Home > Vernissages e Mostre > “Macerie”, personale di Maura e Cristiano Perricone presso Il Mitreo a Roma

“Macerie”, personale di Maura e Cristiano Perricone presso Il Mitreo a Roma

INVITO_MACERIE_2-w1000-h1000

Nonostante il decostruttivismo affondi le sue fondamenta nella netta e totale contrapposizione al post-modernismo, Macerie ne diviene la conferma proprio nell’epoca attuale. È infatti dalle teorie del filosofo Jacques Derrida che scaturisce l’odierna presa di coscienza; l’essere fossili tra le macerie. A Maura e Cristiano Perricone interessa raccontare non tanto il momento di rottura o del crollo, quanto il risultato che ne determina, il caos immobile composto da detriti e dalla loro distribuzione spaziale. Partendo dal pensiero concettuale, ma più che mai concreto, di analisi e indagine approfondita della società odierna, gli artisti ne determinano la più che mai completa auto-demolizione. Alle riflessioni critiche nate in diversi contesti umanistici si alternano dati reali storici, in particolare la caduta del muro di Berlino, a conferma della metafora del crollo a cui tutta la serie farà riferimento. Se è vero che nella rappresentazione non c’è speranza, è altrettanto vero che si è voluto cogliere, attraverso l’espressione di un sentimento rinnovatore, la proposta di un’alternativa percorribile. Il rinnovamento deve però avere inizio dall’azzeramento, dalla decostruzione, dal default sociale-economico a cui stiamo tendendo; dalle macerie testimoni privilegiate di ciò che fu e che ne sarà. In un periodo storico di forti mutamenti geo-politici siamo costretti a “ri-organizzarci”, a ricostruire partendo da un lastricato su cui affioreranno non vasi o monete ma plastiche acide, carcasse elettriche, polveri nocive. Al fruitore verrà presentato tale risultato attraverso un’alternanza di video-installazioni, sculture e opere in Fine-Art, quest’ultime realizzate mediante un procedimento combinato di computer grafica e fotografia applicato a un modello reale di terracotta su cui verranno riprodotti dei crolli, simulando la disposizione delle macerie su di una superficie piana. Tra le sculture saranno presenti anche basso-rilievi in terracotta raffiguranti mappe antiche di alcune capitali , come Roma o Londra, allo scopo di fornire al fruitore due interpretazioni possibili delle stesse e dell’intera Mostra. Partendo dal presupposto che anche in questo caso ci troviamo di fronte a “macerie” su cui è stato poi ricostruito sopra, il visitatore può leggerci una sorta di speranza legata al concetto eracliano di Pánta Rhêi secondo cui, se tutto scorre, tutto può cambiare ed essere distrutto, ma poi riedificato. Al contrario, la valutazione può avere anche un’accezione pessimista, ma paradossalmente ben più ottimista, prova del fatto che tutto si perde e diventa intellegibile per l’uomo, ad accezione dell’arte generatrice. E tramite lo stesso percorso artistico si arriva alla piena consapevolezza, consapevolezza realizzatasi con il passaggio di ogni singolo fruitore da cui, attraverso un congegno meccanico, scaturiranno corpuscoli di macerie, atomi residui di ogni cammino individuale e collettivo.
MACERIE
– Genere: mostra personale
– Location: Il Mitreo – Arte contemporanea
Via Marino Mazzacurati 61, 00148 Roma – T. +39 06 65678224
– Periodo: 19 Ottobre – 27 Ottobre 2013 – INGRESSO LIBERO
– Opening: 19 Ottobre 2013 – Ore 18:30
– Artificio Lab: Maura e Cristiano Perricone

  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: