Archive

Archive for May 22, 2012

Mario Monti, domande alle quali non seguiranno mai risposte

May 22, 2012 Leave a comment

Gent.mo Monti (gentile con le banche e “sgarbato” con l’italiano medio), potrebbe dirmi il suo compenso nei 6 anni nei quali ha collaborato/lavorato con la Goldman Sachs?
Lo sa che “Lloyd Blankfein” il boss della Goldam Sachs è colui che nel 2007 ha voluto la speculazione sui mutui sub-prime guadagnando milioni di dollari con la vendita dei titoli allo scoperto contribuendone al deprezzamento, arricchendo così le “tasche” della Goldman Sachs, mentre la middle class americana riconsegnava le chiavi di casa alle banche?
Avendo collaborato con la Goldam Sachs, quale il suo progetto per l’Italia, ambisce alle chiavi dello Stato?
Ritorniamo ancora al suo rapporto con la Goldman Sachs: Mi direbbe per favore in quale valuta è stata pagata la sua collaborazione e soprattutto in quale nazione ha pagato le tasse relative a tale collaborazione?
Mi potrebbe dire, con esattezza in cosa consisteva la sua collaborazione con la Goldman Sachs?
Recentemente ha dichiarato che vorrebbe “cambiare” il popolo italiano. E per questo che lei è “culo e camicia” con l’Angelona “IV Reich” Merkel? Come le piacerebbe che fossero gli italiani, tutti ignoranti e schiavi delle banche?
Data la sua esperienza con le banche, cosa pensa della crisi finanziaria americana del 2007-2008? Di chi è, secondo lei, la colpa?
In un articolo, ho letto che lei ha definito “il posto fisso come monotono”. Scusi la domanda, perché allora lei ha scelto di fare il professore universitario e quindi si è assicurato un posto statale fisso per tutta la vita? La sua dichiarazione si potrebbe definire “cazzata politichese”? Ed ancora, si seneo vicino a Berlusconi quando spara una “cazzata politichese” o si sente più vicino alla sinistra?
Sempre sul posto fisso… un’altra domanda che vorrei farle è la seguente: ma se è così monotono, perché non ha fatto l’imprenditore o magari qualsiasi altro lavoro autonomo con tutti i rischi connessi? E perché oggi invece rischia “il culo” degli italiani e non il suo?
Sarebbe disposto, in nome della trasparenza, a pubblicare redditi e proprietà della sua persona e del suo staff di tecnici?

Gianni Leone

Fonte: MondoRaro

Categories: Politick Tags:

Sarah Maestri

May 22, 2012 Leave a comment

Nata a Luino il 21 dicembre 1979, inizia a studiare recitazione nel 1996 presso la scuola “Teatro Blu” fino al 1998. Dal 1998  al  1999  frequenta  la  scuola  di  recitazione  “Quelli  di  Grock”.  Successivamente continua  a  studiare  recitazione  frequentando  vari seminari e iniziando a studiare canto.
Esordisce come attrice in teatro nel 1997 con Puck, tratto da Sogno di una notte di mezza estate; in seguito lavora prima per il cinema, dove esordisce con il film “I cavalieri che fecero l’impresa” (2001) di Pupi Avati, con cui lavora anche nel 2002 in “Il cuore altrove” e poi per la televisione dove, dopo il debutto in Vivere nel 2003, entra nel cast di CentoVetrine, entrambe  soap-opera  trasmesse  da  Canale  5.  Grazie  al  ruolo  di  Virginia  Forti,  che interpreta fino al 2004, vince la Telegrolla d’oro (2003) come migliore attrice di soap-opera.
Nel  2005 interpreta il film “Il nostro Messia”, diretto da Claudio Serughetti e nel  2006 è coprotagonista, nel ruolo di Alice, del film “Notte prima degli esami” di Fausto Brizzi, che ha avuto un grande successo di pubblico. Alla fine del  2006 gira  “Notte prima degli esami  – Oggi”, sempre per la regia di Fausto Brizzi. Nel 2007 riceve il Magna Grecia Awards – Edizione Speciale X Anno e l’anno successivo interpreta il film “Nella terra del sangue” di Giovanni Ziberna e dal 15 settembre dello stesso anno è la conduttrice del programma radiofonico “Non voglio mica la luna”, in onda su Radio 2 da mezzanotte alle due. Torna nella stessa fascia oraria e sullo stesso network nell’estate  2010 con  Effetto Notte. Nel  2009 pubblica il romanzo autobiografico La bambina dei fiori di carta, che riscuote un grandissimo successo e ha ottenuto  cinque  ristampe.  Nel  2010  partecipa  alle  fiction  “La  leggenda  del  bandito  e  del campione” e “Terra ribelle”.

Fonte: Cosmopeoples

Categories: Biografie Tags:

Alessandra Amoroso, nuovo singolo “Ciao”

Durante il settimo serale del programma  Amici dove per quest’anno si sono sfidati anche i big delle precedenti edizioni, il celebre talent show che ha lanciato  la salentina Alessandra Amoroso che presenta il suo nuovo singolo “Ciao” che anticipa l’album “Ancora in più- Cinque passi in più” dalle sonorità dolci  ma allo stesso tempo da un carattere deciso, il tema centrale è sempre l’amore… “Ciao” è già in vetta alle classifiche sul portale iTunes ed è già record, disponibile da lunedì 14 maggio in rotazione radiofonica. Un record per la cantautrice salentina, “Ancora in più – Cinque passi in più”, dove vi sono tre brani prodotti e arrangiati dal maestro Celso Valli e i cinque inediti del precedente disco. Disponibile nei negozi  e negli store digitali dal 22 maggio.

Emilio Di Iorio

Categories: Musica News Tags:

Taviani, fratelli trionfo cinematografico dell’anno

Terzo riconoscimento per Paolo e Vittorio Taviani  per il loro ultimo film “Cesare deve morire” dopo aver conquistato l’Orso d’Oro a Berlino e il David di Donatello ora si aggiudicano anche il “Nastro d’Argento dell’anno” 2012 uno dei più antichi premi cinematografi d’Europa assegnato fin dal 1946 dal Sindacato Nazionale dei Giornalisti. Più che un film uno stile unico e originale un documentario fiction fatto interamente dai detenuti di Rebibbia. “Cesare deve morire” celebre dramma di William Shakespeare che mette in scena la morte di Cesare, girato e interpretato dai detenuti del carcere, la pellicola di Taviani ha registrato enormi consensi  da parte del pubblico. Dietro la produzione di Grazia Volpi con Roberto Perpignani come autore del montaggio che  hanno accompagnato i due registi toscani al ritiro del premio, anche una targa speciale è stata donata anche se simbolicamente all’ intero cast del film che secondo il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, “preziosa per la sua originalità”. Ma soprattutto “un’autentica lezione di civiltà, di speranza, di coraggio per un cinema che in Italia raramente ormai riesce a osare anche sperimentando nuovi percorsi”.

Emilio Di Iorio

Messina, completamento ponte dello Stretto per il 2018

Il consiglio d’amministrazione della società ‘Stretto di Messina’ ha dato l’approvazione definitiva sul progetto del ponte e i lavori dovrebbero concludersi nel 2018. L’investimento complessivo sarà di 8,5 miliardi di euro e ha l’obiettivo di minimizzare i contributi statali assicurando un maggiore coinvolgimento degli investitori privati nel progetto proponendosi di raccogliere circa 4 miliardi dai mercati finanziari. Il partito dei Verdi mostrando disappunto ha dichiarato: “E’ indecente che il governo voglia buttare a mare otto miliardi e mezzo di euro per un’opera inutile e dannosa per l’ambiente”. Mentre Ermete Realacci del PD ha affermato: “Non c’è un euro e nemmeno un vero project financing”. Mentre invece Altero Matteoli giudica l’approvazione del progetto un’altra tappa importante verso la realizzazione di un’opera unica al mondo per caratteristiche tecniche ed infrastrutturali che il governo considera una priorità, oltre al fatto, sempre secondo Matteoli, che migliorerà il sistema di trasporti e darà impulso all’economia siciliana e calabrese. L’iter che porterà all’inizio dei lavori del ponte sullo Stretto di Messina, partirà con la ‘Legge Obiettivo’ che dovrà concludersi con l’approvazione del progetto da parte del CIPE; poi a dicembre 2011 prevede il completamento dell’opera propedeutica sulla ferrovia di Cannitello, in febbraio 2012 l’approvazione definitva del CIPE ed infine procedere con la gara per il reperimento dei finanziamenti e a metà del 2012 la progettazione. I lavori dovrebbero concludersi a fine del 2018.

Carla Liberatore

Fonte: MondoRaro

Categories: Civiltade, Curiosità Tags:

Chris Martin, carriera a rischio per acufene

Il frontman dei gruppo Coldplay è costretto a curarsi per un problema a livello uditivo L’acufene, o tinnitus , è un disturbo caratterizzato da ronzii, fischi, fruscii e altri rumori che vengono percepiti in uno o in entrambe le orecchie una patologia  assai grave per chi  di “orecchi e vive” come un musicista che lo fa per professione. Chris Martin, ha dichiarato di soffrire da oltre dieci anni di questo fastidioso disturbo, un problema da non prendere assolutamente sotto gamba. “Soffro di acufene da molti anni, ma da quando ho iniziato a proteggere le mie orecchie la situazione è migliorata – ha affermato il cantante in un’esclusiva intervista al Mirror -. Il problema uditivo mi causava mal di testa lancinanti, i medici mi misero in guardia: se non avessi preso le dovute precauzioni la mia carriera sarebbe stata a rischio”. Un problema che a causarlo sembra sia stato l’ascolto  che in età adolescenziale  la musica si sparava  a tutto volume . “Quando sei giovane non pensi a prenderti cura delle tue orecchie – ha aggiunto -. Vorrei averci riflettuto prima”. Ora deve indossare specifici tappi per le orecchie per salvaguardare il suo udito. Come del resto anche i suoi figli che nel corso di un concerto ad Hyde Park di qualche anno fa, entrambi sono stati fotografati con delle enormi cuffie per proteggere le orecchie.

Emilio Di Iorio

Categories: Musica News Tags: ,

Pamela, guscio di antimateria circonda il pianeta Terra

La scoperta è avvenuta grazie all’esperimento ‘Pamela’ coordinato dall’Istituto di Fisica Nucleare e condotto in collaborazione con l’Agenzia Spaziale italiana. ‘Pamela’, progetto creato quasi interamente in Italia, è uno strumento che viene definito un vero e proprio cacciatore di antimateria e ha permesso di scoprire un guscio di antimateria per l’appunto che avvolge tutta la Terra intrappolato dal campo magnetico terrestre e potrebbe rappresentare una enorme fonte di energia. Il cacciatore di antimateria è stato precedentemente mandato in orbita intorno alla Terra a bordo del satellite russo Resurs-DK1 e grazie alle misurazioni effettuate tra luglio 2006 e dicembre 2008, è riuscito a contare la bellezza di 28 antiprotoni (che sarebbero le particelle-specchio che vivono nel cosiddetto ‘antimondo’ e sono opposte ai protoni), intrappolati nel campo magnetico terrestre. Le rilevazione sono state svolte quando il cacciatore di antimateria era in orbita sopra al Brasile durante queste rilevazioni ha incrociato quella che viene chiamata la ‘Fascia di van Allen’ formata da particelle cariche generate da una collisione tra i raggio cosmici provenienti dallo spazio e la parte più esterna dell’atmosfera terrestre. La Fascia di van Allen in prossimità del Brasile presenta una formazione schiacciata verso il suolo ed è per questo che viene definita come una ciambella. Il guscio di antimateria potrà avere in seguito, secondo gli scienziati che lo hanno scoperto, delle applicazioni come enorme fonte energetica.

Carla Liberatore

Fonte: MondoRaro

Categories: Scientia Tags: ,

Shell, trivelle pronte in prossimità dell’Alaska

May 22, 2012 Leave a comment

L’amministrazione Obama ha dato via libera alla Shell per impiantare trivelle vicino al Mar Glaciale Artico, in prossimità dell’Alaska. Ma il colosso petrolifero anglo-olandese prima di poter iniziare i lavori in 4 pozzi al largo dell’Alaska dovrà ottenere l’autorizzazione anche da parte dell’Agenzia per la protezione ambientale, l’Agenzia per la preservazione della fauna e quella per la gestione delle risorse marine. In definitiva però il maggiore scoglio, quello dell’approvazione da parte del Congresso degli Stati Uniti è stato superato grazie alla volontà del presidente Obama. Secondo una ricerca effettuata e pubblicata sul New York Times, l’Alaska potrebbe avere risorse petrolifera pari a circa 27 miliardi di barili di petrolio, una stima che coprirebbe il fabbisogno di 25 milioni di automobili per un periodo di 35 anni.

Carla Liberatore

Fonte: MondoRaro