Archive

Posts Tagged ‘Spoleto’

“Spoleto Arte”, collettiva a cura di Vittorio Sgarbi al Palazzo Leti Sansi di Spoleto

July 13, 2014 Leave a comment

spoleto arte

CONTINUA FINO AL 24 LUGLIO SPOLETO ARTE A CURA DI VITTORIO SGARBI, PALAZZO LETI SANSI
Da Dario Fo a Pier Paolo Pasolini, da Eugenio Carmi a José Dalì ad altri talentuosi artisti
Dopo il grande successo ottenuto dall’inaugurazione, continua fino al 24 Luglio 2014, “Spoleto Arte”, l’osservatorio sull’arte contemporanea, ideato e curato da Vittorio Sgarbi,nel contesto di Palazzo Leti Sansi, situato tra Piazza del Mercato e l’Arco di Druso, in concomitanza con il famoso Festival dei 2 Mondi. Le prestigiose mostre hanno ottenuto l’adesione del Presidente della Repubblica, nonché i patrocini della Regione Umbria, del Comune di Spoleto e del Vittoriale degli italiani, e sono organizzate dal manager Salvo Nugnes, direttore di Promoter Arte.
Dal Premio Nobel Dario Fo al regista Pier Paolo Pasolini nelle foto di Roberto Villa, da Eugenio Carmi, uno dei maggiori esponenti dell’Astrattismo italiano, a José Dalì, figlio del mentore del Surrealismo Salvador Dalì, a molti altri talentuosi artisti, tutti i partecipanti a Spoleto Arte hanno riscosso ottimi riscontri e positive critiche, da parte di visitatori, esperti di settore e ospiti illustri del calibro del Prefetto di Perugia Antonio Reppucci, dell’Assessore alla Cultura della Regione Umbria On. Fabrizio Bracco, di Cristiano De André, Francesco Alberoni, Silvana Giacobini, Alviero Martini e numerose altre personalità istituzionali e personaggi del mondo della cultura.
Le novità di quest’anno sono sicuramente gli incontri del professor Sgarbi con i grandi nomi della cultura, inaugurati il 27 Giugno da Carmi. Si è continuato poi, Venerdì 4 Luglio con Boris Pahor, il più grande scrittore sloveno vivente, di ben 101 anni, tenuto vivo dalla rabbia per la violenza subita con la deportazione nei campi di concentramento di Natzweiler-Struthof, Dachau e Bergen-Belsen. “Pahor” spiega Sgarbi ” ha visto la morte negli occhi ed è come un sopravvissuto, che è tornato dall’aldilà, e non vuole dimenticare. Quell’esperienza trasforma l’uomo, e gli fa intendere diversamente il rapporto con gli altri uomini, senza pietà e senza perdono “. Dopo la storica dell’arte Mina Gregori e il decano ultracentenario della critica d’arte Gillo Dorfles, il ciclo di conferenze si chiuderà con il padre del curatore, Giuseppe Sgarbi che ha scritto il suo primo libro, Lungo l’argine del tempo, a 93 anni, imponendosi come il più antico esordiente dell’umanità. “Tutte figure” conclude Vittorio Sgarbi “che hanno quell’autorevolezza spirituale che aveva il vecchio Menotti”.
Tutti gli artisti (in ordine alfabetico):
Abdullaeva Aida, Ambrosoli Annemarie, Boiocchi Diego, Bonà Gianmaria, Caleffi Verzani Jole, Cappelletti Stefania, Carlodalatri Laura Mario, Carmi Eugenio, Casella Isabel, Cignitti Beatrice, Cioppa Angelica, D’Alessandro Verena, Dalì José, De Maira Simona, De Nardi Mario, D’Errico Matteo, Domin Jacqueline, Fantini Clara, Fo Dario, Galligani Luigi, Grant Vanessa, Laganà Antonella, Laudadio Max, Marrani Ruggero, Massa Graziamaria, Messini Claudio, Oliva Giuseppe, Paolini Parlagreco Graziella, Perrone Nino, Petrucci Maria, Pezzuco Francesco, Piccioni Luigi, Pinzi Fabrizio, Pistoresi Alberto, Santonocito Giuseppe, Santucci Antonio, Saravo Aniello, Scaringi Laura, Severi Maria Pia, Testa Alessandro, Tortorici Alba, Turolli Alessandra, Ventrone Daniela, Villa Roberto
Orari:
Da Domenica a Giovedì: 10.00 – 13.00 / 15.30 – 21.00
Venerdì e Sabato: 10.00 – 13.00 / 15.30 – 23.00
Per avere ulteriori informazioni e per scoprire le modalità di partecipazione a Spoleto Arte 2015:
PROMOTER ARTE
Via Donizetti n.55, 20122 Milano. Tel: +39.02.76280638
Via della Chimica n.12, 00144 Roma. Tel: + 39.06.54220848
Via Cavour n.9, 36061 Bassano del Grappa (VI). Tel: +39.0424.237636
info@spoletoarte.ithttp://www.spoletoarte.it”Spoleto Arte”,

Mercedes-Benz Italia, partner della 56° edizione del Festival dei Due Mondi a Spoleto

Chia_spoleto56-w600-h600

La Stella al Festival dei Due Mondi
Mercedes-Benz Italia è partner della 56° edizione del Festival dei Due Mondi, in programma a Spoleto, dal 28 giugno al 14 luglio. Un appuntamento che da oltre mezzo secolo porta nella città umbra l’arte in tutte le sue forme: dalla danza al teatro, dalla letteratura alle più moderne espressioni di visual art. La partnership con il Festival di Spoleto conferma l’impegno di Mercedes-Benz Italia ad andare oltre la vocazione commerciale, attraverso iniziative concrete sul territorio. 
Mercedes-Benz Italia sostiene il Festival dei Due Mondi e, dal 28 giugno al 14 luglio, è partner della manifestazione che da oltre cinquant’anni ospita a Spoleto l’eccellenza artistica internazionale, richiamando appassionati da tutto il mondo.
“Far vivere arte e cultura andando oltre la vocazione commerciale, ricercando e sostenendo partnership con istituzioni e poli culturali, rappresenta una priorità nell’ambito delle nostre attività di corporate social responsibility”, ha dichiarato Alwin Epple, Presidente di Mercedes-Benz Italia. “La 56° edizione del Festival di Spoleto è la conferma dell’impegno di Mercedes-Benz Italia nella promozione e valorizzazione di progetti artistici e attività culturali.”

Ulteriori informazioni su media.mercedes-benz.it media.daimler.com

Festival dei 2Mondi 2012, 55ª edizione della manifestazione culturale di Spoleto

June 14, 2012 Leave a comment
Spoleto Festival dei 2Mondi annuncia la sua 55esima edizione, dal 29 giugno al 15 luglio 2012, confermandosi un imprescindibile appuntamento per la scena italiana ed internazionale. Con Opera, Musica, Teatro, Danza, Arte, Eventi, anche quest′anno il programma del Festival, sotto la direzione artistica di Giorgio Ferrara, coniuga il prestigio della tradizione alle realtà più interessanti dello spettacolo contemporaneo.
Dal programma in via di definizione, alcune anticipazioni:
Ad inaugurare il Festival l′opera Il giro di vite, capolavoro di Benjamin Britten dal celebre racconto di Henry James, per la regia di Giorgio Ferrara e con l′Orchestra Verdi di Milano diretta per l′occasione dal maestro Johannes Debus.
Con Lulu di Frank Wedekind, archetipica incarnazione di una scandalosa femme fatale, torna il Berliner Ensemble, per la regia di Robert Wilson e con musiche e canzoni del leggendario Lou Reed.
Mikhail Baryshnikov è il carismatico protagonista di In Paris, un′incantevole storia d′amore sul tema della solitudine e della perdita. Diretto da Dmitry Krimov, acclamato regista del teatro d′avanguardia russo, l′originale spettacolo mette in scena musica e poesia, danza e mimo, video e fotografia. Da un racconto dello scrittore russo Ivan Bunin, Premio Nobel nel 1933.
La sezione Danza, dedicata a quei direttori che hanno rivoluzionato il repertorio delle loro compagnie, presenta: Manuel Legris, con il Wiener Staatballett, in due prime italiane tra cui Marie Antoniette, spettacolo riadattato per Spoleto 55; Peter Boal, con il Pacific Northwest Ballet, in una serata dedicata alla storica coreografa americana Twyla Tharp; Aaron Watkin, con il Semperoper Ballett Dresda, in due balletti tra cui Apollo di George Balanchine, considerato il primo esempio di balletto neoaclassico.
IO E… e´ il titolo dello spettacolo incentrato sulla figura di Indro Montanelli: un´antologia degli scritti del grande giornalista, scelti da Ernesto Galli della Loggia, interpretati da Sandro Lombardi, con la regia di Piero Maccarinelli. Una coproduzione di Spoleto 55 con la Fondazione Corriere della Sera.
Il tradizionale Concerto Finale, con l′Orchestre National du Capitole du Toulouse diretta da Tugan Sokhiev, celebra la magia dei grandi compositori russi Borodin e Čajkovskij.
Per gli spettatori più giovani torna “Il Festival siamo noi”, concorso aperto alle scuole di ogni ordine e grado della Regione Umbria. Il tema del concorso investe la memoria di Spoleto nel cinquantesimo anniversario di “Sculture nella Città”, la storica esposizione di arte contemporanea che nel 1962 fu affidata alla civica responsabilità dell′intera cittadinanza. I giovani sono invitati a concorrere con elaborati scritti, grafici e audiovisivi che attingano alla memoria collettiva di quella felice esperienza, custodita e condivisa ancora oggi. In una speciale serata del Festival verranno premiati in palcoscenico i lavori più rappresentativi.
Con “Tutti all′Opera per il Festival”, Spoleto 55 apre alle scuole la sua programmazione artistica promuovendo incontri con addetti ai lavori sugli aspetti tecnici e artistici di uno spettacolo teatrale. Sono previste visite al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, in sartoria, tra le quinte e negli uffici del Festival.
In collaborazione con il Comune di Spoleto, il Festival riserva agli studenti delle scuole superiori di Spoleto l′opportunità di frequentare uno stage, nei diversi settori, con i professionisti che contribuiscono alla realizzazione di Spoleto 55.
Il Festival propone al pubblico nuove formule di abbonamento con Festival Card Daily*, lo speciale abbonamento giornaliero a tutti gli spettacoli in programmazione, dal giovedì alla domenica, al costo di 70€; Festival Card Weekend*, lo speciale abbonamento settimanale a tutti gli spettacoli in programmazione, dal venerdì alla domenica, al costo di 150€; Festival Card Passport*, lo speciale abbonamento a tutti gli spettacoli in programmazione, al costo di 500€.
Anche quest′anno, per gli spettacoli inseriti nelle anticipazioni di Spoleto 55, sono attive speciali promozioni per residenti, under 25, over 65, gruppi organizzati, scuole, Cral e clienti degli hotel convenzionati.
Tutti coloro che acquisteranno i biglietti entro il 31 maggio 2012 riceveranno in omaggio la Membership Card ottenendo: l′ingresso gratuito ad uno spettacolo a scelta tra Opera, Teatro, Musica e Danza, il diritto a prenotare una visita “dietro le quinte” degli spettacoli del Festival, sconti presso le strutture ricettive convenzionate e molto altro ancora (consultare il sito http://www.festivaldispoleto.com o contattare il Call Center +39 0743.776444).
I biglietti sono in vendita presso il Box25 in Piazza della Vittoria 25, il Call Center del Festival +39 0743 776444 / 221689, il Call Center Ticket Italia +39 0743 222889.

Festival dei 2Mondi 2012, 55a edizione della storica manifestazione culturale di Spoleto

June 5, 2012 Leave a comment
Si svolge dal 29 giugno al 15 luglio 2012 la 55a edizione delFestival dei Due Mondi di Spoleto, storica manifestazione culturale che negli ultimi anni si è riaffermata quale evento di risonanza mondiale, appuntamento da non perdere dal punto di vista dell′eccellenza artistica e da quello della competitività sul mercato internazionale dello spettacolo.
Terreno d′incontro fra culture diverse e grandi esperienze artistiche provenienti da tutto il mondo, prestigiosa ribalta per artisti di fama, vetrina per quelli emergenti, e di nuovo luogo di produzioni originali, il Festival porta in scena le massime espressioni dell′opera, della musica, della danza, del teatro, con uno sguardo attento anche sull′arte contemporanea.
Richiamato a nuova vita, nell′ultimo lustro, il Festival dei Due Mondi ha dimostrato di essere in grado di afferrare e tenere stretto tra le sue dita quel filo che sa cogliere le nuove idee e che non permette che il tempo cancelli le grandi memorie, di saper accogliere, sollecitare, animare il suo pubblico, non solo come spettatore, ma come attore di un′emozione sottile, di un dialogo acuto fra passato e presente.
Un risultato che si deve a chi nel Festival ha dimostrato di credere e ha continuato a sostenerlo. Primo tra tutti, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali che continua fortemente a investire nella manifestazione.
La 55a edizione del Festival si presenta con 55 spettacoli e 106 aperture di sipario, 2 rassegne di cinema, 1 laboratorio teatrale, 3 convegni, 2 concorsi, 4 premi, oltre a diversi eventi speciali e mostre d′arte.

“Il paesaggio Umbro dai primi del ’900 ad oggi”, mostra fotografica a Spoleto

November 16, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Spoleto – mostra fotografica itinerante, celebra il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Il percorso espositivo, organizzato dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici dell’Umbria, sarà visitabile presso Rocca Albornoziana di Spoleto fino al 1 novembre 2011, per poi trasferirsi a Gubbio, presso Palazzo Ducale, fino al 31 dicembre 2011.
In mostra alcune significative opere di Franco Passalacqua (Terni, 1950), artista che nel corso degli ultimi anni ha rappresentato in modo molto significativo la Terra umbra. Franco Passalacqua è nato a Terni nel 1950 e vive e lavora a Perugia. Le prime mostre risalgono all’inizio degli anni novanta ed hanno dato vita ad un’intensa attività espositiva negli anni successivi, con diverse presenze a fiere internazionali, tra cui Basilea, Colonia, Miami, Bologna. Le tele di Passalacqua sono note per la fitta tessitura corpuscolare degli alberi. La natura e la presenza umana, implicita anche se negata, possono sintetizzare il senso della ricerca dell’artista che oltre alle tele ha realizzato una serie di totem metallici, laccati da vernici industriali che proiettano tridimensionalmente i motivi delle tele. Le installazioni prevedono la presenza di manna e humus, elementi organici che alludono al ciclo vitale degli alberi e creano un impatto sensoriale.
La mostra espone immagini di 90 luoghi del paesaggio umbro, ritratti attraverso 180 fotografie, di cui metà risalenti agli inizi del ‘900 e metà attuali. Attraverso il confronto diretto della fotografia “prima” e “dopo”, il visitatore può così osservare le dinamiche di trasformazione che hanno caratterizzato il territorio umbro. Nell’ambito della mostra viene proiettato un filmato con un effetto di dissolvenza fra il paesaggio di ieri e di oggi. Il tema della mostra è stato scelto nell’ambito delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, con l’obiettivo di valorizzare l’idea che il territorio nazionale è espressione di realtà e peculiarità di tutte le Regioni che lo compongono, in quanto il paesaggio porta con sé, diventandone l’elemento esclusivo, i segni dell’identità locale. Obiettivo di questo percorso è però anche quello di descrivere, partendo dall’azione di confronto fra due immagini, le dinamiche di trasformazione del territorio umbro, sottolineando anche le incongruità e le criticità di tali trasformazioni. L’iniziativa ha costituito, infatti, anche il punto di partenza di un percorso di studio e divulgazione che avrà uno specifico momento di riflessione con il convegno che si terrà alla Rocca Albornoziana di Spoleto il 29 ottobre 2011, dal titolo “Erosione di un Patrimonio: le possibilità di governare le trasformazioni del Paesaggio. Strumenti normativi: complessità, adeguatezza o necessità di implementazione”.

info:
“Il paesaggio Umbro dai primi del ’900 ad oggi”
Spoleto, Rocca Albornoziana sino al 1 novembre 2011
Gubbio, Palazzo Ducale sino al 31 dicembre 2011
ROCCA ALBORNOZIANA, SPOLETO
0743/223055
Orario di apertura
martedì / sabato 9.30 – 17.45
PALAZZO DUCALE GUBBIO
http://www.madgubbio.it
Orario di apertura
8,30-19,00 lunedì chiuso

Categories: Vernissages e Mostre Tags: