Home > Salus > AIDS, emergenza uso scorretto del profilattico

AIDS, emergenza uso scorretto del profilattico

L’uso non corretto del preservativo maschile sta diventando una delle principali preoccupazioni dei funzionari della sanita’ pubblica nei principali paesi del mondo. Un gruppo di studiosi ha raccolto una serie di studi sull’uso del condom maschile, fornendo una prospettiva globale sugli effetti sanitari della mancata efficacia del potenziale di prevenzione. I ricercatori sottolineano che il corretto utilizzo dei preservativo e’ fondamentale per ridurre le gravidanze indesiderate e la diffusione delle infezioni sessualmente trasmissibili come l’HIV. La ricerca e’ stata pubblicata sulla rivista Sexual Health. Il team internazionale, guidato dal Kinsey Institute Condom Use Research Team (CURT), che raccoglie piu’ di 20 ricercatori provenienti da tutto il mondo, ha esaminato le questioni piu’ rilevanti sul tema, quali i comportamenti a garanzia del sesso sicuro tra gli adulti americani, l’emergenza dei preservativi contraffatti in Cina e l’adozione del preservativo femminile in Sud Africa. ”Gli articoli illustrano le analogie e le differenze relative all’utilizzo e alla promozione del preservativo maschile in tutto il mondo”, ha detto William L. Yarber, professore di scienza della salute applicata alla Indiana University e membro del CURT. ”La ricerca – ha aggiunto – fornisce una risorsa per i professionisti della salute impegnati nel mettere a punto strategie per aumentare l’accettazione culturale e individuale di uso del preservativo”. Il CURT comprende studiosi provenienti da Indiana University , la University of Kentucky, l’Universita’ di Guelph in Ontario, Canada, e l’Universita’ di Southampton nel Regno Unito. ”Ci piacerebbe pensare che l’epidemia di AIDS stia per essere superata, ma non e’ cosi’.
Anzi, negli Stati Uniti sta peggiorando”, ha detto Richard Crosby, membro del CURT, professore presso la University of Kentucky e redattore del numero speciale di Sexual Health.
”Rendendo piu’ efficace l’uso del preservativo! , possiamo prevenire malattie come il vaiolo, la SARS, il colera e una miriade di altre patologie infettive. La prevenzione della malattie – ha continuato – e’ la soluzione moderna alla pandemie, e abbiamo bisogno di cominciare ad applicare questa soluzione sul serio”. I ricercatori hanno inoltre evidenziato l’esistenza di un forte divario tra l’uso corretto del preservativo e l’uso piu’ diffuso, segnalando l’opportunita’ di una migliore educazione sul suo utilizzo. ”Abbiamo sistematicamente sottovalutato quanto possa essere complicato l’uso del preservativo”, ha concluso Crosby.

Fonte: Agi

Categories: Salus Tags: , ,
  1. December 13, 2012 at 11:12 am

    La contraffazione delle più note marche di preservativi è ormai una realtà del Made in China. Dalla cina infatti si è creato un business che avrebbe già raggiunto le centinaia di migliaia di scatole. I preservativi imitati sono in particolare quelli della Durex, che in apparenza sono in tutto e per tutto uguali a quelli della nota marca.
    Le imitazioni meglio riuscite sono quelle dei modelli “Extra Safe” e “Fetherlite”, ma le imitazioni cinesi- da test effettuati- si rompono 10 volte più facilmente. I rischi per la salute sono quindi gravissimi.
    La Durex però ha reso note alcune caratteristiche che possono essere d’aiuto nel riconoscere i preservativi falsi: quelli cinesi odorano di plastica, e differenza di quelli Durex che sono inodore; le scritte sulle confezioni inoltre sono di bassa qualità e le “c” in particolare assomigliano al simbolo dell’euro.

  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: