Home > Eventi > Cous Cous Fest 2012, tradizione gastronomica marocchina presente alla 15a edizione del festival

Cous Cous Fest 2012, tradizione gastronomica marocchina presente alla 15a edizione del festival

LA TRADIZIONE GASTRONOMICA MAROCCHINA IN SCENA AL COUS COUS FEST DI SAN VITO LO CAPO
25-30 settembre 2012
Il Marocco, terra ricca di tradizioni e di paesaggi meravigliosi, sarà presente alla 15a edizione del Cous Cous Fest, il Festival internazionale dell’integrazione culturale che si terrà a San Vito Lo Capo (Trapani) dal  25 al 30 settembre 2012.
Simbolo della rassegna il cous cous, le cui origini risalgono al Marocco del XIII secolo e che si è diffuso rapidamente in tutto il mondo, per essere un piatto semplice, gustoso e versatile da abbinare alla carne, al pesce o alle verdure. Grazie al legame indissolubile con il cous cous, il Marocco sarà tra i protagonisti di una sfida gastronomica che vedrà gli chef dei paesi coinvolti impegnati nell’ideazione e preparazione di ricette creative e originali, proprio a base di cous cous.
I piatti proposti dagli chef dei paesi in gara, tra cui anche l’Italia, Francia e Senegal, saranno valutati da una giuria tecnica internazionale, guidata dal giornalista enogastronomico Paolo Marchi, e da una giuria popolare composta da circa 80 visitatori della manifestazione, che voteranno il cous cous preferito. Quattro saranno le varianti di cous cous che gli chef dovranno preparare per le seguenti quattro categorie di Premio:
“Miglior Cous Cous Giuria Tecnica”
“Miglior Cous Cous Giuria Popolare”
“Migliore Presentazione”
“Cous Cous cheap&tasty”, come migliore esempio di creatività nell’utilizzo di ingredienti genuini, tradizionali, ma economicamente più convenienti.
“Il Cous Cous Fest rappresenta per noi un’importante opportunità di incontro, di scambio e di integrazione culturale”, commenta Jazia Santissi, Direttore dell’Ente Nazionale per il Turismo del Marocco in Italia. “Il Festival è anche un modo per far conoscere le nostre tradizioni gastronomiche e per promuovere il Marocco come destinazione turistica attraverso la nostra cultura”, conclude Santissi.
Il cous cous marocchino
Il cous cous è il piatto nazionale per eccellenza del Marocco, il suo paese d’origine. Composto da granelli di semolino abbinati a uno stufato di carne, pesce e verdure, a seconda della regione e della stagione in cui viene cucinato e delle preferenze, il cous cous deriva dalle popolazioni rurali berbere, stanziate in Marocco e in nord Africa sin dal XIII secolo. Tradizionalmente in Marocco il cous cous si mangia in famiglia, il venerdì a pranzo. Diversamente da quello cucinato in altri paesi, il cous cous marocchino è un piatto poco speziato e poco salato ma molto gustoso. La semola, di grano o di miglio, è lavorata da mani esperte e poi cotta a vapore più volte fino a diventare molto morbida e chiara. Per la cottura viene tradizionalmente usato un apposito recipiente (taseksut  in berbero), la cui base è una pentola di metallo allungata a forma bombata in cui si collocano le verdure e la carne in umido. Sopra alla base viene posto il recipiente dal fondo forato per la cottura a vapore del cous cous, che assorbe i sapori del brodo sottostante. Una volta cotto il cous cous può accompagnare piatti a base di verdure – come fave, zucchine e rape – arricchiti con chicchi d’uva passa e ceci. Può essere abbinato anche a carne di manzo o di montone, più raramente, invece, viene preparato con carne di pollo. Trattandosi di un piatto molto versatile ma dal gusto raffinato e delicato, non viene mai abbinato alla salsiccia piccante. Talvolta viene servito anche alla fine del pasto o da solo, come prelibatezza chiamata seffa, decorato con mandorle, cannella e zucchero. È tradizione servire questo dessert insieme a latte aromatizzato con acqua di fiori d’arancio, oppure lo si può servire in una ciotola da solo con siero di latte come minestra leggera per cena. Ogni famiglia marocchina ha la sua ricetta di cous cous salato o dolce, pertanto il turista che ha la fortuna di poter effettuare un tour in Marocco ha l’opportunità di assaggiare le ricette più diverse e di individuare quella che è in grado di soddisfare al meglio il suo palato.
La specialità di Essaouira, sulla costa occidentale, è il cous cous di pesce. A Marrakech viene invece abbinato ai datteri.

Categories: Eventi Tags: ,
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: