Archive

Posts Tagged ‘Margaret Thatcher’

Meryl Streep, premio Orso d’oro alla carriera con matrioska a Berlino

February 16, 2012 Leave a comment

L’attrice è arrivata a Berlino per ricevere l’Orso d’oro alla carriera. L’affetto dei fan.
Più che un incontro stampa, è una dichiarazione d’amore della folla di giornalisti a Meryl Streep, ammirazione e affetto in ogni domanda, regali, un mazzo di fiori da un giovane tedesco, dalla Siberia una matrioska con i volti dei suoi personaggi dipinti sulle bamboline. «Non avrei potuto avere un San Valentino migliore», dice l’attrice che scioglie la commozione con una delle sue risate musicali che illuminano ogni sua risposta. È qui per riceve l’Orso d’oro alla carriera e «per me, cresciuta nel New Jersey in un paese di 5 mila abitanti, è incredibile che un Paese fuori dall’America voglia onorarmi. Non ci si abitua ai premi, ad ogni film non si può prevedere come sarà accolto. L’Oscar? Sempre la stessa sensazione, le farfalle nello stomaco, un’eccitazione da finale di Superbowl».
Meryl Streep parla di Margaret Thatcher che «ho interpretato senza giudicarla. Negli anni 80, da liberale e di sinistra, la mia opinione su di lei, amica di Reagan, era pessima. Da attrice, come faccio con ogni personaggio, ho cercato nella sua umanità qualcosa in cui riconoscermi. La metà del film è immaginazione, abbiamo cercato di vederla oggi, di fronte a se stessa, dopo aver conquistato tanto potere e averlo perduto, che cosa conta per lei veramente a questo punto della vita. L’altra metà, la sua vita pubblica, ha riservato sorprese anche a chi credeva di conoscerla. I conservatori americani per esempio non avevano capito che la Thatcher non era antiabortista, era per la libera scelta della donna ed è documentata la sua accusa ai politici americani di usare l’aborto come arma elettorale». Thatcher femminista? «Se qualcuno gliel’avesse detto l’avrebbe preso a calci. Arrogante, autoritaria, decisionista, priva di humour, ma bisogna riconoscere che ha aperto alle donne la strada per le zone alte del potere. Prima di allora si poteva emergere in tanti mestieri, ma mai entrare nella stanza dei bottoni. Senza di lei mia figlia avrebbe trovato un mondo diverso».

Fonte: La Repubblica

Meryl Streep, favorita migliore attrice protagonista per “The Iron Lady”

January 5, 2012 Leave a comment

Meryl Streep è data per favorita per vincere la statuetta come migliore attrice protagonista ai prossimi Oscar per la sua interpretazione di Margaret Thatcher nel film di Phillida Lloyd “The Iron Lady”. Secondo il tabloid britannico Guardian, i bookmakers danno l’attrice sessantaduenne per favorita nonostante le nomination non siano ancora state annunciate. La cerimonia di premiazione si terrà il prossimo 26 febbraio.
Le principali rivali della Streep per il riconoscimento dovrebbero essere Viola Davis per il film “The Help” e Michelle Williams per “My week with Marilyn”. Dovesse arrivare la candidatura, si tratterebbe della diciassettesima nella lunga carriera della Streep, che ha già vinto due Oscar (come non protagonista per “Kramer contro Kramer”, come protagonista nel 1983 con il film di Alan J. Pakula “La scelta di Sophie”). Intanto il festival del cinema di Berlino ha annunciato un paio di giorni fa che la prossima edizione premierà Meryl Streep con l’Orso d’oro alla carriera.

Fonte: TMNews

Meryl Streep, gratis sul set per Iron Lady

November 19, 2011 Leave a comment

Los Angeles – Meryl Streep ha voluto così tanto il film The Iron Lady, basato sulla vita di Margaret Thatcher da tagliare il suo salario a 1 milione di dollari (una cifra molto bassa, se paragonata ai suoi compensi per altri film) così da consentire alla produzione di investire più denaro nel film e poi ha donato quello stesso milione in beneficenza. Secondo il New York Post infatti, Meryl Streep, che nel film interpreta i panni della Lady di ferro, che guidò con rigido polso l’Inghilterra degli anni Ottanta, ha voluto in questa maniera rendere più facile la produzione di un film su cui ha molto creduto e che poi, quasi vergognandosi di quel milione guadagnato per una pellicola per la quale avrebbe lavorato anche gratis, ha regalato tutto il suo introito all’Americàs National Women’s History Museum. Il film, diretto da Phyllida Lloyd, sarà nelle sale, limitatamente a New York e Los Angeles, il 30 dicembre, in tempo per concorrere agli Oscar, mentre arriverà nel resto degli Stati Uniti a gennaio. Non è ancora prevista una data italiana.

Fonte: Ansa