Archive

Archive for January 24, 2018

“Nascita di una Nazione. Tra Guttuso, Fontana e Schifano”, mostra al Palazzo Strozzi di Firenze

January 24, 2018 Leave a comment

palazzo-strozzi-firenze-nascita-nazione

Nascita di una Nazione

Tra Guttuso, Fontana e Schifano

A CURA DI: Luca Massimo Barbero

Dal 16 marzo al 22 luglio 2018 si tiene a Palazzo Strozzi la mostra Nascita di una Nazione. Tra Guttuso, Fontana e Schifano: uno straordinario viaggio tra arte, politica e società nell’Italia tra gli anni Cinquanta e il periodo della contestazione del Sessantotto attraverso circa ottanta opere di artisti come Renato Guttuso, Lucio Fontana, Alberto Burri, Emilio Vedova, Enrico Castellani, Piero Manzoni, Mario Schifano, Mario Merz e Michelangelo Pistoletto.

L’esposizione, a cura di Luca Massimo Barbero, vede per la prima volta riunite assieme opere emblematiche del fermento culturale italiano tra gli anni Cinquanta e la fine degli Sessanta: un itinerario artistico che parte dal trionfo dell’Arte informale per arrivare alle sperimentazioni su immagini, gesti e figure della Pop Art in giustapposizione con le esperienze della pittura monocroma fino ai nuovi linguaggi dell’Arte Povera e dell’Arte concettuale.

“La mela di Magritte”, mostra di Klaas Verplanke al Palazzo delle Esposizioni di Roma

January 24, 2018 Leave a comment

La mela di Magritte, libro di Klaas Verplanke

LA MELA DI MAGRITTE

10 febbraio > 10 giugno 2018

un libro, una mostra-laboratorio e tanti eventi
a cura di FATATRAC e Laboratorio d’arte
da un’idea originale del MoMA Museum of Modern Art di New York

Spazio Fontana – Palazzo delle Esposizioni

PRESENTAZIONE

“Dipingeva l’impossibile perché fosse possibile. Dipingeva lo straordinario perché fosse ordinario”

La mela di Magritte è il quarto volume sull’arte a misura di bambino pubblicato grazie alla collaborazione tra Fatatrac e la casa editrice del MoMA, The Museum of Modern Art di New York, ed è la storia del surrealista René Magritte, la storia di come un pittore diventa pittore, raccontata dal belga Klaas Verplancke e dalla freschezza delle sue illustrazioni.

René è un pittore, ma non sa cosa dipingere. Il dramma della tela bianca lo attende tutte le mattine: Sa di dover dipingere, ma non sa cosa! Eppure la sua testa è piena di fantasia e di meraviglia, bisogna solo trovare un modo per farle uscire grazie a colori e pennelli. Ecco allora che comincia a dipingere la realtà contorta dei suoi sogni, delle sue idee bizzarre su melecappelli, uovocchiali e piperami. Nei suoi dipinti le foglie sono labbra, le baguettes sono nasi, il lato giusto non è mai quello superiore, e il sopra non è mai sotto. René si fa pittore dell’impossibile, del surreale che prende vita sulla tela e conduce lontano chi guarda.

Sai cos’è una farfoglia? Vorresti indossare un melacappello o fumare un piperamo? Nel mondo di Magritte tutto è possibile. Al Palazzo delle Esposizioni tornano per il terzo anno consecutivo un libro e una mostra-laboratorio dedicati a un grande nome dell’arte. Dopo Matisse e Degas è la volta di René Magritte, raccontato con maestria e freschezza dal segno dell’illustratore Klaas Verplanke, autore dell’albo illustrato La mela di Magritte. Un progetto editoriale del MoMA, Museum of Modern Art di New York, che arriva in Italia grazie alla casa editrice Fatatrac – Edizioni del Borgo e consolida la collaborazione con i Servizi educativi del Palazzo delle Esposizioni e il suo Scaffale d’arte, biblioteca specializzata in editoria internazionale d’arte per ragazzi, che ospita più di 2000 libri d’arte e d’artista.

Ispirato ai capolavori dell’artista, l’albo invita i lettori di tutte le età a osservare il mondo che li circonda con uno sguardo libero, per apprezzare come anche gli oggetti più comuni possano assumere un’insospettata identità e rivelare qualcosa di nuovo, in un perpetuo gioco di associazioni. Allo stesso modo la mostra, oltre agli schizzi e alle tavole originali, presenta un allestimento ironico e divertente per coinvolgere attivamente tutti i pubblici in un gioco di accostamenti inconsueti in cui realtà e rappresentazione, sotto e sopra, dentro e fuori convivono ricreando quei cortocircuiti visivi per cui l’artista belga è così famoso.

Arricchisce la mostra un ricco calendario di visite in mostra e laboratori per scuole e famiglie per conoscere Magritte e l’immaginario surreale che popola i suoi quadri e creare insieme combinazioni di immagini e parole per stravolgere la realtà. E ancora un concorso speciale per coinvolgere le classi nell’allestimento della mostra.

Klaas Verplancke (1964) ha lavorato come grafico e illustratore per periodici (The New Yorker, The New York Times) ed editori (Abrams, Thames & Hudson). Ha realizzato circa centocinquanta libri caratterizzati da un senso dell’umorismo che varia da lieve a beffardo, un’immaginazione poetica, una preferenza per l’illustrazione di concetti astratti ed emozioni universali, e una visione surreale della realtà. Nel 2015 ha vinto il Bologna Book Award.
EVENTI SPECIALI
10 febbraio 2018
ore 16.30 > 18.00
incontro di formazione con l’autore Klaas Verplanke per insegnanti, operatori, esperti del settore
partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria a scaffaledarte@palaexpo.it
ore 18.00
apertura mostra – ingresso libero

11 febbraio 2018 • ore 11.00 > 13.00
laboratorio speciale con l’autore per bambini dai 5 ai 10 anni
attività € 8,00 per bambino
prenotazione consigliata tel. 06 39967500

13 febbraio 2018 • ore 10.00 > 18.00
giornata degli insegnanti
visita le mostre del Palazzo con ingresso gratuito e scopri tutte le proposte didattiche
prenotazione obbligatoria tel. 848.08.24.08

LABORATORI
famiglie • bambini 3>6 anni con i genitori
ogni domenica (dal 18 febbraio al 10 giugno) dalle 11.00 alle 13.00
attività € 8,00 per bambino
prenotazione consigliata tel. 06 39967500

scuola • infanzia e primaria
martedì – venerdì ore 10.00 > 11.30 e 11.30 > 13.30
attività € 80,00 per gruppo classe
prenotazione obbligatoria tel. 848.08.24.08

Info

Spazio Fontana del Palazzo delle Esposizioni

ingresso libero da Via Milano 13

domenica, martedì, mercoledì e giovedì dalle 10:00 alle 20:00
venerdì e sabato dalle 10:00 alle 22:30 – lunedì chiuso

Autore e Illustratore: Klaas Verplancke

Rilegatura: copertina cartonata

pagine: 40, a colori

FORMATO: 23,5 x 30,5 cm

età: dai 5 anni

prezzo: euro 19,90

IN LIBRERIA: marzo 2017

collana: Grandi albi MoMA

CM: 69377M

EAN: 9788882224523

“HUMAN+. Il futuro della nostra specie”, mostra presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma

January 24, 2018 Leave a comment

HUMAN+. IL FUTURO DELLA NOSTRA SPECIE

HUMAN+. IL FUTURO DELLA NOSTRA SPECIE

27 febbraio > 1 luglio 2018

a cura di Cathrine Kramer

Mostra creata dalla Science Gallery del Trinity College di Dublino, parte del Global Science Gallery Network

Cyborg, superuomini e cloni. Evoluzione o estinzione? Che cosa vuol dire essere un uomo o una donna oggi? E come sarà tra cent’anni? Nel frattempo la tecnologia fa passi da gigante. Dobbiamo continuare ad accettare che la nostra mente, il nostro corpo e la nostra vita quotidiana vengano modificati o esistono confini che non andrebbero superati?

La mostra HUMAN+. Il futuro della nostra specie esplora i potenziali percorsi futuri dell’umanità considerando le implicazioni delle tecnologie passate ed emergenti. Il simbolo “+” in Human+ comporta un orientamento positivo per il futuro della nostra specie. Ma qual è questo orientamento? Per gran parte del Novecento, il progresso è stato misurato in base all’incremento di velocità ed efficienza – maggiore rapidità significava più forza ed efficacia – ma tutto ciò ha avuto come effetto collaterale quello di renderci più grassi, più tristi e più stanchi. C’è bisogno di ridefinire il concetto di riuscita.

Il XXI secolo sarà caratterizzato dalla convergenza di settori come la biotecnologia, la robotica e l’intelligenza artificiale. Manipolazione di processi biologici, controllo di apparati meccanici e digitali, creazione di un’intelligenza non biologica al di sopra e al di là della comprensione umana: questi progressi sollevano interrogativi di natura etica sull’appropriazione della vita e l’alterazione dell’io. Le forze convergenti di queste e altre correnti ci porteranno in luoghi nuovi e sconosciuti.

Dalle provocazioni sottili ai grandi gesti, le opere in mostra ragionano sul modo in cui questi cambiamenti possono essere adottati e assimilati. Il valore della speculazione, infatti, non sta nella previsione ma nella riflessione. Per che cosa stiamo lottando?

Consapevolmente o meno, stiamo disegnando il nostro futuro, e ogni disciplina avrà un ruolo in questo processo. In mostra artisti, designer e scienziati ipotizzano e immaginano molti futuri possibili. Ora tocca a voi.

“La mela di Magritte”, libro di Klaas Verplanke, Fatatrac – Edizioni del Borgo

January 24, 2018 Leave a comment

La mela di Magritte, libro di Klaas Verplanke

LA MELA DI MAGRITTE

Il protagonista René Magritte fluttua attraverso il mondo dei suoi sogni, realizzando il suo desiderio di diventare pittore… di mele, di cappelli e di mele che sono cappelli. Nei suoi quadri, le foglie diventano labbra, le baguette diventano nasi, i rami diventano pipe e così via, René si fa pittore dell’impossibile, del surreale che prende vita sulla tela e conduce lontano chi guarda. Ispirato ai capolavori dell’artista, l’albo invita i lettori di tutte le età a osservare il mondo che li circonda con uno sguardo libero, per apprezzare come anche gli oggetti più comuni possano assumere una insospettata identità e rivelare qualcosa di nuovo, in un perpetuo gioco di associazioni.

René è un pittore, ma non sa cosa dipingere. Il dramma della tela bianca lo attende tutte le mattine: Sa di dover dipingere, ma non sa cosa! Eppure la sua testa è piena di fantasia e di meraviglia, bisogna solo trovare un modo per farle uscire grazie a colori e pennelli. Ecco allora che comincia a dipingere la realtà contorta dei suoi sogni, delle sue idee bizzarre su melecappelli, uovocchiali e piperami. Nei suoi dipinti le foglie sono labbra, le baguettes sono nasi, il lato giusto non è mai quello superiore, e il sopra non è mai sotto. René si fa pittore dell’impossibile, del surreale che prende vita sulla tela e conduce lontano chi guarda.

Autore e Illustratore: Klaas Verplancke

Rilegatura: copertina cartonata

pagine: 40, a colori

FORMATO: 23,5 x 30,5 cm

età: dai 5 anni

prezzo: euro 19,90

IN LIBRERIA: marzo 2017

collana: Grandi albi MoMA

CM: 69377M

EAN: 9788882224523

 

“Cesare Tacchi. Una retrospettiva”, personale dell’artista presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma

January 24, 2018 Leave a comment

Cesare Tacchi, Renato e poltrona 1966

7 febbraio > 6 maggio 2018

a cura di Daniela Lancioni e Ilaria Bernardi

Mostra promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale, ideata, prodotta e organizzata da Azienda Speciale Palaexpo – Palazzo delle Esposizioni, realizzata in collaborazione con l’Archivio Cesare Tacchi

Immagine: Cesare Tacchi, Renato e poltrona, particolare, 1965. Collezione privata, Svizzera

PRESENTAZIONE

Una mostra monografica, un esercizio di attenzione, di studio e di valorizzazione, che ripercorrerà, attraverso le vicende di un artista, le tensioni intellettuali di oltre mezzo secolo.

Al centro del racconto le opere di Cesare Tacchi (1940-2014) al quale la città di Roma rende omaggio a poco più di tre anni dalla sua scomparsa.

Ritratto dalla critica nel 1959 come “un giovane solitario silenzioso e castigato”, Tacchi, sebbene fu tra i protagonisti di alcune significative compagini di artisti, non mutò con gli anni il suo temperamento. Fu proprio questo, forse, che gli permise di stanare le contraddizioni di alcuni aspetti cruciali della cultura visiva contemporanea e di intraprendere nuove e imbattute strade. Più di cento opere, ordinate cronologicamente, tracceranno un percorso attraverso la sua intera biografia artistica.