Archive

Archive for November 9, 2011

“Il cimitero dei vangeli segreti” di Ted Dekker, Newton Compton Editori

November 9, 2011 Leave a comment

Un grande thriller di un autore che ha venduto più di 5 milioni di copie in tutto il mondo

Due anime. Un solo nemico. Il giorno del giudizio e della vendetta arriverà per tutti.
A quindici anni sua madre e le sue sorelle sono state trucidate sotto i suoi occhi. La guerra tra serbi e bosniaci non conosceva pietà e non risparmiava nessuno: anche lui è stato costretto a uccidere chi ha annientato la sua famiglia. Poi si è trasferito in America, è diventato sacerdote e ha cercato di ricominciare. Ma per Danny Hansen il passato è troppo carico di odio per poter essere dimenticato. E ci sono peccati che neppure un uomo di Dio può perdonare. Danny segue gli stupratori, i pedofili, gli assassini. Li rapisce e li tortura ma lascia loro una possibilità di redenzione. Se rifiutano, Danny è pronto a ucciderli per fare giustizia. Anche Renee Gilmore è una vittima. La droga ha distrutto la sua vita, pericolosi criminali le danno la caccia. Un giorno sulla sua strada appare Lamont, un uomo potente e protettivo, che la salva da chi vuole ucciderla e sembra offrirle finalmente tranquillità e amore. Per la prima volta Renee si sente al sicuro. Ma la pace che ha conquistato è forse l’inizio di un nuovo inferno? Renee e Danny sono destinati a incontrarsi spinti dalla stessa pulsione: il desiderio di giustizia e di vendetta. Un istinto che può trasformare una vittima in un carnefice. Ma fino a dove può spingersi l’uomo per difendere il bene? E se fosse il male l’unica arma per porre rimedio al male?
Se un libro ti condannasse all’inferno lo leggeresti lo stesso?

«Dekker, al massimo della forma: appassionato, scioccante, veloce e cattivo. Vietato ai deboli di cuore.» Publishers Weekly
«Dekker è un maestro della suspense.» Library Journal
«Se non avete mai visitato il mondo di Ted Dekker, fatelo ora. Questo thriller è avvincente, ipnotizzante, affascinante.» Steve Berry, autore de Il terzo segreto e L’ultima cospirazione
«Un vero maestro del thriller.» Nelson DeMille, autore di La figlia del generale e Parola d’onore
«Un thriller mozzafiato, che vi terrà in continua attesa del colpo di scena finale.» Tess Gerritsen, autore di Il chirurgo
«Un romanzo ipnotico, che vi perseguiterà.» Brad Meltzer, autore di Il decimo giudice

Inquietante come Stieg Larsson, avvincente come Il silenzio degli innocenti

Ted Dekker – autore di più di venti romanzi (tra i quali, tradotti in Italia, Kiss, Adamo e Black), ha venduto oltre cinque milioni di copie in tutto il mondo. È cresciuto in Indonesia, dove i suoi genitori lavoravano come missionari tra le popolazioni locali. Trasferitosi negli Stati Uniti, ha fatto l’imprenditore prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura. Per saperne di più: www.teddekker.com.

Fonte: Newton Compton Editori

“Tu sei il male” di Roberto Costantini, Marsilio Editore

November 9, 2011 Leave a comment

Roberto Costantini
Tu sei il male

pp. 672 , 4° ed.
Euro 22.00
2011
isbn: 978-88-317-0976-7

Tre edizioni, per settimane nella top ten della narrativa italiana, in corso di traduzione in otto paesi!
Il primo volume di una straordinaria trilogia poliziesca. Tu sei il male è un thriller di rara potenza e travolgente intensità

<<Un vecchio delitto senza soluzione. Un killer che rispunta dal passato. Il perbenismo di ieri e il razzismo di oggi che si saldano nell’ombra. Dietro ogni verità apparente, se ne nasconde sempre un’altra. Questa è l’Italia, commissario Balistreri: e neanche la tua forza malata riuscirà mai a cambiarla>> Giancarlo De Cataldo
<<Un capolavoro>> Antonio D’Orrico, Corriere della Sera
<<Il giallo della stagione>> Giovanni Pacchiano, Il Sole 24ore

Roma, 11 luglio 1982. La sera della vittoria italiana al Mundial spagnolo Elisa Sordi, giovane impiegata di una società immobiliare del Vaticano, scompare nel nulla. L’inchiesta viene affidata a Michele Balistreri, giovane commissario di Polizia dal passato oscuro. Arrogante e svogliato, Balistreri prende sottogamba il caso, e solo quando il corpo di Elisa viene ritrovato sul greto del Tevere si butta a capofitto nelle indagini. Qualcosa però va storto e il delitto rimarrà insoluto.
Roma, 9 luglio 2006. Mentre gli azzurri battono la Francia ai Mondiali di Germania, Giovanna Sordi, madre di Elisa, si uccide gettandosi dal balcone. Il commissario Balistreri, ora a capo della Sezione Speciale Stranieri della Capitale, tiene a bada i propri demoni a forza di antidepressivi. Il suicidio dell’anziana donna alimenta i suoi rimorsi, spingendolo a riaprire l’inchiesta.
Ma rendere finalmente giustizia a Elisa Sordi dopo ventiquattro anni avrà un prezzo ben più alto del previsto. Balistreri dovrà portare alla luce una verità infinitamente peggiore del cumulo di menzogne sotto cui è sepolta, e affrontare un Male elusivo quanto tenace, che ha molteplici volti uno più spaventoso dell’altro.
Tu sei il male è un congegno narrativo di precisione diabolica che risucchia il lettore in un vortice di rivelazioni e colpi di scena a cui è impossibile sottrarsi, ma è anche un romanzo capace di gettare uno sguardo lucido sui conflitti che attraversano la nostra società e di allestire una riflessione non banale su quanto sia labile il confine che separa il bene dal male, i colpevoli dagli innocenti

Hanno scritto del romanzo:

<Costantini si rivela, al suo debutto, un maestro assoluto>> Antonio D’Orrico, Corriere della Sera
‎<<Dire che Tu sei il male è il giallo della stagione è dir poco: non ci capitava di leggerne uno così ben costruito e appassionante dal tempo di Uomini che odiano le donne>> Giovanni Pacchiano, Il Sole 24ore
<<Uno di quei romanzi che uno ha voglia di tornare a casa per continuare a leggere>> Corrado Augias, Il Venerdì di Repubblica
<<Il commissario Balistreri è una delle figure più insolite (e riuscite) della nostra recente narrativa noir>> Antonio Gnoli, La Repubblica
<<La forza di Tu sei il male, oltre che nella costruzione di un personaggio singolare e scomodo, sta nel coraggio di aver cercato di raccontare “il declino italiano” in un ventennio>> Luca Crovi, Il Giornale
<<Tu sei il male è costruito su un meccanismo infernale che si tiene perfettamente dalla prima all’ultima pagina>> Brunella Schisa, Il Venerdì di Repubblica
<<Un noir complesso, ambizioso, che racconta il nostro Paese e la nostra epoca, la tensione, la follia e la calda umanità>> Elle
<<Tu sei il male è molto più di un romanzo di genere, è la fotografia di un’Italia malata>> Il Fatto Quotidiano
Diritti cine-televisivi del romanzo opzionati prima ancora dell’uscita
Un romanzo che è già un caso editoriale internazionale
Diritti di traduzione venduti in Gran Bretagna, Francia, Germania, Spagna, Norvegia, Olanda, Danimarca e Serbia
<<E’ un giallo molto denso e ricco, straordinario, che ti lascia senza fiato, e d’altra parte è anche più di un giallo: delinea un’immagine complessa dell’Italia degli ultimi 20 anni con tutte le  allusioni e gli  intrecci politici, sociali ecc. Abbiamo l’impressione che Tu sei il male sia l’inizio di una grande trilogia di un autore molto promettente. Crediamo in questo libro e siamo convinti che sarà un grande successo>> Maren Artz, editor di Bertelsmann

Roberto Costantini (Tripoli, 1952), ingegnere, consulente aziendale, oggi dirigente della Luiss Guido Carli di Roma dove insegna anche al Master in Business Administration. Questo è il suo romanzo d’esordio, il primo volume di una trilogia con protagonista Michele Balistreri.

Fonte: Marsilio Editore

“I guerrieri del ghiaccio” di George R.R. Martin, Libri Mondadori

November 9, 2011 Leave a comment

George R.R. Martin
Le cronache del Ghiaccio e del Fuoco – I Guerrieri del Ghiaccio
Editore: Mondadori
Anno: 2011
Collana:Omnibus
Pagine: 488
Prezzo: 19.00 €
ISBN: 978880458158

La tanto enfatizzata “vittoria” del leone di Lannister, che si è compiuta nell’Ombra della Profezia, lascia dietro di sé un’interminabile scia di sangue. All’improvviso l’intera struttura di potere della dinastia dell’oro di Castel granito sembra crollare dalle fondamenta. Sepolto l’infame lord Tywin, assassinato dal proprio figlio nano, finita in catene la regina Cersei nelle segrete del rinato Credo dei Sette Dèi, seduto il piccolo Re Tommen su un trono di lame pronte a ucciderlo, il destino dell’intero continente occidentale è di nuovo in bilico. Sulla remota Barriera di ghiaccio, estrema difesa nord del reame contro nemici terribili e soprannaturali che calano dal gelo degli eoni, il temerario Jon Snow è costretto a consolidare a fil di spada il suo rango di lord comandante dei Guardiani della notte.
Al di là del mare Stretto, mentre l¿intrepida giovane regina Daenerys Targaryen continua a difendere il proprio dominio contro orde di nemici antichi e nuovi, dalle ombre del passato riemerge il furore fiammeggiante della sua stessa nobile casa.
In fuga verso le città libere, risucchiato suo malgrado in un complotto che ha dell’inconcepibile, Tyrion Lannister, l’astuto Folletto regicida e parricida che tutti sembrano volere morto, potrebbe in realtà essere la chiave di volta della restaurazione della mai realmente estinta dinastia del Drago. Lanciato in una pericolosissima ricerca lungo un fiume tanto leggendario quanto letale, Tyrion è costretto ad affrontare avversari inaspettati e sanguinari: infidi mercenari pronti a tagliare qualsiasi gola per una sacca di conio, un principe di Dorne che si rivela un micidiale guerriero e un cavaliere maledetto deciso a riconquistare l’onore perduto.
Tra scontri feroci ai confini del mondo, esplorazioni lungo fiumi infestati da creature demoniache, guerre implacabili contro nemici che non conoscono null’altro che la legge dello sterminio, I Guerrieri del Ghiaccio è l’attesissimo decimo volume della grandiosa saga Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco che segna il ritorno sulla scena di George R.R. Martin, l’autore di fantasy diventato un vero e proprio “cult” mondiale.

Fonte: Libri Mondadori

“Roberto Capucci e l’Antico”, omaggio alla Vittoria Alata a Brescia

November 9, 2011 Leave a comment

Mentre è ancora esposta alla Venaria Reale di Torino “Oceano”, una delle splendide creazioni di quel genio creativo quale è Roberto Capucci, che sarebbe troppo riduttivo definire stilista, (qui il mio articolo sulla mostra) sta per inaugurare la mostra Roberto Capucci e l’antico: omaggio alla Vittoria Alata presso il Museo di Santa Giulia a Brescia. Esposizione in cui le sculture di stoffa dialogano con l’antico, con l’architettura, le stagioni, gli elementi naturali e infine con la scultura della Vittoria Alata: una statua in bronzo del I secolo d. C. simbolo della Città di Brescia, conservata nel museo stesso, che ricorda la Nike di Samotracia esposta al Louvre di Parigi. Roberto Capucci ha realizzato una personale versione della statua: una creazione unica in georgette in tre toni di verde e mauve, con cinta e sottogonna in mikado dello stesso colore, che recupera le suggestioni cromatiche dei residui mauve che coprono il bronzo antico.

La mostra inaugurerà il sabato 19 Novembre e resterà aperta fino al 18 marzo, per far ammirare ai visitatori 30 abiti scultura, veri propri gioielli di sartoria nella loro matericità, nell’uso vivido e ammaliante del colore e nella resa tridimensionale delle superfici. Oltre agli abiti saranno esposti anche una decina di bozzetti inediti. Il percorso espositivo è a cura di Massimiliano Capella e Francesca Morandini. Interessante l’ idea del dialogo tra abito e arte antica, in particolare la statuaria ellenistica, tanto cara a Roberto Capucci per i panneggi degli abiti sul corpo nonché per il movimento e il dinamismo che caratterizzano le sue creazioni.

Fonte: Noisymag

“Il circo maledetto” di Ann Featherstone, Newton Compton Editori

November 9, 2011 Leave a comment

Ann Featherstone
Il circo maledetto
ISBN 978-88-541-2223-9
Pagine 288
Euro 9,90
Nuova Narrativa Newton n. 247
Argomenti:
Narrativa straniera
Thriller

Dietro le quinte della Londra vittoriana è di scena il sangue
Corney Sage, comico, ballerino e cantante, ha appena finito il suo numero quando, all’uscita del teatro, si imbatte nel corpo senza vita di una giovane donna e intravede l’assassino darsi precipitosamente alla fuga. Anche l’attrice Lucy Strong ha visto tutto, e quando quella sera stessa il colpevole torna sul luogo del delitto, Lucy e Corney capiscono che le loro vite sono in pericolo. Per mettersi in salvo decidono di abbandonare Londra e separarsi, tenendosi in contatto soltanto attraverso messaggi in codice su un giornale di annunci. Ma l’assassino è già sulle loro tracce, ed è un vero mago dei travestimenti… Dai salotti dell’alta società allo squallore dei bordelli, dalle tavole dei palcoscenici alle arene dei circhi, tra spettacoli da baraccone e corse contro il tempo, Il circo maledetto è un avvincente thriller psicologico incastonato nel ritratto inedito di una Londra vittoriana cinica e misteriosa.

«Narrato a capitoli alterni da Croney il comico e dall’assassino, è un affresco a tinte forti con un epilogo mozzafiato, in cui colpi di scena e travestimenti si susseguono serrati come nella migliore tradizione dell’intrattenimento popolare.» Tiziana Lo Porto, D di Repubblica
«Vi terrà incollati al libro dalla prima all’ultima pagina.» Il Tempo
«Un mistery vittoriano avvincente, perfetto. Impossibile metterlo giù.» The Times
«Un misterioso assassinio, una galleria di personaggi unici e un’atmosfera evocata alla perfezione rendono indimenticabile questa storia di morte e tradimento.» The Good Book Guide
«Una trama avvincente. Un ottimo romanzo d’esordio.» The British Theatre Guide Newsletter

Fonte: Newton Compton Editori

Fondazione Cariplo e Intesa San Paolo, nuovo polo museale per Milano

November 9, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Ebbene sì, una delle più attese inaugurazioni del 2011 si è rivelata il successo che ci si aspettava. La prima serata d’apertura, il 3 novembre 2011, ha portato numerosissimi aspiranti visitatori a mettersi in coda per gustare le meraviglie del patrimonio artistico di Fondazione Cariplo e Intesa San Paolo.
Ne è valsa la pena, perchè questo nuovo polo museale nel cuore di quella che era la capitale morale d’Italia, e che, in questi ultimi anni, sta cercando di reinventare se stessa, è davvero un esempio virtuoso di organizzazione e di sinergia di differenti soggetti, che han contribuito a rendere fruibile ai cittadini, così come ai turisti, una parte di Milano che finora si poteva conoscere solo sulle guide artistiche.
Nel momento in cui si accede al museo, dall’ingresso che è ora sito in Via Manzoni, 10, ciò che per primo colpisce il visitatore è la raffinatezza e la bellezza degli spazi espositivi, ricavati da palazzi settecenteschi e ottocenteschi. Si entra in Palazzo Antona Traversi, disegnato da Luigi Canonica nel 1829, si intravvede il cortile con l’opera di Arnaldo Pomodoro, che connette al retrostante Palazzo Anguissola. L’ultima parte del percorso termina ad oggi nelle gallerie di Palazzo Brentani Greppi, ove si respira un’atmosfera tipicamente ottocentesca. Il progetto dello spazio espositivo è di Michele De Lucchi, mentre la curatela del percorso dal Neoclassicismo, attraverso l’Ottocento lombardo, per poi giungere e concludere (provvisoriamente) con Boccioni, è di Fernando Mazzocca.
Sono 197 le opere esposte, 135 delle quali appartengono alla collezione d’arte della Fondazione Cariplo e 62 a Intesa San Paolo, che in quest’occasione hanno creato una partnership durevole, volta alla creazione di un percorso completo e di ampio respiro.

Ma veniamo alle opere. Il percorso è davvero costellato di piccoli e grandi capolavori, che si rivelano in tutta la loro bellezza all’occhio che li interroga e sa apprezzarne il valore. Dai tredici bassorilievi del Canova, ispirati a Omero, Virgilio, Platone, si approda al Romanticismo, nelle opere di Francesco Hayez, all’epica di Gerolamo Induno e di Sebastiano de Albertis.
E’ la pittura di genere a far da protagonista in numerose sezioni del museo, dedicate alla veduta urbana, alla pittura prospettica, al paesaggio e alle scene di vita popolare, con le opere di Giuseppe Molteni, Giovanni Migliara, Luigi Bisi, Giuseppe Canella, Luigi Premazzi, Angelo Inganni. Si vedono l’interno del Duomo e i Navigli, quando ancora rendevano caratteristici alcuni angoli di Milano. Ma tanti sono i anche i movimenti rappresentati. C’è il Naturalismo, il Divisionismo, ci sono i macchiaioli e i pittori che dialogano con i centri più aggiornati, come Parigi. E c’è la straordinaria sezione del Simbolismo, con Morbelli, Carcano, Previati e Giulio Aristide Sartorio. Per poi interrogarsi sulle sperimentazioni di Umberto Boccioni, tra il divisionismo e il futurismo.
Il percorso si completerà entro la primavera del 2012 con altre opere della Collezione di Intesa San Paolo, che illustreranno il Novecento.
Emerge l’importanza di questa iniziativa, che fa conoscere la pittura dell’Ottocento lombardo ai milanesi, inserendola in un contesto di più ampio respiro, e che si promette di interagire con le altre realtà cittadine e regionali votate all’Ottocento, come la GAM di Via Palestro, 16, accanto alla quale Gallerie d’Italia diviene un secondo polo irrinunciabile per comprendere profondamente l’arte del XIX secolo.

Fonte: Noisymag

“Luxury Fashion Show 2011”, seconda edizione allo Sheraton Nicolaus Hotel di Bari

November 9, 2011 Leave a comment

Luxury Fashion Show 2011 – 2nd ed 

La fiera espositiva con le novità più stylish e à la page in circolazione

Va in scena Sabato 12 e Domenica 13 Novembre 2011, presso l’elegante e raffinata struttura ricettiva dello Sheraton Nicolaus Hotel, nella città di Bari in Puglia, indiscussa porta del Levante e finestra privilegiata sul Mar Mediterraneo, la seconda edizione del suggestivo e inimitabile Fashion Luxury Show. Nato da una brillante idea originale della Butterfly Agency di Antonella Parziale, l’evento si qualifica non solo come indispensabile fiera espositiva del lusso. Creato con il preciso obiettivo ambizioso di coniugare sapientemente nel medesimo luogo offerta e domanda di espositori e visitatori più esigenti, ormai saturi delle solite, statiche, fiere campionarie già viste altrove, Fashion Luxury Show è luogo di naturale approdo per chi da sempre è alla ricerca di introvabili novità inedite.
Quest’anno, l’avanguardistica kermesse esclusiva della Butterfly Agency, si arricchisce anche di eccezionali novità in chiave spettacolare, attestandosi decisamente come l’happening autunnale più innovativo della regione Puglia. Capace, già nella prima edizione, di riscontrare un clamoroso successo di pubblico e di critica, Fashion Luxury Show promette di confermare il prestigioso risultato precedentemente guadagnato accontentando stavolta anche i gusti sofisticati di chi è abituato alle vetrine internazionali più stylish e à la page.
L’irrinunciabile business event del novembre pugliese in grado di favorire magistralmente sia le numerose aziende partecipanti che il selezionato target di riferimento, nel quale il lusso diventa modello di costume e si segnala come status symbol, un sinonimo di qualità che si traduce in eccellenza. Tutto questo, altro ancora, e non solo… è Fashion Luxury Show.
Madrina dell’imperdibile inaugurazione, prevista alle ore 16 di Sabato 12 Novembre con l’Opening Party, uno dei momenti clou della fiera, la Senatrice Adriana Poli Bortone.
Lo stilista ospite di questa edizione sarà il fashion designer di alta moda Michele Miglionico, che ha già vestito, tra le altre, Ornella Muti, Martine Brochard, Serena Autieri, Yasemin Sannino, Roberta Capua, Elisa Isoardi e Stefania Bivone, la Miss Italia 2011. Quest’ultima sarà la madrina della seconda serata, Domenica 13 Novembre. La chiusura sarà affidata ad un incredibile finale a sorpresa il cui inizio è previsto alle ore 20.00.

“Una tigre in casa” di Carl Van Vechten, Elliot Edizioni

November 9, 2011 Leave a comment

CARL VAN VECHTEN
UNA TIGRE IN CASA
Collana Raggi
pp. 320
Prezzo di Copertina: euro  17,50
Ottobre  2010
ISBN 9788861921634

Intelligente, arguto e sofisticato, finalmente tradotto anche in Italia il classico per antonomasia sulla storia d’amore tra la razza umana e quella felina.
“Un dio, un compagno delle streghe durante i sabba, un animale considerato nobile in Thailandia, ‘la tigre che mangia dalla mano’ in Giappone, l’animale preferito di Maometto, il rivale di Laura nell’amore del Petrarca, l’amico di Richelieu, il favorito dei poeti…” sono soltanto alcune delle molteplici identità feline che Carl Van Vechten esamina in questa gloriosa panoramica storica sulla vicenda d’amore tra gli esseri umani e il gatto. In questo affascinante peana dei felini, si ritrovano innumerevoli aneddoti, eventi e tradizioni riguardanti la mutevole natura di questo affascinante animale: la sua lunga associazione con l’occulto, la sua presenza nel folclore, nella musica, nell’arte e nella letteratura, i legami con i poeti e i personaggi famosi e molto altro ancora. Delizioso quanto ricco di informazioni, questo libro è impreziosito dalla prosa sontuosa dell’autore che rende la lettura di ogni pagina un piacere inesauribile. Il gatto tiene al focolare domestico e spesso si degna di manifestare il suo affetto agli amici umani o di intrattenere cordiali rapporti con cavalli, pappagalli e tartarughe, ma anche nelle più calde manifestazioni relazionali tende a mantenere la propria indipendenza. Sta dove ama stare, va dove vuole andare. Dà il suo affetto a chi desidera (e, andrebbe aggiunto, quando lo desidera) riservandosi il diritto di negarlo a chi non reputa degno. In altre parole, un gatto è paragonabile a un amico nobile e austero; se ne perdiamo rispetto e fiducia, il rapporto si deteriora. «Ogni amante dei gatti dovrebbe possedere questo libro… il miglior trattato sul gatto, sia dal punto di vista spirituale che biologico, che si sia mai visto» CHICAGO EVENING POST «Assolutamente affascinante» CHICAGO TRIBUNE «Finalmente il gatto ha un libro degno di lui: lussuoso, regale, sicuro di sé e completo» NEW YORK EVENING POST

Carl Van Vechten Nacque nel 1880 a Cedar Rapids, Iowa, ma si trasferì presto a New York dove intraprese una fortunata carriera come critico, scrittore e fotografo. Fu un tenace sostenitore di Gertrude Stein e del movimento di scrittori noto come Harlem Renaissance. Morì a New York nel 1964.

Fonte: Elliot Edizioni