Home > Vernissages e Mostre > “Visioni apocrife”, personale di Giacomo Costa presso spazio smArt di Roma

“Visioni apocrife”, personale di Giacomo Costa presso spazio smArt di Roma

GIACOMO COSTA Roma
E’ con Giacomo Costa, artista interdisciplinare, multimediale e transnazionale, che smART – polo per l’arte sceglie di inaugurare i propri spazi espositivi.
In mostra nove grandi opere, paesaggi urbani e naturali, che l’artista crea utilizzando frammenti di immagini che prendono forma d’istallazioni inquietanti al confine tra fotografia, architettura e science fiction, opere capaci di sfidare le leggi della fisica e la forza di gravità e che incorporano effetti speciali tipici della tecnica cinematografica.
Le sue immagini, apparentemente iperrealistiche, sono visionarie e in continuo divenire. Vengono abilmente e quasi magicamente manipolate, smantellate e rimontate in un caleidoscopio inesauribile di possibilità, al limite tra figurazione e visione onirica.
Accanto alle nove opere, vengono presentati per la prima volta alcuni autoritratti ironici, in cui l’artista indossa parrucche, costumi e materiali scenici, interpretando così una serie di personaggi in una poliedrica gamma di angolazioni e interpretazioni. Questo inedito aspetto ludico stempera in modo rassicurante anche la più cupa visione del mondo ed evidenzia come Costa esplori la fotografia non solo per documentare e premonire, ma anche per definire la propria molteplice identità.
Visioni apocrife è il titolo della personale di Giacomo Costa a cura di Francesca Valente con cui smART, il nuovo centro culturale multifunzionale di Roma, affianca all’attività didattica e culturale un percorso espositivo, che fino al 28 novembre vedrà una serie inedita di ironici autoritratti dell’artista che si contrappone a nove enigmatici quanto inquietanti paesaggi urbani e naturali, al confine tra fotografia, architettura e science fiction.
“In questi lavori Giacomo Costa coniuga l’assoluta padronanza delle nuove tecnologie con il grande patrimonio della tradizione artistica italiana; rappresenta in modo emblematico il superamento dalla fotografia tradizionale in immagini visionarie e ipertecnologiche che incorporano effetti speciali che rimandano alla tecnica cinematografica, passando da Piranesi, per arrivare a una tecnica di pittura digitale del tutto personale e originale” dichiara Francesca Valente.
GIACOMO COSTA
Visioni Apocrife
15 ottobre 2013 – 28 novembre 2013
Opening: martedì 15 ottobre 2013 | ore 18.30
Piazza Crati, 6/7 Roma
orario: dal martedì al sabato, 11.00 – 13.00 / 15.00 – 19.00
opening: martedì 15 ottobre 2013   (18:30)

  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: