Archive

Archive for November 4, 2011

“L’uomo che non voleva amare” di Federico Moccia, Rizzoli

November 4, 2011 Leave a comment

Autore: FEDERICO MOCCIA
Titolo: L’ UOMO CHE NON VOLEVA AMARE
Editore: RIZZOLI
Collana: NARRATIVA ITALIANA
Pagine: 414
I DATI DEL LIBRO…
Prezzo: 18,00 EURO
Anno prima edizione: 2011
ISBN: 17047142

L’ Uomo che non voleva amare
Poteva avere tutto. Non poteva avere lei.
Tancredi è l’uomo dei sogni: possiede un’isola alle Fiji, splendide ville in tutto il mondo, jet privati ed è di una bellezza magnetica. Tutte le donne prima o poi cedono al suo fascino. Ma lui non sa dimenticare una ferita del passato che l’ha cambiato per sempre e per questo odia la felicità, è un uomo che non vuole amare. Fino a quando incontra lei.
Sofia è in una chiesa e sta ascoltando un coro di bambini. Era una promessa mondiale del pianoforte, ed è diventata una semplice insegnante. Ha smesso di suonare per un voto d´amore. Basta uno sguardo perché Tancredi sia rapito da quella donna. E farla sua diventerà un’ossessione divorante. Anche Sofia è turbata da quello sconosciuto, lei, però, un amore ce l’ha già: è Andrea ed è per sempre. Ma una donna può rifiutare una passione che non conosce confini, quando irrompe nella sua vita e fa vacillare tutte le certezze? Tancredi capisce che forse c’è un modo per averla e così decide di non fermarsi davanti a nulla. Riuscirà a conquistare Sofia? La vedrà suonare di nuovo, solo per lui, seduta a un pianoforte davanti all’oceano?
E quale dolorosa scelta dovrà fare Sofia alla fine?
In questo nuovo romanzo Federico Moccia racconta l’incontro di due anime alla deriva, una travolgente storia d’amore e passione. Un romanzo denso e inaspettato che segna un nuovo passo per un autore amato da milioni di lettori in tutto il mondo.

Federico Moccia fin da giovanissimo ha il sogno di scrivere un romanzo prima dei trent’anni. Ci riesce: è il 1992 e Tre metri sopra il cielo, inizialmente rifiutato, viene poi pubblicato da un piccolo editore. Riscoperto dopo 12 anni, sarà il caso editoriale del 2004. Nel 2006 esce il seguito, Ho voglia di te. Entrambi i libri diventano film evento. Nel 2007 Scusa ma ti chiamo amore ottiene un successo clamoroso, replicato due anni più tardi dal secondo capitolo della storia di Alex e Niki. Dai due romanzi sono stati tratti i film con Raoul Bova e Michela Quattrociocche, per la regia di Federico Moccia. Del 2008 è Amore 14. I libri di Federico Moccia sono tradotti in oltre quindici Paesi.

Fonte: Rizzoli

Categories: Lectio Tags: ,

L’Hajj, percorso di fede

November 4, 2011 Leave a comment

L’Hajj è per i musulmani il pellegrinaggio alla Mecca, strettamente correlato con l’Aïd El Kebir, in quanto ne determina la fine.  Il pellegrinaggio è svolto nei luoghi santi della Mecca, in Arabia Saudita. Si svolge questa settimana ed è il quinto pilastro fondamentale dell’Islam. Il termine hâj o hâjjî designa anche tutte le persone che hanno svolto il pellegrinaggio ed è usato  come marchio onorifico, quando ci rivolge a loro.  Il grande pellegrinaggio alla Mecca trova le sue origini musulmane in alcuni versetti coranici dell’epoca medinese ma non costituisce un istituzione originale: esisteva già un simile pellegrinaggio tra gli arabi pre-islamici, pagani e cristiani. A quell’epoca si svolgevano dei riti similari al Hajj, essenzialmente intorno alla Ka’ba che contiene la Pietra Nera, un tipo di pietra meteorite, il cui culto si espanse dal Medio ‘Oriente sino all’Atlantico. Alla Mecca, i pellegrini pre-musulmani si vestivano con abiti rituali e si rasavano il capo per avvicinarsi ad uno stato di sacralità, proprio come oggi. Altri riti similari si svolgevano nell’epoca pre-islamica sulla piana di Arafat senza che si conosca i dettagli delle cerimonie ne le loro funzioni precise: gli arabi pagani onoravano divinità multiple al fine di ottenere dei favori e dei responsi di tipo divinatorio, inducendoli con sacrifici animali. La comunità musulmana, ai suoi albori, adottò dei riti ebraici, pregando in direzione di Gerusalemme. Ma nel 624, diversi precetti furono stabiliti, constituendo di fatto una vera “dichiarazione di indipendenza” della nuova religione islamica, separandosi nettamente dall’ebraismo e dal cristianesimo. In quel tempo venne istituito il mese del Ramadan e la preghiera dei fedeli doveva essere orientata verso la Mecca, inserendo l’ingiunzione di svolgere un pellegrinaggio nella città santa, ancorando cosi’ l’Islam sul suolo arabico. I musulmani presero il controllo della Mecca nel 630: i pagani vennero esclusi dal pellegrinaggio e gli idoli vennero distrutti. La tradizione musulmana racconta che Maometto svolse un pellegrinaggio completo, un pellegrinaggio d’addio, poco prima di morire e, cosi’ facendo, fissò definitivamente lo svolgimento dei riti. L’attaccamento della Mecca all’Islam e strettamente correlato all’unione del santuario con la tradizione abramica: fu Ismaele, figlio di Abramo, che raggiunto suo padre, costruì’ la Ka’ba e Abramo compì’ il primo pellegrinaggio “musulmano”, secondo il rito attuale. Il Corano suggerisce che il santuario della Mecca preesisteva a tutti gli altri luoghi di culto e deve considerarsi come uno dei cinque pilastri dell’Islam, rendendolo obbligatorio per tutte le persone responsabili e che hanno la capacità finanziaria e fisica per svolgerlo. Stesso discorso per l’Umrah, il “piccolo pellegrinaggio”, che si può svolgere in qualsiasi periodo dell’anno, contrariamente al “grande pellegrinaggio” che ha delle date precise. Tre sono i tipi di Hajj;  il Tamattu, che si svolge durante il mese del “grande” pellegrinaggio”, ma ha una durata breve (piccolo pellegrinaggio) e termina con il sacrificio di una animale. Il secondo è chiamato Qirân e i pellegrini dichiarano la loro intenzione di effettuare il grande pellegrinaggio e il piccolo nello stesso momento; non si raseranno i capelli dopo la lapidazione del Jamarat alla Mina e lasceranno a quel punto il loro stato di sacralità senza sacrificare nessun animale. Il terzo è detto Ifrâd e i pellegrini dichiarano di non voler svolgere il grande pellegrinaggio e resteranno in uno stato di sacralità sino al giorno del sacrificio, ma non offriranno animali in sacrificio. Il grande pellegrinaggio è oggetto di una grande prestigio per chi lo svolge e determina un fattore molto importante in termini di scambio tra i musulmani del mondo intero, che sono testimoni di un profondo fervore. Per i mistici, il tragitto verso i luoghi santi costituisce simbolicamente il viaggio verso l’unità divina, in modo particolare per i sufi. L’Hajj raccoglie annualmente più di due milioni di pellegrini ed è il luogo più visitato dal mondo musulmano. Un numero fisso è imposto dal governo saudita ad ogni Nazione, per fare in modo che tutto si svolga con dei parametri di sicurezza controllabili. I riti del pellegrinaggio non sono molto indicati nel Corano, questo dunque lascia supporre che i gesti pre-islamici siano largamente ripresi (sacralità, circumdeambulazione, tragitto tra Safâ e Marwa), ma in questo caso con un ottica abramica. I riti sono leggermente differenti secondo le regioni della Mecca, in particolare i riti di sacralità (Ihrâm) che sono svolti durante l’ingresso nel territorio sacro, per le persone esterne, e variano leggermente secondo le scuole giuridiche islamiche (madhhab). Per la tradizione musulmana il pellegrinaggio permette l‘espiazione di tutti i peccati: “chiunque farà il pellegrinaggio senza avere dei rapporti sessuali e senza commettere dei grandi peccati è perdonato dei suoi peccati e ritorna come il giorno che venne alla luce da sua madre“. Sei sono i pilastri del pellegrinaggio che sono richiesti  tra cui il rasarsi a zero i capelli negli uomini e accorciarli per le donne, lo stazionamento a Arafah nel momento che il sole declina allo zenith nel nono giorno del Dhoul l-Hijjal, all’apparizione dell’alba del decimo giorno, e ancora il tragitto tra il monte di As-Safa e Al-Marwah.

Nel pellegrinaggio infine è assolutamente proibito per gli uomini di coprirsi il capo e indossare un abito che abbia delle cuciture, per questo motivo la maggiorparte degli uomini indossa un lungo telo bianco che viene avvolto completamente intorno al corpo (Imrah). Per le donne è proibito coprirsi il volto e mettere dei guanti. Per entrambi i sessi   non è possibile profumarsi, di ungersi i capelli o la barba con unguenti e tagliarsi le unghie e ancora di fare un atto di matrimonio e di cacciare un animale terrestre selvatico autorizzato al consumo, come la gazzella. Personalmente sono molto affascinato da questa prova di fede, ancestrale e unica nei suoi rituali, avvolta da una forte sacralità e con una componente di fisicità notevole. Non vedo nessi o collegamenti con la fede cristiana in quanto nessun rituale cristiano prevede un così lungo tempo nel adempiere ai riti, alcuni dei quali necessitano anche di prestanza fisica, di sacrificio estremo unito al dolore. Ma credo che la cosa più emozionante sia il vedere iriuniti  milioni di persone nello stesso momento, che insieme affrontano un percorso di fede radicato, alla ricerca di una pace interiore e di un Dio che  è sopra ogni cosa. Cerco anche di immaginare l’energia che scaturisce in quei giorni dalle persone presenti, un energia prorompente, dinamica, che avvolge in un tutt’uno i fedeli, creando sicuramenteun aura mistica impressionante, oggettiva e tangibile. Per il 2011 ( 1432 per il calendario islamico) il pellegrinaggio alla Mecca si svolgerà questa settimana,  in concomitanza dell’Aïd El Kebir (Aïd El Hada -la Grande Festa), che in Marocco verrà celebrata  lunedi’ 9 novembre.

Fonte: My Amazighen

Categories: Religione Tags: ,

Campi Flegrei, supervulcano sotteraneo di enorme devastazione

November 4, 2011 Leave a comment
“I Campi Flegrei, dove si trova il “supervulcano”, si trovano a nord ovest del capoluogo campano. Il significato greco del nome vuol dire proprio “campi che bruciano”: questo perché sin dall’antichità soggetti a fenomeni vulcanici.
E’ stato il responsabile dell’Osservatorio nazionale di geofisica e vulcanologia , il professor Giuseppe Di Natale, a definire questo complesso un “super vulcano”. In grado di distruzione centinaia di volte più devastante di quella che causò il Vesuvio durante l’eruzione che distrusse Pompei. Addirittura, una eruzione di questo supervulcano potrebbe distruggere l’intera Europa. In soldoni, il supervulcano partenopeo avrebbe una potenza di duecento volte superiore a quella del vulcano islandese Eyjafjallajökull che tanti problemi procurò all’intera Europa l’anno scorso.
L’ultima eruzione del supervulcano risale a 39mila anni fa (una decisamente minore si ebbe anche nel 1538) quando si formò il territorio collinare su cui poggia oggi la città di Sorrento. Di fatto, Sorrento si appoggia su un deposito di materiale vulcanico profondo oltre 300 piedi. Se una eruzione analoga dovesse accadere oggi, l’Italia meridionale cesserebbe di esistere, mentre le nuvole di ceneri provocate dall’eruzione coprirebbero i raggi solari e abbasserebbero di conseguenza la temperatura di vaste aree del pianeta.
L’intera Europa ne subirebbe le conseguenze: coperta dalle nuvole di cenere, per il nostro continente si aprirebbe un’era di inverno perpetuo. Un team composto di studiosi e ricercatori inglesi sta lavorando sul posto per capire quante siano le possibilità che questa eruzione mostruosa possa davvero accadere. Negli ultimi trent’anni si è assistito a un fenomeno di continua sollevazione de suolo del zona dovuto ai fenomeni del cosiddetto bradisismo provocati dal vulcano sotterraneo; dalla fine del 1984 è iniziata una fase discendente.
È da notare come nel biennio 1982-84 siano stati rilevati circa 10.000 terremoti, qualche centinaio avvertiti anche dalla popolazione. Per il professor Chris Kilburn, dell’università di Londra, da circa vent’anni residente a Napoli, questo fenomeno potrebbe durare ancora una sessantina d’anni,nel corso dei quali si potrebbe approfittare per studiare in modo esaustivo le possibilità di una futura esplosione dir magmatica. Come? Perforando il terreno e procedendo con gli studi sotterranei. Ma non tutti sono d’accordo: perforare una tale zona magmatica potrebbe risvegliare il “mostro” prima del tempo.
Categories: Natural World, Warning Tags:

FIFM 2011, giuria e prime cinematografiche

November 4, 2011 Leave a comment

Di Emir Kusturika come Presidente della giuria ve ne parlai qualche settimana fa. Oggi sono usciti i nomi delle giurie (lungo e cortometraggi) e qualche assaggio di films in concorso. Eccoli:

Toni Colette – Attrice – Australia
Asghar Farhadi – Regista – Iran
Nicole Garcia – Regista e attrice – Francia
Kevin Kline – Attore – USA
Abdelkader Lagtaa – Regista – Marocco
Brillante Ma. Mendoza – Regista – Filippine
Radu Mihaileanu _ Regista e scenografo – Romania
Maya Sansa – Attrice – Italia
Aparna Sen – Regista – India
Giuria cortometraggi (Presiede Sigourney Weawer)

Farida Benlyazid – Regista – Marocco
Marie Gillan – Attrice – Francia
Pascal Greggory – Attore – Francia
Pierre Salvadori – Regista – Francia

Il film che darà inizio a questa edizione è “L’amante du Rif” (The Rif lover – 2011) di Narjiss Nejjar (Marocco) con Omar Lofti, Nadia Kounda, Mourade Zeguendi. È  la storia di Aya, ventenne, bella, a volte ingenua, sovente ribelle. Sogna l’amore, quello sublime e fantastico, e lo sogna fumando hascich. I suoi due fratelli lavorano per un importante trafficante di haschich chiamato “Il Barone”. La vita di Aya cambia  il giorno in cui i suoi due fratelli la gettano nelle braccia di quest’ultimo, in cambio di un pezzo di terra per coltivare la sua erba. Il film di chiusura è “Death for Sale” di Faouzi Bensaïdi (Marocco -2011) con Fehd Benchemisi, Fouad Labiad, Mouchcine Malzi, Iman Mechrafi. E’ la storia di Malik, 2- anni, innamorato pazzo di Dounia, e vuole farla uscire dal giro della prostituzione. Allal , 30 anni, vuole invece diventare il nuovo grande boss del traffico della droga. Soufiane, 18 anni, alimenta la sua collera volendo ribellarsi alla società che non accetta. Il furto nella più grande gioielleria di Tetouan riunisce i tre amici che non hanno niente da perdere e che non hanno paura di niente. Infine, per la sezione “Coup de Coeur“, la selezione ufficiale del FIFM sosterrà quest’anno la qualità e l’ecletticismo della produzione marocchina attuale attraverso un eccezionale programmazione che si svolgerà appunto durante la rassegna ufficiale, ma ve ne parlerò in seguito. Vi ricordo ancora che per questa edizione il Messico sarà agli onori con una retrospettiva dei suoi più importanti films.

Fonte: My Amazighen

Strutture tensegrali, evoluzione della scienza delle costruzioni

November 4, 2011 Leave a comment

Nella storia l’evoluzione della scienza delle costruzioni è andata di pari passo con i problemi che l’evoluzione tecnologica poneva. Ad esempio la funzione dei ponti è passata dall’iniziale passerella pedonale all’attraversamento di macchine e treni, capiamo bene tutti che progettare un ponte pedonale rispetto ad uno ferroviario o carrabile non è uguale. A questo bisogna aggiungere la volontà di superare luci sempre maggiori. Inoltre la componente ingegneristica e quella architettonica sono andate sempre di più coadiuvandosi per cercare di creare forme sempre più complesse ma strutturalmente stabili.
Alla fine degli anni ’40 R. Buckminster Fuller formulò un nuovo principio di struttura tesa coniando anche il nome, che le strutture portano ancora oggi, tensegrity che deriva dalla contrazione delle parole tensional integrity. Ma come succede sempre in questa materia lo sviluppo di questa tecnologia verrà ripresa solo decenni dopo la sua nascita.

Cosa sono le strutture tensegrali

Per tensegrità si intende un principio strutturale in cui abbiamo una scomposizione delle tensioni assiali (cioè le forze interne lungo l’asse), la struttura è quindi formata da elementi compressi (solitamente barre o montanti) e da elementi sottoposti a tensione (cavi) definendo in questo modo un nuovo spazio poliedrico o verticale.
Come detto in precedenza già nel 1940 Fuller aveva descritto che il funzionamento dell’intero universo è basato sull’integrità tensionale, ma i principi su cui si basano le strutture tensegrali non sono nuovi, anzi sono antichissimi, perchè rappresentano le leggi immutabili della natura. Le strutture tensegrali sono modelli tangibili di fenomeni altrimenti invisibili.
Le particelle materiali isolate sono astrazioni poichè le loro proprietà sono definibili e osservabili solo mediante le loro interazioni con altri sistemi – Niels Bohr. Queste costruzioni sono state studiate per diverse anni più da scultori e artisti che da architetti e ingegneri a causa della loro poca stabilità dinamica. Un esempio particolare può essere la Needle Tower  dello scultore americano Kenneth Snleson (che possiamo vedere nell’immagine iniziale).

Le strutture tensegrali nelle opere ingegneristiche

Per ora lo sviluppo di queste strutture in ingegneria è limita. Un esempio emblematico è Il Tank Street Bridge o Kurilpa Bridge (Brisbane, Australia), è un ponte pedonale e ciclabile usato per completare una pista dalle stesse funzioni ed è il più grande ponte con struttura tensegrale al mondo. In realtà la struttura portante non è la sola struttura tensegrale, questo perchè tensegrity è stabile perchè autoportante ma forze esterne potrebbero squilibrarla con probabile collasso. Se carichi statici posso provocare queste situazione figuratevi dei carichi dinamici come possono essere le automobili!

Fonte: Skimbu

Categories: Tecno-Logie Tags:

Intervista di Patricia Resch alla dottoressa Berrenda Fox

November 4, 2011 Leave a comment

In questo articolo di Patricia Resch, la dottoressa Berrenda Fox ci mette in evidenza i cambi cellulari e del DNA.
Fox è una facilitrice olistica del centro Avalon Wellness in Mount Shasta, California.
La clinica Avalon rappresenta la re-emergenza dell’ideale di guarigione come si praticava nell’originale isola di Avalon. La dottoressa ha dato prove, attraverso analisi del sangue, che in realtà hanno sviluppato nuove catene di DNA

PR: Parliamo un poco del suo curriculum?

BF: Ho un dottorato in fisiologia ed in naturopatia; durante il mio periodo di studio in Europa, sono stata coinvolta dai massmedia, e questo continua con il cinema. Sto lavorando con la televisione FOX in un programma sugli extraterrestri e sul loro ruolo in ciò che sta succedendo al genere umano in questo tempo.

PR: Quali sono i cambi che stanno avvenendo nel pianeta ora e come influiscono sul nostro corpo?

BF: Ci sono cambi maggiori, mutazioni, che secondo i genetisti hanno iniziato da quando siamo usciti dall’acqua. Qualche anno fa, a Città del Messico, ci fu una conferenza di genetisti di tutto il mondo, con tema principale: il cambio del DNA. Stiamo vivendo un cambio rivoluzionario, tuttavia non sappiamo verso cosa stiamo cambiando.

PR: Com’è il nostro cambio di DNA?

BF: Ognuno di noi ha una doppia elica di dna: quello che stiamo vedendo è che si stanno formando altre eliche. Nella doppia elica ci sono 2 catene o filamenti avvolti dentro una spirale: quello che comprendo è che ci si svilupperanno 12 eliche. Questo processo sembra essere iniziato 5-10 anni fa: noi stiamo mutando. Questa è la spiegazione scientifica. É una mutazione della specie verso qualcosa che ancora è sconosciuto. I cambi non sono resi pubblici ancora, perché la comunità scientifica sente che questo allerterebbe la popolazione. Ugualmente noi stiamo cambiando le nostre cellule. In questo momento sto lavorando con tre bambini che hanno 3 eliche di dna. Già molte religioni hanno parlato di questo cambio e si sa che arriverà inqualche forma. Sappiamo che è una mutazione positiva, sia fisica-mentale che emozionalmente e può essere malintesa e preoccupare.

PR: Questi bambini mostrano caratteristiche che li differenzino da altri?

BF: Sono bimbi che possono muovere oggetti nella casa solo concentrandosi in essi, o prendere un bicchiere d’acqua col solo guardarlo. sono esseri telepatici. Guardandoli puoi pensare che sono superumani o metà angelici, ma non è così. secondo me sono quello che saremo anche noi nelle prossime decadi.

PR: Pensa che questo succederà a tutti noi?

BF: Sembra che la maggioranza della gente nata prima del 1940 non è stata capace di realizzare questo cambio, però hanno iniziato qualcosa nella generazione successiva che gli dà la capacità di formare un’altra elica nel corso della vita. I nostri sistemi immunologico ed endocrino presentano la maggior evidenza di questi cambi. Questo è uno dei motivi per cui lavoro nella ricerca con prove e terapia immunologica. Alcuni adulti che ho testato, hanno un’altra elica in formazione;alcuni già hanno la terza. Queste persone stanno vivendo una gran quantità di cambi nel corpo fisico e nella coscienza, dovuto al fatto che tutto è uno. É mia opinione che la terra ed i suoi abitanti stanno elevando la loro vibrazione. Molti degli ultimi nati hanno corpi magneticamente luminosi. Quelli tra noi già più vecchi che scelgono di cambiare, devono passare attraverso molti cambi fisici.

PR: Qual è la causa del cambio nei corpi nati con la normale doppia elica?

BF: La forma più facile di mutare il dna è attraverso un virus; di conseguenza i virus non sono sempre un male. I virus solo vivono sopra un tessuto vivo:i virus DNA come il “Epstein barr” e l’”herpes 6″ cambiano la struttura cellulare.
Il retrovirus HIV non è un virus DNA: invece di mutare il corpo lo distrugge. Quasi tutte le persone che vivono questo processo e sono ancora vive o hanno una nuova professione, o una nuova forma di pensare o cominciano una nuova forma di vita. Anche se loro possono sentirsi malati o disperati, questo è un regalo: gli è stata data l’opportunità di cambiare la struttura del dna e il loro corpo con uno più luminoso, più sano, che potrà vivere nella prossima generazione. Anche gli angeli che si stanno vedendo sono segnali che stiamo cambiando. Secondo la mia comprensione questo processo verrà completato prima del 2012.

PR: Che cambi ci dobbiamo aspettare?

BF: Non ci saranno malattie, non sarà necessario morire; saremo capaci di apprendere le nostre lezioni non per mezzo del dolore ma attraverso l’allegria e l’amore. Il vecchio sistema deve crollare se si vuole vedere nascere quello nuovo: ora solo guerre, i governi non funzionano, i sistemi di cura nemmeno. . . Molti vecchi paradigmi non potranno esistere, anche se stanno lottando per mantenersi, è evidente che stanno cambiando comunque. Quelli come noi che hanno scelto di vivere in questo momento, sono i precursori di una nuova specie. Siamo nel tempo della manifestazione del cielo in terra. Stiamo ricevendo aiuti da quelli che chiamiamo maestri, extraterrestri, esseri angelici e imparando ad andare dentro di noi. In molti siamo capaci di ascoltare questa vocina silenziosa, in molti siamo in sintonia con i cambi che stanno avvenendo.

PR: Quali sono alcuni effetti secondari del cambio?

BF: Con un cambio cellulare la persona a volte si sente come se non fosse qui; si può sentire esausto, perché letteralmente stiamo cambiando le cellule e convertendoci in nuovi esseri. Come bambini appena nati la gente può aver bisogno di riposare tanto; può succedere confusione mentale o che non riusciamo a concentrarci in lavoretti quotidiani, come se fossimo programmati per qualcosa di ben più grande. Sono comuni i dolori ed i malesseri per tutto il corpo, senza causa specifica. Molta gente si sente come molto “strana”; se queste persone vanno da un medico ortodosso facilmente gli prescrive prozac, perché non capisce cosa sta succedendo. È un momento difficile per la professione medica, perché non sono abituati a trattare con i corpi energetici. Le donne stanno vivendo cambi ormonali, visto che i chakra sono relazionati col nostro sistema endocrino: si può piangere senza un perché, già che il pianto libera ormoni; molte donne vanno in menopausa prima del normale, dovuto al fatto che stiamo accelerando. Gli uomini possono sentirsi frustrati dalla stanchezza perché sono abituati ad essere attivi:possono sentire che il loro lato femminile si sta manifestando, nel senso intuitivo più sviluppato. la terapia emozionale che è apparsa negli ultimi 30 anni ha sviluppato nuove tecniche in relazione a questi cambi. in realtà stiamo facendo un gran lavoro emozionale in un tempo breve!

PR: Come tratta le persone che stanno attraversando questo cambio?

BF: Mi avvicino a loro esseri individuali, non sto trattando con una malattia. Dottore in latino significa “educatore”: l’unico servizio effetivo, che come vero guaritore si può offrire, è quello di fortificare gli individui, dandogli gli strumenti necessari e tranquilizzandoli su quello che sta succedendo;spiegare che possono curarsi ed essere liberi da sintomi “negativi” mentre dura il processo di cambiamento. Per prima cosa richiedo prove immunologiche, cosa che non si fa normalmente. esattamente una prova di laboratorio specialista in questa ricerca. Dopodiché spiego tutto alle persone, le informo. nel senso che ridò ad essi stessi il potere di curarsi: io non sono la guaritrice, ma solo lo strumento del loro processo individuale di guarigione. C’è un potere nella gente che vede i suoi esami del sangue, vede cosa sta succedendo e questo provoca qualcosa nel subcosciente. La vera chiave sta nel fatto che la persona si prenda la responsabilità e compia il lavoro per sé stessa. Utilizzo organoterapia, una terapia europea per costruire il sistema ormonale e per accettare i cambi del dna; uso anche omeopatia, erbe, vitamine, laser. dipende dalle necessità.

PR: Come vede lo sviluppo del suo lavoro?

BF: Lo vedo come un ponte, una transizione: è scientifico ed artistico insieme: la guarigione è un’arte ed una scienza. Non credo sarò una guaritrice tutta la vita perché le malattie saranno eliminate:noi, come persone consapevoli, elimineremo le malattie e la sofferenza.

DNA E CAMBI NEL CORPO: RIMEDI
stiamo fisicamente cambiando da esseri basati nel carbonio con 2 strutture del DNA ad esseri cristallini con 1024 strutture del DNA, questo perché le strutture cristalline possono esistere unicamente a livelli dimensionali superiori. Di fatto stiamo fondendo i nostri corpi con strutture di dna suriane, e siccome questo formato è abbastanza vicino alla nostra struttura, siamo in grado d’integrarci con effetti collaterali relativamente bassi. Non solamente noi umani stiamo cambiando, tutte le forme di vita sulla terra si stanno convertendo in esseri cristallini:pesci, fiori, alberi, cani, gatti, tutto sta cambiando. Niente morirà né sarà distrutto perché ci stiamo muovendo insieme verso un nuovo stato dell’essere.
Questo nuovo stato richiede che noi fisica-mentale- emozionalmente lasciamo indietro concetti della terza dimensione. Così come con la morte, questo lasciar andare è una parte importante del processo di cambio, perché uno non può portare vecchi valori e modi di essere nella prossima vita che sarà completamente nuova e diversa. Così che la progressione dei cambi ci porta a lasciare indietro relazioni, impieghi, case, possessi, e così via, tutto ciò che è incapace di sopportare la nuova forma di essere.
É quindi meraviglioso che ci sia tanta ansietà e paura per questi cambi, significa che già sono in corso, anche se non tutti ne sono coscienti. Ci sono vari sintomi che appaiono nel nostro corpo, come conseguenza, e sono:
– sintomi di raffreddore, febbre, dolore alle ossa e articolazioni, che non rispondono agli antibiotici;
– mal di testa che non passano con calmanti;
– diarrea occasionale;
– starnuti ripetuti e muco nasale che non sono né raffreddore né febbre da fieno;
– vertigini;
– fastidio alle orecchie;
– palpitazioni del cuore;
– sensazioni di vibrazioni in tutto il corpo, specie la notte quando è rilassato;
– spasmi muscolari intensi, uniti a dolori alla schiena;
– formicolio;
– perdita di forza muscolare nelle mani, dovuto al cambio nel sistema circolatorio;
– difficoltà nella respirazione;
– cambi nel sistema immunitario;
– cambi del sistema linfatico;
– sensazione di stanchezza al minimo sforzo;
– bisogno di dormire più del solito;
– crescita di unghie e capelli più rapida;
– attacchi di depressione senza motivo apparente;
– tensione, ansia, stress, dovuto al fatto che uno sente qualcosa di nuovo ma non sa cos’è.
Moltissime persone accusano questi sintomi; molti vanno in panico dal medico o erborista e gli viene detto che non c’è niente di particolarmente strano: ed è la verità. Tutti questi sintomi sono passeggeri ed indicano semplicemente che stanno succedendo cambi psicologici.
Alcuni dei rimedi raccomandati per i sintomi sopra menzionati:
– segui la corrente, invece di lottare contro di lei;
– se ti senti stanco, riposa e dormi a sufficienza;
– bevi parecchia acqua ed aiuti la disintossicazione;
– usa valeriana per calmare la tensione emozionale;
– il fieno greco aiuta il sistema linfatico e la disintossicazione;
– per calmare gli spasmi puoi usare valeriana o bagni caldi con sale marino;
– riconosci che se senti tachicardia o difficoltà a respirare è perché il chakra del cuore e quello della gola si stanno sbloccando e che i sintomi sono passeggeri: non stai morendo, stai solo cambiando!
comunque, se ti senti insicuro, chiedi parere al medico. Se non sai come trovare valeriana o fieno greco è sufficiente ripetere mentalmente il suo nome, o a voce alta: le energie di guarigione si trasmettono allo stesso modo, fisicamente o per mezzo del suono: provalo. Chiedi alle tue guide angeliche che ti aiutino quando ti senti male: loro non aspettano altro che tu chieda aiuto!
La maggior parte di questi sintomi al massimo durano un paio di settimane e spariscono; possono anche ripresentarsi.
Una piccola percentuale di adulti ha già completato il cambio totale del DNA e possiedono 1024 filamenti: una signora è cresciuta 3 pollici in altezza ed è aumentata la misura dei suoi piedi.
Tutti i minori di 7 anni hanno completato il cambio, o lo stanno terminando; i bebè che nascono ora sono completi. Alcune persone stanno appena iniziando ad attraversare questo cambio.
Questo processo ha vari nomi, è conosciuto come il Risveglio (awakening), come processo di ascensione, come realizzazione della mercaba, .
In ogni caso abbiamo bisogno di andare oltre i nostri timori ed apprendere sull’amore, l’amore vero, che inizia con noi stessi. Fino a quando non possiamo amarci ed avere fiducia in noi stessi, non potremo amare e aver fiducia in nessun altro.

Fonte: Osa Sapere