Archive

Posts Tagged ‘Carl Van Vechten’

“Una tigre in casa” di Carl Van Vechten, recensione di Marius Creati

September 25, 2017 Leave a comment

tigre

Quanti individui adottano un gatto sognando di condividere l’esperienza di una piccola tigre in casa e quanti riscontrano nelle goffe movenze del proprio Felis Catus le leggiadre movenze di un impavido felide della savana.

“Una tigre in casa”, un libro da comprendere, un saggio compendioso, un lodevole spunto d’osservazione per gli amanti di questo piccolo animale domestico, un petit passe-partout ideato dalla mente di un grand amateur per elogiarne le caratteristiche, da cui trova la sua massima espressione mediante una chiave di lettura disimpegnata attraverso cui i simpatici amici a quattro zampe animano la vita e gli attimi fugaci dei loro condiscepoli umani, spesso attanagliate nelle vicende quotidiane di personaggi di spicco.

Gatti, gatti e semplicemente gatti… di tutte le razze e diversa natura, appassionati, affettuosi, melodrammatici, un peu flanêur e bighelloni…

Carl Van Vechten strumentalizza aneddoti e racconti in maniera esemplare ,immedesimando il lettore in un tripudio irrefrenabile di storie narranti le peripezie rocambolesche di tutta una serie di micioni e micetti, per animare un libretto straordinario di notevole gusto narrativo la cui bellezza espositiva indossa una calzamaglia di pelo gattice lungo le riga della narrazione sottolineanti gli aspetti variegati del folclore, dell’occulto, della musica, dell’arte e della vita sociale di fine secolo scorso.

Marius Creati

Aforisma di Carl Van Vechten

January 18, 2017 Leave a comment

carl-van-vechten

“Forse quello che chiamiamo istinto non é altro che una diversa forma di conoscenza”.

Aforisma di Carl Van Vechten

February 25, 2012 Leave a comment

“Il gatto é l’unico animale che vive con l’uomo seguendo un principio di uguaglianza, per non dire di superiorità”.

“Una tigre in casa” di Carl Van Vechten, Elliot Edizioni

November 9, 2011 Leave a comment

CARL VAN VECHTEN
UNA TIGRE IN CASA
Collana Raggi
pp. 320
Prezzo di Copertina: euro  17,50
Ottobre  2010
ISBN 9788861921634

Intelligente, arguto e sofisticato, finalmente tradotto anche in Italia il classico per antonomasia sulla storia d’amore tra la razza umana e quella felina.
“Un dio, un compagno delle streghe durante i sabba, un animale considerato nobile in Thailandia, ‘la tigre che mangia dalla mano’ in Giappone, l’animale preferito di Maometto, il rivale di Laura nell’amore del Petrarca, l’amico di Richelieu, il favorito dei poeti…” sono soltanto alcune delle molteplici identità feline che Carl Van Vechten esamina in questa gloriosa panoramica storica sulla vicenda d’amore tra gli esseri umani e il gatto. In questo affascinante peana dei felini, si ritrovano innumerevoli aneddoti, eventi e tradizioni riguardanti la mutevole natura di questo affascinante animale: la sua lunga associazione con l’occulto, la sua presenza nel folclore, nella musica, nell’arte e nella letteratura, i legami con i poeti e i personaggi famosi e molto altro ancora. Delizioso quanto ricco di informazioni, questo libro è impreziosito dalla prosa sontuosa dell’autore che rende la lettura di ogni pagina un piacere inesauribile. Il gatto tiene al focolare domestico e spesso si degna di manifestare il suo affetto agli amici umani o di intrattenere cordiali rapporti con cavalli, pappagalli e tartarughe, ma anche nelle più calde manifestazioni relazionali tende a mantenere la propria indipendenza. Sta dove ama stare, va dove vuole andare. Dà il suo affetto a chi desidera (e, andrebbe aggiunto, quando lo desidera) riservandosi il diritto di negarlo a chi non reputa degno. In altre parole, un gatto è paragonabile a un amico nobile e austero; se ne perdiamo rispetto e fiducia, il rapporto si deteriora. «Ogni amante dei gatti dovrebbe possedere questo libro… il miglior trattato sul gatto, sia dal punto di vista spirituale che biologico, che si sia mai visto» CHICAGO EVENING POST «Assolutamente affascinante» CHICAGO TRIBUNE «Finalmente il gatto ha un libro degno di lui: lussuoso, regale, sicuro di sé e completo» NEW YORK EVENING POST

Carl Van Vechten Nacque nel 1880 a Cedar Rapids, Iowa, ma si trasferì presto a New York dove intraprese una fortunata carriera come critico, scrittore e fotografo. Fu un tenace sostenitore di Gertrude Stein e del movimento di scrittori noto come Harlem Renaissance. Morì a New York nel 1964.

Fonte: Elliot Edizioni