Archive

Archive for March 7, 2013

“Voci Sospese” di Gianni Leone, MondoRaro

March 7, 2013 Leave a comment

VITE-SOSPESE-COPERTINA

Per viaggiare si ha bisogno di un mezzo, che sia esso reale o puramente onirico come l’immaginazione; ma ciò che si deve ad ogni costo proteggere, custodire, curare, amare e respirare non è il mezzo, ma la strada che si è scelta di percorrere. . . Voci Sospese: affinché si possa sempre ricordare da dove si è partiti, lasciando alla vita e alle scelte il compito di capire dove arrivare. Viaggiatori, non potrebbe essere diversamente. Guai a conoscere un sentiero prima di percorrerlo. Guai a perdere la memoria. Siamo alchemiche molecole di memoria e senza di esse siamo nulla. . .

Brossura: 72 pagine
Editore: MondoRaro BlogZine – Lulu.com
Lingua: Italiano
ISBN-10: 1291286004
ISBN-13: 978-1291286007

Categories: Carta Tags: ,

“L’immagine della città europea dal Rinascimento al Secolo dei Lumi”, mostra al Museo Correr di Venezia

March 7, 2013 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

L’immagine della città europea dal Rinascimento al Secolo dei Lumi
Dal 30 Novembre 2013 al 16 Marzo 2014
Museo Correr, Venezia
Il suggestivo universo urbano europeo, dal Rinascimento al Secolo dei Lumi, viene rievocato in questa rassegna, attraverso uno straordinario repertorio iconografico che conta oltre un’ottantina di opere tra dipinti, incisioni e disegni provenienti da prestigiose collezioni pubbliche e private, italiane ed estere.
Sin dal Medioevo la città è stata un campo privilegiato per la pittura europea e grande mezzo di esaltazione e di propaganda delle virtù di uno Stato. La mostra raccoglie dunque quelle immagini globali, di grande impatto qualitativo e spettacolare, che per secoli sono state l’unico o il più suadente e immediato mezzo per mostrare la bellezza e la ricchezza delle maggiori città d’Europa.
Partendo dall’Italia, prima a introdurre, grazie all’invenzione della prospettiva agli inizi del Quattrocento, l’imago urbis come affascinante manifesto delle ambizioni di papi, principi o sovrani, si potranno idealmente visitare, seguendo un itinerario cronologico e geografico, città che il tempo ha completamente trasformato e che in larga parte non esistono più.
Direzione scientifica Gabriella Belli
A cura di Cesare De Seta
Progetto espositivo Daniela Ferretti

“Anthony Caro. Sculture”, personale del maestro Caro al Museo Correr di Venezia

March 7, 2013 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Anthony Caro
Dall’1 giugno al 27 ottobre 2013
Museo Correr, Venezia
Saranno le splendide sale del Museo Correr a ospitare la prima grande retrospettiva italiana dedicata a uno dei massimi scultori viventi: Sir Anthony Caro (New Malden, Surrey, 1924).
Il versatile artista britannico, che ha lasciato segni indelebili nella storia dell’arte, rivoluziona in modo radicale a partire dagli anni Sessanta la sua arte. Dopo un esordio prettamente figurativo, sotto l’influenza del suo maestro Henry Moore, si allontana infatti dalla tradizione scultorea per creareassemblaggi rivoluzionari, saldati e imbullonati, dipinti a colori vivaci e collocati sul pavimento, nello spazio dello spettatore: opere astratte ma ricche di contenuto ideale. Un nuovo e affascinante linguaggio plastico che consacra Caro come figura cardine nello sviluppo della scultura del XX secolo accanto a David Smith, Mark Di Suvero, Richard Serra.
Il suo materiale prediletto è l’acciaio, ma l’artista non rinuncia a sperimentare con i più svariati elementi come il bronzo, il legno, la carta e il piombo. Gli assemblaggi d’elementi metallici bidimensionali – caratteristica più evidente della sua opera – diventano l’emblema della nuova scultura inglese, punto di partenza e fattore d’influenza per tutte le generazioni successive.
Simbolo del nuovo e della modernità in scultura, Anthony Caro è presente in tutte le più importanti manifestazioni internazionali: ricordiamo la prima personale a New York da André Emmerich nel 1964, la partecipazione – unico scultore – al padiglione inglese della Biennale di Venezia nel 1966, la retrospettiva al MoMa di New York nel ‘75, la mostra dell’84 alla Serpentine Gallery di Londra, itinerante in tutta Europa, il Premio dell’Imperatore del Giappone per la scultura nel 1992, la grande retrospettiva al Museum of Contemporary Art di Tokyo del ’95 e, ancora, la collaborazione con l’architetto Norman Foster per il “Millennium Bridge” di Londra. La Tate Modern Art di Londra nel 2004 ha festeggiato i suoi ottant’anni; ora sarà Venezia a celebrare la personalità carismatica di Anthony Caro.
In collaborazione con Fondazione Anthony Caro e Gagosian Gallery
Con il patrocinio del British Council
Commissari Gabriella Belli e Nicholas Serota
Progetto espositivo Daniela Ferretti

“Discovering Vedova”, mostra di Emilio Vedova al Museo Correr e Ca’ Rezzonico di Venezia

March 7, 2013 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Discovering Vedova
Dal 18 maggio al 13 ottobre 2013
Museo Correr e Ca’ Rezzonico, Venezia
L’incontro con l’opera di Vedova produce sempre nuove e stimolanti prospettive critiche, tanto più se avviene, come nel progetto della Fondazione Emilio e Annabianca Vedova curato da Germano Celant, all’interno di spazi monumentali e ricchi di storia come le sale della collezione permanente del Museo Correr e quelle di Ca’ Rezzonico.
L’iniziativa riscopre e allo stesso tempo sottolinea il lavoro di Emilio Vedova e con alcune magistrali opere si confronta con la gloriosa storia artistica di Venezia, all’interno di due luoghi culto della museografia lagunare: Ca’ Rezzonico con le sue visionarie presenze tiepolesche e il Museo Correr che conserva prove eccezionali della grande pittura veneziana tra ’500 e ’700.
In collaborazione con Fondazione Emilio e Annabianca Vedova
A cura di Germano Celant

Agatha Ruiz de la Prada

March 7, 2013 Leave a comment

Agatha Ruiz de la Prada-w600-h600

Agatha Ruiz de la Prada esordì nel mondo della moda nel 1981 a Madrid, dove presentò la sua prima collezione donna. Fu così ben accolta che, di lì a poco, aprì il suo primo negozio nella capitale spagnola e cominciò a partecipare alle sfilate di Barcellona.
Le sue creazioni si trasformarono in una vera e propria espressione artistica, anche attraverso le esposizioni nelle principali gallerie d’arte di tutta la Spagna. Durante gli anni ‘80 Agatha diviene una delle più importanti promotrici della movida madrilena. Il vero trionfo arriva quando unisce le forze con la maggiore catena di grandi magazzini spagnoli: El Corte Inglés. Da allora inizia ad acquisire riconoscimenti internazionali.
Nel 1991, Agatha Ruiz de la Prada comincia a concedere licenze per la produzione di abbigliamento per l’infanzia, accessori, mobili, decorazioni, complementi per la casa, profumi, cellulari, cartoleria. Oggi il brand è distribuito in tutto il mondo attraverso circa 50 licenziatari e vanta ben 6 monomarca a Milano, Madrid, Barcellona, Parigi, New York e Porto.
Tra le collaborazioni per progetti speciali con aziende, si citano: Swatch, Absolut Vodka, Camper, Citroën, Kartell, DHL, Audi, NH Hotel.
Inoltre ha ricevuto numerosi premi, come l “Oscar italiano della Moda”, il premio “Newyorker”, il premio “Pasión Colombia”, il premio “Prix” di Marie Claire e Glamour, il “Premio alla Carriera Lorenzo il Magnifico” (2011).
Attualmente Agatha sfila nella settimana della moda di Madrid;  è inoltre invitata a sfilare sulle passerelle di tutto il mondo: Francia, Colombia, Grecia, Santo Domingo, Stati Uniti, Messico, Mosca, Panama e tanti altri.
Le sue mostre si possono ammirare in città come Tokyo, Pechino, Milano, Barcellona, New York.

Categories: Ritratti Tags:

“I Mestieri della Moda”, mostra di Agatha Ruiz de la Prada al Museo Correr di Venezia

March 7, 2013 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

MESTIERI DELLA MODA
8 marzo con Agatha Ruiz de la Prada
Dall’8 Marzo al 5 Maggio 2013
Museo Correr, Venezia
La Fondazione Musei Civici di Venezia e l’Assessorato alla Cittadinanza delle donne e alle Attività Culturali del Comune di Venezia festeggiano l’8 marzo con un testimonial d’eccezione, la stilistaAgatha Ruiz de la Prada, che nel Salone da Ballo del Correr espone una selezione di sue creazioni.
La mostra, a cura di Agatha Ruiz de la Prada, si realizza nell’ambito della più ampia iniziativa DoVe – Donne a Venezia – Creatività, economia e felicità promossa dall’Assessorato alla Cittadinanza delle donne e alle Attività Culturali del Comune di Venezia, in occasione della Festa della Donna 2013.
Nello straordinario scenario del Salone del Ballo del Museo Correr, Agatha Ruiz de la Prada propone i modelli della collezione “Primavera-Estate 2013” presentati durante la sfilata retrospettiva della scorsa edizione della Mercede Benz Fashion week di Madrid ed esposti per l’occasione su manichini dorati. Si tratta di trentuno abiti che reinterpretano le icone care ad Agatha – dall’abito “gabbia” a quello “ombrello”, da “cuore” a “stella” – che l’hanno accompagnata durante 31 anni di carriera. Abiti che animano una fantasiosa e colorata “festa danzante”, in cui protagoniste sono le forme, le cromie e il genio di questa artista, che coniuga in modo del tutto originale glamourfashion e design d’avanguardia.
Co-prodotta con Assessorato alla Cittadinanza delle donne e alle Attività Culturali – Comune di Venezia
In collaborazione con Fondaciòn Agatha Ruiz de la Prada
A cura di Agatha Ruiz de la Prada