Archive

Posts Tagged ‘Rosaspinto’

“Double Break Point”, mostra fotografica di Carmine Arrivo e Sara D’Ambra al Tennis Club Ambrosiano di Milano

February 26, 2012 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Rosaspinto e Tennis Club Ambrosiano
presentano
Double Break Point
mostra fotografica di Carmine Arrivo e Sara D’Ambra
a cura di Indira Fassioni
martedì 28 febbraio 2012
ore 19 
c/o Tennis Club Ambrosiano
Via Feltre 33, Milano
Il Tennis Club Ambrosiano per il nuovo anno apre le porte all’arte e sposa le sinergie creative di Rosaspinto, associazione nata nel 2002 che promuove giovani artisti e le loro libertà espressive.
Il primo progetto frutto di questa collaborazione è la mostra fotografica Double Break Point, a cura di Indira Fassioni, cuore e anima di Rosaspinto, con gli scatti  di Carmine Arrivo e Sara D’Ambra, due giovani fotografi appartenenti al circuito artistico milanese. 
Double Break Point è un progetto fotografico che nasce dalla volontà di documentare il gioco del tennis in maniera del tutto indipendente, ossia ripreso da fotografi che solitamente non si occupano di foto sportive e per questo motivo in grado di riprendere e mostrare scorci inediti degli incontri.
Le foto esposte sono state realizzate lo scorso giugno nel corso del Torneo Avvenire, uno dei più importanti tornei mondiali per ragazzi e ragazze under 16, che si svolge annualmente al Tennis Club Ambrosiano.
Carmine Arrivo e Sara D’Ambra sono due fotografi molto differenti fra loro e provenienti da esperienze diverse, ma accumunati, oltre che dall’amicizia, da uno sguardo curioso ed insolito sulle tematiche che affrontano. La scelta stessa del titolo vuole delineare ed collegare i due diversi tagli (Double) e la volontà di raccontare attraverso un punto di vista inconsueto, che si distacca dalla comune visione del Tennis (Break Point). La preferenza comune per il bianco&nero vuole sottolineare l’uniformità del progetto, ma allo stesso tempo mettere in risalto le differenze di taglio e visione.
Un fotografo porrà l’accento sull’eleganza della disciplina, sull’istinto che muove i gesti naturali degli atleti, sul corpo nella sua totale tensione, sulla racchetta utilizzata come strumento di dialogo, sull’espressività dei volti e la condivisione della stessa passione.
L’altro evidenzierà l’espressività dei momenti, la valorizzazione dei dettagli, l’individualismo degli atleti e loro isolamento nella concentrazione, le prospettive insolite assunte nei gesti di gioco.
Allo spettatore il compito di scoprire quali immagini appartengono all’occhio maschile e quali alla curiosità femminile: Carmine Arrivo è infatti un fotografo intimo, che cerca sempre il particolare insolito che tolto dal suo contesto crei una nuova storia, mentre Sara D’ambra, non nuova ai reportage, ha un occhio più esperto nel riconoscere e cogliere i momenti clou di un gesto, ma è il suo essere donna che la porta a rielaborare intimamente gli eventi che fotografa. Carmine, dall’altro lato, non può esimersi dal cogliere particolari legati alla forza, alla tensione dei muscoli tipica delle riprese maschili. 
Double Break Point è come una partita di tennis tra amici, dove le macchine fotografiche sono le racchette e gli scatti la pallina che rimbalza tra le parti del campo, ma, a differenza dello sport, dove è la competizione il motore dell’incontro, qui è il divertimento di mettersi in gioco consci che il risultato sarà sicuramente insolito e personale.
Durante la serata di presentazione Alice Bisanti, talentuosa flautista di Settenote music&events, allieterà i presenti con brani di Claude Debussy e Edgar Varèse. La scelta dei brani vuole essere un omaggio al gioco del tennis, con il quale la musica condivide l’estro, la fantasia, il guizzo dell’ingegno, nonché un momento per ricordare il 150° anniversario della nascita del grande compositore Debussy. Alice Bisanti eseguirà un assolo per flauto traverso affrontando una sorta di match con il proprio strumento, una partita dove a trionfare sarà la musica come risultato dell’intima complicità tra l’artista, lo strumento e il pubblico.
Il Tennis Club Ambrosiano è una storica associazione sportiva dilettantistica, è uno dei circoli più importanti della Lombardia per numero e qualità degli impianti ed è il più suggestivo per la bellezza dello scenario naturale in cui si trova, costituito dalla vasta area verde del parco Lambro. 
Nato nel 1963, il TCA è un circolo di grande tradizione sia sportiva sia di vita associativa che ancora oggi si pone come punto di riferimento milanese per lo sport, lo svago ed il relax.
Il Tennis Club Ambrosiano organizza annualmente, nel mese di giugno, il Torneo Avvenire che costituisce uno tra i più prestigiosi appuntamenti mondiali del tennis giovanile under 16 e che vanta, nelle sue 47 edizioni, un albo d’oro che è una autentica galleria di campioni che hanno fatto e continuano a fare la storia del tennis mondiale (Panatta, Borg, Lendl, Edberg, Capriati, Hingis, Sharapova, Monfils, Soderling, Del Potro).
Indira Fassioni, filosofa dell’arte contemporanea, è la creatrice e fondatrice di Rosaspinto, una associazione culturale che opera nel mondo dell’arte, termometro di umori contemporanei e sigla di impulsi artistici, di cui fanno parte diversi professionisti appartenenti ai diversi ambiti dell’arte e della comunicazione. Progetto culturale nato nel 2002 coinvolge il più ampio spettro di espressioni creative, vanta collaborazioni con realtà artistiche nazionali e internazionali e la partecipazione al Salone del Mobile e MiArt.
Vernissage Double Break Point
Martedì 28 febbraio 2012 ore 19
La mostra rimarrà aperta fino all’8 marzo, visitabile tutti i giorni dalle 9 alle 12.
Info Utili
Tennis Club Ambrosiano
Via Feltre 33, 20134 Milano
02 26414392
www.tcambrosiano.com 
Carmine Arrivo
www.carminearrivo.it
Sara D’Ambra
www.saradambra.com
Settenote Music&Events
www.settenotemusic.it 
Ufficio Stampa e Direzione Artistica Rosaspinto
Indira Fassioni
Chiara Gallotta
+39/3338864490
press@rosaspinto.it  
www.rosaspinto.it
HTTP://WWW.FACEBOOK.COM/PAGES/ROSASPINTO/107767055930798
 

“Assaggi per-versi”, evasioni sensoriali tra gusto e passione da Le Biciclette Art Bar e Rosaspinto

September 23, 2011 Leave a comment

Le Biciclette Art Bar e Rosaspinto

presentano

Assaggi per-versi

Evasioni sensoriali tra gusto e passione

a cura di Indira Fassioni

Venerdì 23 Settembre 2011

Ore 20.00 – cena sensoriale accompagnata da musica e parole

Letture e micro-racconti musicati a sfondo erotico a cura di Estratti di Porpora + Planète Amoureuse c/o Le Biciclette Art Bar

I primi appuntamenti con “Assaggi per-versi” hanno scosso i pensieri e riscosso le passioni di invitati entusiasti; il sipario di questo acclamato evento si aprirà nuovamente Venerdì 23 Settembre, svelando le quinte di un mondo malizioso e poetico.

 Un invito a godere delle emozioni e dei desideri impalpabili, avvolti dalla raffinata atmosfera delle Biciclette Art Bar, per non dimenticare il sapore sospeso delle parole, i ricordi tattili delle immagini, il profumo malinconico della musica.

La serata “Assaggi per-versi” proporrà, quindi, viscerali attimi da degustazione e raffinati artisti da meditazione.  

Un epidermico velluto di emozioni accompagnerà la serata “Assaggi per-versi”

La serata inizierà alle 20,00 con una speciale cena sensoriale accompagnata dalla performance di Estratti di Porpora.

Un’interpretazione incentrata sul reading di micro-racconti erotici, accompagnati dalle atmosfere sensuali e dalle nebulose armoniche create da due chitarre acustiche e un armonica.

“Estratti di Porpora” è: luci soffuse, proiezioni stimolanti, letture erotiche e musiche impalpabili per un percorso sensoriale verso il piacere. Per l’occasione, gli “Estratti di Porpora” presenteranno un live set acustico delicato e particolare studiato ad hoc per l’occasione.

Ambra Rampoldi: voce narrante
Giorgia Brandolese: chitarra
Marcello Finardi: chitarra&armonica

“Estratti di Porpora” interpreterà e animerà la serata con la lettura di alcune poesie raccolte all’interno del progetto “Planète Amoureuse”, versi graffianti sul corpo e sull’amore carnale.

Alle pareti la mostra “Naked Lunch” di Marla Lombardo.

L’artista, eclettica, visionaria e sensibile, ama stupire con i suoi turbamenti dell’anima. La poetica dell’immagine in bianco e nero, ricca di contrasti, diventa strumento di conoscenza interiore, di esplorazione e ridefinizione di identità. Mettiamo a nostro agio il nostro spirito così che possa lasciar cadere lo sguardo sulle cose non per possederle, ma per trasfigurarle, cogliendone la bellezza più profonda.

Ad arricchire la serata le creazioni di Atelier Stella, designer non convenzionali presentati del salotto creativo MEET2BIZ.

AtelierStella crea pezzi unici riproducibili in varianti colore e tessuto. Simili ma mai identici, ogni suo abito nasce dal tessuto; le caratteristiche dei materiali, infatti, determinano forme, linee e funzione.

Così nascono sfiziosi tubini anni ’50, t shirt a Kimono, abiti con fluttuanti veli..
La creazione cult della giovane stilista è la t shirt d’autore: maxi tshirt con profilo di donna a contrasto oppure dipinte a mano; finiture e tessuti di qualità rendono questi capi casual e glamour allo stesso tempo.. adatte a tutte le occasioni per chi vuole essere e non solo apparire! 

La linea di capi AtelierStella è creata partendo da eccedenze aziendali reperite all’ANT dove il ricavato delle vendite di tessuti, oggetti o vestiti donati da aziende e privati viene dato in beneficenza per la ricerca al tumore.
www.atelierstella.eu – FB Atelier Stella

Estratti di Porpora è un progetto che nasce nel 2008 dalla mente di Ambra Rampoldi, aka Guenda, con l’unico vero scopo di dare libero sfogo alle sue esigenze di esibizionismo e di espressione.

La voglia è di indagare, attraverso diverse forme d’arte, il delicato e sublime concetto di “erotismo”, inteso come complesso miscuglio di impulsi chimici, fisicità, odori, sentori e tutto ciò che “sfiora ma non tocca”.
Nella primavera del 2009 decide di dare una forma concreta a questa idea e trova subito terreno fertile e viva collaborazione nella fedele compagna d’arte Giorgia Brandolese, già bassista degli Hezel (www.myspace.com/hezel), che, per l’occasione, rinuncia al basso preferendo le corde del violoncello.
Le due iniziano una fervida ricerca della giusta dose di testosterone che termina con l’ingaggio di Marcello Finardi, chitarrista-fantasista ad alto contributo ormonale, che si unisce agli “Estratti di Porpora” con pelvico entusiasmo.
Nasce una performance che consiste in un reading di micro-racconti erotici, accompagnati dalle atmosfere sensuali e dalle nebulose armoniche create da violoncello e chitarra, ai quali, in occasioni particolari e speciali, si aggiungono vari ospiti: Roberto Gelli al contrabbasso, Giorgio Vitali al sax tenore, Simone Rossetti Bazzaro al violino.

Planète Amoureuse è il progetto poetico/artistico nato dalla mente creativa di Indira Fassioni. Scrittrice di poesie ormai da diversi anni, Indira Fassioni decide di coinvolgere nel suo progetto sul corpo e l’amore carnale anche altri artisti, provenienti da diversi ambiti dell’arte, che possano esprimere in altre forme, quali la pittura o la fotografia, le sue parole.

Da qui nasce Planète Amoureuse, un manifesto sull’amore carnale, a cui hanno aderito inizialmente 18 artisti, che durante il primo appuntamento svoltosi a Dicembre 2009, hanno creato attraverso opere, fotografie, reading poetici e musicali un contenitore emotivo in cui il corpo ha assunto un’indiscussa centralità fatta di esperienze fisiche, sguardi, profumi, sensazioni.

Tematica del primo appuntamento è stata l’espressione dei diversi elementi di cui si compone il sentimento amoroso, soffermandosi in particolare sull’apogeo dell’amore carnale (“Noi ci innamoriamo dell’anima, ma per vivere ci servono i corpi” Indira Fassioni).

Meet2biz, salotto creativo che promuove lo stile made in Italy, presenta le creazioni di designer emergenti in un melting pot di stili ad alto tasso di creatività!

http://www.meet2bizshop.com

Marla Lombardo

“La fotografia è il tempo di notte, dormire nel letto,  pensiero di quello che realmente pensi; è paure, desideri, tormenti della propria geografia spirituale.

La fotografia è rendere il mondo privato pubblico. Dare la propria intimità, carnale, nuda, in pasto quotidiano”

Sondandone le lacerazioni più oscure, i desideri più inappagati, la fotografia di Marla Lombardo è testimonianza continua di una lotta tra identità e indeterminatezza, tra coscienza e inconscio, tra ordine e caos, tra anelito all’incoscienza e affermazione del proprio io creativo.

Conflittualità che connota una particolare situazione spirituale e che non sapremo definire meglio se non usando le parole di Kandinsky: “L’anima si sta svegliando, ma si sente ancora in preda all’incubo. Intravede solo una debole luce, come un punto in un immenso cerchio nero. E’ un presentimento che non ha il coraggio di approfondire, per paura che la luce sia un sogno e il cerchio nero la realtà”. 

Ed è attraverso le lenti deformative e trasfiguranti di questo cerchio nero che l’occhio artistico di Marla Lombardo insegue il proprio paesaggio interiore.

Menù cena:

Croccante di parmigiano con julienne di bresaola, ruchetta e pinoli tostati al balsamico

Tagliata di manzo con composta di fichi e cipolle rosse fatta in casa

 Dessert

 1 calice di vino della nostra selezione

oppure

Insalatina di misticanza con salmone fumè, avocado e caprino all’erba cipollina

Gnocchetti di patate con zucchine,g amberi e bottarga

Dessert

 1 calice di vino della nostra selezione

€ 25,00 cad.

Special Cocktail della serata :Cosmopassion al peperoncino (a base di vodka,passion fruit e peperoncino rosso) 

Le Biciclette Art Bar + Ristorante

Via Gian Battista Torti, 1
Milano

http://www.lebiciclette.eu/