Archive

Posts Tagged ‘Valerio de Filippis’

“Confiteor”, personale di Valerio de Filippis presso ART G.A.P. Gallery di Roma

May 27, 2016 Leave a comment

Confiteor

Un allestimento sperimentale per celebrare il ritorno in mostra di un vero artista e di un grande amico a cui tutto lo staff di ART G.A.P. è legato dall’anno della fondazione. Nella mostra “Confiteor” Valerio de Filippis espone due opere soltanto, di grandi dimensioni, frutto di una meditazione sul senso dell’esistenza portata avanti da decenni.

Mostra Personale di: Valerio de Filippis

A cura di: Cecilia Paolini

LocationART G.A.P. Gallery – Modern & Contemporary Art

Via San Francesco a Ripa 105/a – Roma

Tel: 06.9360201 – 349.7782748 – 392.3327575

Opening: Sabato 28 Maggio 2016 – Ore 19.30

Periodo di esposizione: dal 28 Maggio al 08 Giugno 2016

Orari: tutti i giorni dalle 15.30 alle 19.30

Facebook Event Valerio de Filippis – Confiteor

 

“Il Ritorno degli Dei”, mostra collettiva

Il Ritorno degli Dei.

Mostra collettiva

CASALE DEI MONACI
21/05/11 > 30/05/11 – Ciampino (RM)

L’arte come sinonimo di tecnica, al di là della figurazione pura, per riavvicinare il grande pubblico alla cultura contemporanea: percorsi artistici diversissimi tra loro, ma accomunati da una profonda ricerca della pratica pittorica, perché il linguaggio dell’arte figurativa non può prescindere dalla percezione visiva! L’arte contemporanea, soprattutto a partire dal secondo dopoguerra in poi, viene percepita come assolutamente lontana dalla “tecnica”, termine da cui la parola “arte” deriva. Il tanto ripudiato “accademismo” è stato storicamente interpretato come rifiuto delle tecniche tradizionali a vantaggio del puro concetto. Qualsiasi rivoluzione culturale, però, porta in sé la causa della propria degenerazione: il totale abbattimento della forma ha generato un progressivo allontanamento del grande pubblico dalla produzione contemporanea. L’arte dei nostri tempi viene spesso giudicata dai non esperti come incomprensibile e per giunta non attraente alla vista.

 Questa mostra è stata concepita per attirare la percezione retinica di chiunque: indipendentemente dall’interpretazione iconologica delle singole opere, la semplice lettura della figurazione è palese per tutti. In questo senso l’esposizione sancisce il ritorno dell’arte figurativa magniloquente, composta dall’illusione della prospettiva, creatrice di ambientazioni fantastiche dentro cui sospendere la propria esistenza per conoscere quell’intima esistenzialità troppo spesso sopita dalla contingenza del reale. La mostra è stata allestita come una sorta di personale plurima: raccoglie i lavori di artisti che sembrano declinare la stessa lingua a percorsi letterari originali, diversissimi per tematica e fare pittorico, eppure uniti da una sorta di realismo magico figurativo che racconta la contemporaneità tramite la tradizione della tecnica.

 L’uomo diventa eroe, la storia si fa mito in quanto esempio di una tradizione mai rinnegata, ma al contrario valorizzata da significati moderni. Gli dei che ritornano non sono soltanto i soggetti epici raffigurati in questa rassegna, piuttosto indicano i dettami di quella “buona maniera” stabilita dal Vasari come principale caratteristica per riconoscere un grande artista: la tecnica senza il “concetto” è artigianato, ma l’arte è pur sempre un linguaggio universale che in ogni caso deve narrare la contemporaneità, anche attraverso strumenti della tradizione storica.

Il Ritorno degli Dei. Mostra Collettiva

A cura di: Cecilia Paolini
Artisti: Luigi Cervone, Valerio de Filippis, Lorena Peris

Inaugurazione: sabato 21 maggio ore 18.00
Periodo: 21/05/11 – 30/05/11

CASALE DEI MONACI
Via Melvin Jones snc
Ciampino (RM)

Tel. 06 9360201; 349 7782748

Riferimenti e Note:

La serata d’apertura sarà inaugurata dalla compagnia teatrale “Amici di… Strada!” che presenterà un reading liberamente tratto dalla commedia brillante “Arte”, adattata e diretta da Carla Mappelli: l’acquisto di dipinto contemporaneo e la diatriba paradossale che ne consegue tra un gruppo di amici sono lo spunto per una riflessione sagace sul valore dell’arte.

La performance teatrale è stata pensata come divertente accompagnamento all’opening della mostra, perché la cultura non deve mai escludere l’ironia!

Organizzazione: Associazione G.A.P.

Ufficio Stampa:
ASSOCIAZIONE G.A.P.
Tel. 06 9360201
E-Mail