Archive

Posts Tagged ‘Fiera Vintage’

“MISS PIN UP”, primo concorso pin up presso Fiera Vintage Forlì

June 26, 2012 Leave a comment

1° CONCORSO “MISS PIN UP” FIERA VINTAGE FORLI’
La pin up simbolo e slogan della Fiera Vintage di Forlì, dall’edizione autunnale avrà il suo concorso di bellezza che premierà la femminilità sullo stile anni ‘50.
Il concorso è nato per rivalutare un modello di donna che in questo secolo non viene più considerato e lontano dai canoni di bellezza un po’ androgina a cui ci siamo abituati in questi anni: le curve tipicamente femminili, che anno dopo anno i vari editoriali ci hanno fatto disprezzare, tornano a far sognare gli uomini e a rassicurare le donne.
Le Pin up in déshabillé non hanno niente che assomigli alla volgarità che ci viene proposta oggi dai media, ma sono eccelse interpreti della sensualità dal gusto retrò, sempre attuale.
Il contest intende valorizzare le peculiarità delle pin-up: una silhouette curvilinea ma snella e sinuosa, un viso dolce, da bambola, pose ammiccanti, sensuali, ma anche ironiche e buffe, mai volgari. Sono questi i tratti inconfondibili che hanno reso intramontabili le pin up, le donnine “da appendere” degli anni Cinquanta; piccole dive maliziose con due grandi modelli: la bionda Marilyn Monroe che esordì proprio posando per disegni “da calendario” e la bruna e un po’ perversa Bettie Page, icona del lato più dark del genere. Il loro stile, amabilmente vintage, superfemminile, eccentrico, è tornato di moda.
Chi erano le Pin Up????
Con il termine di pin-up (termine di lingua inglese traducibile con da appendere) si indicano generalmente le ragazze – solitamente procaci, ammiccanti e sorridenti – fotografate in costume da bagno le cui immagini, durante il secondo conflitto mondiale, iniziarono a diffondersi su molte riviste settimanali degli Stati Uniti.
Questo fenomeno attirò in maniera sempre maggiore l’attenzione soprattutto dei lettori uomini, e in particolare registrò un incredibile successo fra i soldati impegnati al fronte, che usavano appendere le fotografie di queste ragazze nei loro armadietti o nelle loro tende di accampamento.
Questa categoria di  sex-symbol venne identificata col nome di pin-up, e appunto stava a indicare una categoria di splendide ragazze, sensuali e affascinanti, prive di quell’alone di mistero che aveva caratterizzato le “dive” degli anni trenta, elemento che contribuì di certo a conferire loro il favore del pubblico.
Erano tipiche bellezze americane, dalle gambe lunghe, seno prorompente e naso all’insù, quindi prosperose ed attraenti ma dallo sguardo sereno, quasi fanciullesco, ed armonioso. Erano delle “dive” private del classico “divismo”: l’ampia diffusione delle loro storie sulle riviste concorse a conferire loro un carattere comune agli occhi del pubblico.
IL CONCORSO
Le selezioni per il concorso si svolgeranno all’interno di Fiera Vintage alle ore 17:00 di venerdì 21 e sabato 22 settembre, quando saranno decretate le 10 sfidanti che parteciperanno, sempre nella giornata di sabato, alla finale di  “Miss Pin up Fiera Vintage Forlì 2012”.
La vincitrice accederà di diritto alla 4° finale del concorso Nazionale “Miss pin up”  che si svolgerà domenica 23 settembre.
I requisiti per partecipare al concorso sono: “total look” e “make up” Vintage sullo stile Pin-up anni ’50; essere formose e con le curve, soprattutto mai volgari, vale a dire vicine a quell’immagine di Femminilità dal gusto retrò che il concorso stesso vuole rivalutare; nessun limite di altezza; taglia dalla 40 alla 54; maggiore età; essere spiritose e ironiche, ma soprattutto avere voglia di
esibirsi e farsi ammirare; non essere vincolate da contratti d’agenzia che tutelano l’immagine della candidata, o essere in possesso di liberatoria per esibirsi e partecipare al concorso.
“Miss Pin up Fiera Vintage Forlì 2012” avrà diritto ai seguenti premi: servizio fotografico offerto da Simona Sessa nel suo Show room di Ancona, “Pin up del 2000”; pagina web e visibilità per un anno sul sito ufficiale della Fiera http://www.fieravintage.it con migliaia di visitatori al mese; 1 pagina web su http://www.modellepinup.com. Inoltre, la vincitrice diventerà madrina del concorso e sarà chiamata al passaggio dello scettro alla vincitrice dell’anno successivo.
“Miss Pin up Fiera Vintage Forlì 2012” riceverà una targa d’argento e un prezioso omaggio stile pin up offerto da Romagna Fiere e da America Graffiti.
Per il regolamento completo potete visitare la sezione eventi collaterali – 1°  edizione concorso pin up fiera vintage Forlì: http://www.fieravintage.it/area_visitatori/eventi_collaterali.html
INFO, ORARI E PREZZI:
Come sempre si riconferma il venerdì mattina per la visita in anteprima gratuita agli operatori del settore, addetti stampa, collezionisti e alla ricerca, ma anche ai fedelissimi iscritti alla newsletter della manifestazione, agli amici di Facebook e My Space che potranno entrare gratuitamente prima dell’apertura al pubblico, per scegliersi per primi il meglio del vintage d’autore e non.
Orari al pubblico:
• venerdì dalle 14.00 alle 20.00
• sabato e domenica dalle 10.00 alle 20.00
• Ingresso: euro 6,00 – Coupon riduzione scaricabile dal sito http://www.romagnafiere.it

Categories: Eventi Tags: ,

“Vintage! La moda che vive due volte”, 12ª edizione della kermesse vintage di Forlì

June 20, 2012 Leave a comment

“VINTAGE! LA MODA CHE VIVE DUE VOLTE” 12° edizione
La popolarità raggiunta dalla tendenza Vintage in questi ultimi anni e l’enorme risposta di pubblico dimostrano che questo fenomeno non è un semplice rigurgito nostalgico, ma un modo per riflettere su come eravamo per trovare una strada nel presente, un riconoscimento alle generazioni passate per ciò che ci hanno tramandato.
“Vintage! La moda che vive due volte” racconta il periodo che va dagli anni ’40 agli anni ’80, con la moda, il modernariato, articoli da collezionismo, profumi , capi sartoriali dell’epoca, pezzi di design; gli oggetti d’uso in quei decenni e il modo in cui sono stati abbandonati, riutilizzati, custoditi, rivenduti, con un occhio di riguardo al mercato che si è creato intorno ad essi e al mondo del collezionismo.
Ma “Vintage! La moda che vive due volte” vuole narrare questo “scampolo” di storia anche analizzando lo stile di vita, la moda e il costume di quell’epoca. Per questo gli eventi collaterali sono pensati e realizzati con particolare cura e attenzione, in modo da renderli parte integrante e fondamentale della kermesse.
A riprova che “VINTAGE, la moda che vive due volte!” è un riferimento per il settore, la manifestazione è stata scelta dalla RAI , che durante l’ edizione di Marzo 2012 ha inviato alcune troupe per effettuare due giornate di riprese, interviste e approfondimenti sui costumi, la moda e lo stile di vita dell’epoca vintage per la produzione di un rotocalco in 112 puntate, intitolato “Italia in 4D”, per il canale tematico Rai Storia,  che racconta l’Italia attraverso quattro decenni (dal 1950 al 1989).
Così come già accaduto con Radio24, emittente radiofonica del gruppo Sole 24ore, che per approfondire il tema del Vintage ha trasmesso un’intervista al coordinatore dell’evento forlivese, all’interno del rotocalco domenicale “Il riposo del guerriero”.
LA MANIFESTAZIONE
La manifestazione è organizzata da uno staff fieristico collaudato e  risulta essere la prima in Italia per numero di visitatori e la terza per “anzianità”,  con una media di circa
15 mila visitatori per edizione che varcano i tornelli dei padiglioni del polo fieristico di Forlì.
LE AREE ESPOSITIVE SONO 3:
Area Vintage: il fulcro principale della manifestazione: l’abbigliamento e gli accessori appartenuti al secolo scorso rimangono l’articolo più ricercato e costituiscono la maggior parte della merceologia esposta.
Area Fashion-Remake: Vintage non è solo sinonimo di passato e spesso malinconia del tempo che fu, ma anche un nuovo modo per guardare al futuro: le sartorie creative, piccole aziende artigiane e designer mettono in vendita in quest’area le loro creazioni frutto di rielaborazione di materiali datati o dismessi, siano essi tessuti, lane, legno, carte da parati o pvc… tutto può avere una nuova vita e creare nuove forme d’arte.
Area Modernariato & Design: dedicata agli oggetti della memoria e alle curiosità del passato: piccoli antiquari e collezionisti selezionati espongono complementi d’arredo di modernariato, vinili, latte d’epoca, giocattoli antichi, profumi da collezione, per compiere un salto indietro nel tempo in un’atmosfera da marchè-aux-puces. Visto il successo delle scorse due edizioni, particolare attenzione sarò dedicata al design del Novecento che ha celebrato la creatività italiana, capace di anticipare gusti e tendenze, contribuendo all’apertura verso la modernità. Novità di questa edizione, l’area Modernariato & Design accoglierà Gran Bazar Antiques, una formula originale del mercato brocante, tanto amato dai francesi che ci riporta con nostalgia al nostro caro rigattiere proponendo un’infinità di pezzi d’epoca, monete antiche, il collezionismo cartaceo, lampade in bronzo, argenti, porcellane, arredi vari si ripropongono all’interesse di appassionati e collezionisti. Luogo tra il deballage e la mostra- mercato che si qualifica anche come un momento commerciale per gli operatori di settore.
EVENTI COLLATERALI
Per quest’edizione autunnale non mancheranno le novità.
ESPOSIZIONI A.N.G.E.L.O. SMALL MUSEUM. vol.6.0.
Ad accogliere i visitatori in zona atrio, proponiamo in collaborazione con A.N.G.E.L.O. Vintage Palace di Lugo (RA),  un ricco programma d’iniziative volte alla valorizzazione della cultura della moda vintage. In vetrina 3 prestigiose mostre curate dall’archivio A.N.G.E.L.O:
“La moda femminile del ‘900”
A.N.GE.L.O. dedica una mostra alla moda femminile attraverso 12 abiti iconici e preziosi che raccontano l’evoluzione delle forme, dello stile e delle tendenze della moda nel secolo scorso. La passione e la cultura della moda attraverso A.N.G.E.L.O prendono vita e raccontano il modo di abbigliarsi delle donne durante il ‘900, dagli anni venti agli anni novanta. Il racconto visivo di come la figura femminile è stata modellata nel corso del Novecento per attrarre, sedurre e comunicare, contemplerà pezzi memorabili, emblema dell’arte della sartoria dell’ultimo secolo alcuni dei quali mai esposti prima d’ora e tutti provenienti dall’Archivio A.N.G.E.L.O: abiti sartoriali o firmati da Chanel, Christian Dior, Courrèges, Emilio Pucci, YSL, e Valentino più un contributo speciale di alcuni abiti provenienti dal guardaroba di Liza Minnelli.
“Vintage. La memoria della moda”
Un percorso visuale tra foto, descrizioni e citazioni tratte dall’omonimo libro prodotto nella collana DOSSIER MUSEI E TERRITORIO dell’Istituto per i Beni Artistici e Culturali della Regione Emilia – Romagna (I. Silvestri -a cura di- Vintage. La memoria della moda, Editrice Compositori, Bologna, 2010) appassionerà e sedurrà il pubblico permettendo di creare una finestra sull’affascinante mondo del vintage.
“Portami con te”
I pezzi icona che hanno fatto la storia dell’accessorio vintage.”
Un percorso rabdomante alla scoperta degli pezzi che hanno lasciato un segno nella storia dell’accessorio vintage. Icone come la 2.55 di Chanel, la Kelly di Hermès, la Baiadera di Gucci, le scarpe di Ferragamo e i foulard di Hermès, per fare qualche esempio, racconteranno l’evoluzione delle forme e dello stile caratteristici del secolo scorso.
A.N.G.E.L.O. Vintage, con la sua trentennale esperienza nel settore, riunisce negli spazi del Vintage Palace, sito a Lugo di Romagna, un tesoro fatto di abiti e accessori d’epoca raccolti in più di tre decenni di passione del fondatore Angelo Caroli, che l’ha reso oggi leader e punto di riferimento nel settore. A.N.G.E.L.O vanta collaborazioni con figure di spicco nel panorama della moda internazionale come stilisti e riviste di moda, produzioni cinematografiche, musicali e importanti istituti e università della moda.
1° CONCORSO “MISS PIN UP” FIERA VINTAGE FORLI’
La pin up simbolo e slogan della Fiera Vintage di Forlì, dall’edizione autunnale avrà il suo concorso di bellezza che premierà la femminilità sullo stile anni ‘50. Il concorso è nato per rivalorizzare un diverso modello di donna, quello che in questo secolo non viene più considerato e lontano dai canoni di bellezza un po’ androgina a cui ci siamo abituati in questi anni: le curve tipicamente femminili, che anno dopo anno i vari editoriali ci hanno fatto disprezzare, tornano a far sognare gli uomini e a rassicurare le donne.
Le Pin up in déshabillé non hanno niente che assomigli alla volgarità che ci viene proposta oggi dai media, ma sono eccelse interpreti della sensualità dal gusto retrò, sempre attuale.
Le selezioni per “Miss Pin Up Fiera Vintage Forlì” si svolgeranno il venerdì e il sabato e la vincitrice  accederà di diritto alla finale del concorso nazionale “Miss Pin Up”, che si svolgerà la domenica.
Il contest intende valorizzare le peculiarità delle pin-up: una silhouette curvilinea ma snella e sinuosa, un viso dolce, da bambola, pose ammiccanti, sensuali, ma anche ironiche e buffe, mai volgari.
Sono questi i tratti inconfondibili che hanno reso intramontabili le pin up, le donnine “da appendere” degli anni Cinquanta; piccole dive maliziose con due grandi modelli: la bionda Marilyn Monroe che esordì proprio posando per disegni “da calendario” e la bruna e un po’ perversa Bettie Page, icona del lato più dark del genere. Il loro stile, amabilmente vintage, superfemminile, eccentrico, è tornato di moda.
4° CONCORSO NAZIONALE “MISS PIN UP”
La finale nazionale del concorso ideato da Simona Sessa, giornalista, blogger, scrittrice, nonché Pin Up e paladina della Femminilità e della seduzione anni ‘50, e promosso dall’associazione culturale “Pin Up del 2000’, si svolgerà quest’anno all’interno di “Vintage! La moda che vive due volte! Edizione di Settembre 2012.
Dedicato a tutte le donne formose, plus size, maggiorate e con le curve; un titolo per valorizzare la donna dalla taglia 44 alla 50 che ricorda le dive sexy degli anni ’40-’50 come Marilyn Monroe, Betty Page o Jane Russel, non pone limiti di altezza o misure standardizzate: non più ragazze belle e finte ma con tanta personalità anche imperfette ma vere. Donne reali come quelle che incontriamo tutti i giorni, rassicuranti e burrose. Un concorso per tutte le italiane e le donne mediterranee che sono fiere delle loro rotondità avvolgenti. Per approfondimenti visitare il sito http://www.misspinup.org oppure il nostro sito http://www.fieravintage.it nella voce eventi collaterali.
SC’ART D’OFFICINA – Il recupero e il riciclo come forma d’arte
Installazione shock a cura di Davide Lazzarini di Officina del Riciclo.
Per valorizzare il settore Fashion Remake, abbiamo deciso di dedicare una mostra al riciclo e al recupero, dove il connubio tra arte e moda, rianima oggetti e materiali dismessi dimostrando che tutto può avere una seconda vita e può creare una nuova forma d’arte.
L’installazione curtata da Davide Lazzarini di Officina del Riciclo e da Ambra Fabbri di Sc’Art fa ben comprendere che è possibile essere eco e trendy allo stesso tempo.
La moda e l’arte critica aprono nuovi scenari per chi vuole essere fashion rispettando l’ambiente.
CORNER AMERICA GRAFFITI
Anche in questa edizione, lo spazio America Graffiti Vintage Bar & Music sarà allestito come un vero e proprio ristorante della catena, con pavimento a scacchi, tavoli, sedie e divanetti, auto e moto americane. Una collezione di vecchie insegne, pompe di benzina, flipper e juke-box ma anche oggetti che ricordano la vita quotidiana vissuta nelle piccole comunità, nelle cittadine dove sono ancora forti le vecchie e genuine tradizioni.
America Graffiti permette di riscoprire le atmosfere e i sapori dei locali a gestione familiare tipici dei paesi e delle campagne americane nel format tipico dei Diner che si trovano percorrendo una strada che attraversa i territori dell’Arizona, del Nevada o nei pressi di un lago a nord della California, arredati raccogliendo oggetti d’altri tempi quasi trovati per caso “on the road”. Nello spazio sarà presente l’America Graffiti store, con proposte di abbigliamento, gift, kustom e accessori, tutto rigorosamente VINTAGE .
Il Rock’n’ Roll è l’esclusiva colonna sonora di tutti i locali America Graffiti nei generi country, hillbilly, bluegrass, la musica folk della gente degli Stati Uniti d’America, quindi il Vintage Bar & Music AMERICA GRAFFITI sarà allietato da un rock’n’roll dj set e  tutti i giorni apertivi a tema 50’s e angolo di modernariato.
3° EDIZIONE PREMIO STILE DI UN’EPOCA
La dodicesima  edizione si concluderà con il” Premio Stile di un’ Epoca” e un vincitore per ogni settore della manifestazione Vintage-Remake-Collezionismo.
Il premio, ideato da Romagna Fiere,  sarà conferito agli espositori che meglio avranno saputo rappresentare il secolo scorso dal punto di vista della ricerca, dell’autenticità, dell’originalità e dell’ estetica dello stand e degli oggetti esposti e consiste in uno stand da 16 mq preallestito che viene concesso a titolo gratuito per l’edizione successiva della manifestazione.
I vincitori della seconda edizione sono stati: per il settore Vintage, A.N.G.E.L.O Vintage Palace  (www.angelo.it); per il settore Remake, Ricicli di Giulia Meloncelli (www.giuliameloncelli.com), per il settore Design, FRAGILE Modernariato e Design (www.fragilemilano.com).
INFO, ORARI E PREZZI:
Come sempre si riconferma il venerdì mattina per la visita in anteprima gratuita agli operatori del settore, addetti stampa, collezionisti e alla ricerca, ma anche ai fedelissimi iscritti alla newsletter della manifestazione, agli amici di Facebook e My Space che potranno entrare gratuitamente prima dell’apertura al pubblico, per scegliersi per primi il meglio del vintage d’autore e non.
Orari al pubblico:
• venerdì dalle 14.00 alle 20.00
• sabato e domenica dalle 10.00 alle 20.00
• Preview gratuita su invito venerdì mattina: dalle 10.00 alle 14.00
• Ingresso: euro 6,00
Coupon riduzione scaricabile dal sito http://www.fieravintage.it

Categories: Moda Eventi Tags: ,