Home > Politick, Sententia > Flavio Briatore, dissertare un 5 alla gestione politica di Mario Monti

Flavio Briatore, dissertare un 5 alla gestione politica di Mario Monti

Flavio Briatore ospite a “24 Mattino” su Radio 24 disserta sul suo addio come imprenditore all’Italia: “A Monti darei come voto un 5. Quando è arrivato, Monti aveva una chance incredibile. Doveva tagliare la spesa pubblica partendo dalla Casta e dalla politica. Aveva un potere enorme, doveva eliminare l’80% dei politici e dei costi che abbiamo. Per gestire l’Italia non servono mille persone, ma 150 magari pagate bene.
Briatore sulla chiusura annunciata del Billionaire: “Io non ho parlato male dell’Italia ma della politica. Io amo l’Italia e gli italiani. Ma mi sono stancato. Il Billionaire lo venderò, non chiudo un’attività con oltre 200 dipendenti, cercherò nuovi acquirenti che mantengano i posti di lavoro. Ma in Italia si fa di tutto per mandare via i turisti. Gli italiani si sparano sui piedi. Un imprenditore in Italia è criminalizzato, non può lavorare. Non c’è nessun movimento per lo sviluppo del Paese, è un Paese ingessato, che decresce, non c’è futuro per i giovani. Abbiamo tute le qualità e non c’è un ministro per il Turismo all’altezza che faccia strategia per i prossimi 50 anni”.
Briatore contro le affermazioni della sinistra sul Billionaire tempio della cafonaggine: “Cosa vuol dire pacchiano e maleducato? Da noi vengono tutti – ha detto -. Le critiche di Francesco Merlo su Repubblica? Merlo è un tipo fighetta radical-chic, vive a Parigi e pontifica. Non credo che abbia mai creato posti di lavoro. Abbiamo una sinistra che odia tutti quelli che hanno fatto successo. E’ l’invidia. Io ho vinto 7 mondiali in Formula 1, l’unico al mondo con due team diversi. Se questo moderno fighettino, Merlo, avesse una figlia che lavora al Billionaire non scriverebbe così. De Benedetti ha una barca però se ce l’ha lui è un santo. De Benedetti è stato condannato in secondo grado per evasione fiscale per 235 milioni. Gad Lerner che pontifica, anche lui va in Sardegna. Lo champagne a questi piace, ma sparano sul mucchio e non capiscono che i posti di lavoro in Italia si dovrebbero creare sul lusso, sul turismo, la moda, i musei”.
Briatore puntualizza sulle tasse: “Se c’è da pagare uno deve pagare. Ma in Italia c’è un odio sociale innescato dalla sinistra per cui se ordini una bottiglia di vino buono rischi di essere guardato male. Io pago le tasse in Inghilterra al 27-28%. Se tutti le pagassero ne pagheremmo di meno, certo. Ma dovrebbero funzionare ospedali, poste, treni. Poi ci sono modi e modi per farle pagare. Se uno vuol sapere a chi è registrata una barca o una macchina ci sono gli appositi uffici. Con i controlli che facciamo spaventiamo gli stranieri. Perché li dobbiamo allontanare?”.
Briatore  sulle accuse per le evasioni delle accise sul carburante: “Non sono mai stato rinviato a giudizio, ho sempre detto che facevamo charter, lo dimostreremo. Non sono mai stato condannato per evasione fiscale, e si immagini i controlli avuti al Twiga o al Billionaire.
Briatore termina la dissertazione con frase ironica: “Con quale donna della politica andrei a cena? Una che mi attrae è del Pd, ha gli occhiali ma non ricordo il nome. Ho visto che era nei supermercati con la scorta: ah la Finocchiaro, ecco, andrei volentieri a cena con la Finocchiaro”.

  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: