Home > Cinema... Cinema > “I Cavalieri che fecero l’impresa” di Pupi Avati (2001)

“I Cavalieri che fecero l’impresa” di Pupi Avati (2001)

I Cavalieri che fecero l’impresa è un film a colori di genere avventura, drammatico, fantastico, guerra della durata di 120 min. diretto da Pupi Avati e interpretato da Raoul Bova, Edward Furlong, Marco Leonardi, Stanislas Merhar, Thomas Kretschmann, F. Murray Abraham, Enzo Andronico, Franco Bagnasco, Lorenzo Balducci,Marco Bocci. Prodotto nel 2001 in Italia, Francia.
L’amicizia, le illusioni della giovinezza, l’incalzare della Storia.
Nel 1271 la settima Crociata è fallita. Nel corso della ritirata le truppe trasportano lungo la penisola le spoglie di re Luigi IX, il Re Santo. Un mondo è finito e cinque ragazzi che non hanno nulla in comune si mettono alla ricerca del luogo dove è stata nascosta la Sacra Sindone, trafugata da alcuni traditori della corte di Francia. Il viaggio li porterà dall’Appennino tosco emiliano fino a Tebe dove la Sacra reliquia è nascosta.
Pupi Avati, come uno dei suoi cinque giovani, entusiasti e un po’ afflitti cavalieri, lancia un pacifico guanto di sfida. A un cinema, quello italiano, poco ambizioso e troppo preso dalle sue abulie e dai suoi equilibri e a se stesso. Sale a cavallo con la sua macchina da presa, sensibile soprattutto ai sommovimenti dell’anima, legata dolcemente alle radici di un territorio, e tenta un’impresa affascinante, in molti momenti molto bella e cruda, con un ottimo lavoro sui luoghi e sullo spazio. Sceglie l’avventura e nell’incalzare dell’azione, nella progressione retorica e figurativa di un genere mai frequentato prima, nella paura, nel coraggio e nella baldanza degli scontri, delle fughe e delle armi, nelle inquietudini dell’errare e della “cerca” ritrova l’aura del sacro (l’icona/reliquia della Sindone è il sacro lenzuolo per il quale si adoperano i ragazzi che vollero essere cavalieri), il senso profondo dell’amicizia, le illusioni della giovinezza, stato anagrafico ed emotivo aurorale, annuncio di un’altra stagione della Storia.

Fonte: Film TV

Categories: Cinema... Cinema Tags:
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: