Archive

Archive for December 10, 2011

Coldplay, concerto a maggio allo Stadio Olimpico di Torino

December 10, 2011 Leave a comment

Dopo il recente annuncio del tour negli stadi in Inghilterra per l’estate 2012 e di un vasto tour in America e Canada tra aprile e agosto, arriva finalmente l’annuncio della data nel nostro paese. L’attesa dei numerosi fan italiani dei Coldplay sta per finire perche’ Chris Martin e compagni saranno allo Stadio Olimpico di Torino il 24 maggio 2012, per quella che sara’ l’unica data italiana del loro tour europeo, che li portera’ negli stadi delle principali citta’ a partire da maggio 2012.

Fonte: Ansa

Categories: Musica News Tags: , ,

Sballo giovanile, tamponi alla vodka per ubriacarsi senza sospetti

December 10, 2011 Leave a comment

Infilarsi l’assorbente interno in vagina o nell’ano dopo averlo prima imbevuto di vodka: sballarsi dalla Germania agli States è anche questo. Una questione di moda, una tendenza pericolosa per la polizia, ma che piace tante alle ragazzine e non solo.
Il trucco è di prendere un tampone, immergerlo nell’alcol, inserirlo nel proprio corpo: l’alcol sale, ci si ubriaca facilmente stando ai racconti dei teen agers, ma senza puzzare troppo e insospettire i genitori. Così l’ultima usanza di strada, vera o fasulla che sia, è arrivata persino sugli schermi della pudica tv americana con The Colbert Report.
Inoltre è tutto un bluff pericoloso che danneggia le mucose senza poi sortire l’effetto desiderato, stando a quanto dicono gli esperti: che spiegano: una volta che l’alcol arriva al sangue nell’alito prima o poi si sentirà lo stesso.

Fonte: Blitz Quotidiano

Categories: Curiosità Tags:

“Geometrie Colorate”, personale di Claudio Secchi alla Galleria Famiglia Margini di Milano

December 10, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

Domenica 20 Novembre, presso la Galleria Famiglia Margini di Milano, é stata inaugurata la mostra monografica di Claudio Secchi, eclettico artista modenese.
Il titolo della mostra,”Geometrie Colorate”, è stato ampiamente – e abilmente – spiegato dal curatore stesso, Massimiliano Bisazza, nel testo critico all’interno del catalogo.
Qui di seguito, un significativo estratto dall’omonima pubblicazione:
“Un mondo onirico a cavallo tra la mente conscia e quella inconscia, come asseriva lo stesso Jung, un mondo spirituale che riflette la religiosità nel senso più ampio e profondo del termine stesso. Una “metempsicosi” di pensiero che ribalta i concetti platonici per cui l’arte era pressoché inutile, creando invece un plusvalore nel messaggio artistico e nel ruolo dell’artista, prodigandosi in una coniugazione dell’anima che abbraccia la filosofia occidentale e quella orientale con lo stesso impeto. Questa è l’opera artistica presentata oggi da Claudio Secchi, eclettico pittore modenese che ci propone le sue “Geometrie Colorate”.
Le linee dritte giungono ad angoli, rettangoli, quadrati e rombi che grazie all’illusione ottica vengono lette dalla retina come una curvatura. Quella curvatura quasi proiettata in un futuro senza tempo, che allunga e distorce o addirittura accorcia la linea spazio-tempo e che ammanta il fruitore nel momento in cui si trova di fronte ad una tela di Secchi. Linee parlanti che ci donano sensazioni extra-corporali dove il proprio sé viene proiettato fuori grazie ad un’espulsione di colori e di forme che sfiorano l’astrazione la cui matrice ci ricorda il “neoplasticismo”. E poi una sorta di mandala (che peraltro significa “perfettamente dotato”, calzando a pennello con le opere del Secchi) che invece rammenta le religioni orientali come il buddhismo, l’induismo, l’islamismo, il sincretismo. Troviamo anche una traccia bizantineggiante ed una lettura “mistica” dell’opera di questo artista, talvolta cabalistica.
Durante il Rinascimento furono proprio i filosofi neoplatonici Ludovico Dolce e Giordano Bruno a scrivere di quella “natura naturans” che secondo l’accezione latina viene posta come divina ed in quanto tale in contatto con Dio e dunque valorizzata dall’artista durante la massima espressione pittorica.
Il Secchi coniuga in modo originale e dando un’ accezione universale al suo concetto di natura; ponendosi ad un livello cosmico, quindi più ampio e profondo, scevro da giudizi ma empatico ed osservante della fenomenologia nel divenire delle cose. Trascendere, sminuzzarsi, parcellizzarsi nel proprio essere così da entrare in contatto con un sé altro, ma onnicomprensivo”.
(Massimiliano Bisazza – Art Curator presso Galleria Famiglia Margini – dal Catalogo in Mostra “Geometrie Colorate”)
Località : Milano
Contatto : Per info: 02/55199449 – famigliamargini@gmail.comhttp://www.famigliamargini.com
Milano
20 novembre – 13 dicembre
Galleria d’arte Famiglia Margini
via Simone D’Orsenigo 6
mostra di pittura contemporanea

Kyodo News, ricercatori russi e giapponesi prossimi alla clonazione del Mammuthus

December 10, 2011 Leave a comment

Grazie alla scoperta di un osso di mammut che conteneva il midollo ricercatori russi e giapponesi lanceranno l’anno prossimo un piano per clonarlo in 5 anni. Il progetto, riferisce il quotidiano nipponico Kyodo news, e’ dell’universita’ di Kinki e del museo dei mammuth della Repubblica di Sakha. L’obiettivo e’ sostituire il nucleo di un ovulo di elefante con quello estratto dall’osso dando vita a un embrione con caratteristiche preistoriche da impiantare nell’utero di un’elefantessa.

Fonte: Ansa

Nasa, tracce minerarie confermano vetusta presenza di acqua su Marte

December 10, 2011 Leave a comment

Sulla superficie di Marte sono presenti tracce di un minerale che prova in modo inequivocabile come nel passato sia stata presente acqua liquida nel sottosuolo, in condizioni potenzialmente favorevoli ad ospitare forme di vita. La scoperta, fatta dal rover della Nasa Opportunity, e’ stata presentata dall’American Geophysical Union a San Francisco. Le tracce sono state identificate in una porzione del bordo del cratere Endeavour. La venatura e’ lunga 40-50 centimetri e larga quanto un dito.

Fonte: Ansa

Categories: Astro Tags: ,

Tom Cruise, pronto a tornare in volo con ‘Top Gun’

December 10, 2011 Leave a comment

Maverick è pronto a tornare in volo: Dopo venticinque anni, Tom Cruise vuole provare di nuovo il brivido della velocità e ha dichiarato che c’é in cantiere un progetto per girare il sequel di ‘Top Gun’. Alla pellicola dovrebbero partecipare anche il regista Tony Scott e il produttore Jerry Brucheimer, che avevano lavorato al numero uno.
“Non avrei mai creduto di tornare a lavorare con Tony e Jerry insieme”, ha dichiarato Cruise ai media americani. L’anno scorso la Paramount aveva già ventilato la volontà di girare il seguito di ‘Top Gun’. Il regista Scott aveva dato l’ok, mentre all’epoca l’attore americano non aveva rilasciato commenti e la notizia non aveva avuto nessun seguito.
“Mi auguro che troveremo una storia che metta tutti d’accordo e sia in grado di far provare le stesse emozioni del film originario”, ha detto Cruise sponsorizzando apertamente il progetto. Nella pellicola del 1986 il divo di Hollywood ha impersonato il giovane pilota Maverick, che viene inviato ad una scuola di addestramento e si innamora di una delle insegnanti.
Secondo i media di Hollywood, il film ha incassato 344 milioni di dollari in tutto il mondo, e per festeggiare il venticinquesimo anniversario la Paramount ha creato una nuova versione Blu-Ray.

Fonte: Ansa

Eclissi, saluto della Luna al 2011

December 10, 2011 Leave a comment

In Italia sarà visibile solo in maniera parziale e per pochi minuti appena dopo il sorgere della luna, ma l’eclissi totale del 10 dicembre, l’ultimo del 2011, regalerà un vero spettacolo ad Asia, Australia e Nord America.
Sarà la seconda eclissi lunare totale del 2011. Ma, a differenza di quella del 15 giugno che regalò all’Italia il magico spettacolo della luna rossa, questa volta potremo goderne per pochi minuti, nuvole permettendo: oggi 10 dicembre, infatti, la luna saluterà il 2011 con un’eclissi che sarà visibile soprattutto in Asia, Australia e Nord America.
L’evento inizierà intorno alle 13, ora italiana, quando il Sole, la Terra ed il nostro satellite naturale si troveranno allineati; nei luoghi favorevoli è garantita una splendida esperienza: la colorazione rossastra, dovuta alla rifrazione nell’atmosfera dei raggi solari, sarà accompagnata da un’illusione ottica dovuta all’altezza sull’orizzonte della Luna che farà sembrare l’astro gigantesco.
In Europa ed Africa gli amanti dei fenomeni astronomici perderanno le prime fasi dell’eclissi poiché si verificherà prima che la Luna sia sorta. Inoltre in Italia il satellite comparirà nei cieli già eclissato e resterà tale solo per pochi minuti dopo il suo sorgere: quanti avranno la fortuna di potersi «appostare» in un luogo adatto all’osservazione, sia esso pianura, montagna, collina o, ancora meglio, in prossimità del mare, purché sgombro da inquinamento atmosferico, foschia e palazzi, potranno ammirare gli ultimi istanti di luna rossa volgendo lo sguardo verso est.
Così, mentre Australia ed Asia godranno dell’intera sequenza, inclusi i 50 minuti di totale oscuramento, mentre Canada, Nord America, Alaska, isole Hawaii e Nuova Zelanda assisteranno all’impagabile spettacolo mozzafiato, al nostro paese sarà riservata solo la parte finale di questa meraviglia della natura. A partire dalle 16.30, con una differenza di pochi minuti a seconda della città, vedremo la Luna fare il suo ingresso nel firmamento: i più fortunati potranno ammirarne i colori caldi, prima che essa esca dal cono d’ombra e l’ultima eclissi lunare totale del 2011sia terminata.

Fonte: Fanpage

 

Categories: Astro Tags:

Fossa delle Marianne, abisso piu’ profondo del Pacifico

December 10, 2011 Leave a comment

Scienziati americani hanno mappato nel modo finora piu’ minuzioso la parte piu’ profonda degli oceani della terra: la Fossa delle Marianne. La fossa, nel Pacifico occidentale, si estende per circa 2.500 km e ha una profondita’ massima di 10.994 metri. La misura dell’abisso piu’ profondo, il Challenger Deep, e’ la piu’ accurata raggiunta finora, sostengono gli esperti del Center for Coastal and Ocean Mapping che hanno condotto il rilevamento dell’estensione delle acque territoriali Usa.

Fonte: Ansa

“A Very Merry Kitschmas”, collettiva allo Spazio Daam di Vicenza

December 10, 2011 Leave a comment

Thiene (VI) – Perché scappare? La vena kitsch è in ognuno di noi e per i più esce esattamente durante il periodo natalizio.
Le strade si riempiono di lucine a intermittenza, i negozi di babbi natale di ogni genere e di alberelli decorati in tutte le salse. E mentre la nostra cittadina si organizza al lieto evento, noi ci prepariamo a scambiare regali, chi per piacere e chi per abitudine insieme a tutti quelli che, nonostante l’annuale ripromessa di non cadere nel malefico meccanismo commerciale, il giorno prima del fatidico pranzo di famiglia, si lasciano corrompere da quel senso di colpa che puntualmente bussa proprio quando ci si trova davanti ad una delle centinaia di vetrine decorate del proprio paese.
Pronti per un tour de force dello shopping dell’ultimo momento, ogni anno ci stupiamo e divertiamo davanti ai cosiddetti “articoli da regalo” e di quel gusto discutibile che si manifesta ovunque fino al 7 gennaio.
Angioletti di porcellana, babbi natale che si arrampicano su un’improbabile scaletta, pupazzetti di neve e orsacchiotti che mettono in atto scoordinate danze a ritmo di musiche natalizie, e poi ancora gli gnomi (no, quelli da giardino no! Quelli sono una cosa a parte!) e il presepe, le renne e le ghirlande sulle porte delle case.
Ma l’albero di Natale è l’oggetto attraverso il quale anche la personalità maggiormente minimalista riesce a sfogare la propria vena trash perché, nonostante una scelta monocromatica, monotematica e così via, il nostro alberello travestito rimarrà sempre un’icona del kitsch. Questo povero abete, vivo e sradicato da un terreno appositamente destinato per i tradizionalisti della decorazione natalizia, di plastica riciclata o cartone per le anime green, è appesantito da palline di vetro che con un solo sguardo si rompono, da sgraziate ballerine di cristallo acquistate per essere esposte nella posizione migliore, puntali rossi, dorati, argentati a forma di babbo natale, di stella, di angelo, fiocchi, biscotti, meringhe…
E il povero alberello, che tanto abbiamo amato quand’eravamo bimbi, dopo il 25 dicembre, diventa ancor più kitsch e triste soprattutto da quando i nostri genitori, o il compagno di classe più antipatico, ci rivelarono l’orribile verità su Babbo Natale.
A Very Merry Kitschmas a tutti voi!
Anna Z.Pezzin
Type Creative People e Daam Studio presentano:
A Very Merry Kitschmas
Una riflessione ironica ed irriverente sull’identità kitsch del Natale.
A cura di Anna Zerbaro Pezzin
Artisti:
Alan Zocche, Alberto Brunello, Alessandro Severin, Alessandro Trentin, Andrea Maino, Arianna Piazza, Daniele Cazzola, Elena Pizzato, Federica Giacomazzi, Lisa Castellani, Manuel Meneghin, Miriam Pertegato, Rossella Libardoni, Veronica Organo
16 dicembre 2011- 8 gennaio 2012
Spazio Daam
Thiene, Vicenza
http://www.typecreativepeople.com

Categories: Vernissages e Mostre Tags: