Home > Cronaca > Yara Gambiraso, isolato Dna del padre del presunto assassino

Yara Gambiraso, isolato Dna del padre del presunto assassino

Il Dna in una marca da bollo. Una vecchia patente, su cui è stata appiccicata una marca da bollo, e una cartolina con un francobollo. Sono questi i due elementi chiave del caso Yara al momento: perché è proprio da questi due oggetti, e in particolare dai residui di saliva, che è stato isolato il Dna del padre del presunto assassino. Un uomo residente a Gorno, nella Bergamasca, sposato e con due figli. È morto a 61 anni, nel 1999. Una svolta importante, a quattro mesi dalla scadenza delle indagini sull’omicidio della tredicenne di Brembate Sopra, come racconta il Corriere di Bergamo. Tutto inizia il 26 febbraio del 2011, quando viene ritrovato il cadavere della 13enne: sugli slip e sui leggings c’è il Dna di uno sconosciuto in piccolissime tracce di sangue da gocciolamento. Parte l’indagine a colpi di prelievi e analisi di Dna. Quando si arriva ai frequentatori della discoteca Sabbie Mobili, viene isolato il profilo genetico di un ragazzo, simile a quello del presunto assassino, ma non identico. Si arriva all’uomo deceduto a Gorno e all’ipotesi di un figlio illegittimo. Ma i familiari non hanno idea di sue relazioni extra-coniugali e il mistero si fa sempre più complicato. Ora gli investigatori stanno convocando soprattutto donne per l’analisi del Dna, probabilmente pensando alla madre del presunto assassino.

Fonte: Affari Italiani

Categories: Cronaca Tags:
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: