Archive

Posts Tagged ‘UFO’

Medioriente, spirale UFO apparsa improvvisamente nel cielo

June 13, 2012 Leave a comment

Migliaia di persone in Israele, Turchia e Giordania hanno vissuto un grande spavento ieri, mentre gurdavano una spirale UFO apparsa nel cielo. I centralini della polizia di questi paesi, come anche a Cipro e in Libano, sono stati letteralmente inondati di telefonate di cittadini in preda al panico, causata dalla misteriosa luce scintillante visibile nell’alta atmosfera.
Si sprecano le toerie sulla natura del misterioso fenomeno: dal fallito test missilistico alla caduta di un satellite nella nostra atmosfera; dall’apertura di un tunnel spaziale alla scia di un’astronave aliena. L’ipotesi più plausibile è che si tratti dell’effetto secondario di qualche tecnologia di origine terrestre, anche se al momento manca ancora una dichiarazione ufficiale da parte dei governi del vasto territorio interessato dal fenomeno.
La spirale è comparsa intorno alle 20:45, e dopo poche ore di panico, il Ministero della Difesa russo ha dichiarato che un razzo di prova era stato lanciato appena sei minuti prima di quell’ora. Secondo la versione ufficiale, nel video si vedrebbe chiaramente l’inizio del fallimento del lancio. La spirale di luce nel cielo sarebbe causata dalla fuoriuscita del carburante che, incendiandosi ad alta quota, genererebbe queste forme geocentriche sorprendenti.
Anche il dott. Yigal Pat-El, presidente dell’Israeli Astronomical Association crede si tratti di un test missilistico fallito: “E’ molto probabile che un missile sia andato fuori controllo. Quello che la gente ha visto è causato dalla perdita di carburante. Il missile ha raggiunto un’altitudine di 200-300 chilometri ed è per questo che il fenomeno è stato osservato da tanti luoghi così distanti”.
Un testimone ha dichiarato: “Non siamo stati in grado di vedere la fonte della luce. La scia luminosa era immensa. E’ stato veramente uno spettacolo insolito. Pochi istanti dopo abbiamo visto il movimento a spirale e il punto da cui proveniva la luce”.
Il comunicato del ministero della Difesa riporta che il paese ha lanciato un missile balistico intercontinentale di tipo “Topol”. Il lancio è avvenuto nella regione di Astrakhan, in Russia, in una zona di prova in Kazakhstan, a circa 2 mila miglia dal confine settentrionale di Israele (un po distante a dire il vero! N.d.r.).
Il fenomeno è molto simile a quello apparso nei cieli della Norvegia nel 2009 a seguito di un altro test missilistico russo, anch’esso fallito. La spirale fu avvistata a Tromso e anche in quella occasione, il ministero della DIfesa russo comunicò il fallito lancio di prova di un missile tipo “Bulava”.

1) Perchè la Russia continua a eseguire test missilistici su tutto il pianeta? 2) Non è che la tecnologia missilistica russa sià così efficace; 3) tutta questa faccenda ha il sapore di un maldestro cover-up!

Fonte: Il Navigatore Curioso

Categories: Mysterium Tags: ,

UFO, nuova testimonianza nei pressi di Varese

March 12, 2012 Leave a comment
Buongiorno,
vi scrivo per raccontarvi un fatto che mi è accaduto ieri sera, ma prima vi descrivo un precedente.
Era una domenica sera di luglio 2010, all’incirca mezzanotte, quando procedevo in macchina con un’altra persona tra Luino e Maccagno.
Io non guidavo, e d’un tratto, nel punto in cui c’è la prima grossa curva usciti da Luino, notiamo entrambi quattro luci nel cielo sul lago sopra Colmegna precisamente.
Tre delle quattro erano in formazione a triangolo con la faccia del triangolo orientata verso Colmegna e la quarta a parte.
Le prime tre dopo essersi avvicinate a Colmegna (noi nel frattempo proseguivamo incuriositi) sono sparite, mentre la quarta è rimasta e procedeva anch’essa verso il paese avvicinandosi.
Al momento della sparizione delle tre, noi ci trovavamo poco prima della galleria che porta all’ingresso di Colmegna, quindi man mano era tutto sempre più vicino ed ho scattato due foto, pensando si trattasse di UFO.
Arrivati davanti al ristorante Miralago, io mi sporgo fuori dal finestrino e vedo la quarta luce, l’unica rimasta appunto, scendere lentamente verso il ristorante come fosse un meteorite, delle dimensioni di una Smart per capirci e ad un’altezza che sarà stata di 20 metri ormai.
Terrorizzato dalla possibilità che questo oggetto cadesse, ho detto al guidatore di accelerare più che potesse (anche se sarebbe stato inutile, ma fu un istinto) e proprio in quel momento, mentre dal Miralago eravamo spostati al Camin (fu tutta questione di secondi), sempre al di fuori del finestrino, vedo la luce riprendere quota, cambiare direzione leggermente (sulla sua destra) e proseguire verso la montagna dietro Colmegna, in direzione Dumenza per capirci, ad una gran velocità.
Visto coi miei occhi la luce sparire, abbiamo capito entrambi che non si trattava di un meteorite (impossibile un cambiamento di rotta), siamo tornati davanti al ristorante Miralago per fumare una sigaretta giù dalla macchina e cercare di calmarci un secondo.
In quel momento non c’era nessuno nei paraggi e pochi secondi dopo arrivarono i Carabinieri di Luino che ci videro, accostarono e ci chiesero se avessimo visto lanciare dei razzi luminosi magari dalla spiaggia proprio in quel momento.
Rispondemmo di no, che non vedemmo niente, perchè non avremmo saputo come spiegare tutto.
Andati via i Carabinieri, calcolando i tempi, capimmo che loro si trovavano all’ingresso di Luino mentre noi eravamo dopo la prima curva e da li comunque avrebbero visto le stesse luci che vedemmo noi.
Tornato a casa, il giorno dopo, un collega di mia madre che abitava a Colmegna mi raccontò di quello che aveva visto la sera prima; il racconto coincideva con quello che vidi io e l’altra persona (e probabilmente anche i Carabinieri), dal punto di vista però di chi stava in una casa di Colmegna.
Questo è il racconto del primo episodio, nel 2010.

Ieri notte, alle 2 circa, sempre su quella strada nella stessa direzione (ma stavolta ero da solo) ho visto la stessa identica luce, una sola, da prima della galleria che porta a Colmegna.
La luce stavolta era al di sopra della galleria, più precisamente al di sopra della ferrovia ed era ferma.
Era come se si fosse trattato di un lampione molto molto potente in mezzo al bosco.
Non sono riuscito a fotografare perchè stavolta ho avuto ancora più paura, forse perchè ero solo, ed ho proseguito.
Il fatto che non si muovesse è l’unica cosa che potrebbe avermi portato in errore, perciò stasera o domani sera, ripercorrerò la stessa strada per assicurarmi che non si tratti di un lampione molto molto potente in mezzo al bosco.
Improbabile, ma è giusto accertarsi.
Ora vi spiego due cose in generale.
Le due foto che allego purtroppo non provano nulla in quanto si, in una delle due (con lo zoom) si vede un oggetto metallico dalla struttura regolare (veri e propri spigoli), ma, essendo buio, non si vedono i punti di riferimento come la montagna o il lago, quindi è praticamente inutile,
Inoltre la qualità non è delle migliori, in quanto non sono un fotografo ed ho con me solo il cellulare che può permettermi di fotografare, quindi la qualità è quella che è.
Non sono appassionato di ufologia, sono una persona molto concreta e decisamente razionale (ho una preparazione universitaria scientifica, quindi so ben distinguere ciò che può esistere da ciò che non può), non ero né ieri sera né nell’altra occasione ubriaco o alterato in alcun modo e non cerco pubblicità, anzi, non ho parlato con nessuno della storia (se non con l’altra persona, la fidanzata, il collega di mia madre e i miei familiari).
Nessuna prova purtroppo e vi ho scritto perchè magari avevate avuto qualche altra segnalazione e mi sembra strana la coincidenza di due episodi uguali nello stesso luogo, un luogo non certo noto per attività militari o fuochi d’artificio.
Cordialmente
12/03/2012
Lettera firmata
Categories: Mysterium Tags: ,

Oregon, scatole metalliche misteriose sulla spiaggia di Stonefield Beach

February 17, 2012 Leave a comment
A Stonefield Beach in Oregon sono apparse sulla spiaggia misteriose “scatole metalliche” dopo diversi avvistamenti di UFO. Il fatto è avvenuto il 6 Febbraio 2012 quando a fare la scoperta pare sia stato il proprietario di un cane che mentre erano a spiaggia si è accorto che il cane abbaiava e ringhiava verso questo “contenitore”. La struttura metallica di queste “scatole” non mostra possibili aperture e appare completamente sigillata. Bill Hanshumaker, Dottore in scienze marine presso il Centro Hatfield Marine Science nella vicina Newport, in un’intervista  ha detto che, “Non sanno quello che sono”. Il dottor Hanshumaker ha detto che è consigliato il ” monitoraggio della spiaggia” e di queste strane scatole metalliche che sono apparse all’improvviso lungo le spiagge locali il 6 febbraio, e ora sembrano moltiplicarsi. Queste scatole metalliche non si riesce a spostarle nemmeno con un grosso camion, in quanto sono piantate nella spiaggia e sono alte circa 20 pollici fuori dalla sabbia.
Un’anziano locale, che vive nelle vicinanze Stonefield Beach, sostiene che Domenica sera (05-02-2012) ha sentito un suono molto forte e squillante come di una sirena, che ha attirato la sua attenzione. L’Oregon Forest Service è già stata chiamata per aiutare a spiegare ciò che è stato rivelato come “una serie di scatole metalliche interrate nella spiaggia su e giù per la costa dell’Oregon, per cercare di spiegare ciò che al momento non sembra spiegabile. Quello che in molti sostengono è che qualcosa simile al suono di una sirena di un’ambulanza ha svegliato gli abitanti vicino a Stonefield Beach e altre zone della costa dell’Oregon Domenica sera, 5 gennaio alle ore 04:00 circa del mattino. Gli abitanti sostengono che la zona di Stonefield Beach è un posto tranquillo dove di solito solo i gabbiani dell’Oceano Pacifico e le onde rompono il silenzio.
Le “scatole di metallo” sepolte su e giù per la costa dell’Oregon sono un fatto reale al tatto e alla vista.
Sembra che la storia degli UFO sia piena di scatole del “mistero”. Pare che se ne parli anche all’interno dei files declassati del Governo Britannico, disponibili anche sul nostro sito (attualmente non abbiamo verificato data la mole di files), sembra che anche in Sri Lanka siano state rinvenute “scatole metalliche simili sia nella colorazione, che nella dimensione e nella forma, lungo tutte le spiagge dello Sri Lanka. Le scatole metalliche sarebbero apparse anche qui improvvisamente, e dopo numerosi avvistamenti UFO segnalati. Le scatole di metallo lungo le spiagge dell’Oregon, Washington State e a nord della California sono ora state fotografate, documentate ed esaminate da esperti locali.
Categories: Mysterium Tags: ,

UFO Texas, presunto attacco alieno a Fort Worth

February 4, 2012 Leave a comment

Esistono al mondo argomenti di varia natura che lasciano perplessi e sconcertati, il più delle volte sembrano nascondere verità gelide e inopportune, tra l’altro rasentando di tanto in tanto la sfera dell’impossibile… ma riconosco tutto sommato che sono proprio codeste annotazioni straordinarie a lasciare un segno indelebile nel subconscio, un pensiero memore solido e vibrante ben tangibile in noi stessi che incita alla fascinazione del mistero, dell’incredibile, del meraviglioso…
Alcuni giorni fa, girovagando nello spazio sterminato della rete mi é giunta notizia postulata che poco meno di un anno da oggi un attacco alieno ben congetturato sarebbe accaduto in sordina, all’imbrunire degli occhi del mondo, presso una nota base americana nella quale sembra che venissero eseguite ricerche sperimentali di particolare rilevanza e di natura ovviamente segreta.
Di solito non si rimane particolarmente attratti dalle notizie velate sprovviste di prove inconfutabili che ne rendano veritiero il contenuto, ma in questa circostanza é sufficiente osservare il video registrato e caricato successivamente nel web per supporre l’intuizione blanda che magari, salvo possibile manipolazione concertata dall’uomo, la vicenda visualizzata nelle immagini possa risultare reale.
La base militare in oggetto é quella di Fort Worth, ubicata nello stato del Texas,  e le immagini riprese sono state immortalate lo scorso 11 Maggio 2011 da un fotografo occasionalmente appollaiato sul ciglio del balcone del suo appartamento al 34° piano di un edificio sito a circa cinque chilometri di distanza dalla zona presumibilmente attaccata dagli OVNI. Immagino che possa sembrare semplicemente blasfema l’idea che un pieno attacco alieno possa coinvolgere visibilmente una porzione di città nel mezzo delle attività ordinarie, nonostante fosse già tramontato il sole da diverse ore, ma la storia narrata alle spalle dell’evento potrebbe destare un insolito sospetto.
Luenser Brian, autore delle riprese, su YouTube sostiene di aver ripreso personalmente il susseguirsi delle scene folgoranti che rasentavano l’evolversi di una scenografia da ‘guerra dei mondi’ con fulmini e lapilli, non visibili durante il perdurare della sequenza filmata, considerando inoltre che il rumore delle esplosioni era stato attenuato dalla stessa lontananza. Di seguito egli conferma pienamente di non avere assolutamente manipolato le immagini, immortalate nella rete in modo da renderle visibili pubblicamente, mettendo così a repentaglio la sua stessa credibilità. Il luogo nel quale si sarebbe perpetrato il furibondo attacco ha un estensione di circa quattro miglia, anche se lo zoom della Canon EOS 5D Mk II utilizzata all’uopo ne ha ridotto e minimizzato l’ampia distanza.
Non é facile divulgare informazioni che trattano materia di UFO laddove l’informazione stessa é compromessa dalla mancanza di fonti attendibili, ma a volte l’incognita rappresenta una variabile scomoda non prevedibile, ma di efficace reazione agli stimoli.
Fort Worth, dunque, teatro circostanziale di un attacco di natura extraterrestre, protratto inavvertitamente sotto gli occhi della popolazione quasi ignara dell’accaduto, una sorta di scorribanda spaziale addirittura citata da un rapporto redatto dall’agenzia spaziale federale russa (FKA/RKA) e resa accessibile da notizia rivelata dal canale NBC News e dall’agenzia Sorcha Faal, una sorta di leggenda nel mondo di intelligence – fonti citate di cui, personalmente, non ho riscontrato traccia nel web per confermarne l’effettiva validità se non attraverso una racconto mediatico quasi metropolitano di stampo futuribile da cui trarre una conclusione personale – secondo cui una flotta aliena sia apparsa nel mezzo della notte attaccando l’area considerata mediante impiego di una tecnologia sconosciuta che abbia riportato diversi danni, soprattutto la morte di oltre cinquecento unità di soldati, uccisi durante il combattimento, questione altamente delicata legata ad un’operazione segreta di cui le autorità statunitensi avrebbero occultato l’esistenza.
Tra l’ovvietà e l’incertezza si potrebbe dibattere sul riscontro della notizia, ma secondo quelle fonti rivelatrici sembra che la struttura militare attaccata nascondesse una strumentazione tecnologica Vimana di origine non umana, bersaglio principale del convoglio. Sembra che la struttura sia stata ritrovata in una grotta in Afghanistan, nascosta e ben conservata negli ultimi 5000 anni, successivamente trasferita nei laboratori scientifici della struttura summenzionata in modo da poterne studiare la tecnologia estremamente avanzata. Il Vimana sarebbe un veicolo spaziale altamente pericoloso munito di armi micidiali molto potenti, tra cui l’impressionante fascio di luce disintegrante, probabilmente di natura nucleare, provvisto di un sistema tecnologico di enorme entità, tutti elementi appetibili per un paese sempre a caccia di nuovi potenziali bellici. Supponendo che il mezzo volante sia stato spostato nel Texas nella fine degli anni ’80, é altamente possibile che la Nasa abbia usufruito delle ricerche perpetrate nei decenni successivi migliorando radicalmente le sue strutture astronautiche, tra le quali sembra che abbia trovato riscontro in uno dei veicoli più avanzati e segreti degli Stati Uniti d’America, il ‘Triangolo Nero’, sul quale si presuppone si stata adattata una strumentazione innovativa frutto di ricerche sperimentali di ingegneria inversa applicata sulla tecnologia aliena, tale da creare un nuovo strumento di volo estremamente sofisticato.
Non é mia intenzione innescare polemiche che, in qualche modo, possono alimentare congetture fantastiche rasenti le innumerevoli idee di complottismo che sovente é possibile riscontrare all’interno di diversi siti e programmi mediatici, considerando la natura controversa della notizia, ma sarebbe mia premura sottolineare l’importanza della divulgazione di un fatto che si presume possa essere realmente accaduto sulla Terra all’oscuro dell’opinione pubblica terrestre. Soltanto il pensiero latente di un presunto bombardamento di tipo extraterrestre insinuerebbe nella mente di quasi la stragrande maggioranza di persone un subitaneo senso di smarrimento, in quanto l’uomo per sua natura, per i tempi di cui si conserva memoria, non é mai stato abituato ad una presenza connivente che vada oltre i confini del Sistema Solare. Ma razionalizzando scrupolosamente l’intera vicenda é fattibile che, all’uopo delle circostante, esso sia perfettamente in grado di capire, mediante intuizione, la natura diversificata dell’universo, quindi perfettamente cosciente di accettare l’esistenza di altri mondi, simili o completamente diversi da quello conosciuto, ragion per cui il fenomeno costretto dell’alienazione forzata sia da considerare ormai una teoria dell’ignoranza perpetrata in vigore di una tranquillità evanescente radicalmente superata.
Negli ultimi anni la corsa verso la conoscenza é stata in grado di varcare sentieri ascosi per millenni alla luce della verità, e in nome di una verità sempre più ricercata e sempre più avvertita gli studi scientifici, non che quelli archeologici, hanno segnato l’epoca del cambiamento regalando al mondo nuovi dettagli fondamentali che segnano i confini di una nuova storia in via di decifrazione… E qui non cito i vari ritrovamenti, i siti rinvenuti, le decifrazioni dei testi e degli epitaffi più antichi…
Non é mia intenzione, oltretutto, suggellare una storia tratta da alcune immagini forti sublimate da un contesto virtuale altamente scenografico.
Rivolgo la mia attenzione a quegli uomini di conoscenza, umani o non umani, che abbiano intessuto per anni le trame di una tela ordita nell’oscurantismo più blasfemo, probabilmente gli uni per soccombere il senso di panico primordiale alimentando l’ignoranza gratuita convalescente per scopi meno umanitari mentre gli altri per ovvia mancanza di interesse verso il genere umano.
Il mondo che noi viviamo in questa realtà non consente ancora del tutto la piena facoltà di captare certe onde di pensiero affini ad un livello superiore della cognizione degli eventi, ma ciononostante esistono figure già preparate psicologicamente all’acquisizione delle congetture della nuova era. Gli uomini sono tuttora esseri molto insipienti, per ragioni ovvie si uccide in atto di vanagloria o per potere, si opprimono le masse popolari per la consuetudine di una vita più agiata di pochi privilegiati, si sottrae al prossimo con estrema viltà e si ha costantemente paura di amare con gratuità, ma gli uomini d’un tempo non esistono quasi più e l’uomo del secondo millennio desidera finalmente essere compartecipe della storia dell’umanità oltre le barriere dell’indifferenza, delle teorie del complotto e del silenzio giustificato dall’omertà. Siate giusti… Rivelatevi, dunque!

Marius Creati

Categories: Mysterium Tags: , ,

Albuquerque, prove UFO crash individuate in New Mexico

Durante una serie di rilevamenti nella zona, alcuni archeologi dell’Università locale, avrebbero trovato quelle che sono le prove inconfutabili dell’UFO crash avvenuto nel 1947, di cui si è sempre tanto parlato anche a scapito delle autorità statunitensi che avrebbero costantemente mentito negli anni. Uno dei reperti più interessanti è rappresentato da quello che è stato definito un autentico teschio alieno. Il ritrovamento è stato effettuato dal professor Bill Doleman che ha condotto la spedizione.

Fonte: AGS Cosmo

Categories: Mysterium Tags: ,

Barack Hussein Obama, risposta impersonale UFO

November 11, 2011 Leave a comment

Sono accadute un serie di cose, botte e risposte negli Stati Uniti d’America, che sono passate tal volta in secondo piano rispetto l’andamento di vita che si ripercuote sulle nostre esistenze, a meno che sappiate esternarvi dai problemi del Mondo, ricercando un Mondo nuovo.

Il Presidente USA Barack Hussein Obama ha dato responso a chi gli chiedeva delucidazioni a riguardo di UFO e vita extraterrestre, or dunque un Presidente, e più in generale un politico di spicco, deve possedere una buona dialettica, altrimenti gli sarebbe senz’altro impossibile ricoprire la carica che occupa, da ciò nasce quindi, indelebile in ogni caso, un proprio personale modo di scrivere, diverso da persona a persona, come per un pittore gli si riconosce la propria opera e occhi esperti ne distinguono persino il periodo, sovente diviso in tre stili di differenti momenti della vita dell’autore, adolescenziale, maturo o eseguito nell’età avanzata, così un politico lo si può riconoscere anche dalle sue parole, dette o scritte che siano, non può una persona arrivare a ricoprire una tale Carica senza venirne meno, la dialettica la si riconosce!

Detto questo, il Presidente Obama ha giorni addietro rispondendo al popolo americano che gli chiedeva la desclosure (rivelazione) sull’esistenza degli extraterrestri, ha risposto con una lettera firmata di mano sua Barack Hussein Obama, ma che, se da un lato nega l’esistenza, almeno per i vicini, passati e futuri, contatti avuti o che avverranno, dall’altro lato non contiene minimamente parole che possano legarsi ad una personale visione delle cose e non solo, la lettera ricalca, in parole e discorso, tal quale gli scritti scettici in modelli accademici, come se a capo di codesti scritti si riuscisse ad intravedere l’opera della NSA, organismo che sovrasta le operazioni della NASA (National Aeronautics and Space Administration) e che trovasi al di sotto dei servizi di intelligence (servizi segreti in poche parole) della CIA e della FBI, una catena di Enti che tutti assieme formano un substrato di cover –up (copertura).

Carissimo ed Illustrissimo Presidente Barack Hussein Obama, sono certo che per le parole che contiene, qualche statunitense di rilievo, magari anche per indagine, leggera questo articolo di me medesimo Gennaro Gelmini, lo si copi pure in nome della libertà di cui tanto se ne parla in tutto il Mondo ma che io non ho ancora pienamente trovato

Per 30 secondi, nella giornata di mercoledì 9 novembre 2011, tutti i mass media degli Stati Uniti d’America si sono fermati, annunciando un test d’emergenza, ma per solamente 30 secondi, cosa ben esile nella forma, ma che cela il segreto della preparazione di ben più consistenti eventi d’emergenza legati alla sempre più vicina presenza del pianeta Nibiru, difatti questo test è stato svolto in concomitanza con il ravvicinato passaggio della meteora 2005 YU55, che gli astronomi dicono sia presente da tempo remore nel Sistema Solare, ma come fanno a dire ciò se l’hanno scoperta solo di recente, nel 2005? Una constatazione più generosa la fa assoggettare alla Coda del Drago, la coda di meteore di Nibiru, che, ricordo, dista, nell’approssimarsi di questo metà mese di novembre 2011, 8,0 Unità Astronomiche (Astronomical Unit) dal Sole, in avvicinamento al suo perielio situato tra i pianeti Giove e Marte alla velocità di 0,6 Unità Astronomiche al mese, ancora in parte non visibile perché, come ho in passato già spiegato, già nel 1983 gli era stata conferita la sigla di denominazione in greco ΩΡΚ (che si pronuncia omega rho cappa) come sovente si attribuisce alle stelle per catalogarne la luminosità, secondo cui Ω, che è l’ultima lettera dell’alfabeto greco, in questo contesto significa luminosità estremamente bassa, Nibiru irradia poco e soprattutto raggi ultravioletti, che gli umani non percepiscono, inoltre risulta visibile al crepuscolo e sovente invisibile poiché coperto dalla luce solare.

Fonte: Gennaro-Gelmini

Messico, UFO o meteorite esplode in volo

Pochi giorni fa nei cieli del Messico alcuni testimoni hanno assistito e registrato in video, la sequenza di un misterioso oggetto esploso in volo frantumandosi in centinaia di pezzi luminosi. Alcuni sostengono si trattasse di un meteorite, altri dicono si sia trattato di un UFO. Dalle registrazioni dei video si può osservare questo oggetto solcare i cieli e nelle vicinanze, poco prima dell’esplosione si può notare anche una sfera luminosa posizionata proprio di fronte al corpo esploso. Il mistero rimane anche perché sul web pare non esistano tracce dei video girati dai presunti testimoni oculari.

Carla Liberatore

Categories: Mysterium Tags: ,

Baltico, presunto oggetto circolare individuato nel fondale marino

Un oggetto non identificato sarebbe stato messo in evidenza da una ricerca sonar effettuata il 19 Giugno 2011 nel fondale Baltico svedese: lo scrive tra gli altri Ben Radford nel portalMSNBC. In questo caso si dovrebbe parlare di USO che altro non sono che gli UFO sottomarini, in pratica grandi oggetti misteriosi che viaggiano sott’acqua  fuoriescono dall’acqua ad alte velocità o adagiandosi sul fondale marino.

Secondo il team di esplorazione oceanica guidata dal ricercatore svedese Peter Lindberg, il loro equipaggiamento sonar ha catturato qualcosa di strano, qualcosa che Lindberg non ha mai visto nei suoi diciotto anni di esperienza lavorando con gli ultrasuoni nelle grandi profondità marine.

La strana massa si trova a 300 metri di profondità e  ha un dimaetro di circa 60 metri. L’oggetto circolare si distingue dal paesaggio in maniera chiara. Che cos’è? Un’isola sommersa? un relitto di qualche nave?

Lindberg ha affermato di non credere all’ipotesi UFO, ma di essere propenso a ipotizzare una “nuova Stonehenge.” Ad ogni modo il caso resta aperto.

Fonte: Ufoonline

Categories: Mysterium Tags: , ,

Francia, boom di avvistamenti UFO

Negli ultimi giorni stanno arrivando segnalazioni di avvistamenti di UFO da ogni parte della Francia, dal sud di Parigi alla Bretagna e da Perpignan a Tolosa. Si sono moltiplicati gli avvistamenti di questo tipo nei primi giorni di agosto e via via stanno diventando sempre più frequenti. Anche a fine giugno scorso numerose segnalazioni avevano indicato la presenza di oggetti volanti non identificati nei cieli a sud i Parigi mentre sempre nello stesso periodo sono state raccolte numerose testimonianze oculari di persone che avrebbero avvistato una specie di palla di fuoco nella zona della Bretagna. Gli avvistamenti più copiosi si sono avuti nell’ultima settimana nelle zone di Perpignan e Tolosa. Le autorità francesi taciono in merito.

Carla Liberatore

Categories: Mysterium Tags: ,

Cometa Elenin in arrivo… nessun allarmismo previsto!

La cometa Elenin si sta rapidamente avvicinando alla zona piu’ interna del Sistema Solare e sara’ visibile dalla Terra a meta’ ottobre.

Non sara’ particolarmente brillante, anzi per riuscire a vederla ci vorra’ almeno un buon binocolo, ma e’ gia’ una celebrita’ su Internet, dove si rincorrono voci di tutti i tipi (tra le quali il fatto che dietro la cometa si nasconda un UFO),  infondate secondo gli astronomi, su effetti negativi che il suo passaggio potrebbe provocare sulla Terra.

Scoperta il 10 dicembre scorso dall’astronomo russo Leonid Elenin,dal quale ha preso il nome, la cometa si trovava allora alla distanza di 647 milioni di chilometri dalla Terra.

Da allora ha percorso 373 milioni di chilometri e la sua distanza dalla Terra si e’ ridotta a 274 milioni di chilometri.

Il suo percorso e’ anomalo rispetto a quello delle altre comete che provengono dall’esterno del Sistema Solare.

La cometa Elenin raggiungera’ il punto piu’ vicino alla Terra il 16 ottobre, quando si trovera’ a 35 milioni di chilometri. ”Non incontrera’ alcun corpo che possa perturbarne l’orbita ne’ avra’ alcuna influenza sulla Terra”, ha detto Don Yeomans, del Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa, rispondendo alle ipotesi che circolano sul Web.

”La cometa non si avvicinera’ piu’ di 35 milioni di chilometri” ed e’ inoltre piuttosto piccola, ha aggiunto. ”L’influenza che potra’ avere sulla Terra e’ minuscola”.

La cometa Elenin ”non causera’ alcuna distruzione sulla Terra”.

Se il 16 ottobre ci sara’ una ragione per osservare il cielo, sara’ perche’ ”questa piccola cometa relativamente giovane arrivata a visitare questa regione del Sistema Solare fara’ una breve visita per allontanarsi nuovamente e non avremo piu’ sue notizie per migliaia di anni”.

Oggetti come la piccola Elenin sono continuamente sorvegliati dal programma internazionale Spaceguard Foundation, nel quale l’Italia lavora accanto al Jpl della Nasa con il dipartimento di Matematica dell’universita’ di Pisa.

Fonte: Ansa

Categories: Mysterium, Natural World, Warning Tags: , ,