Archive

Posts Tagged ‘Mercurio’

Nasa, immagini colorare del pianeta Mercurio

February 17, 2013 Leave a comment

64165037_64165036

La NASA ha rivelato ieri le immagini di Mercurio, il più piccolo pianeta nel nostro sistema solare. Gli scienziati che lavorano sulla sonda Messenger della Nasa hanno mostrato una cartina di un nuovo splendido colore del pianeta. Essa comprende migliaia di immagini acquisite dalla sonda durante il suo primo anno in orbita.
Questo pianeta, che è anche il più vicino al Sole, non era mai stato fotografato con una elevata precisione. Le foto hanno permesso agli scienziati di vedere i colori di Mercurio e, quindi, dedurre i tipi di rocce e metalli della sua composizione.
Lo scienziato Blewett ei suoi colleghi sono in procinto di chiedere una proroga della missione. ” Le aree che si vedono e  che sono di colore arancione sono pianure vulcaniche. Ci sono alcune aree che sono di un blu profondo e  che sono più ricche di un minerale opaco, che è misterioso e in realtà non si sa bene cosa sia” – afferma il dr Blewett. ” E poi si vedono  belle striature azzurre sulla superficie di Mercurio. Questi sono i raggi dei crateri formati  e  sparsi su tutta la superficie del pianeta.

Fonte: Meteo Portale Italia

Categories: Astro Tags: ,

Allineamento dei pianeti, corpi celesti si allineano

ALLINEAMENTO DEI PIANETI MAGGIO 2011 – Catastrofi e terremoto di Roma dell’11 maggio in arrivo? Nel periodo compreso tra il 15 e il 18 maggio si compie uno straordinario allineamento di pianeti. Non è un evento raro, l’ultima volta era accaduto il 5 maggio del 2000. A questi momenti astrali si accompagnano da sempre le previsioni delle più grandi sciagure. Era successo nel 2000 e si sta ripetendo adesso. Complice la (falsa) previsione dello studioso Bendandi che proprio nell’allineamento die pianeti, nella forza delle maree scatenate da congiunture astrali, vedeva la causa dei terremoti. In giro si è così diffusa la voce – ma lui non lo ave amai detto – che l’11 maggio 2011 si sarebbe scatenato a Roma un furioso terremoto. Il terremoto non ci sarà, ma l’allineamento die pianeti sì. I cinque pianeti che sono normalmente visibili a occhio nudo  e cioè Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno si troveranno allineati sullo stesso asse in una piccola parte del cielo in direzione ovest. Il momento giusto è la sera poco dopo il tramonto. Si chiama, dal punto di vista astronomico, “congiunzione planetaria”. Il periodo in cui accadono questi fenomeni è solitamente la primavera. metà aprile e metà maggio. Dopo il 20 maggio i pianeti tornano ad allontanassi seguendo le proprie orbite. Questo tipo di congiunzioni, che coinvolgono i cinque pianeti visibili in un allineamento superiore ai 10 gradi, si verificano circa tre volte in un secolo. Più rari sono gli allineamenti più stretti – uno ogni tre secoli, con il prossimo previsto per settembre 2040.

Fonte: Il Sussidiario.net

Categories: Astro, Warning Tags: , , , ,

11 maggio 2011, cosa è accaduto nel mondo

Studiando il caso, in data mercoledì 11 maggio 2011 vi era l’allineamento orbitale tra i pianeti del Sistema Solare Giove, Venere e Mercurio: è avvenuto un terremoto di 5.3° Richter a Lorca, città sita in Spagna, con una successiva scossa tellurica di assestamento di 4.5° Richter, causante almeno 9 morti, 394 feriti e 6 dispersi e danni a diverse architettoniche, tra cui diverse case e una chiesa il cui campanile è parzialmente crollato, ma non solo, in nottata vi è stato anche un terremoto di 4.9° Richter sull’Isola di Madeira In Portogallo, nel mentre una nuova colata lavica fuoriuscente dal Vulcano Etna (Sicilia, Italia), successivamente ad una scossa di terremoto di 4.0° Richter avvenuta alle ore 02:46, ha reso necessaria la chiusura dell’aeroporto della vicina città di Catania, tutto questo dopo che si erano verificati nei giorni scorsi alcuni terremoti nel Mar Mediterraneo a largo della Grecia con la scossa più recente di 5.2° Richter il giorno 8 maggio 2011, segnalo inoltre che il 10 maggio 2011 si è verificato un terremoto di 7.1° Richter alle Isole Loyalty (che si trovano a nord-est dell’Australia), fortunatamente senza generare onde anomale (tsunami).

Tutto questo nel contempo un’alluvione interessante il Fiume Mississippi negli Stati Uniti d’America (USA) è giunta alla sua massima espansione, tale fiume ha superato di 6 volte la sua portata massima, cosa che non si verificava fin dal 1937, rendendo obbligatoria l’evacuazione di 1300 abitazioni della città di Memphis nel Tennessee e di altre numerose città e villaggi presenti lungo le sue sponde tra cui New Orleans, già colpita appena quasi 6 anni or sono, a settembre 2005, dall’uragano Katrina.

Fonte: Gennaro Gelmini