Archive

Archive for September, 2016

“The Artful Nude : Life Drawing with Bella Franks”, unique evening set at Coco de Mer

September 29, 2016 Leave a comment

the-artful-nude-life-drawing-with-bella-franks

The Artful Nude : Life Drawing with Bella Franks

£95

Editor’s Notes

10 November 2016

Pick up pencil and unleash your inner artist at an intimate life drawing salon focused on appreciating the beauty of the human body. In a two hour session, you will receive expert tips in the traditional art practise of drawing from a nude with professional artist Bella Franks. There will be two beautiful life models offering a range of stunning poses to inspire you to the heights of creativity. The models will be in varying states of undress – from poses in our gorgeous Coco de Mer lingerie to fully nude, inviting you to admire the splendour and grace of the female form.

Artist Bella, from Bella’s Bits & Bobs life drawing salons, has been drawing her whole life and is passionate about sharing her enthusiasm for the nude tradition with others. She finds endless inspiration within the shapes & curves of every pose.

The class is open to all drawing abilities, from the complete beginner to more experienced artists and will be relaxed, fun & freeing. There will be tasty treats to enjoy while drawing, for a truly unique evening set in the atmospheric space of Coco de Mer with a soothing soundtrack.

What to Expect

Doors open at 6:30pm for students of the Salon. Join us for drinks and settle in for an evening of creative fun, class starting at 7pm. There will be a break midway for the model to stretch and for the artists to enjoy delicious cupcakes.

After the Salon, browse the boutique until 9:30pm with a special bonus: for that evening, students of the Salon may take advantage of an exclusive 20% discount on all purchases.

After all, we want to make sure you take full advantage of your new appreciation for the living art that is the female form – so why not treat it to something extra special?

Categories: Eventi Tags: ,

“Playing the Flute: An Oral Sex Masterclass Salon with Master Dominic”, entertaining and educational evenings at Coco de Mer

September 29, 2016 Leave a comment

coco-de-mer-playing-the-flute-an-oral-sex-masterclass-salon-with-master-dominic

Playing the Flute: An Oral Sex Masterclass Salon with Master Dominic £95

Editor’s Notes

2 September 2016

14 October 2016

1 December 2016

Ever wanted to bring your gentleman to his knees with the most outstanding oral attention, but felt in need of a little direction?

Spend a mischievous evening learning from a man who knows all there is to know about giving and receiving the perfect fellatio. Striving to break taboos and embrace open discussion, Master Dominic covers everything, from how to incorporate hands to the use of eye contact to heighten arousal.

Professional Dominant and sex expert Master Dominic runs a successful dominant business in East London and his Salons are always highly anticipated. His experience and knowledge, blended with a razor-sharp wit, make for entertaining and educational evenings here at Coco de Mer.

What To Expect

Doors open at 6:30pm for students of the Salon. Join us for drinks before settling in for an evening of lighthearted enlightenment starting at 7pm.

After the Salon, browse the boutique until 9:30pm with a special bonus: for that evening, students of the Salon may take advantage of an exclusive 20% discount on all purchases.

After all, we want to make sure you apply what you learned – and a little homework never hurt anyone, did it?

Categories: Eventi Tags: ,

Sarah Moon

September 17, 2016 Leave a comment

sarah-moon

Sarah Moon (1941, Francia) – Negli anni Sessanta è modella professionista. Nel 1967 comincia a dedicarsi alla fotografia di moda per Cacharel e, quindi, gira spot pubblicitari per la stessa azienda. Nel 1979 vince, per uno spot Cacharel, il LION d’OR, Films Publicitaires a Cannes. Collabora con le riviste Marie-Claire, Vogue, Nova, Harper’s Bazaar, Elle, Stern. Negli anni Settanta e Ottanta realizza campagne pubblicitarie internazionali per Biba, L’Oreal, Patou e firma oltre 150 fra clip e cortometraggi. Nel 1972 realizza il calendario Pirelli. Nel 1990 gira il film Mississipi One, e alcune pellicole dedicate alla vita di grandi fotografi quali Henri Cartier-Bresson e Lillian Bassman. Nel 1984 rivisita “Cappuccetto rosso” di Charles Perrault in un’edizione per bambini che vince il premio della Fiera del libro per ragazzi di Bologna. Dal 2003 pubblica Circuss, da “La piccola fiammiferaia” e L’effraie, da “Il soldatino di piombo” di Hans Christian Andersen; Le fil rouge, da “Barbablu” di Charles Perrault sono stati pubblicati sotto forma di libri – DVD, in edizione limitata, da Kahitsukan, Museum of Contemporary Art di Kyoto. Nel 2006 esce La sirène d’Auderville, tratto da “La Sirenetta” di Andersen.

Categories: Ritratti Tags:

“Sarah Moon Qui e Ora. Ici et Maintenant”, personale dell’artista al Palazzetto Eucherio Sanvitale di Parma

September 15, 2016 Leave a comment

17 settembre 2016 – 15 ottobre 2016

Sarah Moon Qui e Ora Ici et Maintenant

La mostra Sarah Moon. Qui e Ora – Ici et Maintenant, curata da Carla Sozzani in occasione del premio annuale di Mercanteinfiera, e grazie al Comune di Parma, inaugura la nuova sede per la fotografia a parma a Palazzetto Eucherio Sanvitale.

“Sarah Moon. Qui e Ora – Ici et Maintenant” racconta un incontro d’autore, inatteso e intenso con gli affreschi rinascimentali e le sculture di Palazzetto Eucherio Sanvitale nel Parco Ducale di Parma e apre un dialogo inedito con la fotografia contemporanea.

Sarah Moon, artista francese tra le maggiori fotografe contemporanee, da molti anni indaga la bellezza e lo scorrere del tempo.
Il titolo “Qui e Ora – Içi et Maintenant” è stato scelto da Sarah Moon per aprire un dialogo tra le sue opere e palazzetto Eucherio Sanvitale a Parma.

L’amicizia e l’affinità tra Sarah Moon e Carla Sozzani risalgono alla fine degli anni Settanta quando iniziano a collaborare insieme per Vogue Italia e poi Elle Italia.
La prima mostra alla Galleria Carla Sozzani è nel 1996, “120 fotografie” curata dal Centre National de la Photographie di Parigi, a cui è seguita la mostra ” Fotografie” nel 2002 e infine la mostra “fil rouge” nel 2006.

L’alfabeto segreto della Moon rimanda alla sfera dell’emotività, dell’intimo, e mette in scena una realtà immaginaria, filtrata dal ricordo e dall’inconscio. Il suo linguaggio antinarrativo evoca momenti, sensazioni, coincidenze e bellezza.

Le visioni di Sarah Moon spesso schiudono un universo magico di immagini poetiche. Di lei si sa poco. Raramente parla di sé, nascosta dietro il suo eterno berretto che sembra proteggerne la timidezza fragile e delicata. Come dice lei stessa, le sue immagini parlano di lei. Le sue fotografie sono così misteriose, così cariche di tensione drammatica e tuttavia riservate, che sembrano un intero mondo visto attraverso uno spiraglio luminoso.

“Sin dall’inizio ho sempre voluto sfuggire al linguaggio codificato del glamour. Quello che cercavo era più intimo, erano le quinte ad interessarmi, un diaframma sospeso prima che il gesto si compia, un movimento al rallentatore…come quello delle donne che si allontanano di spalle.” – scrive Sarah Moon nel libro Coincidences, pubblicato da Delpire nel 2001.

A cura di Carla Sozzani

In occasione del premio 2015 Mercanteinfiera a Carla Sozzani. Con il patrocinio del Comune di Parma.

Inaugurazione

venerdì 16 settembre 2016, ore 18.00 Palazzetto Eucherio Sanvitale

Parco Ducale di Parma

In mostra

da sabato 17 settembre fino a sabato 15 ottobre 2016

da martedì a venerdì, ore 13.00 -19.00
sabato e domenica, ore 10.30 -13.00 e 15.00 -18.30

Ingresso libero

Palazzetto Eucherio Sanvitale

via J.F. Kennedy, 12
Parco Ducale 43100 Parma

“Patrick & Victor Demarchelier”, photography exhibition at 10 Corso Como of Shanghai

September 6, 2016 Leave a comment

10 Corso Como Shanghai celebrates its 3rd anniversary bringing for the first time in Asia the work of Patrick Demarchelier and his son Victor Demarchelier.

(September 2016, Shanghai) 10 Corso Como, the world’s first fashion and design concept store, opened its first store in China three years ago, in Shanghai. Dedicated to Art, Fashion, Music, Design and Cuisine, 10 Corso Como Shanghai since its opening has been promoting the “slow shopping” concept, bringing a unique and innovative shopping experience to Chinese consumers.

Next week, September 7th, 10 Corso Como Shanghai will celebrate its third anniversary, and once again will bring to customers and visitors the opportunity to meet and exchange culture, ideas and experiences through an exclusive programme of designers collaborations, pop ups and art exhibitions.

Highlight of 10 Corso Como 3rd anniversary celebrations will be Patrick and Victor Demarchelier exhibition opening cocktail on September 7th at the presence of 10 Corso Como founder Carla Sozzani.

On September 5th, Cybex, one of the most beloved children brand, will launch, for the first time in China, its capsule collection in collaboration with Jeremy Scott. And on September 10th, 10 Corso Como Shanghai will present the Fall Winter 2016 trends with a trunk show featuring the most iconic pieces of the fall winter collections.

Always at the forefront of lifestyle trends, and representative of gourmet excellence, 10 Corso Como is launching a new Café concept. From September 8th, 10 Corso Como Café, at 10 Corso Como Shanghai ground floor, will re-open with a brand-new look and menu featuring a wide selection of salads, Panini and desserts by Michelin Star Chef Corrado Michelazzo.

From September 8th to September 11th 10 Corso Como will partner up with Photo Shanghai at Shanghai Exhibition Center with a pop up store and Café, presenting a joint project with Illy coffee featuring emerging young Chinese artists.

Patrick and Victor Demarchelier photography exhibition

10 Corso Como Shanghai in collaboration with Camera Works is pleased to present the work of Patrick Demarchelier and his son Victor Demarchelier. The exhibition not only gives a comprehensive idea of the body of work of both artists but also points out the mutual artistic coinage. For the first time in Asia their collaborative work will be exhibited as well.

For multiple decades Patrick Demarchelier has been considered a leading photo artist within the fashion and nude genre. His works celebrate the top models’ beauty without suffocating their appearance in a construction of artificiality. While fashion photography usually works towards excesses to create distinction, he is leaving space for a certain genuine. Patrick Demarchelier’s photographic body of work stands out due to its perfection as well as his very own ease that is reflected both in his photographic eye and his pictorial language. Key element of his works is exactly this suggestion that is free of contemplation and calculation.

Glamour becomes real, reality becomes glamorous: This leitmotiv marks the father’s body of work as well as his son’s Victor Demarchelier. This approach towards photography does not only create unique photographs, but also a recognition value due to a constant change according to the latest subject. A particular awareness becomes clear to the beholder when reflecting either body of work. Patrick Demarchelier’s early work – together with his numerous main works presented in the exhibition – is considered to be the foundation of what will be expected of Victor Demarchelier in the future.

About Patrick Demarchelier

Patrick Demarchelier, born in 1943 near Paris, grew up with four brothers and his mother in Le Havre. For his 17th birthday, his stepfather bought him a Kodak camera, which sparked his enthusiasm for photography. A passion for the photographic profession evolved into setting a clear objective for his professional future. His curiosity and the desire for perfecting his photographic abilities made him move to Paris when he was twenty years old. While working in photo laboratories, he began perusing leading fashion magazines to study the visual language and aesthetics of prestigious photographers. Subsequently, Patrick Demarchelier advanced to one of the world’s most famous fashion photographers. His relocation to New York in 1975 accompanied his international breakthrough. Since the late 1970s, reputable fashion magazines like »Elle«, »Glamour«, »GQ«, »Mademoiselle«, »Vogue« or »Rolling Stone« have been publishing his works. Furthermore, Patrick Demarchelier has been working for prestigious international couture and jewelry houses, including Armani, Calvin Klein, Chanel, Dior, Versace or Yves Saint Laurent. The British Royal Family honored him especially when commissioning him, as the first non-British photographer, to portray a member of their family – Lady Diana. Patrick Demarchelier lives and works in New York.

About Victor Demarchelier

Victor Demarchelier, born and raised in New York, is the youngest son of Patrick Demarchelier. Just after Victor Demarchelier completed his economic studies, he started working in his father’s studio to learn about the complexity of photography. Within the following ten years Victor Demarchelier managed to pursue the successful path of his father just in a new generation. With an independent aesthetic which however is coined by his father, Victor Demarchelier now works for magazines including »Vogue«, »Interview«, »GQ«, »Harper’s Bazaar« and »V Magazine«. Victor Demarchelier lives and works in New York.

About 10 Corso Como

Launched in 1990 in Milan, Italy by Carla Sozzani, 10 Corso Como is a network of spaces rolled into one experience and was the world’s first concept store. It is dedicated to Art, Fashion, Music, Design and Cuisine and has been designed as a multifunctional area, where customers and visitors are encouraged to meet and exchange culture, ideas and experiences. Named after its location in Milan in an industrial building, today 10 Corso Como has locations in Milan, Seoul, Shanghai and Beijing.

10 Corso Como Shanghai

Add: North Annex Wheelock Square, No. 1717, West Nanjing Road, Jing’an District , Shanghai

Opening time

Fashion & Design:10:00-22:00

1F Café:8:00-22:00

Lounge Bar:Monday – Friday: 11:00-24:00, Saturday – Sunday: 11:00 – 1:00

Restaurant:Lunch- 11:30-14:30

            Dinner- Sunday to Thursday 18:00-22:30;  Friday, Saturday 18:00-23:00

Premio Moda “Città dei Sassi” 2016, 8^ edizione del concorso internazionale per fashion designers

September 4, 2016 Leave a comment

LE BELLEZZE ARTISTICHE E PAESAGGISTICHE DI MATERA ISPIRANO 

IL PREMIO MODA “CITTA’ DEI SASSI” 2016 – 8^ edizione

Concorso internazionale per fashion designers 

Presentazione del libro ”Fellini e la Moda”.

Percorsi di stile da Casanova a Lady Gaga di Gianluca Lo Vetro 

Martedì 6 settembre ore 10.30 

Chiesetta di Palazzo Gattini Luxury Hotel

Piazza Duomo, 13 – 75100 Matera

Premio Moda “Città dei Sassi” 2016 8^ edizione

Concorso Internazionale per Fashion Designers 

Martedì 06 settembre 2016 ore 20.30

Piazza San Pietro Caveoso – 75100 Matera

Moda e FAI insieme per esaltare la bellezza e la creatività dei giovani stilisti sullo sfondo del paesaggio naturale e urbano di Matera. Valorizzare significa per noi dare anima a luoghi e contesti attraverso i linguaggi dell’arte. Lo straordinario universo della moda si coniuga con economia e cultura per promuovere la città nei suoi scenari più emblematici, nel solco di un impegno del FAI per moda e design tra arte e natura”. (Rosalba Demetrio, Capo Delegazione FAI Matera) 

E’ questo il messaggio che vuole lanciare per l’anno 2016 il Premio Moda “Città dei Sassi” un evento interamente dedicato ai giovani stilisti, designers e artigiani creativi dell’alta moda. Il concorso, nato nel 2008 dalla passione che caratterizza la Publimusic.com di Sabrina Gallitto oggi assieme ad Officina della Cultura ha lo scopo di individuare e premiare creatori fashion designers per scoprire stilisti emergenti e/o professionisti nel campo della moda femminile e per valorizzare il talento nella cornice dei  “Sassi” di Matera (Patrimonio Unesco dell’Umanità, candidata a Capitale Europea della Cultura 2019) paesaggio suggestivo e unico al mondo scelto da grandi registi, da Pier Paolo Pasolini, Mel Gibson e Timur Bekmambetov come scenografia a cielo aperto per girare famose pellicole come “Il Vangelo secondo Matteo”, “The Passion” e “Ben Hur”.

Ad aprire la manifestazione sarà, nella mattinata del 6 settembre 2016 alle 10.30  nella  Chiesetta di Palazzo Gattini  Luxury Hotel Piazza Duomo, 13 – Matera, la presentazione del libro Fellini e la moda, percorsi di stile da Casanova a Lady Gaga (Bruno Mondadori) di Gianluca Lo Vetro, giornalista e docente di Attualità della Moda presso l’Università di Bologna. Il volume, tra le rare pubblicazioni del rapporto di Fellini con la moda, accosta il volto inedito del regista riminese ai protagonisti del fashion system, nonché gli stilisti che hanno messo in luce le affinità o che, per contrasto, hanno preso le distanze dall’immaginario felliniano.

Ecco dunque che in questo percorso si intrecciano e snodano Fellini e la moda, la moda e Fellini: un viaggio ricco e affascinante dal guardaroba del regista ai costumi di Lady Gaga, attraverso i modelli di Dolce e Gabbana, Etro, Moschino e Jean Paul Gaultier. In otto capitoli e mezzo, senza finale. Inoltre,  il volume si inserisce nella collana scientifica, “Culture, moda e società”, promossa dal Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita dell’Università di Bologna – Campus di Rimini e diretta da Federica Muzzarelli. Sarà presente l’autore del libro Gianluca Lo Vetro, interverrà la giornalista di moda e costume de La7 e direttore responsabile del magazine Book Cinzia Malvini, moderatrice la giornalista e conduttrice televisiva Mary De Gennaro.

La manifestazione giunta alla 8^ edizione, organizzata dalla Publimusic.com di Sabrina Gallitto Officina della Cultura con la direzione artistica di Enzo Centonze, direttore format Paolo Fumarulo,  Regia e Coreografie di Stefania Coralluzzo, allestimento scenico Marianna Coretti, coordinatore tecnico Vincenzo Scasciamacchia, ufficio stampa  e pubbliche relazioni Nicola Altomonte, fitting Harscel Srl, casting Forme di Elena Brulli. segreteria organizzativa Lidia Lavecchia vedrà il suo clou il 6 settembre 2016 alle ore 20.30 nella splendida Piazza San Pietro Caveoso di Matera con la conduzione della showgirl Veronica Maya.

Media partner Book, Montenapoleoneweb e TRM network, realizzato con il sostegno della Regione Basilicata e con il patrocinio e la collaborazione della Provincia e Comune di Matera dell’APT Azienda di Promozione Turistica della Basilicata, della Lucana Film Commission, del CNA-Federmoda.

L’evento ricco di uno spettacolo articolato con tempi televisivi ed è riservato alla nuova generazione di creatori della moda a livello nazionale ed internazionale che potranno dar vita alle loro creazioni di alta moda, proponendo le loro idee di eleganza e creatività dinanzi ad un folto pubblico, in buona parte formato da rappresentanti aziende del settore, stampa, autorità e dai tanti turisti che affollano  nel periodo estivo la Città dei Sassi.

Premio Moda Città dei Sassi non è  un concorso ma un  vero e proprio progetto di scouting organizzato dalla Publimusic.com e Officina della Cultura, che ha come obiettivo la ricerca e la promozione di giovani talenti creativi del panorama nazionale ed internazionale. Un contest indirizzato specificatamente a giovani stilisti  del mondo della moda e dedicato alle collezioni femminili nelle categorie abbigliamento ed accessori.

Il Premio Moda “Città dei Sassi”, crocevia della Haute Couture Internazionale, richiama a Matera stilisti provenienti da tutti il mondo per la 8^ edizione e dopo un’attenta selezione vede la partecipazione degli otto finalisti: Rihad Boudaya, Esse Artistic Designers di Simone Bartolotta & Salvatore Martorana, Maria Renata Ippolito, Rossella Isoldi, Vincenza Lacava, Dalila Palumbo, Gaetano Ruisi, Antonella Verriello.

A decretare i vincitori una prestigiosa giuria internazionale di addetti ai lavori (giornalisti, stilisti, consulente d’immagini, associazioni di categoria ed istituzioni): La giuria è composta dai creatori di moda: Gai Mattiolo, (stilista),  Addy van den Krommenacker (stilista), Michele Miglionico (stilista),  Paolo Fumarulo (stilista), dai giornalisti: Paola Cacianti (storica critica di moda, Rai1-Top Tutto quanto fa tendenza), Gianluca Lo Vetro (La Stampa), Luciana Boccardi (Il Gazzettino), Sonia Perfetti (Collezioni), Cinzia Malvini (LA7, Book Moda), Marzio Nocera (Fashion Channel),   Bea Spediacci (La7), Angela Accettura(Stylosophy.it), Michele Capolupo (Sassilive.it), Anna Giammetta (Giornalemio.it), Mariangela Lisanti (Il Quotidiano del Sud), Franco Martina (Ansa), Attilio Romita (Rai3 Puglia), Rosita Stella Brienza (La Nuova Basilicata) e dalle associazioni di categoria: Beppe Angiolini (Presidente Onorario Camera Moda Buyer); Leo Montemurro (CNA-Federmoda),  dalle istituzioni Patrizia Minardi (dirigente Ufficio Sistemi Culturali e Turistici, Presidenza della Giunta Regione Basilicata).

Saranno assegnati: Premio Moda “Città dei Sassi”Premio della CriticaPremio Speciale Book e il Premio Moda “Matera 2019”, un altro premio di eccellenza, in occasione della designazione della Città dei Sassi a Capitale Europea della Cultura 2019.

Inoltre, sarà assegnato il Premio Moda al Cinema un premio appositamente ispirato al cinema e che viene aggiudicato da colui il quale ha, nel corso della sua sfilata, saputo meglio interpretare il significato e il ruolo del cinema nella moda. Il Premio Moda al Cinema dell’edizione 2016, sarà dedicato all’attrice Marilyn Monroe, icona del cinema e di stile nel mondo in occasione dei 90 anni dalla sua nascita.

A rappresentare l’Alta Moda Italiana con un flash moda delle loro collezioni sono presenti le case di moda Gai Mattiolo, Addy van den Krommenacker, Michele Miglionico.

Al Premio Moda Città dei Sassi quali stilisti fuori concorso parteciperanno; Massimo Orsini e Dama Collezioni 

A rendere ancora più magica la serata sarà l’esibizione dell’Orchestra Città dei Sassi composta da 28 elementi come archi, 1° violini, 2° violini, viole, violoncelli, contrabassi, percussioni, e pianoforte diretta dal direttore d’orchestra Giuseppe Salatino.

A completare il look delle modelle hair stylist: Estilo di Vincenzo Di Liddo, Classy Maison de Beautè di G. Montanaro, Adry Nicoletti, Disanto Parrucchieri di Pino Disanto, Elisabetta Barberio, Elen Style di Maddalena Ruggieri, Charme di Tommaso Bruneo, Tam i Parrucchieri/Michela Maranghino e Femme di Mario Sabatino mentre make up artist: Academy di Antonio Riccardo e Linea Gil Cagnè Art Director Pablo,  le fotografie sono di Paolo De Novi, Enzo Dell’Atti, Antonio Dimita e Brunella Armaiuoli.

Gli anni passano e Matera con il suo paesaggio incantato continua ad affascinare ed emozionare. Le sue bellezze naturali, artistiche incontrano ed illuminano l’Alta Moda Italiana, nel segno della sartorialità, unicità, innata eleganza volta ad esplorare inediti orizzonti creativi. Un viaggio nella creatività e nell’eccellenza italiana per guardare al passato e, così, costruire il futuro del Made in Italy. Una vera e propria passeggiata emozionale nello stile, tra tradizione, innovazione, modernità, contemporaneità  in una Matera che si proietta verso nuovi orizzonti.

“David Seidner”, personale del grande fotografo alla Galleria Carla Sozzani di Milano

September 2, 2016 Leave a comment

In occasione dei 25 anni di 10 Corso Como, la

 presenta per la prima volta in Italia una mostra inedita di David Seidner, uno dei massimi esponenti della fotografia di moda degli anni ‘80 e ‘90.
La mostra prevede un corpus di cinquanta fotografie provenienti dall’International Center of Photography di New York, che ripercorrono la sua ricerca fotografica in oscillazione continua tra la moda, il ritratto e la storia dell’arte.

Nato a Los Angeles nel 1957, a diciassette anni si trasferisce a Parigi per lavorare come fotografo e in breve tempo le sue foto sono pubblicate dalle più importanti riviste. Le sue collaborazioni con il mondo della moda iniziano a diventare sempre più fertili e le sue immagini presto documentano couturiers come Azzedine Alaïa, Chanel, Mme Grès, Jean Patou, Ungaro e Valentino.  Nel 1980 lavora su esclusiva per Yves Saint Laurent per due anni. David Seidner è scomparso prematuramente nel 1999 a soli quarantadue anni, lasciando una serie di opere che testimoniano la sua personale ricerca sulla fotografia e la storia dell’arte, dove cercava di apportare quella che considerava la propria “prospettiva filosofica”.

“Ciò che più mi interessa è evocare lo spirito della pittura attraverso la piega di un tessuto, la posizione di una mano, la qualità della luce sulla pelle”. 

Le immagini di Seidner sono ricomposizioni costruite con abilità attraverso riflessioni in frammenti di specchio o sovrapposizioni, collage, esposizioni multiple, manipolazione diretta delle stampe, utilizzo di luci dinamiche e flash. La musica di John Cage, il compositore della musica aleatoria e della “sinfonia dei cambiamenti” ispira molta della sua ricerca estetica. Nel 1977, mentre lo fotografa per il Los Angeles Times, cerca di correggere la distorsione del teleobiettivo, e così riprende John Cage dall’alto con cinque diversi scatti di sezioni del corpo. Inizia da quel momento a riprendere i suoi soggetti con scatti congiunti che poi ricompone nella figura intera.

Nel 1986 per il Musée de la Mode di Parigi fotografa i piccoli manichini di fil di ferro vestiti con mini abiti su misura dai grandi couturiers dell’epoca: Balenciaga, Jacques Fath, Lucien Lelong, Elsa Schiaparelli e Pierre Balmain creati nel dopo guerra per promuovere negli Stati Uniti la moda francese. Seidner li ritrae in set poveri, semi-abbandonati quasi per ricreare l’eco degli edifici bombardati e della guerra.

Le sue immagini sono apparse sulle riviste come Vogue (Italia, Francia, America), Harper’s Bazaar, Harper’s & Queen, The New York Times Magazine, Vanity Fair, e hanno influenzato la fotografia di moda per un intero decennio.

Un profondo interesse per il passato, la storia dell’arte e il ritratto lo avvicina allo studio dei ritratti dipinti a olio del pittore John Singer Sargent. Negli anni Novanta, inizialmente per un servizio su Vanity Fair, Seidner rintraccia i discendenti dei soggetti dipinti da Sargent, soprattutto aristocratici inglesi e americani, e li ritrae nei sontuosi costumi dei loro antenati. Con la serie dei ritratti di Sargent, David Seidner unisce le tecniche della fotografia contemporanea a colori con le caratteristiche convenzionali dei ritratti dipinti di fine Ottocento.

Per la rivista americana “Bomb”, come redattore scrive tra il 1990 e il 1993 molte conversazioni avute con artisti tra cui Richard Serra, Sonia Delaunay, Duane Michaels e Jane Heighstein. Documenta gli studi d’artista e i ritratti ad artisti come Jasper Johns, Robert Rauschenberg, Roy Lichtenstein e John Baldessari come parte rilevante nella sua ricerca.

Numerose le pubblicazioni tra cui Le theatre de la Mode: Fashion Dolls (1990); Lisa Fossangrives: Three Decades of Classic Fashion Photography (1996); The Face of Contemporary Art, (1998).

Le sue opere sono state esposte in varie istituzioni museali tra cui la National Portrait Gallery di Londra, il Centre Pompidou di Parigi, il Whitney Museum di New York.  Nel 2008 la Fondation Pierre Bergé – Yves Saint Laurent gli ha dedicato una mostra personale. Il suo lavoro Paris Fashions, 1945 è stato presentato all’ICP, International Center of Photography di New York nel 2009.

David Seidner

Inaugurazione sabato 3 settembre 2016

Dalle ore 15.00 alle ore 20.00

In mostra da domenica 4 settembre a martedì 1 novembre 2016

Tutti i giorni, 10.30 – 19.30

Mercoledì e giovedì, 10.30 – 21.00