Home > Cultura News > Roberto Benigni, esodati come in un girone dantesco

Roberto Benigni, esodati come in un girone dantesco

Parole dure per il grande oratore Roberto Benigni con il termine “Esodati” che definisce una fetta del nostro paese che in futuro prossimo potrebbero trovarsi senza pensione, senza stipendio a causa dell’aumento dell’età pensionabile, lui che da sempre è legato alle problematiche  sociali, ci mette sempre del suo anche ironizzando. “Gli esodati? Sembra un termine inventato da Dante per un girone di penitenza – ha dichiarato l’attore a Supercinema, il rotocalco di Mediaset – Loro sì che scontano una pena terribile, ma in vita, non da morti”.                                                                                                             “La punizione infernale più tremenda? Penso sia senza dubbio una manovra finanziaria decisa dalla Merkel”.                       Nel 2006 Benigni ha iniziato a girare per teatri e piazze con lo spettacolo TuttoDante, in cui ha recitato e spiegato le cantiche del celebre poema. Con Il Premio Oscar è legato da un rapporto particolare a Dante Alighieri e alla Divina Commedia. Dopo aver tenuto letture sull’argomento in numerose Università Italiane. Benigni, dopo essere tornato recentemente al cinema con il film di Woody Allen “To Rome with Love”, è atteso dal 20 luglio al 6 agosto in piazza Santa Croce a Firenze per 12 appuntamenti in cui riproporrà l’interpretazione di 12 canti dell’Inferno.

Emilio Di Iorio

Categories: Cultura News Tags:
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: