Home > Cultura News > “Il giardino dei ciliegi”, in scena Cheov dalle Nina’s Drag Queen

“Il giardino dei ciliegi”, in scena Cheov dalle Nina’s Drag Queen

ninasdragqueen-830x788

“Le drag queens come alberi del giardino a fare da cornice a una tragedia familiare attraversata da mille vicende personali minori. La scelta de “Il giardino dei ciliegi” è dovuta a una suggestione del nostro regista Francesco Micheli, è stato lui a parlarci di quest’opera di Cechov secondo un suo particolare punto di vista molto poetico” e parole di Gianluca di Lauro, che nell’opera interpreta Varja, risuonano di novità e determinazione. Gianluca fa parte del gruppo delle Nina’s Drag Queen, ragazzi che interpretano opere teatrali en travesti, ed insieme a loro sarà uno dei protagonisti del “ Giardino delle ciliegie” che si svolgerà al Teatro Parenti di Milano da 23 al 25 luglio. no spettacolo che si preannuncia divertente, spiritoso e ironico, come forse Checov avrebbe desiderato: “ L’ronia è una chiave di lettura che sicuramente ci appartiene, anzi ci appartiene anche il grottesco, l’essere maschere, clown, ma non c’è stata nessuna forzatura nel mettere questa nostra cifra al servizio del testo originale. Forse il fatto che in passato le messe in scena di quest’opera siano sempre andate verso la tragedia, rende la nostra versione una “scoperta”, ma crediamo semplicemente di aver incontrato un testo che aveva tutte le caratteristiche per accogliere il nostro modo di interpretarlo”. Nell’opera di Checov le tematiche principali spaziavano dalla decadenza dell’aristocrazia alle dinamiche socio-economiche russe che qui vengono riprese e rielaborate in chiave moderna sulla base di musiche italiane anni ’70 e ’80. “Il tema principale è la decadenza di questa famiglia, composta da donne che non sanno uscire dal proprio passato, che vivono di ricordi. E in questo clima vediamo scorrere i singoli desideri che non trovano realizzazione, le angosce, le frustrazioni personali e quelle sociali, molto diverse le une dalle altre per ciascun personaggio”, commenta Gianluca. E tra tutti le donne dell’opera quella interpretata da di Lauro è sicuramente il simbolo dello spirito drag queen:“Varja è un personaggio triste, imploso, ma ha valori chiari ed è molto evidente quale sia il suo grande tema intimo: un amore che non si è mai concretizzato. Perfetta per una rappresentazione drag queen, se con drag queen intendiamo una interpretazione di iper-femminilità, esagerata non solo negli aspetti frivoli e goliardici, ma anche in quelli cupi e malinconici”. Un’opera intramontabile che ha come protagoniste donne fragili, complesse e ironiche. Donne che vivono nel presente e nel passato.

Fonte: VM-Mag

Categories: Cultura News Tags:
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: