Home > Scientia > Mars One, colonie sul pianeta rosso

Mars One, colonie sul pianeta rosso

Da quanto tempo l’uomo sogna di approdare sul suolo marziano? Chi non vorrebbe provare questa esperienza a dir poco unica? Purtroppo ancora nessuna missione con equipaggio umano è stata mai avviata. A discapito di questa notizia poco entusiasmante è stato lanciato un progetto (chiamato Mars One) che ha come obiettivo quello di stabilire delle colonie umane permanenti sul Pianeta Rosso entro il 2023. Vi sembra una pazzia? Ecco tutti i dettagli.
La Maledizione di Marte
Sin dagli anni ’60 dozzine di orbiter, lander e rover sono stati inviati sul suolo marziano per scoprire le caratteristiche geologiche del pianeta e, soprattutto, per scovare la presenza d’acqua. Purtroppo queste missioni hanno raggiunto un costo molto elevato presentando anche un alto tasso di fallimenti, infatti circa il 66% di queste missioni sono fallite portando gli scienziati a parlare scherzosamente de “La Maledizione di Marte“. Naturalmente i numerosi fallimenti sono da imputare ad altri fattori, anche perché si tratta comunque di missioni molto complicate. L’ultimo fallimento risale all’8 novembre 2011: il lander Fobos-Grunt è caduto nell’Oceano Pacifico il 15 gennaio 2012.
Per avere maggiori informazioni riguardo tutte le precedenti missioni su Marte attraverso questo link potete leggere la relativa pagina su Wikipedia.
Tutti i dettagli su Mars One
L’anno scorso il ricercatore tedesco Bas Lansdorp ebbe l’idea di stabilire colonie permanenti su Marte. A primo impatto sembrerebbe una pagliacciata, ma il progetto è sostenuto anche dal Nobel per la Fisica Gerard ‘t Hooft. Inoltre il piano è stato studiato da scienziati ed esperti del settore ed è stato ritenuto idoneo.
Già dall’anno prossimo verranno scelti 40 astronauti ed addestrati in un modello in scala della colonia che andrà poi su Marte.
Successivamente verrà prodotto un satellite che verrà lanciato nel 2016 e sarà utilizzato per le comunicazioni.
Nel 2018 verrà inviato un rover per stabilire il posto più adatto dove stabilire la colonia.
Nel 2021 verrà inviate le capsule Dragon dove abiteranno i coloni.
I coloni arriveranno nel 2022 attraverso un razzo della SpaceX.
Infine, nel 2033, la colonia raggiungerà i 20 individui.
Detto così sembra tutto già scritto, ma la missione avrà un costo di 6 miliardi di dollari americani che gli ideatori del progetto stanno ancora cercando tramite investitori e sponsor.
Spunta il Reality Show
Come ho detto qualche rigo più in su la missione ha un costo alquanto elevato e dato che non è un progetto ideato da un’azienda governativa, l’ideatore del progetto ha deciso (qualche settimana fa) di rendere tutto un reality show per poter ricevere sponsorizzazioni dalle lobby televisive.
Purtroppo questa decisione mi porta a riconsiderare la serietà di tutto il progetto e mi ha permesso di trarre le seguenti conclusioni relative allo scopo della missione.
Riflessioni
A primo impatto il progetto potrebbe sembrare qualcosa di futuristico e interessante, ma riflettendoci su ho trovato alcuni problemi di natura etica e morale. Gli astronauti che saranno scelti saranno certamente entusiasmati da questo progetto, ma se un giorno volessero tornare qui sulla Terra: non potrebbero. Il viaggio è di sola andata e non porterebbe alcun miglioramento scientifico poiché alcun elemento prelevato dal suolo marziano potrebbe essere inviato da noi. Riflettendoci sono giunto alla conclusione che questo progetto si discosta molto da tutti gli altri “esperimenti scientifici” ideati e somiglia molto ad una scommessa tra amici. Chissà se troveranno qualcuno così pazzo da vivere per il resto delle propria esistenza su un pianeta inabitabile.

Angelo Delicato

Fonte: Tasc

Categories: Scientia Tags:
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: