Archive

Archive for January 12, 2012

Diego Della Valle, manifestata intenzione di recesso dal contratto di sponsorizzazione del restauro del Colosseo

January 12, 2012 Leave a comment

Manifestata oggi durante un incontro con il ministro Ornaghi.
Il presidente del Gruppo Tod’s, Diego Della Valle, ha manifestato oggi al ministro dei Beni culturali Lorenzo Ornaghi la sua intenzione di recedere dal contratto per la sponsorizzazione del restauro dei lavori del Colosseo. Ornaghi, spiega in una nota il ministero, rivolto a Della Valle un “convinto invito” ad attendere prima di maturare una decisione definitiva. È infatti convinzione del ministro che il buon esito dell’iniziativa, che “vede per la prima volta affiancati pubblico e privato in una così importante operazione di tutela e valorizzazione di un bene culturale straordinario qual’è il Colosseo, sia significativa e paradigmatica in una fase in cui il Paese intende rilanciare fattori e motivazioni del proprio sviluppo”.
Per disporre di un quadro dettagliato dell’intera vicenda, il ministro ha incontrato in mattinata anche il sottosegretario Roberto Cecchi, a cui ha manifestato stima e fiducia. Il Sottosegretario ha ribadito che i vertici della ex struttura commissariale, “avendo agito per l’interesse pubblico e con correttezza formale e sostanziale, sono pienamente disponibili a ogni chiarimento e approfondimento ritenuti necessari”.

Fonte: TMNews

Profezia Maya, aspiranti suicidi interpellano la Nasa

January 12, 2012 Leave a comment

Negli Usa migliaia di persone acquistano bunker o consultano il sito dell’agenzia spaziale per sapere se è meglio suicidarsi prima.
La minaccia, insistono coloro che credono alla “profezia” dei Maya su una imminente fine del mondo nel prossimo dicembre, viene dallo spazio, e chi meglio della Nasa può allora consigliare la maniera migliore di scampare al Giorno del Giudizio? Come riporta il tabloid britannico The Daily Mail, l’Agenzia spaziale statunitense ha infatti aperto una speciale sezione sul suo sito nella quale cerca di rassicurare l’opinione pubblica: sito inondato da oltre 5mila messaggi di persone preoccupate al punto di chiedere se era il caso di ricorrere al suicidio, banalmente singolo o spettacolarmente di massa.
Altre 5mila persone hanno invece preferito darsi un’ultima possibilità e prenotato i servizi del californiano Robert Vicino, astuto imprenditore impegnato nella costruzione di bunker di lusso: “E se le profezie fossero vere, da che lato della porta vorreste trovarvi?”, chiede il suo sito (senza specificare la data entro la quale dovrà essere corrisposto il dovuto pagamento).
In tutto ciò, i maya hanno omesso l’informazione più importante: che cosa dovrebbe succedere alla fine del Grande Ciclo del loro calendario: le teorie ovviamente abbondano, e vanno dal pianeta sconosciuto che dovrebbe impattare il nostro in un’abile carambola orbitale all’immancabile invasione extraterrestre.
Il fatto è che anche gli studiosi delle civiltà precolombiane si sono mai messi d’accordo sul preciso significato della fine del calendario: la scuola di pensiero dominante da un decennio a questa parte indica che la fine del tredicesimo ciclo di 144mila giorni (baktun) va interpretato semplicemente come un cambiamento di epoca da accogliere con gioia. Quanto meno, conclude il mail, questo è ciò che stanno facendo le comunità che vivono attualmente nell’antico territorio maya, che non sembrano affatto preoccupate dal ticchettio dell’orologio e anzio sperano in un boom del turismo.

Fonte: TMNews

Categories: Warning Tags:

Orchestra Filarmonica di New York, suoneria smartphone interrompe esecuzione del concerto

January 12, 2012 Leave a comment

Il ringtone “marimba” ha disturbato l’esecuzione. Il direttore, scocciato, ha stoppato la Nona sinfonia di Malher.

Malher interrotto dalla suoneria “marimba” di un iPhone in sala. E’ successo ieri sera a New York durante un concerto della celebre orchestra filarmonica di NY. I musicisti stavano eseguendo la Nona sinfonia di Gustav Malher quando si è intromesso, per più volte, un suono estraneo alla partitura, decisamente postmoderno, e cioè il “marimba” di un iPhone. Il direttore d’orchestra Alan Gilbert ha interrotto l’esecuzione e ha chiesto al possessore dello “strumento”: “Ha finito?”. L’uomo, che era seduto proprio sotto al palco, non ha risposto. E il direttore ha insistito: “Bene, aspetteremo”. La platea della Avery Fisher Hall, strappata in modo brutale all’incantato mondo sonoro di Malher, ha reagito con rabbia al suono di “vattene” e “cacciatelo fuori”. Quando finalmente il trillo dello smartphone ha smesso, Gilbert ha chiesto: “L’ha spento?”. Lui ha annuito. E il direttore: “Non suonerà di nuovo?”, e lui ha scosso la testa. “Di solito quando c’è un elemento di disturbo come questo è meglio fare finta di niente perché dargli peso è peggio del disturbo stesso. Ma questa volta è stato così madornale che non ho potuto esimermi. Ricominceremo l’esecuzione”, sono state le ultime parole del direttore d’orchestra prima di riprendere. Il pubblico ha applaudito, i musicisti hanno ricominciato a suonare e non sono più stati interrotti. La notizia è stata segnalata su Twitter dal famoso critico musicale statunitense Alex Ross.

Fonte: TMNews

Mario Monti, situazione italiana al massimo… Europa in sostegno contro la crisi

January 12, 2012 Leave a comment

L’intervista a Die Welt prima dell’incontro a Berlino sulla crisi: “L’Italia non può fare di più, rischio reazioni anti-europee”.
Mario Monti incontra oggi a Berlino la cancelliera tedesca Angela Merkel per un vertice bilaterale sulla crisi. In un’intervista al quotidiano tedesco Die Welt, pubblicata oggi, il premier italiano, dopo aver elogiato il modello tedesco, ha affermato che l’Italia non può fare di più e che ora tocca alla Germania e alla Ue muoversi per rispondere alla crisi. Il rischio, secondo Monti, è che in Italia altrimenti crescano i malumori verso l’Europa dopo tutti i sacrifici che il governo sta chiedendo agli italiani.
Quanto alle tematiche di euro e Europa Monti ha ribadito: “Lo dico da lungo tempo: non esiste una crisi dell’euro, che è sempre una moneta forte – soprattutto grazie alla Bce e alla sua indipendenza. Sicuramente ci sono degli alti e bassi, ma nel suo insieme l’euro resta una moneta straordinariamente stabile”, afferma il Presidente del consiglio.
Nel lungo colloquio con Thomas Schmid, direttore del quotidiano conservatore tedesco – che spazia dalla lotta alla mafia e alla corruzione fino alle liberalizzazioni e al futuro ruolo dell’Italia in Europa – Monti si dice certo del sostegno alla sua politica di rigore da parte della maggioranza degli italiani: “I sondaggi mostrano chiaramente che questo insolito esecutivo, che non gode della benedizione di alcun partito, riceve un appoggio straordinariamente forte da parte dei cittadini. Anche se tutto ciò che facciamo non è gradevole, gli italiani sono interessati alla serietà e alla verità e quindi sono anche pronti a fare sacrifici”.
Poi un tributo dovuto al Paese ospite della sua visita odierna: “La Germania mi piace molto. Soprattutto per la sua intraprendenza, competitività, la sua economia sociale di mercato. La Germania è un modello meraviglioso”. Poi rivolto direttamente ad Angela Merkel, Monti afferma: “Voglio dimostrarle quanto siamo consapevoli della situazione e la serietà del nostro intervento di bilancio. Voglio presentarle un’Italia matura e orgogliosa”.

Fonte: TMNews

Categories: Politick Tags: ,

Olivier Dahan, prossimo a raccontare Grace Kelly

January 12, 2012 Leave a comment

Spetterà a Olivier Dahan, già autore nel 2007 di La vie en rose, che consolidò la stella di Marion Cotillard, raccontare un’altra grande diva: Grace Kelly. L’attrice culto di Hitchcock in La finestra sul cortile, deceduta prematuramente nel 1982 per un triste e famoso incidente d’auto, sarà raccontata nel film Grace of Monaco.
La storia si concentrerà sul ritiro della star dalla scene a 33 anni, quando sposò il Principe Ranieri di Monaco e lo aiutò a difendere l’identità del principato dagli attacchi politici di Charles De Gaulle. Rimaniamo in attesa di sapere quale attrice attuale vorrà misurarsi col mito.

Fonte: Coming Soon

Roberto Straccia, ennesimo caso di scomparsa a Pescara… pista Straccia come per Evangelisti!

January 12, 2012 Leave a comment

Sono tre le scomparse misteriose avvenute negli ultimi venti anni della storia di Pescara, a cui si e’ aggiunta nell’ultimo mese quella di Roberto Straccia. Alla fine degli anni ’80 e’ morto in circostanze poco chiare un giovane giocatore di handball di Pescara, Gianluca Evangelisti, 17 anni, che viveva con la famiglia nella zona Nord della citta’. Il suo motorino, un “Si'”, fu ritrovato all’epoca – era il 1989 – al molo Nord del porto ma di lui si persero inspiegabilmente le tracce. Il corpo fu ritrovato in mare, in provincia di Chieti. A Gianluca e’ stato intitolato di recente un torneo sportivo di handball. Alla fine degli anni ’90, nel 1997 per l’esattezza, spari’ nel nulla un bambino di 11 anni, Davide Mutignani. Il suo corpo fu ripescato nel fiume dopo tre settimane di ricerche durante le quali gli investigatori arrivarono anche a Napoli. Era caduto in acqua mentre giocava e il fratello poi ammise di averlo visto annegare. E’ ancora un giallo, invece, la scomparsa di un dipendente del comune di Pescara, Luigi Di Paolo, di 50 anni, addetto dell’ufficio anagrafe. Di lui non si hanno piu’ notizie dall’inizio dello scorso anno e non e’ stata trovata neppure la sua auto.

Fonte: Affari Italiani

Mario Monti… visione comune in Europa per crescita non effimera, ma sana!

January 12, 2012 Leave a comment

“Ma serve contesto europeo, non bastano gli sforzi dei singoli”.
Una crescita “non effimera”, ma “sana”. E’ la “visione comune” e il “comune interesse” tra il premier Mario Monti e la cancelliera Angela Merkel.
“Non vogliamo una crescita effimera – ha spiegato Monti in conferenza stampa a Berlino – fondata su provvedimenti occasionali di rilancio che in passato hanno dato luogo a disavanzo e inflazione. Vogliamo una crescita che deriva da una struttura economica sana”.
Ma per riuscirci non bastano gli sforzi dei singoli Paesi: “La Germania sta facendo riforme che sono ragione della sua competitività, l’Italia sta facendo e sta intensificando le proprie riforme, ma per quanto si faccia in casa propria e per quanto si possa essere un grande Paese – è il messaggio alla Merkel – una crescita non può avvenire se il contesto europeo non è favorevole. Può diventare più favorevole, permettendo con i tempi dovuti una ordinata riduzione dei tassi di interesse, e un mercato più integrato”.

Fonte: TMNews

Categories: Politick Tags: ,