Home > Archeo, Eventi > Atlantide d’Egitto, città egizia sommersa prossimamente in mostra al British Museum di Londra

Atlantide d’Egitto, città egizia sommersa prossimamente in mostra al British Museum di Londra

This slideshow requires JavaScript.

La chiamano l’Atlantide d’Egitto. Una città sommersa nell’acqua che sta per essere riportata alla luce dopo 1000 anni. Statue gigantesche, gioielli, stele coperte di geroglifici saranno esposti il prossimo anno al British Museum. Questi tesori, come riporta il DailyMail, appartengono alle città di Heracleion e Canopo, costruite sul terreno del delta del Nilo e ora sepolte sotto tre metri di limo.

I testi antichi registrano l’esistenza degli insediamenti, che erano la porta d’ingresso in Egitto prima di Alessandria. Ma i due centri di scambio sono stati persi – letteralmente – nel tempo sotto le sabbie fino alla riscoperta avvenuta nel 1996. I sommozzatori hanno impiegato quasi due decenni per riportare questo tesoro alla luce. La collezione ora conta una stele in cui è incisa in geroglifici una dichiarazione reale del faraone Nectanebo I e una statua di gigante di Hapy, dio egizio personificazione delle inondazioni del Nilo.

La mostra, denominata Sunken Cities: Egypt’s Lost World, si svolgerà da maggio a novembre del prossimo anno. Essa combinerà elementi provenienti dagli archivi del Museo con gli oggetti in prestito speciale da parte delle autorità egiziane, che raramente lasciano che i manufatti lascino il loro Paese. Circa 300 oggetti saranno messi in mostra, la maggior parte dei quali sono stati estratti dalle rovine sommerse. La mostra si concentrerà sulla mescolanza delle culture nelle città del delta del Nilo, in particolare l’interazione tra l’Egitto e la Grecia antica.

Franck Goddio, il presidente dell’ European Institutue of Underwater Archaeology e co-curatore della mostra, ha detto: “La mia squadra ed io, così come la Fondazione Hilti, siamo felici che la mostra con le scoperte archeologiche delle nostre spedizioni subacque al largo della costa d’Egitto sarà esposta al British Museum. Ci permette di condividere con il pubblico i risultati di anni di lavoro presso le città sommerse e il fascino di mondi e civiltà antiche”.

Fonte: Huffington Post

  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: