Archive

Posts Tagged ‘Ariston’

Festival di Sanremo 2018, vincitori Ermal Meta e Fabrizio Moro

February 11, 2018 Leave a comment

meta moro

Il Festival di Sanremo 2018 ha i suoi due vincitori: Ermal Meta e Fabrizio Moro. Il duo “inedito” ha trionfato all’Ariston nella serata di ieri sera con il loro brano Non Mi Avete Fatto Niente che è stato al centro, nei giorni precedenti a quelli della finale, di un rischio eliminazione per via del fatto che il brano fosse già stato “parzialmente” eseguito in contesti pubblici.

A comporre il podio della kermesse anche Lo Stato Sociale (secondo posto) e Annalisa (terzo posto): fanalino di coda per classifica gli Elio e le Storie Tese il cui Arrivedorci non ha convinto pubblico e critica. Eppure la serata finale di Sanremo sarà ricordata per ben più delle semplici canzoni. Momento più alto e indimenticabile, il monologo La notte poco prima delle foreste dedicato al tema dell’emarginazione recitato da un eccezionale Pierfrancesco Favino: tolti i panni dello showman, Favino ricorda al pubblico dell’Ariston (e non solo) di essere uno dei migliori attori del nostro cinema regalando alla storia del Festival qualcosa da mettere nella bacheca dei grandi trofei.

Notevole anche l’esibizione di una guarita Laura Pausini che finisce per cantare il suo pezzo addirittura fuori dal teatro per la gioia della folla in delirio. E poi gli abiti scenografici di Michelle Hunziker e la sua simpatia, il ritorno di Fiorello anche solo in audio e tante sorprese che parlano di una televisione di altri tempi eppure così contemporanea. Ci domandiamo, a questo punto, perché nei tanti commenti che sono apparsi sul Festival nessuno abbia evocato una parola “grande varietà di prima serata”.

Forse perché evoca una televisione di altri tempi, antica e polverosa, mentre il Sanremo di Claudio Baglioni sembra essere quanto più di attuale e di ampio respiro ci possa essere. O forse perché, per la prima volta, qualcosa di innovativo nella nostra televisione è davvero accaduto. Certo non senza polemiche ed errori, ma è accaduto.

Fonte: Vogue.it

Gianmarco Mazzi, conclusione di un percorso come direttore artistico

February 20, 2012 Leave a comment

Mi fermo, ho esaurito tutte le idee su questa manifestazione . Gianmarco Mazzi lascia la direzione artistica del Festival di Sanremo. Lo ha annunciato lo stesso Mazzi in conferenza stampa all’Ariston Roof: “Nessuno mi ha chiesto dimissioni, però voglio anche dirvi che oggi è l’ultima volta che vengo in Sala stampa – ha detto Mazzi – Domani non ci sarò, perché considero concluso questo percorso, non sulla base della spinta emotiva, ma devo fermarmi perché ritengo di aver esaurito tutte le idee su questa manifestazione”. Il direttore artistico ha spiegato che la decisione è stata presa già un mese fa.
Mazzi ha ringraziato la Rai e chiesto scusa ai giornalisti per certe “spigolature” del “mio carattere passionale”.

Fonte: TMNews

Categories: TV News Tags: ,

Adriano Celentano, bufera e sdegno vescovile sullo show anti-clericale

February 15, 2012 Leave a comment

Bufera sullo show anti-Chiesa del Molleggiato, difeso da Bondi e Di Pietro. Il dg Lei invia Marano a “coordinare” il festival.
Bufera su Celentano dopo il suo duro attacco alla Chiesa, e il festival di Sanremo viene commissariato dai vertici Rai. I vescovi esigono le scuse del Molleggiato che, nella serata inaugurale della 62esima edizione, ha definito ipocriti Famiglia Cristiana e Avvenire e ha detto che devono chiudere. Dopo le polemiche, il dg Rai, Lorenza Lei, ha deciso di mandare nella città dei fiori il vicedirettore Antonio Marano per “coordinare” la kermesse. Gianni Morandi ha chiesto: “C’era bisogno di un comunicato ufficiale?”. Alla luce del boom di ascolti (una media del 50 per cento di share) il cantante-presentatore ha scherzato: “Se i prossimi andranno male, sarà colpa di Marano”.
A difendere Celentano è stato il direttore artistico del festival, Gianmarco Mazzi: “Ha espresso il suo diritto di critica”. Secondo Mazzi, Celentano dovrebbe essere apprezzato maggiormente dalla stampa, anziché criticato, perché dopo tanti anni “ha sempre il coraggio di battere strade non battute, di innovare”. Oltre a Mazzi, anche Di Pietro ha spezzato una lancia in suo favore. “L’arte non può e non deve essere censurata”, ha scritto il leader Idv sul suo blog. E, dal canto suo, l’ex ministro dei Beni culturali, Sandro Bondi, ha detto che quello di Celentano è stato “un grido vibrante a difesa della fede”.
Sdegnata la replica dei vescovi al cantante. “E’ più l’amarezza che il disappunto – ha scritto il Sir, l’agenzia stampa dei vescovi – a prendere il sopravvento. Ci aspettiamo che a parole insensate, cioè impensate, seguano parole pensate e di scusa. Anche senza microfono”. Pure i bersagli più direttamente chiamati in causa, e quindi Avvenire e Famiglia Cristiana, hanno risposto seccati.
Non solo Chiesa. Celentano è andato contro tutti dal palco dell’Ariston, prendendosela anche con la Consulta, la Merkel, Sarkozy e il critico televisivo del Corsera, Aldo Grasso, definito “un deficiente che scrive idiozie”.

Fonte: TMNews

Gianni Morandi, ispirazione d’antan per la coppia inedita Morandi – Papaleo

January 11, 2012 Leave a comment

Il cantante racconta l’inedito duo che condurrà Sanremo.
Sanremo scalda i motori. A poco più di un mese dal via, i conduttori del 62esimo Festival della Canzone Italiana si raccontano sul settimanale “Chi”: Gianni Morandi e Rocco Papaleo, una coppia inedita. “Penso spesso a Walter Chiari e Paolo Panelli, a Tognazzi e Vianello, a Cochi e Renato. Non saremo come loro ma ci possiamo ispirare – ha dichiarato il cantante, per il secondo anno consecutivo al timone del Festival – Saremo liberi di prenderci in giro sulle nostre differenze”.
“Ho conosciuto Rocco l’anno scorso perché voleva venire a Sanremo a cantare – ha rivelato Morandi – si era presentato in concorso dicendo che ama la musica e scrive canzoni da anni. Gli abbiamo spiegato che preferivamo cantanti che facessero quello di professione, ma mi era rimasto impresso”. La salita sul palco dell’Ariston di Papaleo è stata dunque solo rimandata: “Ho visto il suo film ‘Basilicata coast to coast’ e ho deciso che lo avrei voluto sul palco con me per una serata – ha affermato il cantante bolognese – Ci siamo parlati e abbiamo pensato di vivere tutta quest’avventura insieme”.
Rocco Papaleo, comico di professione, fa dello humor il suo biglietto da visita: “Non farò jogging all’alba con Morandi – ha scherzato l’attore lucano – Nella mia vita ho sempre camminato, è la mia filosofia”. Attore, musicista, regista, com’è inquadrabile Papaleo? “Definitemi voi, sono trasversale – ha concluso – Con tutti i nomi che c’erano in lista chiamare me è stata una scelta controcorrente. Ma, come caratterista, ho una certa esperienza”.

Fonte: TMNews

Sanremo, ospite d’onore Adriano Celentano sul palcoscenico del Teatro Ariston

December 14, 2011 Leave a comment
Ci sara’ anche Adriano Celentano tra gli ospiti del prossimo festival di Sanremo, in programma dal 14 al 18 febbraio 2012. Lo ha anticipato la Rai con un filmato nel corso della presentazione del regolamento dell’edizione numero 62 della manifestazione canora.
Probabile anche il ritorno sul palcoscenico dell’Ariston di Luca e Paolo. Invitato pure Checco Zalone ”ma ancora mi deve rispondere”, ha detto il presentatore del festival, Gianni Morandi. Che su Celentano si e’ limitato ad affermare: ”Ora mi sento piu’ tranquillo”.
Quanto a quello che fara’ il ”Molleggiato’ nella sua apparizione, il direttore artistico Gianmarco Mazzi ha spiegato: ”Non so cosa fara’ e quante volte verra’, non so niente. Quello che e’ certo e’ che Celentano fara’ quello che vorra’ come ha sempre fatto”.
Gli organizzatori hanno poi anticipato che accanto a Gianni Morandi, trattative permettendo, ci sara’ la showgirl Tamara Ecclestone come co-conduttrice e probabilmente, com’e’ stato per la Clerici lo scorso anno, Luca e Paolo potrebbero far ritorno sul palco dell’Ariston per il passaggio del testimone. Quello che e’ certo e’ ”che inviteremo personaggi che possano far ridere il pubblico”, ha detto Morandi augurandosi che l’azienda abbia scelto bene affidandogli per la seconda volta lo stesso incarico.
Il regolamento di quest’anno prevede cinque serate in diretta dall’Ariston dal 14 al 18 febbraio, con 14 concorrenti nella sezione ”Artisti” e 8 giovani nella sezione ”Sanremo Social”. Quest’ultima e’ una delle grandi novita’ dell’edizione di quest’anno, di fatti 6 degli 8 giovani artisti saranno scelti esclusivamente attraverso la rete con Facebook, community, pubblico e media. Ogni artista che vorra’ partecipare in questa categoria da oggi al 5 gennaio potra’ caricare su un’apposita pagina creata su Facebook un video con una sua ”nuova” canzone e una foto, tra questi saranno scelti 60 artisti, 30 dalla direzione artistica e 30 dal popolo della rete. ”Stiamo mettendo due mondi a confronto”, ha precisato Mazzi. Per cui 30 artisti saranno scelti dal gruppo di ascolto degli esperti composto da Gianni Morandi, Gianmarco Mazzi, Gianmaurizio Foderaro, Federica Gentile e Silvia Notargiacomo, e altri 30 saranno quelli che avranno ottenuto il maggior numero di preferenze sul popolare social network fino all’8 gennaio. Coloro che saranno selezionati parteciperanno ad un’audizione il 12 gennaio a Roma. Il cast degli 8 giovani sara’ completato da due artisti scelti da ”AreaSanremo”.
Nell’edizione di quest’anno i cantanti si esibiranno con due canzoni, una nuova e una tra le canzoni italiane piu’ amate nel mondo, che saranno presentate nella serata del 16 febbraio denominata appunto ”Viva l’Italia!”. Accanto ai concorrenti in questa serata speciale ci saranno cantanti ospiti internazionali.
I vincitori saranno proclamati attraverso due sistemi principali di votazione (giuria demoscopica e orchestra/televoto con ”golden share” della Sala Stampa, della Giuria Radio e di Facebook) e nell’ultima fase dal solo televoto.
Su Facebook ogni utente, anche se non iscritto alla piattaforma, potra’ votare il proprio artista tra gli 8 scelti per ”SanremoSocial”, attraverso apposite pagine dedicate, fino alle 14.00 del 14 febbraio.
”L’attesa per questa nuova edizione e’ cominciata lunedi’ scorso quando Fiorello ha chiuso i battenti”, ha detto il direttore di Rai1 Mauro Mazza.
”Gli ascolti sono importantissimi soprattutto per gli investitori, i quattro sponsor principali dell’anno scorso hanno tutti confermato la loro partecipazione e mi piacerebbe sottolineare che tra gli spettacoli Rai piu’ visti del 2011 ci sono Sanremo con uno share massimo del 52,2% e Fiorello con il 50, 2%”, ha detto Mazzi presentando delle slide di paragone dei picchi di ascolto delle due trasmissioni.
L’edizione di Sanremo dell’anno scorso in finale ha raggiunto il picco del 78,71% di share, la compilation ha venduto 250 mila copie e tra mercato fisico e mercato digitale sono stati venduti 200mila album.
”Per preparare un buon Sanremo si dovrebbe partire a marzo dell’anno prima. Bisogna lavorare molto, convincere gli artisti che si tratta di una vetrina importante, che e’ una bella gara nonostante la competizione dia dei dubbi. La gara tiene l’interesse della gente”, ha ribadito Morandi.
”Anche la Rai con la crisi sta vivendo delle difficolta’, ma per Sanremo si e’ deciso di riconfermare il budget dell’anno scorso, senza sprechi”, ha concluso Mazza in risposta ad una domanda sul budget stanziato per la manifestazione.

Fonte: Asca