Home > Archeo > Sercol di Nuvolera, ritrovamento megalitico in provincia di Brescia

Sercol di Nuvolera, ritrovamento megalitico in provincia di Brescia

This slideshow requires JavaScript.

Cadaveri trovati nelle vicinanze, pietre megalitiche e studiosi all’opera. La Stonhenge italiana? È subito mistero! Scoperta recentemente da due ragazzi di Desenzano in Provincia di Brescia, si infittisce il mistero riguardo la sempre più famosa Stonhenge italiana. Ribattezzata come “Sercol” ecco un perfetto cerchio di pietre in cima al Monte Cavallo. Il luogo ha da sempre avuto una connotazione misteriosa: spesso evitato per leggende secolari, ecco che ora vi si trova questa preziosa novità. E’ grazie al programma satellitare Google Earth che ne potrete avere una visione più netta: anche in Italia ecco quindi un cerchio di pietre bianche, del diametro di circa 40 cm, corredate da un cumulo di massi centrale. Ci troviamo non molto in alto: quota 420 metri. Sul posto ora una struttura in evidente stato di abbandono: la vegetazione ha fatto il suo corso e i massi creano suggestioni davvero incredibili. Di che si tratta? Opera sicuramente umana, non si comprende del tutto quale possa essere stato il suo scopo. Potrebbe trattarsi di un luogo per rituali o di una fortezza dell’età del bronzo. Il dott. Alberto Pozzi, studioso della Società Archeologica Comense, tra i massimi esperti tra Italia ed Europa per conoscenza di strutture megalitiche e architetture sacrali preistoriche, ha dato la sua sentenza: ci troviamo di fronte ad un vero e proprio caso di Stonehenge italiano. Raro per il nostro Paese, sembra quindi si trattasse di una comunità cospicua e con un’economia abbastanza forte. Ecco che il mistero crea il passaparola e subito l’attenzione mediatica diviene nazionale. Pare che alla luce delle fiaccole antichi sacerdoti recitassero preghiere e venissero compiuti sacrifici pur di augurarsi i raccoltimentre una folla attendeva fuori cantando il cerimoniale. Ma non è solo questa zona della collina a riservare sorprese a quanto pare…non si esclude la presenza dinecropoli nelle vicinanze:infatti resti di corpi umani sono stati trovati non a grande distanza. È stata forte la risonanza di tale scoperta, considerando anche i non pochi casi che sono avvenuti nel bresciano rispetto ad omicidi et similia….Presto anche ilmistero del Sercol avrà una connotazione più definita:per ora l’indagine è aperta!

Fonte: Libero Viaggi

Categories: Archeo Tags:
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: