Archive

Posts Tagged ‘Downton Abbey’

Downton Abbey, anticipazioni della seconda stagione

January 9, 2012 Leave a comment

Downton Abbey. Cosa succederà nella seconda stagione? Downton Abbey si è conclusa da pochi giorni con l’ultima puntata, ma sul web continua la ricerca di nuove anticipazioni sulla seconda stagione della serie british trasmessa in prima tv su Rete 4. Quale destino per la famiglia Grantham, a chi andrà l’eredita di Downton? La Prima guerra mondiale no n lascerà indenne la famiglia Grantahm. Mary e Matthew si riappacificheranno? Prima di lasciarvi alcuni sviluppi della trama della prossima stagione, ecco una breve sintesi dell’ultima puntata. Sibyl Crawley è del tutto intenzionata a fare della propaganda politica in favore del diritto al voto delle donne. La sua famiglia però si mostra decisamente contraria a questa iniziativa, in particolar modo suo padre e sua nonna, Lord Robert Grantham e la contessa Violet. Durante le elezioni a Sybil accade un incidente, che per fortuna non ha gravi conseguenze per la ragazza. A causa di tutto ciò potrebbe essere licenziato il suo autista, da tempo innamorato di lei, dal momento che Sir Robert è davvero furioso con entrambi. Mary, che nella scorsa puntata aveva ricevuto una proposta di matrimonio da Matthew, decide di rifiutare. Lo sfortunato consiglio arriva dalla zia Rosamund, che sottolinea in particolar modo il problema della gravidanza di Cora. Intanto la situazione tra Edith e Mary è del tutto irrecuperabile. Tra le due infatti è guerra aperta, dal momento che Edith ha messo in giro una voce inerente la morte di Kemal Pamuk diplomatico turco che ha perso la vita durante una notte d’amore con sua sorella. Ai piani bassi però la situazione non va meglio: la cuoca, Mrs Patmore deve fare i conti con seri problemi di vista, che le causano non pochi guai con lo svolgimento del lavoro in cucina. Thomas invece continua a maltrattare e tormentare il timido e giovanissimo William, in difesa del quale si schiera poi Bates. Proprio questi si ritrova a dover fronteggiare una dura e difficile situazione. Per proteggere sua moglie, donna calcolatrice e senza scrupoli, colpevole di un furto, Bates si è preso la colpa e viene per questo arrestato. Anna, dopo aver parlato con la moglie di Bates,  viene a conoscenza di tutta la verità. Vera, la moglie del valletto, dopo il furto si è data alla fuga, lasciando nei guai suoi marito. Intanto Bates, parlando con Moseley, confessa d’essere profondamente innamorato di Anna. Tra Mary e Matthew invece il rapporto inizia a incrinarsi bruscamente, dal momento che il ragazzo non riesce davvero a farsi una ragione del rifiuto ricevuto alla sua proposta di matrimonio, soprattutto perché tra i due sembrava essersi instaurato un certo rapporto d’intimità. Intanto Sarah O’Brien, cameriera di Lady Cora, crede che la  signora stia cercando una nuova cameriera e sia  del tutto intenzionata a licenziarla così decide di mettere in atto una vendetta. Cora, dal canto suo, sta realmente cercando una nuova domestica, ma non per lei, bensì per sua suocera. Il piano della O’Brien però è ormai in atto e, inconsapevole dell’innocenza di Cora, lascia cadere in terra una saponetta, proprio mentre la donna sta facendo il bagno. Il risultato è atroce, dal momento che Cora, uscita dalla vasca, scivola e cade rovinosamente a terra, perdendo il bambino. Intanto si sta avvicinando l’inevitabile primo conflitto mondiale. E’ il 1914 e, data l’imminente entrata nel conflitto del suo paese, Thomas decide di arruolarsi, partendo per il fronte e abbandonando così Downton. Tutti o quasi sono davvero entusiasti della notizia dell’uomo. Lord Grantham decide di organizzare una festa per allietare tutta la famiglia, in tensione a causa proprio della tragedia familiare e della complessa situazione politica che da tempo si respira. Improvvisamente però arriva un telegramma: Sir Robert annuncia a tutti che l’Inghilterra è ufficialmente in guerra. Intanto Mary cambia idea sulla proposta ricevuta da Matthew,  la ragazza che confessa all’uomo di volerlo sposare. Matthew però è decisamente ferito e deluso dal suo comportamento, decide così di andar via da Downton Abbey, lasciando tutti.
La prima Guerra Mondiale è in una fase decuisiva per l’Ingilterra, schierata contro la Germania. Anche Lord Granthsm viene chiamato alle armi. Sibyl intanto cerca di farsi insegnare alcuni ridumenti base di cucina da Mrs Patmore e Daisy per poter fare l’infermiera in ospedale. Continua la rivalità tra Edith e Mary, che torna a Downton. La ragazza è felice perchè anche Matthew sta per tornare, ma per la ragazza sarà una doccia fredda. Matthew porta con sè la fidanzata, la futura Lady Grantham. intanto “downstairs” Mr Bates chiede ad Anna di sposarlo, ma l’uomo dovrà rinunciare ai suoi progetti, perchè riappare Vera, la moglie dei valletto, che lo ricatta. Se non tornerà con lei rovinerà la reputanzioni di Mary Crawley dicendo che è a conoscenza del fatto che Pamuk è morto menre era a letto con lei. Bates lascia Anna. Prima che parta per il fronte, Mary corre da Matthew. Avrà il coraggio di confessargli il suo amore?

Fonte: Il Sussidiario.net

Categories: Series, TV News Tags:

Downton Abbey, seconda strabiliante stagione negli Stati Uniti

January 5, 2012 Leave a comment
Dopo il successo in UK, parte negli Stati Uniti l’otto gennaio prossimo, su PBS Masterpiece, la seconda stagione di uno sceneggiato televisivo squisitamente inglese, prodotto da Britain’s Television per ITV 1, che, con la sua prima tornata nel 2010, ha ottenuto un fenomenale successo in tutto il mondo e conquistato l’Emmy Award. Si tratta di Downton Abbey, un classico period drama in tre segmenti, che si svolge nell’epoca edoardiana, tra i primi anni del XX secolo e lo scoppio della prima guerra mondiale, evento che stravolgerà totalmente la scena, per concludersi nel 1920. E se gli episodi del primo ciclo sono ispirati da un registro letterario alla Throllope, quelli della seconda scivolano romanticamente nella soap.
Downton Abbey è un perfetto appassionante mixdi vita aristocratica, tra splendori e il tramonto annunciato di una civiltà antica, paternalismo, segreti, intrighi di potere e per il possesso di una superba proprietà avita, le regole implacabili della tradizione dinastica, amore e sesso, cacce alla volpe, rituali tè pomeridiani, sprezzatura e manierismo, snobismo, coscienza di casta, ipocrisia, dolore e nuove idee. Sentimenti, interessi e programmi che si intrecciano all’esistenza parallela della servitù, che tra luci e ombre si svolge ai piani bassi della residenza patrizia dalla turrita mole neo-tudor che dà il nome alla serie.
Downton Abbey è una di quelle magnifiche ricostruzioni che solo gli anglosassoni riescono a montare con profonda verosimiglianza, lieve attitude ironica, scarna e delicata poesia, cesello di dettagli e ortodossia cronachistica. Ora il serial, girato in una sorta di luce chiara, concisa e geometrica, con un forte senso di realtà e di essenziale partecipazione intimistica, ben lontano da ogni enfasi storicistica o esagerazione teatrale, da ogni opulenta estetica alla James Ivory, approda sul piccolo schermo italiano la domenica sera, su Rete 4, con le puntate che tracciano la sua programmazione iniziale.
Il demiurgo dell’affermazione globale di Downton Abbey, altri non è che lo scrittore, attore, regista, soggettista teatrale e cinematografico britannico Julian Fellowes, che l’ ha creata. Genio multiforme e esponente del partito conservatore, autore, tra l’altro, di due best sellers quali il mitico Snob, nel 2004, sofisticata e ironica esercitazione letteraria sulle nuances sociali e sui tic dell’upper class UK e del plot agrodolce e malinconico di Un Passato Imperfetto, nel 2009. Poliedrico ed eccentrico, Fellowes, che è stato creato dalla Camera dei Lord Barone di West Stafford, è sposato dal 1990 con Emma Joy Kitchener, bisnipote del primo Earl Kitchener, ha recitato nei ruoli di Kilwillie nella fortunata serie tv The Monarch of the Glen e come secondo Duca di Richmond nella stupenda rievocazione settecentesca di Aristocrats.
Ha addirittura vinto un Academy Award, grazie allo screenplay diGosford Park, film da cui evidentemente provengono molte ispirazioni e suggestioni dispiegate in Downton Abbey. “Abbiamo girato ogni cosa- afferma Julian Fellowes- in una maniera veloce, con l’incalzante ritmo di una soap. Il segreto della riuscita sta tutto nella decisiva caratterizzazione psicologica, estetica, morale dei ruoli. “L’ambientazione favolosa in cui si dipana la storia, è quella di un’autentica nobile dimora di campagna, Highclere Castle, non lontano da Newbury, a ovest di Londra, con il debito vastissimo parco, gli annessi agricoli e venatori e l’interminabile enfilade di sale e saloni, dei sontuosi interni che miscelano varie epoche, preziosi dipinti, sculture e arredi di origine e matrice stilistica differente.
La vicenda ruota tutta intorno alla discussa successione di Lord Robert Crawley, Earl of Grantham- un magistrale Hugh Bonneville-, gentiluomo di stampo antico, che ha consacrato l’intera esistenza alla conservazione e sopravvivenza del patrimonio familiare. Sempre seguito dal suo yellow labrador retriever, ex- combattente nella guerra boera, figura impeccabile e molto umana, elegantissimo in frac come negli outfit di Harry’s tweed, peraltro da copiare, assolutamente.
I personaggi dello sceneggiato sono tanti, complessi, molto delineati. C’è l’ambizioso e viscido aspirante valletto Thomas-un fenomenale Rob James-Collier-, capace di tutto per impadronirsi, costi quello che costi, di un posto al sole, Lady Mary- Michelle Dockery- la ribelle e ostinata figlia maggiore dei Crawley, le sue sorelle Edith e Sybil, rispettivamente Laura Carmichael e Jessica Brown Findlay, il fedele butler Carson- Jim Carter- e Mrs. Hughes- è Phyllis Logan-, la governante dal pugno di ferro e dal cuore tenero. Commuove il valletto personale ed ex attendente di Lord Grantham, John Bates- Brendan Coyle-, che stoico soffre di una brutta ferita bellica alla gamba.
Buoni e cattivi, desideri e vendette, volontà di potenza e riscatto sociale, sensualità, cupidigia, affetto, onore, amicizia e risentimento si sovrappongono. I colpi di scena si succedono incessanti, la trama si complica, si ingarbuglia con sorprese e svolte clamorose, ti attanaglia implacabile. Un’appassionante, pirotecnica e stilizzata comedie humaine. Spiega infatti il regista della serie, James Strong: “Qui non ci sono grandi star, vi è un insieme. Downton è focalizzato sull’essere umano, sul gioco delle relazioni e su come noi tutti lottiamo per trovare il nostro posto nel mondo. È una specie di salto in un universo distante, perduto, ma al contempo è un qualcosa di così vicino a noi…”.
Sull’onda del successo planetario dello sceneggiato, Jessica Fellowes, nipote di Julian, ha realizzato un volume che in maniera più che eloquente si intitola The World of Downton Abbey.

Cesare Cunaccia

Fonte: Vogue.it 

Downton Abbey

December 5, 2011 Leave a comment

Downton Abbey è una serie televisiva britannica in costume prodotta dalla Carnival Films per il network ITV. La serie è ambientata durante la fine dell’età edoardiana (dopo la morte di Edoardo VII) e la Prima Guerra Mondiale, nella tenuta fittizia di Downton Abbey nello Yorkshire. La serie è stata ideata e principalmente scritta dall’attore e scrittore Julian Fellowes ed è stata trasmessa in anteprima il 26 settembre 2010 su ITV.
La serie è stata accolta positivamente e gli ascolti sono stati molto alti per uno show di questo genere, raccogliendo diversi premi e nomination. È diventata successivamente la serie drammatica britannica in costume di maggior successo dopo il serial Ritorno a Brideshead del 1981 e nel 2011 è entrata nel Guinness dei primaticome spettacolo dell’anno più acclamato dalla critica, diventando la prima serie britannica a vincere tale riconoscimento.
La prima e la seconda stagione sono andate in onda rispettivamente nel 2010 e nel 2011 sul canale ITV1. Il 3 novembre 2011, ITV ha confermato il rinnovo per una terza stagione che andrà in onda a partire da settembre 2012.
In Italia viene trasmessa la prima stagione in chiaro su Rete 4 a partire dall’11 dicembre 2011.
Trama
Ambientata nella fittizia Downton Abbey, tenuta di campagna nello Yorkshire del Conte e della Contessa di Grantham, la serie segue le vite dell’aristocratica famiglia Crawley e dei loro servitori a partire dal 15 aprile 1912, data di affondamento del RMS Titanic. Alla notizia della tragedia, la famiglia Crawley è sconvolta nell’apprendere che l’erede alla loro proprietà, nonché alla cospicua dote della Contessa Cora, è deceduto nel naufragio. Nuovo beneficiario diventa il giovane Matthew, membro della piccola borghesia e cugino di terzo grado della famiglia, esercitante la professione di avvocato in un piccolo villaggio inglese. I Crawley, soprattutto la Contessa Madre Violet, inorridiscono al pensiero che ad una persona “che lavora”, senza la minima intenzione ad adattarsi alla vita aristocratica da loro condotta, spettino i loro interi averi.
Sullo sfondo s’intrecciano le vicende della vita dei numerosi domestici.
Location
Highclere Castle, nel Berkshire, è stato utilizzato per le riprese esterne di Downton Abbey, così come per la maggior parte delle riprese degli interni. Gli spazi riservati alle abitazioni dei servitori sono state invece costruite e filmate negli Ealing Studios a Londra.
Il villaggio di Bampton, nello Oxfordshire, è stato utilizzato per girare le scene all’aperto, in particolare della St Mary’s Church e la biblioteca del villaggio, che funge da ingresso all’ospedale.
Personaggi e Interpreti
Famiglia Crawley
Robert Crawley (stagioni 1-in corso), interpretato da Hugh Bonneville, doppiato da Luca Biagini.
Il conte e capo della famiglia Crawley.
Cora Crawley (stagioni 1-in corso), interpretata da Elizabeth McGovern, doppiata da Anna Cesareni.
La contessa di Grantham, è la moglie americana del conte.
Lady Mary Crawley (stagioni 1-in corso), interpretata da Michelle Dockery, doppiata da Benedetta Degli Innocenti.
La figlia maggiore del conte e della contessa.
Lady Edith Crawley (stagioni 1-in corso), interpretata da Laura Carmichael, doppiata da Paola Majano.
La secondogenita del conte e della contessa.
Lady Sybil Crawley (stagioni 1-in corso), interpretata da Jessica Brown-Findlay, doppiata da Maria Letizia Scifoni.
La figlia minore del conte e della contessa.
Lady Violet Crawley (stagioni 1-in corso), interpretata da Maggie Smith, doppiata da Paola Mannoni.
La contessa madre di Grantham, è la madre del conte.
Matthew Crawley (stagioni 1-in corso), interpretato da Dan Stevens, doppiato da Alessio Cigliano.
Il cugino di terzo grado del conte, è avvocato in un piccolo paese di campagna. È il nuovo erede del titolo e della proprietà.
Isobel Crawley (stagioni 1-in corso), interpretata da Penelope Wilton, doppiata da Lorenza Biella.
La madre di Matthew.
Personale di servizio
Charles Carson (stagioni 1-in corso), interpretato da Jim Carter, doppiato da Paolo Marchese.
Lavora come maggiordomo.
Elsie Hughes (stagioni 1-in corso), interpretata da Phyllis Logan, doppiata da Antonella Giannini.
È la governante.
John Bates (stagioni 1-in corso), interpretato da Brendan Coyle, doppiato da Massimo Rossi.
Vecchio amico del conte, è zoppo e lavora come valletto.
Sarah O’Brien (stagioni 1-in corso), interpretata da Siobhan Finneran, doppiata da Anita Bartolucci.
È la cameriera personale della contessa.
Anna Smith (stagioni 1-in corso), interpretata da Joanne Froggatt, doppiata da Francesca Manicone.
Capo cameriera, si occupa delle figlie del conte.
Thomas Barrow (stagioni 1-in corso), interpretato da Rob James-Collier, doppiato da Alessandro Quarta.
Lavora come cameriere.
William Mason (stagioni 1-2), interpretato da Thomas Howes, doppiato da Davide Albano.
Lavora come cameriere ed è innamorato di Daisy.
Gwen Dawson (stagione 1), interpretata da Rose Leslie, doppiata da Benedetta Ponticelli.
Lavora come domestica, ma vuole diventare segretaria.
Beryl Patmore (stagioni 1-in corso), intepretata da Lesley Nicol, doppiata da Aurora Cancian.
Lavora come cuoca.
Daisy Robinson (stagioni 1-in corso), interpretata da Sophie McShera, doppiata da Emanuela Damasio.
Lavora come domestica in cucina.
Ethel Parks (stagione 2), interpretata da Amy Nuttall.
Lavora come domestica.
Altri personaggi
Lady Rosamund Painswick (stagione 1-in corso), interpretata da Samantha Bond.
L’unica sorella di Robert, ha sposato un banchiere molto ricco, Marmaduke Painswick. Ha due figli, Lavinia, sposata a un colonnello, e Cyril. Esprime sempre la sua opinione su ogni cosa.
Tom Branson (stagione 1-in corso), interpretato da Allen Leech, doppiato da Stefano Crescentini.
Il nuovo autista, è irlandese e ha idee politiche socialiste.
Joseph Molesley (stagioni 1-in corso), interpretato da Kevin Doyle, doppiato da Giovanni Bersanetti.
Maggiordomo e domestico di Matthew Crawley.
Mrs. Bird (stagioni 1-in corso), interpretata da Christine Lohr.
Cuoca di Matthew Crawley.
Lavinia Swire (stagioni 2-in corso), interpretata da Zoe Boyle.
L’unica figlia dell’avvocato londinese Reggie Swire, sua madre è morta. È la fidanzata di Matthew, che ama profondamente.
Sir Richard Carlisle (stagioni 2-corso), interpretato da Iain Glen.
Appartenente alla nuova società, è il proprietario di un giornale e il fidanzato di Mary.
Produzione
Inizialmente, Gareth Neame pensava di adattare in una serie televisiva l’acclamato romanzo di Julian Fellowes Snob, ma, dopo diverse discussioni, Neame e Fellowes decisero di creare una serie completamente nuova, ambientata nell’età edoardiana.
Casting
Il direttore del casting è Jill Trevellick.
Location
Highclere Castle, nel Berkshire, è stato utilizzato per le riprese esterne di Downton Abbey, così come per la maggior parte delle riprese degli interni. Gli spazi riservati alle abitazioni dei servitori sono state invece costruite e filmate negli Ealing Studios a Londra.
Il villaggio di Bampton, nello Oxfordshire, è stato utilizzato per girare le scene all’aperto, in particolare della St Mary’s Church e la biblioteca del villaggio, che funge da ingresso all’ospedale.
Colonna sonora
La colonna sonora, contenente musiche della serie e nuove tracce, è stata rilasciata a settembre 2011. La musica è di John Lunn e Don Black, mentre le cantanti sono Mary-Jess Leaverland e Alfie Boe.

Fonte: Wikipedia

Categories: Series Tags: