Home > Mysterium > Nagoya University, anelli negli alberi rivelano mistero dell’8° secolo

Nagoya University, anelli negli alberi rivelano mistero dell’8° secolo

Nel tardo VIII secolo, la Terra è stata colpita da misteriosi raggi cosmici, secondo uno studio giapponese che ha trovato segni della potente manifestazione su alberi di cedro. Le analisi su due alberi secolari hanno trovato un aumento di carbonio-14 – un isotopo del carbonio che deriva dalla radiazione cosmica – che si è verificato solo negli anni 774 e 775 dC. La terra è colpita da protoni e altre particelle subatomiche che sono arse nello spazio da alte fonti di energia. Le particelle collidono con la stratosfera e reagisce con l’azoto per creare carbonio 14, che viene poi assorbito nella biosfera. Un team guidato da Fusa Miyake della Nagoya University ha scoperto che i livelli di carbonio-14 nei due cedri erano circa 1,2 per cento superiore nel 774 e 775 rispetto agli altri anni. Questo può non sembrare molto, ma in relazione alle concentrazioni di fondo di carbonio-14, la differenza è enorme. Una fonte di raggi cosmici è il Sole, la cui attività varia in fasi chiamati cicli di Schwabe. La nostra stella getta anche i capricci occasionali, schizzando esplosioni di energia chiamate brillamenti solari. Ma la squadra di Miyake dice che la botta cosmica degli anni 774-775 non può essere attribuita al ciclo di Schwabe ed è molto più grande di qualsiasi riflesso noto dal sole. L’altra possibilità è una supernova, o una stella che esplode alla fine della sua vita in un tumulto di radiazioni gamma. Brucia vivacemente per alcuni anni prima di raffreddarsi in un residuo che può sembrare un bagliore imbronciato per secoli. Ma non c’è alcuna traccia documentata nell’emisfero settentrionale di una supernova a circa 775 anni. Recenti indagini di spettacolare radiazione cosmica rivelano che, in quel momento, c’erano i resti di due vicini supernova denominate Cassiopea A e Vela Jr. Ma erano probabilmente troppo lontane o non abbastanza potenti per essere responsabili per il carbonio-14 scoppiato sulla Terra.“Con la nostra attuale conoscenza, non possiamo specificare la causa di questo evento”, ammette Miyake. “Tuttavia, possiamo dire che un evento estremamente energitico si è verificato intorno al nostro ambiente spaziale nel 775 … (ma) né un brillamento solare, né una supernova locale, è probabile che sia stato responsabile”. Il team sta scavando più in profondità nel mistero. Essi intendono perfezionare la ricerca della fonte, cercando nelle tracce rivelatrici di isotopi di berillio e nitrati. Essi prevedono inoltre una ricerca più ampia di documenti storici per vedere se, 1.237 anni fa, chiunque ha notato un bagliore strano nel cielo.

Fonte: PianetaBlu News

  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: