Archive

Archive for March 12, 2012

UFO, nuova testimonianza nei pressi di Varese

March 12, 2012 Leave a comment
Buongiorno,
vi scrivo per raccontarvi un fatto che mi è accaduto ieri sera, ma prima vi descrivo un precedente.
Era una domenica sera di luglio 2010, all’incirca mezzanotte, quando procedevo in macchina con un’altra persona tra Luino e Maccagno.
Io non guidavo, e d’un tratto, nel punto in cui c’è la prima grossa curva usciti da Luino, notiamo entrambi quattro luci nel cielo sul lago sopra Colmegna precisamente.
Tre delle quattro erano in formazione a triangolo con la faccia del triangolo orientata verso Colmegna e la quarta a parte.
Le prime tre dopo essersi avvicinate a Colmegna (noi nel frattempo proseguivamo incuriositi) sono sparite, mentre la quarta è rimasta e procedeva anch’essa verso il paese avvicinandosi.
Al momento della sparizione delle tre, noi ci trovavamo poco prima della galleria che porta all’ingresso di Colmegna, quindi man mano era tutto sempre più vicino ed ho scattato due foto, pensando si trattasse di UFO.
Arrivati davanti al ristorante Miralago, io mi sporgo fuori dal finestrino e vedo la quarta luce, l’unica rimasta appunto, scendere lentamente verso il ristorante come fosse un meteorite, delle dimensioni di una Smart per capirci e ad un’altezza che sarà stata di 20 metri ormai.
Terrorizzato dalla possibilità che questo oggetto cadesse, ho detto al guidatore di accelerare più che potesse (anche se sarebbe stato inutile, ma fu un istinto) e proprio in quel momento, mentre dal Miralago eravamo spostati al Camin (fu tutta questione di secondi), sempre al di fuori del finestrino, vedo la luce riprendere quota, cambiare direzione leggermente (sulla sua destra) e proseguire verso la montagna dietro Colmegna, in direzione Dumenza per capirci, ad una gran velocità.
Visto coi miei occhi la luce sparire, abbiamo capito entrambi che non si trattava di un meteorite (impossibile un cambiamento di rotta), siamo tornati davanti al ristorante Miralago per fumare una sigaretta giù dalla macchina e cercare di calmarci un secondo.
In quel momento non c’era nessuno nei paraggi e pochi secondi dopo arrivarono i Carabinieri di Luino che ci videro, accostarono e ci chiesero se avessimo visto lanciare dei razzi luminosi magari dalla spiaggia proprio in quel momento.
Rispondemmo di no, che non vedemmo niente, perchè non avremmo saputo come spiegare tutto.
Andati via i Carabinieri, calcolando i tempi, capimmo che loro si trovavano all’ingresso di Luino mentre noi eravamo dopo la prima curva e da li comunque avrebbero visto le stesse luci che vedemmo noi.
Tornato a casa, il giorno dopo, un collega di mia madre che abitava a Colmegna mi raccontò di quello che aveva visto la sera prima; il racconto coincideva con quello che vidi io e l’altra persona (e probabilmente anche i Carabinieri), dal punto di vista però di chi stava in una casa di Colmegna.
Questo è il racconto del primo episodio, nel 2010.

Ieri notte, alle 2 circa, sempre su quella strada nella stessa direzione (ma stavolta ero da solo) ho visto la stessa identica luce, una sola, da prima della galleria che porta a Colmegna.
La luce stavolta era al di sopra della galleria, più precisamente al di sopra della ferrovia ed era ferma.
Era come se si fosse trattato di un lampione molto molto potente in mezzo al bosco.
Non sono riuscito a fotografare perchè stavolta ho avuto ancora più paura, forse perchè ero solo, ed ho proseguito.
Il fatto che non si muovesse è l’unica cosa che potrebbe avermi portato in errore, perciò stasera o domani sera, ripercorrerò la stessa strada per assicurarmi che non si tratti di un lampione molto molto potente in mezzo al bosco.
Improbabile, ma è giusto accertarsi.
Ora vi spiego due cose in generale.
Le due foto che allego purtroppo non provano nulla in quanto si, in una delle due (con lo zoom) si vede un oggetto metallico dalla struttura regolare (veri e propri spigoli), ma, essendo buio, non si vedono i punti di riferimento come la montagna o il lago, quindi è praticamente inutile,
Inoltre la qualità non è delle migliori, in quanto non sono un fotografo ed ho con me solo il cellulare che può permettermi di fotografare, quindi la qualità è quella che è.
Non sono appassionato di ufologia, sono una persona molto concreta e decisamente razionale (ho una preparazione universitaria scientifica, quindi so ben distinguere ciò che può esistere da ciò che non può), non ero né ieri sera né nell’altra occasione ubriaco o alterato in alcun modo e non cerco pubblicità, anzi, non ho parlato con nessuno della storia (se non con l’altra persona, la fidanzata, il collega di mia madre e i miei familiari).
Nessuna prova purtroppo e vi ho scritto perchè magari avevate avuto qualche altra segnalazione e mi sembra strana la coincidenza di due episodi uguali nello stesso luogo, un luogo non certo noto per attività militari o fuochi d’artificio.
Cordialmente
12/03/2012
Lettera firmata
Categories: Mysterium Tags: ,

“Fantasia di cake pops”, introduzione all’arte della decorazione delle torte al Museo delle Genti d’Abruzzo a Pescara

March 12, 2012 Leave a comment

Presentazione ed introduzione all’arte della decorazione delle torte, dimostrazione e realizzazione di cookies e cake pops
DOMENICA 25 marzo 2012 – dalle ore 16.30 alle ore 19.00
Presso il Museo delle Genti d’Abruzzo– via delle Caserme, 22 -Pescara Vecchia
demo pratica con il maestro Federico Anzellotti Presidente del CONPAIT (CONFEDERAZIONE Nazionale Pasticceri Italiani) e Campione del mondo di pasticceria 2011. Inoltre degustazione finale di deliziosi frollini allo stecco e della golosa novità dell’anno : gli irresistibili macarons
LA NOVITA’ DELL’ANNO: nella lezione introduttiva “ Fantasia di cake pops ” imparerete a realizzare dei divertentissimi Cake Pops , l’alternativa golosa alle cup cakes, simpatici e divertenti frollini allo stecco. Durante il workshop il maestro Federico Anzellotti realizzerà per voi dei frollini decorati con forme ispirate al tema della Pasqua e della primavera. Il workshop è un’occasione unica e irripetibile per avvicinarci al mondo glamour dell’arte della decorazione delle torte. Una giornata molto divertente da passare insieme ed una collezione di splendide chicche da portare a casa e fantastici spunti creativi per le vostre prossime feste . Durante il workshop imparerete a realizzare dei frollini decorati con forme ispirate al tema della Pasqua e della primavera. Una collezione di utilissimi e divertenti suggerimenti da portare a casa e fantastici spunti creativi per le vostre prossime feste. I cake pops sono una ricetta perfetta per una festa per i vostri bambini o un’insolita e originale idea per un regalo personalizzato realizzato con le vostre mani, oppure ancora possono essere utilizzati come divertenti e colorati segnaposto per le vostre tavole imbandite!
Alla termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione riconosciuto dal CONPAIT (Confederazione Nazionale Pasticceri Italiani) e CONFINDUSTRIA.
Il corso è patrocinato dalla prestigiosa rivista “Cucina Chic Cake Design ”.
Questo workshop è ideale per tutti coloro che desiderano avvicinarsi al delizioso mondo del cake design e che non hanno mai provato ad usare la pasta di zucchero
PROGRAMMA:
•  Presentazione ed introduzione generale al mondo del cake design
•  Preparazione delle frolle
•  Spiegazione e dimostrazione delle decorazioni
•  Creazione di soggetti a tema : ovetto pasquale, coniglietto, orsetto, margherita,farfallina.
•  Decorazione dei frollini allo stecco
Rinfresco dolce & salato : si potranno degustare oltre ai cake pops preparati dal maestro Anzellotti, i deliziosi macarons, novità del momento. Inoltre il ristorante Il Cortile (Pescara Vecchia), location dei corsi, ci farà assaggiare alcune sue specialità.
Info : 342 1679744 – 393 0120551
I numeri sono attivi dal lunedì al venerdì dalle ore 09.30 alle ore 18.30e il sabato dalle 10.00 alle 13.30
Email : corsi@sweetest.it

Nasa, i diamanti della volta celeste in straordinaria congiunzione

March 12, 2012 Leave a comment

Venere e Giove affiancati nel cielo occidentale: massimo avvicinamento domani alle 19:00

Saranno due grandi serate quella di stasera e di domani per gli appassionati di astronomia e di fotografia celeste. Subito dopo il tramonto, nel cielo occidentale, sarà possibile osservare una delle più belle congiunzioni del firmamento tra Venere e Giove. I due pianeti, distanti centinaia di milioni di Km tra loro, saranno molto vicini prospetticamente, a soli tre gradi di distanza nella costellazione dell’Ariete. I due pianeti già visibili da giorni, continueranno ad esserlo anche nei prossimi, ma in queste due serate la loro distanza prospettica sarà al minimo, che culminerà domani sera alle 19:00. La NASA in un recente comunicato ha dichiarato che il fenomeno è fisiologicamente interessante, e a quanto pare non aveva tutti i torti. I due pianeti luminosi, già soprannominati i diamanti della volta celeste, sembrano ispirare la creatività dei fotografi e degli appassionati di tutto il mondo. C’è chi li ritrae tra monumenti antichi, chi sullo sfondo delle proprie mani, e chi addirittura tra le orecchie di un gatto. La straordinaria visione gratuita della natura riunisce tanti gruppi nelle osservazioni, occasione per trascorrere delle serate indimenticabili. Se gli antichi potessero osservare questo fenomeno penserebbero ad un messaggio degli Dei, o a presagi di sventure. Oggi sappiamo che quei due punti luminosi non sono stelle o messaggeri celesti, ma pianeti, con condizioni superficiali infernali.
Il più basso è Venere, la cui osservazione con un piccolo telescopio mostra già le sue fasi (Magnitudine -4.4). Venere è perennemente coperto da una fitta coltre di nubi, e le sue condizioni superficiali sono ciò che noi immaginiamo per l’inferno. Temperatura prossima ai 500°C, pressione atmosferica pari ad una profondità di 1000 metri nei nostri oceani, continui rombi di tuono, visibilità scarsa e piogge di acido solforico. Le sonde non resisterebbero oltre un paio d’ore prima di esplodere. Il suo nome, ispirato alla dea della bellezza, deriva infatti dalla visione nella volta celeste, ma i nostri antenati non potevano sapere cosa nascondesse quel bellissimo punto luminoso al crepuscolo. Il pianeta in alto, leggermente meno luminoso, sarà invece Giove (magnitudine -2.1), il gigante del sistema solare. Giove è caratterizzato da una superficie gassosa, e un nucleo roccioso. Lassù imperversano tempeste inimmaginabili, vaste anche molte volte la nostra Terra e presenti senza mai dissolversi da centinaia di anni.  Un piccolo telescopio o un binocolo mostreranno i principali satelliti del pianeta scoperti daGalileo Galilei con il suo piccolo cannocchiale. Ma nonostante la tecnologia abbia fatto passi da gigante, il fascino della visione ad occhio nudo è ancora vivo, e lo spettacolo offertoci dal firmamento non può passare inosservato. Per una notte lasciamo alle spalle la vita quotidiana e apprezziamo l’universo di cui facciamo anche noi parte. Non ne resteremo delusi.

Fonte: MeteoWeb

Categories: Astro Tags: , , ,

“Il valore di un sorriso” di Padre Frederick William Faber

Il valore di un sorriso

Donare un sorriso
Rende felice il cuore.
Arricchisce chi lo riceve
Senza impoverire chi lo dona.
Non dura che un istante,
Ma il suo ricordo rimane a lungo.
Nessuno è così ricco
Da poterne fare a meno
Né così povero da non poterlo donare.
Il sorriso crea gioia in famiglia,
Da sostegno nel lavoro
Ed è segno tangibile di amicizia.
Un sorriso dona sollievo a chi è stanco,
Rinnova il coraggio nelle prove,
E nella tristezza è medicina.
E poi se incontri chi non te lo offre,
Sii generoso e porgigli il tuo:
Nessuno ha tanto bisogno di un sorriso
Come colui che non sa darlo.

“La cantina dei pirati” di Anna Spinelli, Fernandel Editore

autrice: Anna Spinelli
titolo: La cantina dei pirati
sottotitolo: Liquori, spezie, bevande, ricette
isbn: 978-88-95865-62-1
pagine: 160 prezzo: E 14,00
La via dell’avventura passa anche attraverso la gola
Dalla birra al tè, dalla vodka al rum, in questo ricettario si gira più volte intorno al mondo all’inseguimento dei gusti e degli aromi della pirateria.
Centinaia di ricette per preparare cocktail e cucinare piatti che provengono dalla tradizione piratesca di ogni angolo della terra: dai classici sandwich al caviale annaffiati di vodka, alla zuppa di pesce di fiume della Louisiana; dall’insalata di frutta al rum alla carne di manzo marinata nella birra. Ricette antiche ricostruite con cura e facilmente realizzabili anche a casa propria, lontano dal mar dei Sargassi. Il libro è corredato da foto a colori e da brevi testi introduttivi che offrono un semplice inquadramento storico e geografico dei liquori e delle pietanze.
Anna Spinelli (Ravenna, 1954) si occupa di storia dell’arte con particolare attenzio- ne all’orientalismo e alle comunicazioni. Di argomento piratesco ha già pubblicato il ricettario della pirateria La cucina dei pirati (Fernandel, 2009), il romanzo Rum (Fer- nandel, 2009) ambientato fra i pirati dei Caraibi, e Tra l’inferno e il mare. Breve storia economica e sociale della pirateria (Fernandel, 2003).
Ha inoltre pubblicato Dal Mare di Alboran a Samarcanda. Diario dell’ambasciata ca- stigliana alla corte di Tamerlano (1403-1406) (Fernandel, 2004), e l’opera in due volumi Arte islamica. La misura del metafisico (Fernandel, 2008).

Fonte: Fernandel Editore

Britney Spears, ruolo di giudice nel talent show X Factor Usa

March 12, 2012 2 comments

Britney Spears potrebbe essere uno dei giudici della prossima stagione di X Factor Usa. E, secondo il magazine online E! News, starebbe per concludere un accordo da 10 milioni di dollari, anche se l’ex lolita del pop punterebbe a un compenso di 16 milioni. Nel talent show, Britney prenderebbe il posto di uno dei due giudici uscenti, Nicole Scherzinger e Paula Abdul. Prima di lei era stato fatto il nome di Janet Jackson, ma la cantante aveva abbandonato la corsa a causa di precedenti impegni.
“Sono affascinato da Britney” ha dichiarato il creatore del format, Simon Cowell, durante una conferenza di due settimane fa. “E’ una ragazza determinata. Penso che se è riuscita a costruirsi una carriera e una famiglia, cosa piuttosto difficile, per lei questa sarà una passeggiata”. E ha poi continuato: “E’ sexy, sforna hit ed è ancora un personaggio controverso. C’è una ragione per tutto questo”. Se Britney dovesse firmare il contratto sarebbe la seconda star più pagata di un talent show dopo Jennifer Lopez che, per American Idol, ha ricevuto un compenso di 12 milioni di dollari.

Fonte: TMNews

Categories: TV News Tags: ,

L’Aquila, abuso e amore di un cane nel centro storico della città distrutta

This slideshow requires JavaScript.

I protagonisti sono Kay e Prosperino. Quest’ultimo in particolare è un cane di quartiere amatissimo dagli abitanti del centro storico di L’Aquila. Prosperino non ha mai dato segni di aggressività e mai si è sognato di morsicare qualcuno, eppure, il dirigente della ASL aquila, il Dott. Imperiale, già precedentemente condannato per l’immotivata uccisione di 8 cuccioli di cane, ha improvvisamente e senza alcun elemento probante, disposto l’immediata cattura di Prosperino. Il cagnone di quartiere è attualmente recluso in una gabbia presso la ASL veterinaria, ma il popolo aquilano non ci sta e si è subito mobilitato sul web invadendo la bacheca di Facebook del sindaco Massimo Cialente, chiedendo l’immediata liberazione del cane. Prosperino è l’inseparabile amico e compagno di vita, nonché di avventure e talvolta sventure, di Key, una cagnolona che da sempre si prende cura di lui. Ed entrambi sono sempre stati molto affettuosi comportandosi in modo favorevole nei confronti di tutti gli umani. A quanto pare la cattura dell’animale ha delle ragioni che non trovano alcun fondamento reale, se non soltanto la parola del dirigente veterinario Imperiale, il che suona alquanto assurdo quanto incomprensibile. Nel frattempo, Key, è stata vista nel luogo in cui passava le giornate con Prosperino, evidentemente aspetta il ritorno del suo amato compagno. Alcuni abitanti del centro che conoscono bene i due cani, raccontano sui social network che Prosperino approdò al quartiere del centro storico aquilano, circa 4 anni fa, quand’era ancora un cucciolo spaurito e magrissimo, quasi sicuramente appena abbandonato e Key gli è stata vicino fin da subito prendendosene cura in ogni modo. Nei giorni dell’abbondante nevicata del febbraio scorso, quando a L’Aquila venne giù più di un metro di neve, Key si avvicinava a Prosperino che si era andato nel frattempo a ruzzolare tra la neve e vedendolo così tutto fradicio ed infreddolito, la cagnona, gli si metteva vicino, lo leccava e lo coccolava ed insieme andavano poi a dormire nelle cuccette con calde coperte che avevano preparato per loro i volontari e gli abitanti della zona. Per gli abitanti del quartiere e per gli aquilani tutti, vedere queste due bestiole amarsi e stare vicino da sempre, è un tuffo benefico nel cuore che dona momenti di gioia e speranza. Ora, a causa di quello che potrebbe rivelarsi un vero e proprio abuso, questa gioia è negata a tutti. Qualcuno che ha il potere, purtroppo, di farlo, ha negato un pezzo di speranza e di tenerezza agli aquilani tutti.

Carla Liberatore

Fonte: AGS Cosmo

Categories: Cronaca Tags: ,