Archive

Archive for July 18, 2012

Mario Monti, festività accorpate secondo l’ipotesi di un governo polverone

July 18, 2012 Leave a comment

Indiscrezioni su spostamento di 25 aprile, 1 maggio e 2 giugno alle domeniche successive. Idv: “Si taglino inutili spese militari”

Accorpare le festività per aumentare la produttività. Ha subito sollevato un polverone l’ipotesi che il governo si appresti a spostare alle domeniche successive le feste del 25 aprile, del 1 maggio e del 2 giugno. “La crisi si aggrava e il governo dei tecnici, anziché pensare allo sviluppo, tira fuori il coniglio dal cilindro: un piano per accorpare le festività. E’ una proposta anacronistica, sbagliata e addirittura controproducente, segno che l’esecutivo non sa che pesci prendere”. A dichiararlo in una nota Felice Belisario, capogruppo dell’Italia dei Valori al Senato, che aggiunge: “Dai professori ci saremmo tutti aspettati un salto di qualità rispetto al precedente governo. Invece, sembra di assistere a un eterno gioco dell’oca dove si riparte ogni volta dal via: là dove non era riuscito Berlusconi, adesso ci riprova Monti, che si illude di rilanciare il Pil del Paese cancellando un paio di giorni festivi”.

Fonte: TMNews

Categories: Politick, Warning Tags:

Olimpiadi 2012, giochi olimpici e Ramadan

July 18, 2012 1 comment

I Giochi Olimpici di Londra arriveranno a giorni. Contrariamente ad altre nazioni, i rappresentanti dei paesi musulmani avranno problemi che non saranno quelli di arrivare sul podio, o stabilire un record. Se per tanti atleti le Olimpiadi coincidono con il periodo luglio-agosto, per altri concidono con il Ramadan con tutto quello che comporta in termini di privazioni ed è riconosciuto il fatto che digiuno non si sposa con buone prestazioni;   non bisogna certamente essere medico o dietologo per decretarlo. Scientificamente, un corpo non idratato o poco alimentato, che sostiene sforzi importanti, si stressa nel giro di 40 mn; in più il rendimento sportivo è debole e la performance impossibile oltre al rischio di ipoglicemia o di perdita dei sensi. A qualche giorno dall’inizio delle Olimpiadi di Londra, è tempo che il Consiglio degli Oulema dia un avviso per non parlare difatwa, termine divenuto ridicolo grazie ad una pletora di mufti improvvisati. Il Consiglio degli Oulema deve giocare d’anticipo per tranciare ogni sorta di interpretazione prima che questi pseudo-mufti richiamino l’attenzione nella loro triste maniera di proporsi. Ricordo che il Raja di Casablanca disputò nel 1999 la finale della Coppa dei Clubs contro l’Espérance di Tunisi in pieno Ramadan e i dirigenti dell’epoca ebbero l’idea di sollecitare un certo Zemzmi che non esitò a dispensare i giocatori dal digiuno. In Egitto, pare siano ispirati in questo senso e il mufti ufficiale della repubblica ha già autorizzato gli sportivi egiziani che saranno presenti a Londra a non osservare il digiuno, perchè “saranno in viaggio”. “Chiunque sarà malato o in viaggio dovrà digiunare per lo stesso numero di altri giorni. Allah desidera facilitarvi (…)”  dichiara espressamente la Sourate Al Baqara.

Paolo Pautasso

Fonte: My Amazighen

Allarme Terra, escalation di eventi naturali estremi mentre la scienza non si pronuncia

Specialmente nell’ultimo decennio a livello globale stiamo assistendo ad una vera e propria escalation di eventi naturali estremi, fra tornado, uragani, terremoti, maremoti ed altro ancora. Qualcuno ha azzardato l’ipotesi che possa trattarsi semplicemente del fatto che l’informazione in questo periodo ha incrementato la sua visibilità, ma tale analisi è vera solo in parte, infatti è vero che l’informazione mediatica ha raggiunto livelli impensabili ma è pur vero che gli eventi estremi ed alquanto insoliti ci sono e si stanno realmente verificando. Al di là di ogni possibile e becero quanto insano allarmismo, c’è da considerare che uragani e tornado ad esempio, non si sono mai verificati a memoria d’uomo in zone come la Polonia, la Francia e la Germania, infatti tali eventi sono tipici di zone situate in ben altre latitudini come l’America centrale e meridionale. Dunque, cosa sta succedendo? Semplicemente con molta probabilità accade che la Terra sia coinvolta in un processo di mutazione del Cosmo e del proprio sistema solare. Tutti sanno, anche i bambini che il movimento dei pianeti è indiscutibilmente causa di diverse manifestazioni naturali sul globo terrestre, come ad esempio le fasi lunari capaci di determinare le maree così come il movimento del magma dei vulcani. Di questi movimenti planetari ne parlava anche Raffaele Bendandi, lo studioso e ricercatore osannato prima e discreditato poi fino ai nostri giorni. Certo, soltanto uomini di scienza possono enunciare una teoria che sia credibile e sostanzialmente valida ma il problema sta proprio in questo, cioè che la scienza ufficiale tace, discrimina gli altrui studi e soprattutto tende a minimizzare. Rimane il fatto che questi eventi estremi si stanno realmente manifestando, uccidono le persone, radono al suolo colture e le città e sterminano il bestiame con il risultato che i danni all’agricoltura, all’economia globale e alle popolazioni sono ingenti. Basterebbero e, come al solito quasi sempre non si fanno, delle accurate operazioni di prevenzione e basterebbe che la scienza ufficiale la smettesse di occultare cause a lei già in parte conosciute. Un altro aspetto odioso della questione è determinato dal fatto che in occasione di devastanti terremoti, alcuni Stati, fra cui in primis l’Italia, mentono sulla reale magnitudo probabilmente per non risarcire completamente i danni arrecati alle popolazioni e del dopo-catastrofe, spesso non se ne parla, come ad esempio accade per le zone alluvionate lo scorso anno, della Sicilia, della Liguria e della Toscana. Si tace, si tende a sottacere e a zittire, quando però a gran voce, i governi si appellano al senso di responsabilità dei propri cittadini allorquando c’è da pagare le tasse e a sottostare alle voglie maniacali ed altrettanto devastanti del sistema monetario mondialer e delle banche. Rimane da chiedersi in tutto questo dov’è che sta il senso di responsabilità dei governi in questione? Polemiche a parte anche se dovute e necessarie, l’ultimo degli eventi naturali straordinari che ha colpito l’Europa riguarda la Polonia. Un tornado molto forte d’intensità e alquanto distruttivo ha colpito lo scorso 14 luglio la zona della Pomeriana nel nord-ovest del Paese, nelle vicinanze del Mar Baltico. Il tornado ha provocato la morte di un uomo ed il ferimento di altre 10 persone e decine di famiglie hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni. Il forte mulino di vento ha sradicato centinaia di grossi e pesantissimi alberi e mandato in tilt il traffico per qualche ora. Nel video pubblicato su YouTube è possibile notare la violenza del Tornado: http://youtu.be/bOdnltliCeA. La gente deve sapere, non è la solita populista frase fatta, ma è così che dovrebbe andare. Le persone hanno il diritto di avere delle risposte esaustive e responsabili dalla scienza ufficiale che in tutto questo, col suo mutismo, sta facendo soltanto la parte dell’idiota di turno. Questo è l’appello alla responsabilità necessario e dovuto alle popolazioni di tutto il mondo, prima ancora dei processi economico-mediatici contro quei paesi che stanno alla canna del gas come la Grecia. Il senso di responsabilità è ben altro che strozzare economicamente i popoli, è determinato invece da una delle più belle e mai apprezzate virtù: la coscienza umana.

Carla Liberatore

Fonte: AGS Cosmo

Skunk Anansie, ritorno a settembre con il quinto album “Black Traffic”

July 18, 2012 Leave a comment

Cresce l’attesa per il ritorno sulle scene degli Skunk Anansie e per il loro quinto album “Black Traffic”, in uscita a settembre per Carosello Records. Il nuovo album della rock band è stato registrato a Londra ed è stato prodotto dagli Skunk Anansie e da Chris Sheldon (produttore di Foo Fighters, Biffy Clyro, e Pixies) e mixato da Jeremy Wheatley e Adrian Bushby.
Gli Skunk Anansie hanno anche collaborato con Stuart Weston che ha disegnato la copertina del nuovo album.
“Mi sono inspirato al suono gutturale e animalistico della band di un tempo. Sento il dolore, la bellezza, rabbia e gioia nella maggior parte dei loro lavori, qualcosa di primordiale che mi ha inspirato a riprodurre l’immagine che c’è in copertina. Da un punto di vista tecnico, era importante riuscire a realizzare un’immagine che funzionasse a livello grafico ma che al tempo stesso rivelasse contenuti ed evidenziasse lo spessore del nuovo disco” commenta  Stuart Weston.
“Black Traffic” sarà la prima distribuzione indipendente della band tramite la loro etichetta che ha lavorato in collaborazione con Carosello Records, per l’Italia. L’uscita dell’album, prevista per settembre, sarà accompagnata anche da un tour europeo di 20 date. La band sarà in Italia il 19 novembre a Milano (Mediolanum Forum), il 20 novembre a Roma(Palalottomatica) e il 21 novembre a Jesolo – Ve (Pala Arrex).
Dopo la reunion del 2009 (avvenuta dopo 8 anni di separazione) e il trionfo internazionale di “Wonderlustre”, il nuovo disco di inediti confermerà ancora una volta il successo di una delle rock band più amate in Italia.
Siamo ritornati insieme perché siamo legati da un’amicizia molto forte” dice Skin all’annuncio del ritorno della band. “Siamo molto orgogliosi di come abbiamo lavorato in passato, ma quello che adesso ci guida è il futuro.”

Fonte: CosmoZine

Alexandre Dumas, tre giorni a Tangeri

July 18, 2012 Leave a comment

Nel 1846, lo scrittore francese Alexandre Dumas Père fece una visita di tre giorni a Tangeri. Un soggiorno particolare, che ispirò un testo di un centinaio di pagine sulla descrizione della città. Questo ritratto è stato pubblicato dai tipi Afrique-Orient, 164 anni dopo la sua prima pubblicazione, in un opera titolata Scalo a Tangeri, 1846. Dumas appare come affascinato dagli uomini e le donne che vivono nella città dello Stretto e descrive i tangerini e le loro acconciature bibliche, rimanendo colpito dalla loro dignità. Scrisse che “mai imperatore coperto di porpora, entrando a Roma sul suo carro trionfante percorrendo la Via sacra per salire al Campidoglio, ha alzato la testa con più dignità”.  Secondo Dumas,” la dignità è intrinseca nell’uomo, immagine di Dio, e non è prerogativa del rango che occupa e neppure nell’abito che la copre. L’arabo è sultano nelle sue terre come l’imperatore nel suo reame“.

Paolo Pautasso

Fonte: My Amazighen

Categories: Cultura News Tags: ,

Biennale di Venezia/69. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, definita la Giuria internazionale della sezione Orizzonti

July 18, 2012 Leave a comment

la Biennale di Venezia / 69. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica
Sandra den Hamer, Runa Islam, Jason Kliot, Nadine Labaki, Milcho Manchevski, Amir Naderi nella Giuria internazionale Orizzonti presieduta da Pierfrancesco Favino
E’ stata definita la Giuria internazionale della sezione Orizzonti della 69. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (29 agosto – 8 settembre 2012).
La decisione è stata presa dal Cda della Biennale presieduto da Paolo Baratta, su proposta del Direttore della Mostra Alberto Barbera.
Le personalità chiamate a farne parte della Giuria internazionale della sezione Orizzonti, presieduta dall’attore italiano Pierfrancesco Favino, sono:
la direttrice del Museo del Cinema di Amsterdam Sandra den Hamer, già direttrice del Festival di Rotterdam dal 2000 al 2004
la video artista inglese di origini bengalesi Runa Islam, protagonista alla Biennale Arte 2005 e candidata al Turner Prize 2008
il produttore statunitense Jason Kliot, che ha lavorato con registi quali Brian De Palma, Jim Jarmusch, Steven Soderbergh e Todd Solondz
la regista e attrice libanese Nadine Labaki, che con soli due film (Caramel e Where Do We Go Now?) è riuscita a imporsi sul palcoscenico internazionale ottenendo numerosi premi nei più importanti festival internazionali
il regista macedone trapiantato a New York Milcho Manchevski, Leone d’oro nel 1994 con Prima della pioggia e autore di Dust, film di apertura della Mostra di Venezia 2001
uno dei maggiori autori del cinema iraniano Amir Naderi (che vive e lavora in esilio a New York da oltre due decenni), già protagonista di Orizzonti nel 2011 con Cut.
La Giuria assegnerà – senza possibilità di ex aequo – tre Premi: Premio Orizzonti per il miglior film, Premio Speciale della Giuria Orizzonti, Premio Orizzonti per il miglior cortometraggio.
La 69. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia avrà luogo al Lido dal 29 agosto all’8 settembre 2012.
E’ possibile chiedere informazioni sulla biglietteria della 69. Mostra a biglietteria.cinema@labiennale.org o per telefono allo 041/2726624 dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19 e il sabato dalle 9 alle 13.

“Fantasia in cerca d’Autore 2”, personale di Giovanni Cumbat presso la galleria L’Agostiniana di Roma

July 18, 2012 Leave a comment
Presso la Galleria “L’Agostiniana” di Roma, si inaugurerà il 18 luglio p.v. (ore 17.30) la personale “Fantasia in cerca d’Autore 2” di Giovanni Cumbat.
Nella mostra che si protrarrà sino al 30 luglio, si delinea il lungo percorso di questo artista – nato a Roma nel 1952 da genitori Triestini -, frutto di infinite tecniche e materiali. Ogni pensiero è cosa nuova e va esplorato attraverso i meandri spesso inutilizzati della materia, prendendo forma e arricchendosi di poesia.
Così volano gli uccelli, irraggiano le lune, si perdono nella fantasia le opere astratte. Rinascono i legni, splendono i bronzi, si sciolgono in impeti emozionali le figure di Giovanni.
Essenziale comprendere il parallelismo tra la vita privata di Cumbat e l’esposizione metaforicamente trasmessa artisticamente: dalle forti radici Friulane dalle quali si percepisce la volontà di protrarre la propria cultura per accumularla a quelle dei vicini. Prima per il lavoro del padre, poi per il suo, Giovanni conosce ulteriori culture e pensieri, dall’ex URSS all’Africa, assorbendone i colori, le emozioni, le forti impressioni “diverse” da quelle nostrane.
Parallelamente, è portiere della nazionale italiana di Pallamano. Tutt’oggi partecipa a dei tornei continentali come “over 50”, riscuotendo come sempre dei successi. Il suo corpo è elastico come la sua vena creativa, nella scelta, nel riutilizzo della materia, nell’inesauribile desiderio di confrontarsi nelle sue opere.
Giovanni Cumbat
“Fantasia in Cerca d’Autore 2”
L’AGOSTINIANA
Chiesa di Santa Maria del Popolo (Piazza del Popolo – Roma)
Dal 19 al 30 luglio 2012-07-17 orario 10,00/12,30 – 15,30/19,00
Inaugurazione il 18 luglio alle ore 17.30
Per ulteriori informazioni sull’artista
www.giovannicumbat.com

Biennale di Venezia /69. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, definita la giuria internazionale del concorso

July 18, 2012 Leave a comment

la Biennale di Venezia /69. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica
Marina Abramovic, Laetitia Casta, Peter Ho-Sun Chan, Ari Folman, Matteo Garrone, Ursula Meier, Samantha Morton, Pablo Trapero nella Giuria Internazionale Venezia 69 presieduta da Michael Mann
E’ stata definita la Giuria Internazionale del Concorso della 69. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia (29 agosto – 8 settembre 2012).
La decisione è stata presa dal Cda della Biennale presieduto da Paolo Baratta, su proposta del Direttore della Mostra Alberto Barbera.
Le personalità chiamate a fare parte della Giuria di Venezia 69, oltre al presidente Michael Mann, sono:
• l’artista e performer serba Marina Abramovic, Leone d’Oro alla Biennale Arte 1997
• l’attrice e modella francese Laetitia Casta, interprete di teatro e cinema, scelta da registi quali Raoul Ruiz (Les âmes fortes, 2001), Patrice Leconte (Rue des plaisirs, 2002), Tsai Ming-Liang (Visage, 2009), e nominata ai César nel 2011 come miglior attrice per il ruolo di Brigitte Bardot nel film Gainsbourg (Vie Héroïque)
• il produttore e regista di Hong Kong Peter Ho-Sun Chan, protagonista assoluto dell’industria del cinema asiatico, originale interprete della tradizione del wuxia, maestro nel coniugare arte ed intrattenimento
• il documentarista, regista e sceneggiatore israeliano Ari Folman, autore di Valzer con Bashir, nominato all’Oscar per il miglior film straniero e vincitore del Golden Globe nel 2009
• il regista italiano Matteo Garrone, vincitore del Premio Speciale della Giuria al Festival di Cannes sia nel 2008 con Gomorra, che nel 2012 con Reality
• la regista franco-svizzera Ursula Meier, Orso d’Argento Speciale al Festival di Berlino 2012 con Sister
• l’attrice britannica Samantha Morton, due volte candidata al premio Oscar, nel 2000 per Accordi e disaccordi di Woody Allen e nel 2004 per In America – Il sogno che non c’era di Jim Sheridan
• il regista e produttore argentino Pablo Trapero, protagonista alla Mostra nel 1999 con il suo lungometraggio d’esordio Mundo Grua e nel 2004 con Familia Rodante
Nella serata conclusiva della Mostra (l’8 settembre 2012), la Giuria di Venezia 69 assegnerà ai lungometraggi in concorso i premi ufficiali: il Leone d’Oro per il miglior film, il Leone d’Argento per la migliore regia, il Premio Speciale della Giuria, la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile, la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile, il Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente, il Premio per il miglior contributo tecnico, il Premio per la migliore sceneggiatura.
La 69. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia avrà luogo al Lido dal 29 agosto all’8 settembre 2012.
E’ possibile chiedere informazioni sulla biglietteria della 69. Mostra a biglietteria.cinema@labiennale.org o per telefono allo 041/2726624 dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19 e il sabato dalle 9 alle 13.

Caraibi, nuova spedizione sulle tracce di eventuali Chupacabras

July 18, 2012 Leave a comment

Caraibi, terra di oggetti non identificati, leggende e misteri. In questo periodo il professor Reinaldo Rios, ufologo popolare in tutto il mondo non che ricercatore dedito alle scienza di frontiera, ha organizzato una spedizione alla ricerca di tracce che riconducessero al Chupacabras nell’isola di Puerto Rico e una seconda spedizione più concentrata è sul punto di essere allestita con l’obiettivo di scovare tracce di eventuali vampiri nel comprensorio di Yauco.

Sole, nuova luce sull’attività esplosiva solare

July 18, 2012 Leave a comment

Le prime immagini di un aumento di gas verso l’alto del sole in quiescenti loops coronali sono state individuate da un team internazionale di scienziati. La scoperta è un ulteriore passo verso la comprensione delle origini delle tempeste spaziali estreme, che possono causare danni alle comunicazioni satellitari e alle reti elettriche sulla Terra.
Lo studio pubblicato dall’ Università di Cambridge da scienziati che lavorano con  colleghi in India e negli Stati Uniti è il primo a visualizzare il movimento del gas a un milione di gradi nei cappi coronali, strutture solari che si estendono nelle regioni attive del sole .
L’osservazione aiuterà gli scienziati a capire una delle questioni più impegnative in astrofisica,come le strutture solari si riscaldano e si mantengono nell’alta atmosfera solare. L’attività solare è ciclica, con la previsione massima prossima a verificarsi intorno a maggio 2013.
Sulla base di osservazioni del satellite Hinode , i nuovi risultati forniscono la prima prova dei getti del plasma che viaggiano a circa 20 km al secondo a un milione  di gradi nella regione attive. Gli scienziati suggeriscono che la risalita dei gas è probabilmente il risultato di “riscaldamento impulsivo” vicino alle regioni degli anelli.
Precedenti immagini ultravioletti del Sole prese da SDO della NASA hanno mostrato grandi anse  di gas caldo guidate dal campo magnetico del Sole e radicate nei pressi delle macchie solari. Nonostante questi notevoli sviluppi nelle osservazioni e la teoria delle regioni attive negli ultimi decenni, la questione è rimasta aperta di come  il plasma solare viene riscaldato e sale nei getti  di plasma solari .
La nuova ricerca fornisce la prima visualizzazione del flusso di plasma che mostra il movimento del gas all’interno del ciclo nelle immagini diagnostiche con l’estremo ultravioletto  tramite EIS ( ultravioletto Imaging Spectrometer)  sul satellite Hinode. Le linee spettrali prodotte dallo spettrometro come ‘impronte digitali’ o ‘codice a barre’ in un supermercato , identificano la molteplicità di elementi e ioni all’interno del ciclo e forniscono informazioni sul movimento del plasma. Sebbene il sole è composto principalmente da idrogeno ed elio, vi sono anche altri oligoelementi, quali ferro, e ossigeno nel gas caldo ionizzato all’interno delle anse.
Gli scienziati suggeriscono che il movimento del gas è causata da un processo di “evaporazione cromosferica” in cui ” il riscaldamento impulsivo” su piccola scala può provocare il riscaldamento delle regioni attive solari, ma su scala più grande può portare a esplosioni enormi, quali brillamenti solari o espulsioni di massa coronale.
Si ritiene che l’energia magnetica si accumula in una regione attiva, appena  il campo magnetico diventa distorto, per esempio a causa dei movimenti sotto la superficie del Sole in cui vengono trascinati i campi magnetici vicini. ”A volte il flusso magnetico può emergere o immergere  influenzando il campo magnetico sovrastante. Crediamo che ci sono picchi di plasma solare verso l’alto quando c’è un riscaldamento impulsivo di riconnessione magnetica che si verifica sia nei cicli o vicino alla superficie del sole. Queste interruzioni sono a volte relativamente dolci, ma possono anche essere catastrofiche “.
I ricercatori sperano che una migliore comprensione delle regioni attive del sole  potrebbe un giorno aiutare  a identificare le strutture del campo magnetico che portano alle esplosive liberazioni di energia solare e utilizzarla come mezzo per prevedere quando tali eventi si verifichino.

Fonte: S.O.S. 2012

Categories: Astro Tags: , ,