Archive

Posts Tagged ‘Gabriele La Porta’

“Tu chiamale se vuoi coincidenze” di Gabriele La Porta, presentazione del nuovo libro alla Caffé Letterario di Roma

January 17, 2012 Leave a comment


La Lepre Edizioni e Caffè Letterario vi invitano alla presentazione di Tu chiamale se vuoi coincidenze, il nuovo libro di Gabriele La Porta, in cui l’autore propone il fior fiore delle storie raccolte in decenni attraverso il suo blog e i suoi programmi radiotelevisivi: una brillante antologia di episodi basati su coincidenze realmente accadute, intuizioni, premonizioni, intermittenze inspiegabili dello spazio-tempo. Coincidenze che cambiano la vita o addirittura la salvano, che palesano segreti mai detti o aprono scenari imprevedibili: che in sostanza rivelano, anche solo per un attimo, ciò che Jung chiama sincronicità, attraverso situazioni in bilico tra la nostra dimensione ordinaria e un universo “altro”.
Tu chiamale se vuoi coincidenze è soprattutto un affettuoso elogio dell’anima, un invito a esplorare con curiosità la vita attraverso i significati, senza fermarsi al vincolo del rapporto causa-effetto: condizione necessaria per cogliere la meraviglia e il sublime di ogni esistenza. Coincidenze: caso o destino? Questo il tema centrale del libro e la domanda sulla quale Gabriele La Porta si confronterà con il pubblico. All’incontro partecipa la giornalista Anna Fiorino, caporedattrice del quotidiano Il Tempo.

GABRIELE LA PORTA Direttore di Rai2 nel 1994, dal 1996 al 2010 ha diretto RaiNotte, passando poi alla rete televisiva Cinquestelle. Da giugno 2010 è direttore di Ecoradio. Giornalista e docente universitario (insegna Filosofia Antica e Filosofia dell’Interiorità all’Università di Siena e presso l’Istituto “H. Bernheim” di Verona), ha pubblicato più di quaranta saggi, tra cui “Giordano Bruno”, “Grandi castelli, grandi maghi, grandi roghi”, “Il ritorno della Grande Madre”, “La Magia” e il “Dizionario dell’Inconscio e della Magia”.

“Tu chiamale se vuoi coincidenze” di Gabriele La Porta, La Lepre Edizioni

November 7, 2011 Leave a comment

Tu chiamale se vuoi coincidenze di Gabriele La Porta
COLLANA: VISIONI
TITOLO: TU CHIAMALE SE VUOI COINCIDENZE
QUARANTA STORIE REALMENTE ACCADUTE
AUTORE: GABRIELE LA PORTA
DISEGNI: DONATELLA SCATENA
PAGINE: 144
PREZZO: 16 EURO
Un libro come inno al “pensiero del cuore”, alla “necessaria follia”, alla “brillantanza della vita”: è Tu chiamale se vuoi coincidenze di Gabriele La Porta, pubblicato da La Lepre Edizioni nella collana Visioni e in uscita in tutta Italia il 23 novembre. Un affresco corale in cui confluiscono quaranta storie di coincidenze rivelatrici quanto inspiegabili, scelte dall’autore tra le migliaia pervenutegli attraverso il suo blog e i suoi programmi radiotelevisivi.
Tu chiamale se vuoi coincidenze riunisce episodi diversissimi tra loro, ma tutti scaturiti da intuizioni, premonizioni, illuminazioni, intermittenze imprevedibili dello spazio-tempo. Coincidenze che rivelano, anche solo per un attimo, ciò che Jung chiama sincronicità, attraverso situazioni in bilico tra la nostra dimensione ordinaria e un universo “altro”, dove le cause si mischiano agli effetti e il passato si sovrappone al presente.
Situazioni che sfuggono alla comprensione razionale e si lasciano interpretare soltanto da un pensiero aperto a tutte le ipotesi, consapevole che l’uomo – per dirla con Shakespeare – è fatto della stessa sostanza dei sogni.
Tra le coincidenze narrate molte sono quelle vissute in prima persona dall’autore; le altre, come spiega lui stesso «sono in gran parte arrivate a me quasi da sole, mediante racconti che numerose persone mi hanno inviato per lettera, per e-mail o mi hanno riferito direttamente a viva voce, aprendo a me e ora a voi il loro cuore».
In Tu chiamale se vuoi coincidenze le voci di personaggi famosi (da Pupi Avati e Clint Eastwood a Francesco Totti) si intrecciano con quelle della gente comune, i “giorni qualunque” con date cruciali della storia. Nelle vicende narrate fanno spesso irruzione l’arte, la musica, la letteratura, i versi di poeti di ogni tempo, da Pascoli a Baudelaire, a Marina Cvetaeva. Le coincidenze di pura gioia coesistono con quelle di dolore, le agnizioni con le perdite. Ogni lettore può potenzialmente riconoscersi in questi racconti, dove il comune denominatore insieme al soprannaturale è l’amore, profuso o negato, in tutte le sue declinazioni.
Gabriele La Porta (giornalista e docente universitario, già direttore di Rai2 e di RaiNotte, dal 2010 direttore di Ecoradio, già autore di oltre quaranta saggi e di cinque dizionari sulla psicologia junghiana) propone con queste quarata testimonianze un affettuoso “racconto di racconti”, nel quale si sottolinea il valore universale delle coincidenze come veicolo di meraviglia e sublime, antidoto al dolore del mondo e del pensiero.
Tu chiamale se vuoi coincidenze è illustrato da Donatella Scatena, che ha dato leggiadre sembianze feline ai protagonisti delle storie e ai loro personali angeli. Un concentrato di levità e immaginazione, in felice sintonia con il testo.

Disegni di Donatella Scatena
Ognuno di noi ha almeno una storia segreta da raccontare, un episodio straordinario che lo ha indotto a riflettere sulla vita e sul destino. Questo libro raccoglie alcune di queste vicende: sogni premonitori, defunti che suggeriscono comportamenti e azioni decisive, coincidenze inspiegabili che mutano il corso di una vita. Ciò che accomuna queste storie è l’elemento miracoloso, soprannaturale, il palesarsi di una soluzione positiva in situazioni che sembrano senza via d’uscita. Quale significato dobbiamo attribuire alle cosiddette coincidenze?

GABRIELE LA PORTA Direttore di Rai2 nel 1994, dal 1996 al 2010 ha diretto RaiNotte, passando poi alla rete televisiva Cinquestelle. Da giugno 2010 è direttore di Ecoradio. Giornalista e docente universitario (insegna Filosofia Antica e Filosofia dell’Interiorità all’Università di Siena e presso l’Istituto “H. Bernheim” di Verona), ha pubblicato più quaranta saggi, tra cui Giordano Bruno, Grandi castelli, grandi maghi, grandi roghi, Il ritorno della Grande Madre, La Magia e il Dizionario dell’Inconscio e della Magia.

Fonte: La Lepre Edizioni