Archive

Archive for July, 2018

“La Notte Rossa”, eclisse totale di Luna a Forte dell’Annunziata Ventimiglia

July 26, 2018 Leave a comment

8ca869da-6a4c-40ed-967d-700fc6ac0a18

Venerdì 27 Luglio 2018
Ventimiglia – Forte dell’Annunziata
La Notte Rossa – Eclissi Totale di Luna e Opposizione di Marte, dalle ore 21:30 alle 24.
I due eventi astronomici più attesi del 2018 avverranno nella stessa notte!
Una magnifica eclisse totale di Luna tingerà la Luna di rosso e Marte raggiungerà le migliori condizioni di visibilità, non lo potevamo osservare così grande e luminoso dal 2003!
Seguiremo le fasi dell’eclisse e osserveremo Marte dalla splendida terrazza del Forte dell’Annunziata dove allo splendore del panorama si aggiungerà la suggestione di questi incredibili eventi celesti.
Partecipazione libera
L’evento fa parte del progetto “Al Confine… del Cielo 2018″ realizzato con il patrocinio del comune di Ventimiglia.

Categories: Eventi Tags:

“La Vita segreta degli Alberi”, libro di Peter Wohlleben, Macro Edizioni

July 26, 2018 Leave a comment
la-vita-segreta-degli-alberi-119535
Cosa mangiano gli alberi? Quando dormono e parlano? Come si riproducono? Perché si ammalano e come guariscono? Scoprilo in questo libro!

Per molte persone il bosco è un luogo di sogno, il simbolo del silenzio e della natura incontaminata.

Peter Wohlleben, celebre guardia forestale, grazie alla sua esperienza ci introduce alla vita nascosta degli alberi, svelandoci un segreto sorprendente: gli alberi, come gli altri esseri viventi, sono dotati di memoria, comunicano tra loro, provano emozioni e possono perfino essere soggetti a scottature solari e rughe.

Alcuni, come ad esempio le querce, si parlano per mezzo di sostanze chimiche odorose: se un albero subisce un’infestazione da insetti, emana segnali olfattivi su un’area abbastanza vasta e tutti gli esemplari che ricevono il messaggio si preparano a respingere l’attacco, depositando nel giro di pochi minuti speciali sostanze amare che mettono in fuga gli insetti.

Nel bosco, quindi, accadono le cose più stupefacenti: gli alberi non solo comunicano fra loro ma circondano la prole di amorevoli cure, si preoccupano dei vecchi vicini malati, provano sensazioni ed emozioni e hanno i loro ricordi.

Il guardaboschi Peter Wohlleben traccia un sentiero nella foresta intricata e dischiude ai nostri occhi un universo sorprendente e misterioso: nelle sue affascinanti storie sulle insospettate capacità degli alberi, l’autore dà spazio alle più recenti scoperte scientifiche oltre che alle sue esperienze dirette.

Un libro straordinariamente istruttivo sugli alberi e le foreste, che ci insegna a provare un rinnovato stupore per i prodigi della natura. Una dichiarazione d’amore indirizzata al bosco.

Gli alberi come non li avete mai visti e conosciuti

L’autore è anche stato ospite nel programma di Rai2 Voyager (puntata di lunedì 15 Gennaio 2018).

Editore Macro Edizioni

Data pubblicazione Settembre 2016

Formato Libro – Pag 268 – 14,5×21 cm

ISBN8893190448EAN9788893190442

MCR-NR 119535

“La Notte Veste Villa d’Agri”, evento di alta moda italiana a Marsicovetere

July 26, 2018 Leave a comment

Locandina (def)

L’Alta Moda Italiana a “La Notte Veste Villa d’Agri”

Moda, stile, colori, suoni, artigianalità e bellezze naturali a “La Notte veste Villa D’Agri” – Marsicovetere (PZ) 28 luglio 2018 alle ore 20.30

Sabato, 28 luglio 2018 alle ore 20.30 nella piazza Zecchettin Villa D’Agri – Marsicovetere (PZ) si svolgerà l’evento “La Notte Veste Villa D’Agri”. La località si trova nell’angolo nord ovest della Basilicata in una valle dall’atmosfera magica in cui i colori della terra, variopinti e suggestivi, si impastano e si fondono per creare il piacere di emozioni senza tempo. E’ la Valle dell’Agri, un’ampia e verdeggiante pianura attraversata dal fiume Agri, l’antico Akiris, nel cuore del giovane Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese. Una terra immersa in una serena tranquillità che si offre al visitatore nella bellezza della sua natura, delle rigogliose aree boschive e dei pascoli verdi; in cui l’acqua, protagonista indiscussa, sgorga copiosa da antichissime sorgenti tra rivoli e torrenti. E’ la terra della luce e del silenzio, dov’è ancora possibile ascoltare il suono del vento.

La manifestazione voluta fortemente dal Comune di Marsicovetere è prodotta da Cool Events di Pasquale Guidi, il quale ha ormai consolidato la sua fama di  organizzatore di grandi eventi  di alta moda, non ultime, quella svoltasi a Roma nella splendida cornice di Piazza Navona, in collaborazione con l’Associazione Il Girasole, vede il patrocinio del Comune di Marsicovetere e della Pro Loco di Villa D’Agri.

La serata sarà presentata dall’attrice e conduttrice televisiva Giorgia Wurth e dall’attore, cantante, presentatore Paolo Conticini.

L’evento sarà seguito dalla rivista internazionale Book Moda, dal magazine on line UFashOn, dalla TV nazionale LA7, da Telenorba, da TV e organi di stampa locali  (BasilicataNotizie.net, Radiocolor e Radio Senise Centrale).

In passerella sfileranno stilisti internazionali del calibro di Franco Ciambella, Koscanyo, Erasmo Fiorentino e la maison lucana Pansardi Sposa. 

Ospiti delle suggestive manifestazioni direttamente dal programma televisivo Amici Francesco Capodacqua, gli artisti del Circo Bianco, il noto Instant Fashion Alfredo Nocera che realizzerà dal vivo, con il solo ausilio di stoffe e spilli, abiti unici direttamente in palcoscenico con le top model le quali indosseranno gli originali outfits e Tommaso Filieri con i suoi stupendi abiti di composizioni floreali naturali di stile botticelliano.

La regia e scenografia sono affidate al noto regista di eventi di moda e spettacolo a livello internazionale Alessandro Mazzini della Produzione Mazzini Eventi, make up e hair styling sono a cura della Scuola Europea Accademia di Policoro e Matera, creata e gestita da Mirella D’Alessandro, le fotografie di Gigi Samueli, riprese video  JackVision di Salvatore Gentile.

Particolare attenzione sarà data allo scopo sociale: la campagna sociale per sensibilizzare il problema  del cyber bullismo che vede il coinvolgimento dell’associazione Il Cielo in una Stanza, sede distaccata di Senise.

Sponsor Ufficiali: Hotel Sirino di Villa D’Agri, Gemi Elettronica, Fattoria Svetoni.

Muore Sergio Marchionne, ex amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles

July 25, 2018 Leave a comment

sergio-marchionne

E’ morto questa mattina a Zurigo l’ex amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles, Sergio Marchionne.

Aveva pianificato tutto, una pausa di pochi giorni per poi tornare immediatamente al lavoro. Marchionne, 66 anni compiuti a giugno, è mancato all’ospedale universitario di Zurigo dove era stato ricoverato il 27 giugno per un intervento alla spalla destra. John Elkann, il presidente della holding Exor e della stessa Fca, ha affidato a poche righe il suo pensiero: “E’ accaduto, purtroppo, quello che temevamo. Sergio, l’uomo e l’amico, se n’è andato. Penso che il miglior modo per onorare la sua memoria sia far tesoro dell’esempio che ci ha lasciato, coltivare quei valori di umanità, responsabilità e apertura mentale di cui è sempre stato il più convinto promotore. Io e la mia famiglia gli saremo per sempre riconoscenti per quello che ha fatto e siamo vicini a Manuela e ai figli Alessio e Tyler. Rinnovo l’invito a rispettare la privacy della famiglia di Sergio”.

L’ultima uscita pubblica del manager era stata due giorni prima del ricovero, a Roma, alla consegna di una Jeep all’Arma dei carabinieri. Era già affaticato, chi lo ha visto quel giorno ricorda che parlava con difficoltà. Ma per lui, figlio di carabiniere, quell’appuntamento era irrinunciabile. È stato il suo ultimo saluto, per molti aspetti simbolico, la chiusura del cerchio di un’esperienza umana e professionale.

Il 27 giugno, Marchionne era stato ricoverato per un intervento alla spalla. Nella fase successiva all’operazione ha avuto complicanze che si sono progressivamente aggravate. Ha subito un primo arresto cardiaco ed è stato dunque trasferito al reparto di terapia intensiva dell’ospedale. Qui, ha avuto un secondo arresto cardiaco e le sue condizioni sono precipitate. Marchionne non era tenuto in vita con delle macchine e non ha mai avuto una patologia tumorale. Venerdì scorso, Elkann ha constatato che “Marchionne non potrà tornare a fare l’amministratore delegato”.

Era arrivato a Fca nel 2003, come consigliere di amministrazione. Avrebbe assunto la carica di ad l’anno successivo. “Perdiamo due milioni di euro al giorno, la situazione non è semplice”, aveva constatato. La rinascita di Fca dopo la rottura del patto con Gm e la restituzione dei debiti alle banche, è stato il suo primo successo. L’azienda è solida ma il vento della crisi mondiale mette di nuovo tutto in difficoltà. Nel 2009 Marchionne cerca la salvezza nel salvataggio di Chrysler e nella fusione di Fiat con la casa americana. Con Fca nasce un colosso da 4,5 milioni di auto all’anno, il settimo costruttore mondiale. Nel 2010 lo scontro con la Cgil. Marchionne chiede la rinuncia allo sciopero, come aveva ottenuto in America. I sindacati si dividono. Il piano Fabbrica italia, travolto dalla crisi globale, non viene realizzato. Nel 2014 Marchionne fissa un nuovo obiettivo: entro fine 2018 azzeramento dei debiti e della cassa integrazione. Il primo viene centrato, la cassa riguarda ancora il 7 per cento dei dipendenti. Era il 27, quattro anni fa. Negli ultimi anni Marchionne tenta un nuovo accordo con Gm per creare il primo produttore mondiale e risparmiare sugli investimenti. Da Washington arriva un “no”. Nel 2017 annuncia la sua uscita di escena da Fca. Dopo aprile 2019 sarebbe rimasto presidente di Ferrari.

Negli ultimi giorni Marchionne è stato assistito dai due figli, Alessio Giacomo e Johnatan Tyler, e dalla compagna Manuela. Già sabato i consigli di amministrazione del gruppo hanno nominato i successori. In quel giorno, quando si è capito che le sue condizioni di salute erano ormai disperate, è stato sostituito negli incarichi da Mike Manley. che oggi debutta davanti ai mercati come nuovo amministratore delegato, presentando i risultati semestrali del gruppo Fca. Gli ultimi raggiunti sotto la guida di Marchionne.

Fonte: Repubblica

“Jan Fabre – Ecstasy & Oracles”, esposizione da MondoMostre – Sicilia

July 25, 2018 Leave a comment
exibartsegnala2018720164650

Fino al 4 novembre 2018 Agrigento e Monreale ospitano l’esposizione “Jan Fabre – Ecstasy & Oracles”, una sorprendente selezione di lavori sia noti che inediti realizzati dall’artista visivo, creatore teatrale e autore fiammingo, un percorso straordinario che si snoda tra siti archeologici, luoghi di culto, monumenti e biblioteche di queste due splendide città siciliane. Curato da Joanna De Vos e Melania Rossi in continuo dialogo con il maestro Jan Fabre, il progetto è organizzato da MondoMostre e promosso dalla Regione Siciliana – Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Dipartimento dei Beni culturali e dell’Identità Siciliana, Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Palermo, Polo Culturale di Agrigento – in collaborazione con la Città di Palermo, l’Arcidiocesi di Monreale, il Comune di Monreale, il Comune di Agrigento e l’Arcidiocesi di Agrigento. La mostra è tra i Manifesta 12/CollateralEvents e si inserisce nel cartellone di eventi di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018, durante il quale, nel corso di tutto l’anno, si svolgerà un ricco programma che coinvolgerà non solo il capoluogo ma tutta l’isola. Il catalogo della mostra sarà edito da Skira.

Esposti oltre cinquanta lavori realizzati da Jan Fabre tra il 1982 e il 2018: serie di disegni a matita e penna bic; sculture in diversi materiali, dalla cera al bronzo; film che documentano performance e mosaici realizzati con preziose ma solide e cangianti corazze di scarabei.
L’artista presenta anche due opere inedite, pensate appositamente per questa occasione: “Schande übers Ganze Erdenreich!” e “Searching Oracle Stones”. L’esposizione si sviluppa in sinergia con luoghi di eccezionale valore storico e artistico: il Parco della Valle dei Templi e la città di Agrigento, Monreale e gli spazi del complesso monumentale della Cattedrale. Si instaura così una relazione tra l’arte greca dei templi, i mosaici bizantini e il personale vocabolario visuale di Fabre.

SalvaSalva

“Pixar. 30 anni di animazione”, mostra al Palazzo delle Esposizioni di Roma

July 25, 2018 Leave a comment

pixar

La fama della Pixar, fondata in California nel 1986, è dovuta all’abilità nel combinare arte e tecnologia e all’utilizzo innovativo dei digital media per creare storie originali e personaggi intramontabili.

Da Toy Story, il primo film completamente “animato” al computer, al più recente Coco, passando per Monsters & Co., Alla ricerca di Nemo, Cars e Inside Out, solo per citare alcuni titoli, i film della Pixar sono riusciti da sempre a coinvolgere e affascinare bambini e adulti

Ma in pochi sanno che questi incredibili film sono il frutto del lavoro di una squadra di creativi e registi di fama mondiale che utilizza i tradizionali strumenti come il disegno, i colori a tempera, i pastelli e la scultura insieme a quelli dei digital media più all’avanguardia.

Con oltre 400 opere tra disegni, sculture, bozzetti, collage e storyboard, e una ricchissima selezione di materiali video, la mostra Pixar. 30 anni di animazione curata da Elyse Klaidman e da Maria Grazia Mattei per l’edizione italiana, è un vero e proprio viaggio negli Studios, e nell’universo creativo della Pixar che approda al Palazzo delle Esposizioni di Roma.

Il percorso espositivo, progettato da Fabio Fornasari, propone una chiave di lettura basata sui concetti di Personaggio, Storia e Mondo, tre elementi fondamentali per realizzare un grande film. Il tutto arricchito da due installazioni spettacolari, l’Artscape e lo Zoetrope, che con la tecnologia digitale fanno rivivere le opere esposte e ricreano l’emozione e la magia dell’animazione.

SalvaSalva

SalvaSalva

Carlo Vanzina, muore un grande regista della commedia cinematografica italiana

July 8, 2018 Leave a comment

Carlo Vanzina-w900-h900

Aveva 67 anni e nella sua carriera ha diretto moltissime commedie, tra cui “Eccezzziunale… veramente” e “Vacanze di Natale”, che uscì nel 1983 e inventò un genere

È morto a 67 anni il regista italiano Carlo Vanzina. Non si conoscono ancora le cause della morte, ma sembra che da qualche tempo fosse gravemente malato. Vanzina aveva cominciato a lavorare nel cinema da giovane, ed era diventato molto noto tra gli anni Ottanta e Novanta per le commedie, tra le altre, Eccezzziunale… veramente, Io no spik inglish, Sapore di mare, Vacanze di Natale. Fu molto prolifico: fece 60 film come regista, l’ultimo dei quali – Caccia al tesoro con Vincenzo Salemme e Serena Rossi – è uscito nel 2017.

Vanzina era nato il 13 marzo 1951 e, come ha scritto Repubblica, da ragazzo voleva fare il critico cinematografico. Anni dopo ha raccontato: «Da ragazzino tenevo degli album che riempivo con tutti i film che vedevo e ne vedevo tantissimi. Scrivevo le mie mini-critiche, mettevo già le stellette anche se non si usava, scrivevo tutto il cast dagli attori al direttore della fotografia. Ero un vero malato di cinema». Da ragazzo iniziò a lavorare come assistente di Mario Monicelli. «Mio padre mi portò da Monicelli, che era un suo grande amico e col quale avevano lavorato tanto insieme all’inizio mi trattò malissimo, non voleva certo che mi sentissi privilegiato in quanto figlio di». Vanzina lavorò insieme a Monicelli per i film Brancaleone alle crociate La mortadella, e in seguito collaborò con Alberto Sordi a Polvere di stelle.

Nel 1976 diresse Luna di miele in tre, il suo primo film da regista. La sceneggiatura era stata scritta dal fratello Enrico e i tre sono Renato Pozzetto, Cochi Ponzoni e Stefania Casini: Pozzetto è un cameriere di Stresa che vince una vacanza in Giamaica con una modella di riviste erotiche, di cui è grande seguace.

In seguito Vanzina diresse un musical con Alan Sorrenti e il film Arrivano i gatti, con i Gatti di Vicolo Miracoli. Lavorò poi a una sorta di versione invernale di Luna di miele in tre: Vacanze di Natale. Divenne il film che aprì la strada al genere poi diventato noto come “cinepanettoni”, una definizione che a Vanzina però non piacque mai.

Negli anni Ottanta i film più di successo di Vanzina furono quelli con Jerry Calà o Diego Abatantuono, e in certi casi con loro due insieme. Sapore di mare, uno dei suoi film più famosi, uscì nel 1983: era ambientato negli anni Sessanta e c’erano Virna Lisi, Marina Suma, Karina Huff, Alba Parietti, Isabella Ferrari e Jerry Calà. Il film non si intitolò “Sapore di sale”, perché i diritti per un film con quel titolo erano già presi.

Negli anni successivi Vanzina ha diretto anche film di altro genere: film polizieschi e produzioni straniere, per esempio La partita, ambientato nella Venezia del Diciottesimo secolo, con Matthew Modine e Faye Dunaway.

In anni più recenti Vanzina ha diretto, tra gli altri: Ex: Amici come prima!, Mai stati uniti, Sapore di te, Un’estate ai Caraibi, Il ritorno del Monnezza e Eccezzziunale veramente – Capitolo secondo… me.

Fonte: Il Post

 

Categories: Obituario Tags:

“Statuae Vivae”, mostra fotografica di Sergio Visciano nel Castello di Baia a Bacoli

July 4, 2018 Leave a comment
Invito-Statuae-Vivae-a-Baia
Museo Archeologico dei Campi Flegrei
nel Castello di Baia
1 Luglio – 30 ottobre 2018
Via Castello 39, Bacoli (NA)

Il progetto fotografico Statuae Vivae, di Sergio Visciano, nasce dall’esigenza di attualizzare la bellezza classica proposta da capolavori della scultura antica esposti in vari musei italiani. L’interesse principale che muove l’autore è creare una connessione tra opera d’arte, fotografo e spettatore, al fine di valorizzare ciò che sta all’interno della statua, la sua essenza.

Sono ventisette le opere in mostra, di cui sedici dedicate al museo flegreo: accanto alle opere del Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello di Baia sono rappresentate opere del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, del Museo Archeologico Nazionale Romano e dei Musei Capitolini.

“Una mostra che arricchisce il percorso di visita del Museo Archeologico dei Campi Flegrei” afferma il Direttore Paolo Giulierini “dove lo straordinario repertorio scultoreo flegreo diventa ispirazione e reinterpretazione in una dimensione di incontro tra mondo antico e creatività contemporanea, che è uno dei tanti dialoghi che il museo si propone di promuovere e favorire”.

Note biografiche
Sergio Visciano, geologo e fotografo, partecipa in gioventù a numerose ricerche archeologiche organizzate dalle Università di Padova, Londra e Lancaster.
Di particolare interesse il progetto La Divina Commedia per Immagini, presentato alla Società Dante Alighieri di Roma e presso il Castello Sforzesco di Milano nel 2015, nell’ambito degli eventi per il 750° anniversario della nascita del Sommo Poeta.

Main sponsor: Di Mauro flexible packaging SpA

1 Luglio-30 ottobre 2018

Inaugurazione 30 giugno 2018 ore 11,30

Museo Archeologico dei Campi Flegrei
nel Castello di Baia
t 081 5233797
via Castello 39, Bacoli (NA)
pa-fleg@beniculturali.it
orari
Tutti i giorni, tranne il Lunedì,
dalle 9.00 alle 14.20
Ultimo ingresso ore 13.00