Archive

Posts Tagged ‘Mercedes-Benz’

Mercedes-Benz, dreamcars della Stella protagoniste su Sky

June 11, 2013 Leave a comment

I_Roaadster_Mercedes-Benz_(90).JPG-w600-h600

Dal 5 giugno le ‘Dreamcars’ della Stella protagoniste su Sky
L’automobile torna a far sognare gli italiani
Dal 5 giugno Sky racconta il fascino e le passioni legate alle ‘Dreamcars’ della Stella con due nuovi format, in onda sui canali Sky Arte HD e Sky Sport HD. ‘Art or Nothing’ e ‘Dream or Nothing’ racconteranno i lati più emozionanti del mondo e delle automobili Mercedes, attraverso un viaggio in 8 puntate dove arte, cultura, passione e adrenalina rappresentano il filo conduttore di una storia unica che vede protagonista il marchio di Stoccarda.
L’automobile torna a far sognare e, dal 5 giugno, invita i telespettatori di Sky Arte HD (Canale 130 e 400) e Sky Sport 2 HD e Sky Sport 3 HD (Canale 202 e 203) a salire al volante delle ‘Dreamcars’ della Stella per un viaggio in 8 puntate alla scoperta di mondi diversi, uniti da una passione comune. Dalla Mille Miglia, ai capolavori della Daimler Art Collection, passando tra le note del Festival dei Due Mondi e le emozioni high performance della AMG Driving Academy.
Il critico d’arte Philippe Daverio sarà la guida di ‘Art or Nothing’ ed avrà il compito di svelare le infinite relazioni che esistono tra l’automobile e il mondo dell’arte, della cultura, del design e della moda, portando i telespettatori a vivere con occhi diversi i numerosi eventi che vedono protagoniste le ‘Dreamcars’ della Stella: dalle passerelle delle Fashion Week, ai capolavori di arte contemporanea della Daimler Art Collection.
Alte prestazioni, adrenalina, competizione saranno, invece, gli ingredienti di ‘Dream or Nothing’, quattro puntate per entrare nell’anima sportiva della Stella: dal green del MercedesTrophy, ai circuiti dell’AMG Driving Academy, accompagnati da ospiti esclusivi che racconteranno le proprie vite ed esperienze.
Gli appuntamenti di “Dream or Nothing” e “Art or Nothing”

Sky Arte HD – “Art or Nothing”
6 giugno ore 20.30 La Millemiglia
13 giugno ore 20.30 La Daimler Art Collection
25 luglio ore 20.30 Il Festival dei Due Mondi di Spoleto
10 ottobre ore 20.30 La Fashion Week

Ulteriori informazioni su media.mercedes-benz.it e media.daimler.com

Categories: TV News Tags: ,

Mercedes-Benz, universo Classic alla Mille Miglia 2013

Mille_Miglia_2013_(7)-w600-h600

Mercedes-Benz Classic alla Mille Miglia 2013
«Mille miglia» da Brescia a Roma e ritorno
• Affascinanti modelli originali Mercedes-Benz in gara
• Famosi piloti: David Coulthard, Jochen Mass, Bernd Mayländer, Marcel Tiemann e Karl Wendlinger
Stoccarda/Brescia. Per gli appassionati d’automobilismo di tutto il mondo la Mille Miglia, in programma dal 16 al 19 maggio 2013, è l’appuntamento più atteso di tutto il calendario dell’universo «Classic». Anche quest’anno Mercedes-Benz si presenta ai nastri di partenza con diverse vetture originali tra le quali merita un tributo speciale la leggendaria 300 SLR e affiancherà le auto in gara con una serie di iniziative che coinvolgeranno le concessionarie toccate dalla Mille Miglia così come il web dove verranno pubblicati ogni giorno video sulla manifestazione.
Mercedes-Benz e la Mille Miglia rappresentano ormai un binomio indissolubile. Per il Marchio con la Stella, il secondo posto conquistato nel 1952 da Karl Kling al volante di una 300 SL (W 194) segna l’inizio di un fortunato ritorno sulla scena del Motorsport internazionale. Un evento che rievoca la leggendaria vittoria di Rudolf Caracciola quando, nell’aprile 1931 a bordo della SSKL assieme al suo copilota Wilhelm Sebastian, è stato il primo pilota non italiano a conquistare il podio alla Mille Miglia.
Il secondo grande trionfo di Mercedes-Benz alla gara da mille miglia, forse più celebre al mondo, spetta alla 300 SLR (W 196 S): nel 1955, Stirling Moss e il copilota Denis Jenkinson vincono la Mille Miglia con un esemplare di questo modello con numero di gara 722, coprendo il percorso a una velocità media di 157,65 km/h in dieci ore, sette minuti e 48 secondi, il tempo più veloce mai realizzato prima.
Oggi la Mille Miglia è disputata come gara di regolarità lungo la tratta Brescia-Roma-Brescia. Su queste mille miglia, pari a circa 1.600 chilometri, i partecipanti e le loro vetture d’epoca sono sottoposti a impegnative gare a cronometro. Il regolamento prescrive che i modelli iscrivibili alla Mille Miglia siano quelli che, almeno in un esemplare, abbiano preso parte a una delle edizioni di velocità (1927-1957). Mercedes-Benz Classic pubblicherà le ultime notizie e i video con le sintesi delle giornate su www.mercedes-benz-classic.com e Facebook, permettendo così agli utenti in tutto il mondo di seguire virtualmente l’evento e di vivere il fascino di questa rievocazione storica. Anche il pubblico e gli appassionati di Mercedes in Italia potranno vivere in prima persona il fascino di guidare lungo le mitiche strade percorse dalla Mille Miglia grazie ad una serie di iniziative di test drive realizzate in collaborazione con le concessionarie lungo il percorso.
Quest’anno Mercedes-Benz Classic mette ai nastri di partenza cinque famosi piloti da corsa. Gli ex piloti di Formula 1 David Coulthard al volante di una 300 SLR (W 196 S) e la coppia  Jochen Mass e Karl Wendlinger a bordo di una 300 SL (W 198). Un duetto che rievoca il junior team Mercedes-Benz degli anni Novanta con gli allora esordienti Heinz-Harald Frentzen, Michael Schumacher e Karl Wendlinger, con Jochen Mass come mentore. L’ex specialista sulle gare a lunga percorrenza Marcel Tiemann, tra l’altro anche 5 volte campione alla 24 ore del Nürburgring, parteciperà alla Mille Miglia con una Mercedes-Benz SSK. Bernd Mayländer, attuale pilota della Safety Car ufficiale di F1™ gareggia alla Mille Miglia a bordo di una 300 SL (W 198). I piloti e le loro vetture porteranno all’edizione di quest’anno l’atmosfera del Motorsport che ben si addice a una gara su un lungo percorso come questa. Accanto ad alcuni esemplari di Mercedes-Benz 300 SL (W 198), spiccherà in pole position anche un modello SSK, la leggendaria sportiva a sei cilindri Kompressor dell’era prebellica. La Mercedes-Benz 300 SL (W 194), presente anch’essa ai nastri di partenza, è niente di meno che la vettura originale con numero di telaio 5, quella sulla quale Rudolf Caracciola si aggiudicò il quarto posto al suo debutto alla Mille Miglia nel 1952. Anche la 300 SLR con numero di gara 658 pilotata da David Coulthard è un originale: esattamente con questo modello nel 1955 il leggendario Juan Manuel Fangio conquistò come pilota singolo il secondo posto nella classifica complessiva preceduto dal team vincente Moss/Jenkinson e completando così l’allora duplice vittoria del marchio Mercedes-Benz.
Quest’anno la Mille Miglia inizia il 15 maggio 2013 con il collaudo tecnico a Brescia. Il numero di vetture autorizzate quest’anno a prendere parte alla gara (400) segna un nuovo record di adesioni. Il 16 maggio le vetture saranno presentate nel centro storico di Brescia e, poco più tardi, la prima vettura solcherà la rampa di partenza iniziando il lungo percorso. Costeggiando il Lago di Garda, i partecipanti passeranno per Verona, Vicenza e Padova per poi raggiungere Ferrara, prima tappa del tragitto. Il mattino successivo (17 maggio) la gara prosegue alla volta di Ravenna, attraverso la Repubblica di San Marino, giungendo infine a Roma. La lunga tappa finale (18 maggio) porta da Roma a Brescia per Viterbo, Siena, Firenze, Bologna, Maranello, Modena e Cremona. A Brescia, il 19 maggio si terrà anche la premiazione del vincitore.
In contemporanea con la Mille Miglia, al Museo di Santa Giulia di Brescia, Daimler Art Collection presenta dal 7 marzo al 30 giugno l’esposizione «Novecento mai visto: From Albers to Warhol to (now)». La mostra, che viene esposta per la prima volta in Italia, è incentrata su oltre 230 capolavori opera di circa 110 artisti internazionali ed è completata da un’esposizione speciale nel Museo Mille Miglia che presenta tre preziose vetture originali dalla collezione
Mercedes-Benz Classic insieme ad alcune opere di Warhol ispirate all’automobile.
Le vetture di Mercedes-Benz Classic alla Mille Miglia 2013
Mercedes-Benz SSK 27/170/225 CV (W 06), 1928
Delle sportive della Serie S firmate Mercedes-Benz e dotate di motore a sei cilindri con compressore, la SSK (Serie W 06) è la versione più esclusiva e più affascinante. La denominazione è l’acronimo di Super-Sport-Kurz, che significa «supersportiva corta»: oltre ad essere particolarmente sportiva vanta, infatti, un passo ridotto. Il 29 luglio 1928 Rudolf Caracciola, pilota Mercedes, vince a bordo della nuovissima SSK la corsa di Gabelbach e altre gare, tra cui la corsa di Schauinsland e del Mont Ventoux e si aggiudica il Campionato Europeo della montagna nel 1930 e nel 1931. Anche la versione del 1931, più leggera e più potente, conosciuta anche come SSKL (Super-Sport-Kurz-Leicht, supersportiva corta leggera), ottiene memorabili successi. Tra i più importanti ricordiamo la vittoria alla leggendaria Mille Miglia: nell’aprile del 1931 Rudolf Caracciola è il primo pilota non italiano a vincere la faticosa gara di velocità sul tracciato Brescia-Roma-Brescia. La velocità media raggiunta di 101,1 km/h fissa un nuovo record.
Mercedes-Benz 300 SL (W 194), 1952
Dopo la Seconda Guerra Mondiale, nel 1952 Mercedes-Benz prende nuovamente parte alle competizioni internazionali con la 300 SL da competizione (Serie W 194), realizzata con telaio tubolare leggero ma molto resistente alle torsioni su cui poggia una carrozzeria aerodinamica elegantemente arcuata, in lamiera d’alluminio. Poiché il telaio tubolare risulta relativamente alto ai lati, la W 194 non può montare le porte tradizionali ed è per questo che la sportiva da gara presenta le caratteristiche porte ad ali di gabbiano incernierate nel tetto. Un elemento che verrà ripreso nel 1954 dalla sportcar di serie 300 SL (W 198 I) e che farà sì che, nel territorio anglofono, queste vetture vengano chiamate «Gullwing».
Il propulsore della W 194 è un sei cilindri in linea (M 194) di 170 CV (125 kW) di potenza e 2.996 cc di cilindrata. La 300 SL, presentata nel marzo 1952, esordisce nelle competizioni sportive alla Mille Miglia del maggio 1952. Tra i grandi successi della W 194 nella sua prima e unica stagione agonistica si ricordano la triplice vittoria al Premio di Berna del 1952, i due primi posti alla 24 Ore di Le Mans e alla terza Carrera Panamericana e la vittoria del Gran Premio del Giubileo sul Nürburgring.
Mercedes-Benz 300 SLR (W 196 S), 1955
Con la 300 SLR, Mercedes-Benz si aggiudica nel 1955 il campionato del mondo di vetture Sport. Questa sportiva è sostanzialmente una W 196 da Formula 1 con carrozzeria da gara biposto, ma equipaggiata con un otto cilindri in linea da tre litri in metallo leggero, invece del 2,5 litri di Formula 1 con cilindri in acciaio saldati per ragioni termiche.
Con una potenza di 310 CV (221 kW), nel 1955 la 300 SLR non ha rivali, come testimoniano le doppie vittorie conquistate alla Mille Miglia, alla Eifelrennen, al Gran Premio di Svezia e alla Targa Florio. Alla Mille Miglia del 1955 Stirling Moss e il copilota Denis Jenkinson trionfano con il numero di gara 722, facendo registrare la velocità record di 157,65 km/h, tuttora ineguagliata. Prezioso per questa vittoria è il cosiddetto «breviario», un sistema di annotazioni sul percorso a quel tempo innovativo del quale Jenkinson si avvale per dare istruzioni al copilota Moss. Juan Manuel Fangio conquista il secondo posto senza copilota con il numero di gara 658.
Mercedes-Benz 300 SL (W 198), 1954
Nel febbraio 1954 all’International Motor Sports Show di New York viene presentata in anteprima la 300 SL «Ali di Gabbiano», la sportiva high-performance basata sulla leggendaria auto da competizione della stagione 1952. Motore, cambio e assi sono montati su un telaio tubolare leggero dalla grande rigidità torsionale. Come nella versione sportiva da gara, non c’è posto per le classiche porte; fu così che le «ali di gabbiano» diventano uno stilema inconfondibile anche del modello di serie. La «Ali di Gabbiano» è innovatrice anche per altri punti di vista: è la prima vettura di serie in assoluto a dotarsi di un motore a quattro tempi con iniezione di benzina. Il risultato non è solo una maggiore efficienza, ma anche una maggiore potenza motore. I 215 CV (158 kW), 20% in più della versione da gara dotata di carburatore, consentono, in base al tipo di rapporto finale di trasmissione, una velocità massima di 260 km/h. La 300 SL è la vettura di serie più veloce dei suoi tempi, l’auto sportiva da sogno degli anni Cinquanta per antonomasia.
Alla Mille Miglia ottiene la vittoria nel 1955 con l’equipaggio John Fitch/Kurt Gesell nella categoria Gran Turismo sopra i 1600 litri di cilindrata, un risultato che le permette di ottenere il quinto posto in classifica generale. Sempre nella categoria Gran Turismo, il team Olivier Gendebien/Jacques Washer si aggiudica il settimo posto in classifica generale. Le 300 SL partecipano nuovamente alla Mille Miglia nel 1956. Nella categoria GT l’equipaggio principe von Metternich/conte Einsiedel si qualifica al sesto posto.
Mercedes-Benz 220 a (W 180), 1954
Il modello 220 lanciato nella primavera del 1954, chiamato internamente anche 220 a (W 180), è il primo modello a sei cilindri a benzina Mercedes-Benz dotato di carrozzeria autoportante. La sua moderna e spaziosa carrozzeria di tipo «Ponton» che mezzo anno prima Mercedes-Benz ha presentato nel modello di classe media 180, offre un’abitabilità finora inedita. A garantire caratteristiche di guida sicura provvede l’assale oscillante ad articolazione singola che, con il modello 220, è stato introdotto di serie nell’industria automobilistica.
Alla Mille Miglia del 1956 per la categoria Vetture Turismo Speciale di serie gareggiano diverse Mercedes-Benz 220. In questa categoria autotelaio e motori delle vetture possono essere modificati. Il team di piloti Erwin Bauer / Erwin Grupp si aggiudica la vittoria nella sua classe alla leggendaria competizione italiana su strada con una 220 speciale: nella divisione vetture sportive diretta da Karl Kling, tre vetture sono state appositamente preparate per l’impiego specifico sulla Mille Miglia. Sono già dotate di un impianto a due carburatori del successivo modello 220 S grazie al quale il motore eroga una potenza di ca. 115 CV (85 kW). Per la guida sportiva sono state montate molle più corte e più rigide e ammortizzatori di diversa taratura. I piloti possono inoltre cambiare le marce mediante il cambio a cloche come sulla 190 SL, anziché utilizzare il convenzionale cambio con comandi al volante.
I piloti Mercedes-Benz alla Mille Miglia 2013
David Coulthard
Data di nascita: 27 marzo 1971
David Coulthard inizia la sua carriera gareggiando con i kart. Tra il 1983 e il 1985 è campione di kart in Scozia nella categoria juniores. Dopo varie tappe nella formula delle corse, approda nel 1994 alla Formula 1 con la scuderia Williams. Nel 1995 David Coulthard si qualifica terzo ai campionati mondiali di Formula 1. All’inizio della stagione 1996 lo scozzese passa alla scuderia McLaren Mercedes e diventa collega di team di Mika Häkkinen (Finlandia). Nel 2001 Coulthard conquista il titolo di vice campione del mondo dopo Michael Schumacher. Negli anni dal 2005 al 2008 gareggia per Red Bull Racing; nel 2008 termina la sua carriera in Formula 1. Tra il 1994 e il 2008 David Coulthard ha partecipato in tutto a 246 Grand Prix, 150 dei quali per McLaren Mercedes. Al suo attivo ci sono 13 vittorie, 12 delle quali al volante di una McLaren Mercedes. Dal 2010 al 2012 David Coulthard torna a correre debuttando nel DTM con il team Mücke Motorsport a bordo di una Classe C AMG-Mercedes.
Jochen Mass
Data di nascita: 30 settembre 1946
Jochen Mass inizia la sua variegata carriera nel Motorsport nel 1968 gareggiando con vetture Gran Turismo per Alfa-Romeo e come pilota ufficiale da Ford negli anni che vanno dal 1970 al 1975. Durante questo periodo (1972) si aggiudica la 24 ore di Spa-Francorchamps. In parallelo si dedica alla Formula 2 (1973) e partecipa a 105 Grands Prix di Formula 1 (nel 1973/74 con Surtees; nel 1975-1977 con McLaren; nel 1978 con ATS; nel 1979/80 con Arrows e nel 1982 con March). Grazie al titolo di campione tedesco di vetture Sport conquistato nel 1985 e alla sua attività come pilota ufficiale Porsche fino al 1987, diventa pilota ufficiale del Team Sauber-Mercedes. Fino al 1991 gareggia per questo team nel gruppo C. Nella nuova Freccia d’Argento, la Sauber-Mercedes C 9, Jochen Mass vince con Manuel Reuter e Stanley Dickens la 24 ore di Le Mans e si qualifica al secondo posto al campionato nel 1989. Tre anni più tardi passa nel management del team del DTM. Sir Stirling Moss lo descrive come «un pilota dallo straordinario senso per le corse e dotato di notevoli competenze che è riuscito a entrare in sintonia con la storia delle corse in tutte le sue epoche». Non è quindi un caso che fino ad oggi Jochen Mass sia stato uno dei piloti prescelti da Mercedes-Benz per gareggiare alle competizioni delle manifestazioni storiche così come alla gara sull’Eifel ADAC sul Nürburgring. Che sia la Freccia d’Argento W 125 o la Mercedes-Benz SSK, Jochen Mass le conosce e le guida tutte alla perfezione.
Bernd Mayländer
Data di nascita: 29 maggio 1971
In Formula 1 Bernd Mayländer occupa sempre i primissimi posti. Nato a Waiblingen, dal 2000 Bernd Mayländer è pilota ufficiale della Safety Car di F1™ di Mercedes-Benz; dalla stagione 2010 si utilizza come Safety Car anche una SLS AMG Mercedes-Benz. Mayländer comincia a correre nel 1990 iniziando prima nel Porsche Clubsport, vince nel 1994 il campionato Porsche Carrera Cup, partecipa alla Porsche Supercup e a gare su lunghi percorsi. Per il team Persson Motorsport, a partire dal 1995, gareggia dapprima al Campionato Turismo Tedesco (DTM) e all’International Touring Car Championship (ITC); dal 1997 in poi corre al campionato FIA-GT, guidando una CLK-GTR AMG-Mercedes. Qui, nel 1997 Mayländer vince assieme a Klaus Ludwig e Bernd Schneider la gara sullo Spielberg al volante di una CLK-GTR AMG-Mercedes. Nel 2000 a bordo di una Porsche 996 GT3 si qualifica al primo posto alla 24 Ore sul circuito del Nürburgring. Bernd Mayländer fa la sua ultima stagione in DTM nel 2004 con il team Rosberg al volante di una Classe C AMG-Mercedes. Dal 1996 ogni stagione Mercedes-Benz mette a disposizione la Official F1™ Safety Car per le corse ai campionati mondiali di Formula 1.
Marcel Tiemann
Data di nascita: 19 marzo 1974
Hanseat Marcel Tiemann si approccia relativamente tardi al motorsport, ma  raggiunge con i primi successi presto i vertici della classica. Nel 1997 Mercedes-Benz spinge il promettente giovane pilota a partecipare al campionato FIA-GT a bordo di una Mercedes-AMG CLK GTR. Tiemann chiude la prima stagione al quarto posto in classifica, con lo stesso punteggio di Alessandro Nannini. Anche nel 1998 partecipa al campionato  FIA-GT per Mercedes-Benz . Nel 2000 Tielmann è pilota ufficiale Mercedes Benz su CLK DTM ai „Deutschen Tourenwagen-Masters” (DTM). A partire dal 2001 è attivo con diverse scuderie. Sono leggendarie le sue 5 vittorie nella 24 ore sul Nürburgring, nel 2003 con Opel e dal 2006 al 2009 4 volte di seguito su Porsche. In seguito ad un non meritato incidente in occasione del GT-Open a Imola su Audi a maggio 2010, Tiemann si è visto costretto a terminare la sua carriera di pilota. Tiemann è uno dei piloti di maggior successo ed è tra i più giovani in grado di andare a podio. Dal 2012 Marcel Tiemann è anche ambasciatore del marchio per Mercedes-Benz Classic.
Karl Wendlinger
Data di nascita: 20 dicembre 1968
Karl Wendlinger debutta nel Motorsport all’età di quattordici anni, iniziando la sua carriera dai karting. Nel 1989 vince il titolo al campionato tedesco di Formula 3. Negli anni compresi tra il 1990 e il 1991, il pilota austriaco fa parte, assieme a Michael Schumacher e a Heinz-Harald Frentzen, del junior team Mercedes, disputando il campionato mondiale di vetture sportive. Nel 1991 passa alla Formula 1. A partire dal 1994, con il compagno di scuderia Heinz-Harald Frentzen, Wendlinger è ingaggiato dal team Sauber-Mercedes. Seguono partecipazioni al DTM, alla Formula 3000 e alla 24 Ore di Le Mans. Tra i suoi più importanti successi in pista si annoverano la vittoria del campionato FIA GT (1999), il primo posto alla 24 Ore di Le Mans nella classe GTS (stesso anno), la vittoria alla 24 Ore di Daytona del 2000 e il secondo posto alla 24 Ore sul circuito del Nürburgring (2003). Dal 2004 al 2011 Karl Wendlinger gareggia al campionato FIA GT per diversi team. Nel 2007 si qualifica vicecampione con il Jetalliance Racing.
Lo sapevate?
Dal 7 marzo al 30 giugno 2013 nel quadro dell’esposizione «Novecento mai visto: From Albers to Warhol to (now)», Daimler Art Collection espone più di 230 opere d’arte contemporanea internazionale al Santa Giulia, il museo della città di Brescia.
Ulteriori informazioni su media.daimler.com, media.mercedes-benz.it, www.mercedes-benz-classic.com, https://archives.daimler.com
https://mercedes-benz-archive.com

Categories: Eventi Tags: ,

Mercedes-Benz Italia, partner della 56° edizione del Festival dei Due Mondi a Spoleto

Chia_spoleto56-w600-h600

La Stella al Festival dei Due Mondi
Mercedes-Benz Italia è partner della 56° edizione del Festival dei Due Mondi, in programma a Spoleto, dal 28 giugno al 14 luglio. Un appuntamento che da oltre mezzo secolo porta nella città umbra l’arte in tutte le sue forme: dalla danza al teatro, dalla letteratura alle più moderne espressioni di visual art. La partnership con il Festival di Spoleto conferma l’impegno di Mercedes-Benz Italia ad andare oltre la vocazione commerciale, attraverso iniziative concrete sul territorio. 
Mercedes-Benz Italia sostiene il Festival dei Due Mondi e, dal 28 giugno al 14 luglio, è partner della manifestazione che da oltre cinquant’anni ospita a Spoleto l’eccellenza artistica internazionale, richiamando appassionati da tutto il mondo.
“Far vivere arte e cultura andando oltre la vocazione commerciale, ricercando e sostenendo partnership con istituzioni e poli culturali, rappresenta una priorità nell’ambito delle nostre attività di corporate social responsibility”, ha dichiarato Alwin Epple, Presidente di Mercedes-Benz Italia. “La 56° edizione del Festival di Spoleto è la conferma dell’impegno di Mercedes-Benz Italia nella promozione e valorizzazione di progetti artistici e attività culturali.”

Ulteriori informazioni su media.mercedes-benz.it media.daimler.com

Mixed Tape, 50ª compilation di Mercedes-Benz

April 22, 2013 Leave a comment

 50th_Mixed_Tape_(1)-w600-h600
Dal 2004 compilation scaricabili gratuitamente per i fan della musica internazionale
Mercedes-Benz festeggia la 50ª compilation di Mixed Tape
Stoccarda. Mixed Tape, la piattaforma di download gratuita di Mercedes-Benz, oltre che trampolino di lancio per i migliori artisti che si affacciano sulla scena internazionale, offre agli appassionati musica di qualità da tutto il mondo. Nel corso di quasi dieci anni la piattaforma ha messo a disposizione dell’entusiasta community circa 600 brani selezionati. Oltre 40 milioni di download e circa 100.000 amici su Facebook ne testimoniano il successo. L’attuale 50ª compilation prosegue questa tradizione con una elegante selezione di musica d’avanguardia. L’immagine di copertina per la compilation di anniversario di Mixed Tape è stata creata dall’artista newyorkese Craig Redman/ Darcel Disappoints. 
Nessun confine di generi: da hip-hop e glitch-pop al delicato folk, al soul dall’anima jazz, a itinerari pianistici, all’indie-rock all’elettrizzante elettronica, tutto è permesso. Fondamentale è solo che il sound sia quello giusto. Ecco perché l’attuale 50ª compilation è incentrata su musica d’avanguiardia e su giovani talenti di belle speranze. Ad esempio, su Mixed Tape #50 si trova il folk-rock della band newyorkese Steady Sun, il soul potente della “Adele tedesca” Miu, l’elettronica dei produttori tedeschi Kurare, il trip-hop francese di Kognitif, l’indie-pop dei canadesi Paradise Animals, il folk alternativo irlandese dei Red Sails, un po’ di wild west blues degli inglesi New Desert Blues, i suoni dreamwave tropicali di Young Hare ed il dream-pop degli americani Vows, nonché l’energico indie-rock della band The Sea Life di Washington, D.C. Questa variegata selezione può essere ascoltata e scaricata all’indirizzo http://mb.mercedes-benz.com/de_DE/mixedtape/compilation oppure direttamente dalla playlist Spotify all’indirizzo http://mb4.me/spotify/. Insieme alla playlist vengono fornite ulteriori informazioni su tutti gli artisti presentati.
Per ogni copertina di Mixed Tape viene contattato un artista diverso: per la 50ª compilation la scelta è caduta sull’artista newyorkese Craig Redman / Darcel Disappoints: il suo caratteristico personaggio-ciclope piace in tutto il mondo ed ora, oltre che in gallerie, poster ed edifici, si trova anche sull’attuale copertina della compilation.
Dal 2004 sempre un passo avanti
Alla ricerca dei protagonisti della scena musicale di domani, i redattori di Mixed Tape monitorano costantemente blog, manifestazioni, stazioni radio e riviste oltre alle “dritte” degli addetti ai lavori per scoprire band, cantautori e produttori illuminati dediti all’esplorazione di sonorità inedite. Parallelamente nascono servizi speciali, reportage ed interviste che la rivista Lifestyle mb! by Mercedes-Benz pubblica fornendo tutti i dettagli relativi alla vita quotidiana ed al processo creativo degli artisti (www.mb.mercedes-benz.com/de_DE).
Pietre miliari di Mixed Tape
Dalla sua nascita la piattaforma Mixed Tape è stata trampolino di lancio per carriere musicali a livello internazionale. Gli artisti passati di qui hanno scalato le classifiche, ottenendo riconoscimenti prestigiosi come il Grammy. Alcune delle canzoni sono state inoltre prodotte per star di fama mondiale del calibro di Nelly Furtado e Destiny’s Child. Per ogni compilation Mixed Tape, almeno uno degli artisti ha ottenuto un contratto discografico, ed alcuni di loro hanno avuto anche la possibilità di esibirsi insieme a celebrità come Lauryn Hill o Stevie Wonder.
Playlist di Mixed Tape #50
Titolo Artista 
1.   Coastal Lines feat. Allie Hughes Paradise Animals
2.   Lover Young Hare
3.   Nocturnal The Sea Life
4.   Unreal Love Vows
5.   Sure Enough Red Sails
6.   Turn Around Miu
7.   Rocket Trip Kognitif
8.   Just A Place Kurare feat. Theo Steuernagel
9.   Actress Steady Sun
10. Donnie New Desert Blues
Ulteriori informazioni su media.mercedes-benz.it e http://www.media.daimler.com

Categories: Musica News Tags:

Mercedes-Benz Italia, alla ricerca di artisti contemporanei

April 22, 2013 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Mercedes-Benz Italia alla ricerca di artisti contemporanei
Lo potevo fare anche io…
La mostra “Novecento mai visto”, che fino al 30 giugno espone per la prima volta in Italia al Museo Santa Giulia di Brescia i capolavori della Daimler Art Collection, è l’occasione ideale per lanciare un nuovo concorso che svela il lato artistico che c’è in ognuno di noi.. Al centro dell’iniziativa, un’inedita piattaforma web che permette, attraverso un editor semplice ed intuitivo, di dare sfogo alla propria creatività con un’unica musa ispiratrice: la Stella. Le creazioni generate dagli utenti, che coinvolgono il mondo social attraverso un’applicazione sviluppata per Facebook ed Instagram, saranno esposte online nella galleria virtuale del sito e la più votata riceverà in premio un viaggio a Brescia per visitare la mostra “Novecento mai visto”. La porta d’ingresso per gli aspiranti Warhol è a portata di un click: www.novecentomaivisto.it/cart.
Mercedes-Benz, va a caccia di nuovi talenti e, in occasione della mostra “Novecento mai visto” che fino al 30 giugno espone i capolavori della Daimler Art Collection al Museo Santa Giulia di Brescia, invita tutti i talenti inespressi a liberare la propria creatività attraverso un contest online che si avvale anche di un’App realizzata per Facebook e Instagram.
Per partecipare al concorso è sufficiente fotografare il proprio universo ispirato al mondo della Stella e caricare le immagini su www.novecentomaivisto.it/cart. Una volta online, un editor semplice e intuitivo combinerà gli scatti, trasformandoli in affascinanti opera d’arte.
Le creazioni, esposte nella galleria virtuale del sito, saranno votate dal pubblico e la più apprezzata sarà premiata con un viaggio a Brescia per visitare la mostra “Novecento mai visto”.
Fino al 30 giugno, il Museo Santa Giulia di Brescia ospita i capolavori della Daimler Art Collection per la prima volta in Italia. Nell’ambito di “Novecento mai visto” sono raccolte 230 opere firmate da 110 artisti internazionali, dal 1909 ad oggi: una selezione di grande valore che parte dai classici del Costruttivismo e dell’Arte Concreta, passando per il Minimalismo e le Tendenze Concettuali. Tra le opere esposte anche installazioni, fotografie e video di noti artisti contemporanei.
L’esposizione è, inoltre, arricchita dalla presenza di due nuovi lavori di Nic Hess e Luca Trevisani e un ulteriore percorso interamente dedicato all’arte italiana, da De Chirico a Cattelan. Con “Novecento mai visto”, Mercedes-Benz Italia conferma il proprio impegno ad andare oltre la vocazione commerciale attraverso iniziative concrete sul territorio. Per questo motivo, la Casa con la Stella supporta in diverse forme la mostra “Novecento mai visto”, integrandola nelle proprie attività di comunicazione. A meno di un mese dall’avvio della mostra sono già 108 le classi e 2.220 gli studenti che hanno prenotato una visita ed i laboratori didattici, grazie anche al servizio navette messo a disposizione da EvoBus Italia, società del Gruppo Daimler dedicata al settore autobus. Ulteriori informazioni su media.mercedes-benz.it e media.daimler.com

Mercedes-Benz, protagonista di MEET DESIGN 2013 e main partner della mostra AROUND THE WORLD

March 28, 2013 Leave a comment

12C1198_012-w1100-h1100

Mercedes-Benz main partner di AROUND THE WORLD
La nuova CLA, stella di MEET DESIGN 2013
Mercedes-Benz si conferma ambasciatrice del design internazionale e, in occasione del prossimo Salone del mobile, sarà protagonista dell’edizione 2013 di MEET DESIGN e main partner della mostra AROUND THE WORLD. Una nuova occasione per valorizzare il linguaggio stilistico della Stella: innovazione e perfezione, eleganza e stile che trovano nella CLA una nuova ideale ambasciatrice. La mostra AROUND THE WORLD, che sarà inaugurata il 9 aprile alla Triennale di Milano, è un viaggio nel mondo del design, un percorso che vuole sottolineare la vocazione internazionale del Made in Italy e la sua capacità di ispirare gli stili delle grandi capitali del mondo. 
Il design internazionale si dà appuntamento il 9 aprile, alla Triennale di Milano, con la mostra AROUND THE WORLD, edizione 2013 di MEET DESIGN, un evento prodotto da RCS. Una nuova iniziativa dedicata al design italiano, esempio di creatività e innovazione in tutto il mondo. Un appuntamento che, ancora una volta, vede protagonista Mercedes-Benz che, attraverso la nuova CLA, si conferma trendsetter nel design automobilistico, inventando un nuovo segmento di mercato.
La Mercedes-Benz CLA è la berlina più sportiva di sempre e, sotto una linea da coupé che le regala il miglior coefficiente aerodinamico al mondo (0,22 cx), cela un’abitabilità per cinque persone.
Una nuova icona di design, frutto anche di uno stile e una creatività tutta italiana: gli interni della nuova CLA sono stati, infatti, realizzati interamente dall’Advanced Design Studio di Como, uno dei cinque centri di design della Stella.
Con la CLA il design d’avanguardia del Concept Style Coupé confluisce direttamente nella produzione di serie. Le proporzioni sportive mozzafiato e il linguaggio formale, potente e dinamico, sposano l’alternanza di superfici concave e convesse, conferendo alla berlina sportiva a quattro porte un aspetto inconfondibile.
Esteticamente si distingue per il cofano motore con powerdome incastonato nel frontale e la mascherina del radiatore Matrix. Il particolare design delle luci conferisce alla CLA uno sguardo determinato, rendendo ancora più giovane e sportiva l’immagine del Marchio.
Il design riveste un ruolo fondamentale per il marchio Mercedes-Benz: un valore che deve suscitare fascino ed emozioni che colpiscano al primo sguardo e, al tempo stesso, si mantengano vive nel tempo. Altrettanto importante è la ricerca di canoni e valori estetici che vadano oltre velocità e potenza. Per questo, nel corso degli anni, Mercedes-Benz ha consolidato il proprio rapporto con il mondo del design, riservandosi un ruolo da protagonista nei principali appuntamenti internazionali. MEET DESIGN 2013 è una nuova occasione per sottolineare il proprio ruolo di ambasciatrice di stile e design senza tempo.
Per Mercedes-Benz, il design automobilistico deve rispondere a tendenze di breve periodo e, al tempo stesso, risultare attuale ed attraente nel tempo, icone di stile come la 300 SL “Ali di gabbiano” sono lì a dimostrarlo. Anche per questo, quindici anni fa, ha inaugurato a Como, a due passi dalla capitale italiana della moda e del design, un Design Center specializzato nella progettazione degli interni delle vetture con la Stella.
Ulteriori informazioni su media.mercedes-benz.it media.daimler.com

Categories: Cultura News Tags:

“Carl Benz – A life dedicated to cars”, storia delle automobili in versione fumetto

February 8, 2013 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

“Carl Benz – A life dedicated to cars”
La storia delle automobili in versione fumetto
“Carl Benz – A life dedicated to cars” è il titolo del primo comic book che, attraverso le immagini, racconta la storia dell’invenzione dell’automobile oltre alla vita del suo geniale creatore, Carl Benz. Il fumetto, realizzato dall’artista belga Willy Harold Williamson e dall’autore Martin Grünewald, è pubblicato da Sadifa Media e sarà disponibile dal 9 febbraio 2013 nel negozio del Mercedes-Benz Museum di Stoccarda.
“Difficile trovare un modo più coinvolgente di raccontare la storia dell’automobile e delle origini della nostra società”, commenta Michael Bock, Responsabile Mercedes-Benz Classic. “La precisione storica di questi bellissimi disegni è incredibile, mentre le nuvolette regalano alla storia un piacevole effetto comics. Ogni piccolo dettaglio tecnico della Benz Patent Motor Car è riprodotto fedelmente, Carl e Bertha sono subito riconoscibili”.
Il fumetto, che si sviluppa in 52 pagine, illustra le tappe fondamentali della vita di Carl Benz, partendo dalla nascita il 25 novembre 1844. Immagini memorabili raccontano le vicissitudini e le difficoltà affrontate nel corso della vita da Carl Benz, l’uomo che, per aver registrato il brevetto del suo veicolo a motore a tre ruote il 29 gennaio 1886, può essere considerato il padre dell’automobile. Al suo fianco, la moglie Bertha Benz. Il primo, leggendario viaggio sulla lunga distanza da Mannheim a Pforzheim fatto dalla donna insieme ai figli Eugen e Richard, 125 anni fa, è raffigurato in modo straordinariamente avvincente nelle strisce a fumetti. Sono descritti anche le invenzioni e gli sviluppi risalenti all’incirca allo stesso periodo ad opera di altri pionieri del settore automobilistico.
Il fumetto si basa su fatti realmente accaduti. Il personale dell’archivio Mercedes-Benz Classic ha aiutato il famoso artista Willy Harold Williamson e l’autore Martin Grünewald nel loro puntuale lavoro di ricerca. Per quanto possibile, tutte le scene storiche illustrate fanno riferimento ad episodi effettivamente accaduti. I dialoghi presenti nei fumetti puntano allo stesso livello di verosimiglianza, anche se in questo caso non esistono documenti a riguardo. Per dare un senso di profondità con effetto tridimensionale, il colore di ogni singolo disegno è stato applicato da un colorista esperto in tre strati separati. Questa tecnica di illustrazione molto ricercata consente al lettore di immergersi ancora di più nella storia. Lo stupendo volume, dotato di copertina rigida, è pubblicato da Sadifa Media, casa editrice specializzata in fumetti storici da oltre 25 anni.
Il fumetto “Carl Benz – A life dedicated to cars” sarà disponibile dal 9 febbraio 2013 come edizione speciale Mercedes-Benz Classic con una copertina specifica, esclusivamente nel negozio del Mercedes-Benz Museum. La parte interna della sovracopertina rappresenta un disegno del fumetto e può essere utilizzata come poster.
L’edizione speciale sarà disponibile al prezzo di 19,80 Euro in quattro lingue: tedesco, inglese, francese e cinese. L’album può essere anche ordinato online dal Classic Store all’indirizzo www.mercedes-benz-classic-store.com. Nel corso del prossimo anno, il fumetto sarà disponibile con una copertina diversa nelle librerie di tutta la Germania.
Ulteriori informazioni su: media.mercedes-benz.it, http://www.media.daimler.com e http://www.media.daimler.com/mbmuseum 
 

Mercedes-Benz, quattordici modeli nel nuovo film “Die Hard – Un buon giorno per morire”

February 4, 2013 Leave a comment

Mercedes-Benz_A_good_day_to_die_hard_(5)-w600-h600

Dalla Classe C allo Zetros
14 modelli Mercedes-Benz nel nuovo film “Die Hard – Un buon giorno per morire”
Stoccarda. John McClane, incorruttibile poliziotto americano fuori dagli schemi, raggiunge Mosca per salvare il figlio Jack dai guai. Con i criminali russi alle calcagna ed il rischio di una guerra imminente, i due McClane capiranno di essere una squadra vincente, nonostante adottino metodi opposti. Il nuovo film “Die Hard – Un buon giorno per morire” uscirà nelle sale il prossimo 14 febbraio e Mercedes-Benz, oltre a mettere a disposizione diversi modelli per il film, sarà presente, con un esclusivo servizio di navetta per attori ed ospiti VIP, alle anteprime di Londra e Berlino.
“Siamo felici di essere presenti nel nuovo film della serie “Die Hard” con numerosi modelli. Da Classe C a Zetros, la flotta Mercedes-Benz è semplicemente perfetta nelle strade di Mosca in questo action movie ricco di scene spettacolari. Un film ricco di emozioni con molte vetture sensazionali”, questo il commento di Anders Sundt Jensen, Responsabile Brand Communication Mercedes-Benz Cars. “I veicoli Mercedes-Benz sono sinonimo di sicurezza, prestazioni e design unico oltre ad essere di casa in tutte le metropoli europee: quindi perfetti per le riprese di film, che risultano in questo modo davvero realistici. E così, ad esempio, Classe G, Sprinter, Unimog e Zetros diventano le auto ideali per le singolari esigenze dei nostri eroi John e Jack McClane”, continua Jensen.
Il film ed il ruolo dei veicoli Mercedes-Benz
Nell’ultimo capitolo della famosa saga “Die Hard”, nei cinema di tutto il mondo da metà febbraio, recitano star del calibro di Bruce Willis, Jai Courtney e Sebastian Koch. Ma un ruolo importante è affidato anche ai veicoli della Stella. Numerosi dei 14 modelli prendono parte a spettacolari inseguimenti mozzafiato per le strade di Mosca. Quattro gli indistruttibili che hanno un ruolo chiave nella lotta per la sopravvivenza nel tentativo di salvare il mondo: Classe G, Unimog, Sprinter e Zetros.
Oltre alle auto dei nostri eroi, nel film compaiono diversi altri modelli Mercedes-Benz, tra cui Classe C, Vito, Classe E Berlina, la nuova G 63 AMG, una Classe GL ed una Maybach 57.
Sul canale YouTube di Mercedes-Benz, è possibile dare un’occhiata al dietro le quinte di “Die Hard – Un buon giorno per morire”:
http://www.youtube.com/watch?v=AI4oudjMdbE.
Alla pagina www.mercedes-benz.com sono presenti altre informazioni sul film e sui veicoli che vi prendono parte. Potrete inoltre provare il gioco “A Good Day to Drive Hard”.
Ulteriori informazioni su: media.mercedes-benz.it e http://www.media.daimler.com

Categories: Cinema News Tags: