Archive

Posts Tagged ‘Golshifteh Farahani’

Golshifteh Farahani, attrice iraniana ripudiata dal suo paese

Golshifteh Farahani, popolare attrice iraniana è rea, secondo il governo del suo Paese di aver posato senza veli, quasi completamente nuda per il magazine francese Madame Le Monde. Il governo iraniano ha infatti dichiarato il ripudio nei suoi confronti affermando che l’attrice non è più gradita in patria per cui non potrà mai più farne ritorno. Golshifteh attualmente vive a Parigi e ha lasciato l’Iran circa un anno fa come forma di protesta contro le eccessive restrizioni del governo che ha imposto la Sharia – legge islamica del Corano – nei confronti della Casa del Cinema di Teheran. Anche gli scatti effettuati dalla attrice e conseguentemente pubblicati, formano una sorta di protesta contro le umiliazioni a cui le donne iraniane sono spesso sottoposte, al punto tale che ormai la dignità femminile è completamente compromessa. Farahani ha anche pubblicato le immagini dello scandalo sul suo personale profilo di Facebook, suscitando reazioni contrastanti fra i suoi contatti e dividendoli fra coloro che la sostengono e coloro che invece le sono contrari ed inneggiano una pena esemplare nei suoi confronti inneggiante alla morte. La manifestazione di protesta della popolare attrice iraniana segue quella della blogger egiziana Alya al Mahdi la quale anch’essa qualche mese fa posò senza veli inserendo poi sul web le sue fotografie. Secondo l’emittente televisiva Al Arabiya, la proliferazione di tali gesti dimostra il completo fallimento del regime islamico e il modo con il quale il sistema ha imposto il velo e la separazione fra uomini e donne, ha irrimediabilmente allontanato gli iraniani dalla religione.

Fonte: AGS Cosmo

Categories: Amazighen Tags: ,

Golshifteh Farahani, espulsione da Teheran per nudo per Le Figaro

January 20, 2012 Leave a comment

Golshifteh Farahani “Persona nonn grata da Teheran”. L’attrice iraniana è colpevole dopo aver posato nuda per Le Figaro,  questo solo per protestare contro gli abusi sulle donne, e per questo oltraggio al pudore è stata dichiarata non grata dalle autorità e non potrà fare ritorno nel suo Paese. Come riporta il quotidiano britannico The Daily Telegraph, Farahani, che risiede attualmente a Parigi, aveva lasciato l’Iran l’anno scorso per protestare contro le restrizioni imposte dalla sharia , infatti per questo che l’industria cinematografica iraniana è costretta a rispettare. Il bando coincide con la vittoria ai Golden Globe dell’iraniano “A separation” come miglior film straniero, ma anche con la sospensione dello scioglimento d’autorità della “Casa del Cinema”, principale sindacato iraniano del settore cinematografico.                                                         Il sindacato viene considerato dalle autorità eccessivamente critico nei confronti del potere: negli ultimi anni diversi registi sono stati arrestati per aver preso le difese dell’opposizione e la stessa organizzazione aveva difeso i documentaristi arrestati per aver collaborato con la Bbc.