palazzo Spinola, un appuntamento imperdibile con il teatro civile: “LIBERE”, uno spettacolo che si pone l’obiettivo di indagare l’emisfero femminile e la libertà che esso ha conquistato all’interno della società attuale. La regista Consuelo Barilari si interroga: ‘Dopo gli anni di lotta e dibattito, oggi le donne si possono considerare libere? La precarietà che impedisce ad una donna di fare un figlio senza la paura di perdere il lavoro (o non sapere come mantenerlo), gli scandali sessuali e il corpo della donna usato come merce, il tasso del lavoro femminile più basso d’Europa. Tutto questo è segno di libertà?”
La giornata conclusiva della rassegna, sabato 19, sarà dedicata a due donne indimenticabili, Matilde Serao e Nilde Iotti.
Alle ore 18.00 a Palazzo Spinola il reading “MATILDE SERAO”, che ripercorre la vita della prima giornalista della nostra storia, una donna alle prese con un lavoro, e forse un mondo, allora prettamente maschile. Il racconto sarà alternato alla lettura di stralci di suoi libri, commenti e articoli, come se fosse Matilde stessa a parlare di sé.
Il Teatro dell’Archivolto ospiterà infine alle ore 21.00 “LEONILDE”, un monologo sulla vita di Nilde Iotti, donna determinata e tenace, la cui vita testimonia gran parte della storia dell’Italia moderna. Una prosa ritmata ed incalzante, tra slancio lirico e rigore documentaristico, porterà il pubblico a ripercorrere le tappe cruciali del secolo scorso ed i temi fondamentali della nostra contemporaneità.
L’EVENTO: Personale di Carlo Verdone “Le donne nel cinema di Carlo Verdone”
Carlo Verdone è un regista che ama le donne. Indubbiamente. Non c’è storia, non c’è film in cui non abbia accanto un’attrice brava e bella, capace di tenergli testa. Coprotagonista, e mai semplice spalla. E’ lui stesso ad ammettere che «Le donne sono state sempre importanti nella nostra famiglia. Per questo c’è stato un affetto speciale per la figura femminile che racconto nei miei film. Le donne sono state veramente la spina dorsale del cinema».
A lui il Festival dedicherà nella sezione Cinema una rassegna di due giorni, il 16 e il 17 novembre, in cui verranno proiettati nella Sala Sivori del Cinema Sivori alcuni dei suoi capolavori: Compagni di Scuola (1988), Maledetto il giorno che t’ho incontratoViaggi di nozze (1995), Io loro e Lara (2010).
A rendere l’evento veramente imperdibile sarà la presenza dell’attore e regista, che non solo presiederà ad un incontro in suo onore condotto da Natalino Bruzzone, ma incontrerà il pubblico al termine della rassegna.
La NOVITA’ : LADY TRUCK
Come anticipato la novità assoluta del Festival sarà la mostra LADY TRUCK: “imprese” eccellenti al femminile, esposizione che ospiterà in questa prima edizione almeno 15 Imprese e Aziende di Eccellenza italiane che si sono distinte a livello nazionale ed internazionale e hanno alla guida donne. La mostra, esperienza unica nel panorama nazionale, nasce dall’esigenza di “dare corpo e volto” alle Donne Protagoniste della scena economica produttiva italiana a cui il Festival idealmente da sempre si rivolge. Il titolo vuol far riferimento in modo provocatorio ai mestieri più difficili per le donne e, per contrasto, alla loro capacità e volontà di conservare i valori del femminile, come nel caso sorprendente delle Lady Truck – ossia le Donne Camioniste-, che rompono la regola per cui tutti i mercati e le occupazioni sono prevalentemente o maschili o femminili.
Dato il tema del FUTURO, che quest’anno animerà l’intero Festival, la mostra avrà un allestimento che utilizza supporti tecnologici e che ne esalta le peculiarità.
Grazie al contributo di un’azienda genovese che si occupa di tecnologie, AITEK S.p.A., e con la collaborazione della Dott.ssa Annamaria D’Ursi, verrà realizzato un percorso multimediale interattivo che racconta e “illumina”, coinvolgendo emozionalmente i visitatori, il valore peculiare del lavoro femminile.
La mostra “Lady Truck” si articola su due percorsi fisicamente distinti ma che si integrano nei contenuti. L’obiettivo è gettare luce sulla specificità delle donne nel mondo del lavoro.
L’utilizzo di tecnologie multimediali, da una parte consente di illustrare attraverso schermi dedicati, le caratteristiche individuali di ogni singola impresa che intende partecipare alla mostra; dall’altra, una esposizione fotografica dal titolo “WOMEN AT WORK” allestita in un percorso interattivo e riletta attraverso l’intervento pittorico di una giovane artista, avvolge e contestualizza in una visione più ampia e suggestiva figure di donne alle prese con le più svariate professioni. Ogni singola azienda partecipante trarrà luce e visibilità da un allestimento in cui tutti gli elementi convergono a rafforzare il valore aggiunto dell’impresa al femminile, ritratta come in una grande rappresentazione in cui la vitalità economica delle iniziative delle donne non può prescindere dalla passionalità che le contraddistingue.
La CARD
Anche quest’anno verrà proposta una speciale Card che permetterà di accedere a promozioni, offerte, sconti e facilitazioni per gli spettacoli e gli incontri in programma.
Grazie al sostegno che il Centro Latte Rapallo offre al Festival l’immagine della Card, contenente le principali informazioni sulla manifestrazione, sarà riportata sulle etichette di 130.000 bottiglie del formato da un litro di Latte Fresco Tigullio parzialmente scremato in vendita a partire da metà ottobre.
Festival dell’Eccellenza al Femminile (Genova, 16/21 novembre 2011)
UFFICIO STAMPA O.P.I. Press
Via D’Annunzio, 2/49 – 16121 Genova
Tel 010-590169 – Fax 010-532434 – Cell. 340-4155877
redazione@guidaopi.it

  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: