Home > Ritratti > Al Di Meola

Al Di Meola

Al Di Meola-w900-h900

Al Di Meola ha suonato in formazioni importanti con i più grandi nomi del panorama internazionale: Tour de Force con Jan Hammer, Anthony Jackson, Steve Gadd e Mingo Lewis; la celebre esperienza del trio con John McLaughlin e Paco de Lucia; The Rite of Strings trio con Stanley Clarke e Jean-Luc Ponty; il supergruppo fusion 70 Return To Forever con Chick Corea, Stanley Clarke e Lenny White.

World Sinfonia è una formazione attiva ormai da diversi anni: un suono ricco dal punto di vista armonico, aperto alle improvvisazioni e capace di trasportare la parte emotiva della musica. Il vocabolario della formazione è influenzato dagli accenti della musica delle diverse regioni del mondo e si apre alla collaborazione con i virtuosi di ogni nazione come, ad esempio, il clarinettista turco di nome Husnu Senlendiric.

Nella formazione che lo accompagnava a Pescara vedremo Fausto Beccalossi alla fisarmonica, Kevin Seddiki alla chitarra e Peter Kaszas, alla batteria e alle percussioni. Insieme a loro ci sarà, come ospite, il pianista cubano Gonzalo Rubalcaba.

Se i primi modelli di riferimento per Di Meola sono stati i chitarristi Tal Farlow e Kenny Burrell, con l’ascolto di Larry Coryell, ha scoperto una nuova miscela di jazz, blues e rock all’interno del vocabolario proprio dello strumento. Tecnica e sensibilità si uniscono nel suo modo di suonare la chitarra, sia acustica che elettrica, e questo gli ha permesso di essere sin dagli anni ’70 un pioniere della world music con lavori come Land of the Midnight Sun, Elegant Gypsy e Casino per arrivare fino ai più recenti The Infinite Desire, The Grand Passion e Consequence of Chaos. Uno stile in cui confluiscono flamenco, tango, suoni orientali e le musiche di Brasile e Africa.

Gonzalo Rubalcaba è nato a L’Avana, in una famiglia di musicisti: in questo modo sin da giovane ha potuto conoscere il patrimonio delle tradizioni artistiche e musicali del suo paese, attraverso contatti personali con i musicisti che frequentavano la casa di suo padre Guillermo, pianista a sua volta. Nello stesso tempo ha anche assimilato, attraverso i dischi, il jazz statunitense. Nel 1986, grazie all’incontro con il bassista Charlie Haden, entra in contatto con Bruce Lundvall, presidente della Blue Note Records, con cui inizia una collaborazione, concretizzata nella pubblicazione di quattordici dischi.

Negli anni ha suonato con Dizzy Gillespie, Charlie Haden, Katia Labeque, Richard Galliano, Dave Holland, Chris Potter, Ron Carter, Marcus Gilmore, Pat Martino, Joao Bosco, Ivan Lins e molti altri. Rubalcaba suona in tutto il mondo esibendosi in piano solo, sia in ambito jazz che classico, e come leader di diverse formazioni. Il suo repertorio si espande oltre il jazz e i ritmi afro-cubani sviluppando una propria voce molto particolare e attraversando le tradizionali classificazioni musicali.

Categories: Ritratti Tags:
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: