Archive

Archive for December 3, 2011

Argus II, speranza bioingegneristica per i non vedenti

December 3, 2011 Leave a comment

In tutto il mondo le persone non vedenti sono circa 37 milioni; la bioingegneria, ovvero la scienza volta a migliorare la comprensione dei fenomeni biologici ed a produrre tecnologie per la salute con beneficio per la società (definizione MIT), nel corso degli anni, ha fatto passi da gigante. L’ Argus II, protesi sviluppata dalla Second Sight Medical Products ne è la prova. Infatti essa permette al paziente disabile di riavere e beneficiare in parte della vista. In questo articolo scopriremo cos’è e come funziona questa protesi, analizzando i benefici che ne comporta e i possibili miglioramenti.
La Bioingegneria
Conosciuta più comunemente come Ingegneria Biomedica, è la scienza che studia, attraverso i modelli fisico-matematici e le metodologie proprie dell’ingegneria, fenomeni biologici e strutturali del corpo umano e di altre specie viventi. Fondamentalmente questa disciplina si divide nei due rami più comuni: il settore industriale (Biomeccanica) e quello dell’informazione (Bioingegneria elettronica e informatica). Ed è proprio questo tipo di studi che ha permesso alla Second Sight Medical Products (azienda californiana) , guidata dal Dottor Mark S. Humayun e dal Dottor Eugene de Juandi, di sviluppare e produrre Argus II. Tuttavia, al contrario di come affermato da numerose fonti, questa protesi è stata approvata per i pazienti affetti da retinite pigmentosa, una patologia dell’occhio che con il progressivo passare del tempo può compromettere la vista, anche a livello permanente.

Argus II
Questa protesi, è dotata di più componenti:

  • Microprocessore
  • Occhiali muniti di videocamera
  • Antenna (a onde radio) ricevente ed emittente
  • Elettrodi (conduttore capace di stabile un contatto elettrico con parti non metalliche)

Ovviamente alcuni di questi componenti dovranno essere impiantati nel paziente mediante intervento chirurgico, riguardante soprattutto la zona occipitale (parte inferiore e posteriore della scatola cranica). Viene così stabilito un contatto tra gli elettrodi e la retina, capace di catturare le informazioni video fornite dalla videocamera montata sugli occhiali. Le immagini vengono inviate al ricevitore comunicante con un microprocessore capace di decodificarle. Una volta decodificate, le stesse vengono re inviate agli elettrodi, il cui compito è trasformare i segnali elettrici in impulsi nervosi (ai nervi ottici) che “passano” l’immagine al cervello. Il paziente dopo una fase post-operatoria potrà vedere parzialmente: riconoscere gli oggetti e vedere le ombre.
Pregi e difetti
Molti impianti protesici di questo tipo hanno dimostrato particolare efficacia soprattutto per quanto riguarda la calibrazione; infatti l’operazione chirurgica è seguita da due settimane in cui la protesi deve essere tarata in base alla particolare condizione del soggetto. Anche nelle condizioni più difficili dal punto di vista ottico, questo impianto si è dimostrato molto affidabile.
L’operazione però richiede molta precisione ed è per questo che la ricerca biomedica sta sviluppando un robot capace di ricevere segnali dalle mani del chirurgo ed allo stesso tempo di correggerne le vibrazioni attraverso filtri particolari. Un principale rischio è sicuramente dovuto alla reazione (soggettiva) che un paziente può manifestare. I difetti riguardano la stabilità della protesi in funzione del tempo e la necessità di una videocamera e di una CPU “esterna”, per non parlare dei costi altissimi.
Opinione personale
Sono molto contento che la Bioingegneria sia giunta a questo. Lo sarei stato di più se questa ricerca fosse stata condotta dalle Università, “quasi” dimenticate dagli stati e da chi li governa. Questa protesi, come molte altre scoperte, dovrebbero far pensare che con un serio investimento scientifico potremmo davvero riuscire  migliorare la qualità della vita. Forse in un futuro migliore, speriamo non troppo lontano, anche i politici lo capiranno.

Stefano Campagna

Fonte: Skimbu

Categories: Tecno-Logie Tags:

Stanton Friedman, verità esistenza UFO imminente… origine futuro ‘Watergate Cosmico’

Lo assicura il famoso studioso ufologo americano Stanton Friedman, il quale ha dichiarato che la verità sull’esistenza degli UFO sarà presto rilasciata a breve dai vari governi di tutto il mondo e il segreto che si é perpetrato in questi decenni proprio per volontà delle potenze mondiale, genererà quello che lui stesso ha definito un ‘Watergate Cosmico’. Friedman prima di dedicarsi a tempo pieno agli studi ufologici, si occupava dello sviluppo di razzi per alcune agenzie spaziali a livello mondiale e continua ad affermare con assoluta certezza che gli alieni esistono e da moltissimo tempo convivono con noi sul nostro pianeta ed assicura con altrettanta sicurezza che presto tutta la verità verrà a galla. Secondo il noto ufologo statunitense fra le ragioni principali per cui fino ad oggi non è stato reso noto ciò che lui asserisce, ci sarebbe alla base una grande cospirazione internazionale durevole da vari decenni e che coinvolgerebbe tutte le più alte cariche politiche e militari a livello globale. Un’altra delle motivazioni, assicura Friedman, è determinata dal fatto che alcuni scienziati coinvolti in tale cospirazione sarebbero in realtà soggiogati e ricattati dalle alte sfere politiche e militari, intimati di non fare alcuna parola su quanto è in loro possesso sapere, senza trascurare il fatto che dovrebbero ammettere che la scienza in merito alla tematica ufologica, per secoli si è assolutamente sbagliata e tutt’ora continua, almeno pubblicamente a sbagliarsi. Talune di queste tesi di Friedman, sono riportate nel suo libro ‘Science was wrong’, ossia: ‘La scienza si sbagliava’, in cui narra di alcuni incontri ravvicinati, fatti da testimoni oculari a suo dire attendibili, tra cui un caso in particolare che ha visto coinvolti alcuni aerei di linea giapponesi. Lo studioso ufologo americano inoltre si dichiara assolutamente infastidito da progetti scientifici come il SETI, tesi a dimostrare l’effettiva esistenza di vita extraterrestre, infatti Friedman differentemente dalla scienza ufficiale che si è limitata a volte a dire che la Terra probabilmente è stata più volte visitata da intelligenze aliene, è a riguardo molto più diretto affermando che gli alieni vivono fra noi da decenni. Dalle parole dello stesso Friedman si comprende nettamente la sua posizione in merito: “Quello che mi disturba veramente è che si continui a dire che non vi sono prove dell’esistenza degli UFO. Ma rimango ottimista che prima di morire e ora ho 75 anni, riesco a conoscere almeno una parte di questa storia, che non siamo soli nell’universo”. Un sondaggio condotto nel 2002 dalla Roper e commissionato da Sci-Fi Channel, ha dimostrato che il 72% degli americani è convinto che il governo stia nascondendo molte verità sugli UFO e che sappia molto di più di quanto abbia mai pubblicamente ammesso circa la presenza di vita extraterrestre sulla Terra. Friedman è convinto che i governi nascondino la verità in quanto siano soggetti a forti pressioni militari: “Si tratta innanzitutto di sicurezza nazionale, inoltre ogni paese vorrebbe impossessarsi di un disco volante per capirne il funzionamento e sfruttarlo quindi per realizzare armi da guerra contro il nemico”.

Carla Liberatore

Fonte: AGS Cosmo

Categories: Mysterium Tags:

California, tunnel sotterraneo fra Messico e USA

Scoperto nello Stato di Baja California, in prossimità dell’aeroporto internazionale messicano di Tijuana, un tunnel sotterraneo altamente tecnologico, utilizzato dai narcos messicani per far arrivare gli stupefacenti in territorio statunitense. Il tunnel è stato individuato dalla Polizia, grazie ad alcune importanti segnalazioni dell’Intelligence USA. L’ingresso del narco-tunnel è situato su di una strada vicinissima al Commissariato di Polizia Federale ed è dotato di ascensore idraulico capace di trasportare fino a tre persone per volta e di scendere fino a 20 metri di profondità, alimentato con energia elettrica e dotato di un sistema di trasporto che consente di far circolare automobili al fine di agevolare il trasporto della droga. La Polizia, nell’ambito dell’ispezione del tunnel, ha rinvenuto in una specie di cantina posta proprio a 20 metri di profondità nel tunnel, qualcosa come 3 tonnellate di marijuana pronte per essere immesse nel mercato USA. A metà di novembre di quest’anno, la polizia messicana aveva scoperto un altro tunnel simile a questo, sempre nelle vicinanze dell’aeroporto di Tijuana, che veniva usato da alcuni affiliati al narco-cartello di Sinaloa guidato da uno dei narcotrafficanti più ricercato al mondo, Joaquin Guzman, detto: ‘El Chapo’. Attraverso questi tunnel che consentono quasi indisturbati di attraversare il confine fra Messico e Stati Uniti, viene trasportato ogni genere di stupefacente fra cui in quantità copiose, la cocaina. Dal 2008 ad oggi, la Polizia messicana ha rinvenuto circa 70 tunnel sotterranei atti a questo scopo e appartenenti a vari clan del narco-traffico.

Carla Liberatore

Fonte: AGS Cosmo

Categories: Cronaca Tags: , ,

New York Times, profilo del sabato per il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

December 3, 2011 1 comment

Il New York Times incorona ‘Re Giorgio’. Il quotidiano americano dedica al Presidente della Repubblica ‘il profilo del sabato’ in cui, prima ancora di descriverne la vasta biografia politica, sottolinea il ruolo avuto nel rapido passaggio dal governo di celluloide di Silvio Berlusconi, a quello tecnico di Mario Monti.
”Il mese scorso (Napolitano) ha aggiunto un ulteriore tassello alla sua carriera di altissimo livello, gestendo uno dei trasferimenti politici piu’ complessi del dopoguerra, e che rimane una garanzia di stabilita’ politica in un periodo turbolento” si legge nel lungo articolo della prestigiosa rubrica settimanale dedicata ai profili e che occupa una mezza pagina anche nell’edizione europea dell’International Herald Tribune. Il segretario di Stato americano Henry Kissinger chiamava Giorgio Napolitano il suo ”comunista preferito”, ricorda ancora il New York Times che sottolinea come ”un tempo, l’idea di un presidente americano che ringrazia Napolitano (che era essenzialmente il ministro degli Esteri del partito comunista) o anche soltanto che lo chiamasse al telefono, era impensabile”.
Il Presidente della Repubblica, il suo stile e il suo operato, in contrapposizioni a quelli di Silvio Berlusconi: Napolitano insieme con la moglie Clio ”incarna un’Italia diversa, un’Italia di virtu’ civiche”, scrive in fine il quotidiano americano.

Fonte: Ansa

Governo Monti, aumento Irpef e tassa sul lusso

December 3, 2011 Leave a comment

Conto alla rovescia sulle misure anti-crisi che il governo approverà lunedì per correggere i conti e rilanciare la crescita. Oggi Monti alzerà il velo sulla manovra quando, in incontri separati, il presidente del Consiglio illustrerà le linee-guida prima ai leader del Terzo Polo, poi al segretario del Pdl Angelino Alfano e poi in serata a quello del Pd Pier Luigi Bersani.
Un confronto al quale i partiti assicurano di arrivare senza paletti nè condizionamenti per il governo. A tutti Monti ribadirà che l’azione del governo si muove su tre
gambe: rigore, equità e crescita.
Una tassa sui beni di lusso dalle ville agli yacht, un alleggerimento dell’Irap per le imprese e il possibile aumento di due (o tre punti) delle aliquote Irpef oggi al 41 e al 43%, la liberalizzazione degli orari dei negozi e della vendita dei medicinali di fascia C nelle parafarmacie e un piano per fronteggiare il sovraffollamento delle carceri.
Si profila anche una nuova stretta sulla spesa sanitaria e sul trasporto pubblico locale con il rischio di uno stop dei treni per i pendolari da gennaio. Sono alcune delle novità sul tavolo del governo in vista del varo della manovra lunedì. Pacchetto di
misure che il premier Mario Monti illustrerà già lunedì pomeriggio in Parlamento, prima alla Camera e poi al Senato, dopo il varo in Consiglio dei ministri.
Lo sprint finale sulla manovra, al momento quasi completa per la parte delle misure sullo sviluppo, sarà impresso nel fine settimana quando il presidente del Consiglio incontrerà i leader politici, parti sociali ed enti locali. La stessa entità della correzione necessaria per il conseguimento del pareggio di bilancio è ancora da definire e potrebbe lievitare rispetto ai 20 miliardi indicati finora.
La maggior parte dei risparmi arriverebbero dal capitolo pensioni (contributivo pro-rata per tutti, accelerazione dell’aumento dell’età di pensionamento delle donne nel privato, blocco della perequazione automatica). Sul fronte nuove tasse è emersa la possibilità che accanto alla patrimoniale sugli immobili (la super-Ici sulle seconde e terze case) arrivi anche una tassa sui beni di lusso, dalle super-car agli yacht.
Si profila anche l’eventualità di un aumento delle aliquote Irpef di 2 punti (o 3 punti) per gli scaglioni al 41 e 43% che salirebbero al 43 e 45%. La misura riguarderebbe i
contribuenti con un reddito dai 55mila euro annui, ma secondo fonti tecniche questo ritocco potrebbe essere rimandato alla delega fiscale. In realtà un aumento delle aliquote sarebbe in controtendenza con la ratio stessa della delega che prevede al
contrario una riduzione delle tasse, oltre che in contrasto con la volontà annunciata dall’esecutivo di ridurre il prelievo sui lavoratori dipendenti.
Problemi potrebbero arrivare dal blocco delle risorse per il trasporto pubblico locale. Sarebbero a rischio altri 1,5 miliardi per arrivare ai circa 2 miliardi necessari al pieno funzionamento del trasporto locale. Da gennaio, lamentano le Regioni, potrebbero rimanere fermi i treni per i pendolari.
Anche sulla sanità arriva una nuova stretta che potrebbe produrre un aumento dei tagli lineari per il 2012 fino a 2,5 miliardi di euro. Tra le ipotesi anche quella di anticipare il ticket sui ricoveri. Tra le altre novità del pacchetto sviluppo anche gli aiuti per le micro, piccole e medie imprese: il Fondo di garanzia per le Pmi potrà garantire un importo massimo per singola azienda fino a 2,5 milioni di euro.
C’è poi la proroga fino al 2014 dell’eco-bonus del 55% sugli interventi di riqualificazione energetica, maggiore concorrenza nel rifornimento dei carburanti. Si prevede inoltre un intervento per ridurre i prezzi delle bollette di luce per le famiglie. Un credito d’imposta dal 12% al 20% sulla ricerca.
Molte le novità sulle infrastrutture, mentre il piano per far fronte all’emergenza carceri apre spazi per la realizzazione di nuove strutture carcerarie impiegando esclusivamente capitale privato. Arriva anche una detrazione di imposta del 19% per le persone fisiche che dichiarano oltre 100mila euro e investono in fondi di venture capital o in start-up. Mentre gli incentivi alla ricapitalizzazione delle imprese agiranno sull’Ires ma anche possibile.

Fonte: RaiNews24

Categories: Politick Tags:

Georges de La Tour, esposizione straordinaria dell’artista a Palazzo Marino a Milano

December 3, 2011 Leave a comment

This slideshow requires JavaScript.

L’ormai tradizionale mostra che da qualche anno ENI organizza a Palazzo Marino a Milano, in collaborazione con il Comune di Milano e il Museo del Louvre, si fregia quest’anno dell’esposizione straordinaria di due celebri opere di Georges de La Tour provenienti dal Museo parigino, che ogni anno mette a disposizione dell’evento importanti opere. La mostra, curata da Valeria Merlini e Daniela Storti e inaugurata il 26 novembre, porta per la prima volta in Italia L’Adorazione dei pastori (1644), ad accompagnare il più celebre San Giuseppe Falegname (1642). Un’occasione importante per conoscere Georges du Mesnil de La Tour (1593-1652), il “Caravaggio francese”, artista “misterioso” del Seicento francese, sulla cui vita i documenti ci forniscono notizie minime. Visse e operò in Lorena, figurando in Francia come uno dei più originali continuatori della scuola di Caravaggio. Non vi sono però testimonianze certe di un suo viaggio in Italia dal quale avrebbe assorbito l’impronta caravaggesca tanto evidente nella sua opera; impronta che più verosimilmente gli fu trasmessa dai lavori dell’olandese Hendrick ter Brugghen, pittore caravaggesco che all’inizio del ‘600 s’era trasferito a Roma, venendo in contatto con Caravaggio e con gli ambienti artistici romani.
Georges de La Tour, L’Adorazione dei pastori (1644), Paris, Musée du Louvre (web)
L’Adorazione dei pastori entrò a far parte della collezione del Louvre nel 1926, grazie allo storico dell’Arte Hermann Voss, il quale non solo attribuì la paternità dell’opera a La Tour, ma dedicò tutto se stesso a salvare dall’oblio il pittore recuperandone l’identità, ricercando le sue opere disperse in musei e collezioni a causa di errate attribuzioni. Nel dipinto viene rivisitato, secondo la tradizione stilistica franco-fiamminga, il tema dell’adorazione dei pastori in versione notturna, che s’era diffuso partendo dall’Italia all’inizio del Cinquecento con l’Adorazione dei pastori del Correggio. La stessa intimità della scena si ripropone nell’altro dipinto esposto, San Giuseppe Falegname, tra le espressioni più alte del corpus dei dipinti “a lume di candela” di La Tour.
Georges de La Tour, San Giuseppe Falegname (1642), Paris, Musée du Louvre (web).
L’allestimento dedicato ai due dipinti nella Sala Alessi di Palazzo Marino, progettato da Elisabetta Greci, razionale nella distribuzione degli spazi e ricercato nella scelta dei materiali, rimanda insieme all’iconografia classica sulla Natività e all’architettura nordica, poggiando sulla semplicità e l’umiltà che improntano i due capolavori. A supporto dell’esposizione, diversi video di approfondimento sul pittore lorenese e la presenza stabile in sala di restauratori e storici dell’Arte. Si terranno inoltre alcuni incontri sul tema padre-figlio, moderati da Lello Costa: il 29 novembre Umberto Galimberti e Massimo Cirri saranno ospiti dell’incontro “Tale padre. Figli d’arte, discepoli e padri putativi”; il 6 dicembre incontro con Luca Ronconi, direttore artistico del Piccolo Teatro di Milano; il 20 dicembre incontro con don Aldo Geranzani, Rettore del Collegio San Carlo di Milano.
Info
Milano, Palazzo Marino, Piazza della Scala, 2
dal 26 novembre 2011 all’8 gennaio 2012
Ingresso libero
Orari
Tutti i giorni dalle ore 9.30 alle 19.30; giovedì e sabato dalle ore 9.30 alle 22.30
Chiusure anticipate
7 dicembre, chiusura alle ore 14.00; 24 e 31 dicembre, chiusura alle ore 18.00
Aperture straordinarie
8 e 25 dicembre 2011; 1 gennaio 2012
Numero verde gratuito 24h/24: 800.14.96.17

Ettore Rufo

Fonte: Archeo Molise

Governo Monti, possibile imposta per appassionati di barche

December 3, 2011 Leave a comment

Una tassa per i diritti di stazionamento delle imbarcazioni. Il governo Monti, secondo la bozza di Manovra anticipata dall’ANSA, starebbe preparando una nuova stangata per gli appassionati di barche. Non una imposta sul loro possesso, ma un provvedimento relativo ai posti barca, che in Italia sono oltre 153 mila e ogni tre generano un posto di lavoro fisso. ”Sarebbe un tuffo nel peggior passato”, replica il presidente di Ucina-Confindustria Nautica, Anton Francesco Albertoni, che parla di ”colpo di grazia” per un settore che nel 2010 ha dimezzato il proprio contributo al Pil, passato da 6,5 a 3,2 miliardi.
Al momento si tratta soltanto di una ipotesi, inserita tra i provvedimenti che lunedi’ saranno varati dal governo per tentare di trascinare il Paese fuori dalla crisi. Ma e’ bastato per suscitare la dura reazione dell’industria nautica italiana, secondo player a livello mondiale e primo assoluto nel segmento dei grandi yacht, dove detiene il 50% del portafoglio ordini, dando lavoro a 20 mila addetti diretti e 100 mila nell’indotto.
”Avevamo proposto due norme a costo zero, in grado di produrre gettito e occupazione – spiega Albertoni – ovvero l’applicazione del regime Iva del margine, volto a evitare il doppio pagamento dell’Iva nel caso di rivendita della barca e riattivare cosi’ il mercato dell’usato, e le semplificazioni amministrative per le navi da diporto, intese a riportare in Italia la flotta internazionale che ha diretto la prua verso la vicina Francia”.
Rispetto a queste proposte, secondo il presidente di Ucina la tassa di stazionamento sarebbe ”un tuffo nel peggior passato”.
”Costa solo, non produce nulla ed e’ assolutamente strumentale, demagogica e inutile”, rincara la dose Albertoni. ”Siamo tutti pronti a fare sacrifici – sottolinea – ma non si possono rimettere in pista inutili gabelle. Il tema non e’ tassare i ricchi – sostiene – perche’ l’80% delle barche nuove vendute vale meno di 20 mila euro, cioe’ come un’auto, ne’ di fare gettito, perche’ la tasse venne abolita in quanto si appuro’ che la sua esazione costava piu’ del ricavo. La verita’ – insiste e’ che si tanno solo cancellando le opportunita’ di lavoro e a rimetterci saranno gli operai e non i ricchi, che invece vanno invitati a rimanere sulle nostre coste”.

Fonte: Ansa

“CONTRAPPUNTI”, sedicesima edizione Tam Teatromusica al Teatro delle Maddalene di Padova

December 3, 2011 Leave a comment

Sabato 10 dicembre al teatro delle Maddalene di Padova (via S.G. da Verdara 40) al via la sedicesima edizione di “CONTRAPPUNTI” la rassegna di Tam Teatromusica dedicata al teatro contemporaneo.
Padova, 28 novembre 2011 – Si rinnova l’appuntamento con “Contrappunti”, la rassegna di teatro, musica e danza promossa e organizzata a Padova al Teatro delle Maddalene da Tam Teatromusica, storica residenza teatrale sempre attenta a offrire al suo pubblico una proposta artistica che si contraddistingue per qualità e innovazione e a promuovere il teatro come luogo di incontro, non di “consumo” culturale.
Giunta alla 16a edizione, la rassegna vede la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova, della Regione del Veneto e di Arteven, e il sostegno del Ministero per i Beni e le attività culturali.
La proposta del cartellone si articola in Contrappunti 1_RAM, da dicembre 2011 a gennaio 2012, Contrappunti 2_Universi Diversi, da febbraio a marzo 2012, e si conclude con Contrappunti 3_Festival relAzione Urbana dal 15 aprile al 15 maggio 2012.
Contrappunti 1_RAM è all’insegna dei nuovi linguaggi del contemporaneo e vede in calendario spettacoli che privilegiano un linguaggio espressivo dove il gesto, il suono e l’immagine si intrecciano. Il risultato – cifra artistica e poetica distintiva del Tam Teatromusica – è un segno comunicativo che li contiene tutti, e sa fondere insieme l’antica narrazione con la pittura digitale e la videoarte. Ad aprire, sabato 10 dicembre alle ore 21.00, il nuovo allestimento di “Canto dell’albero”, ispirato al libro L’Uomo che piantava gli alberi di Jean Giono e dedicato a 2011 Anno Internazionale delle Foreste. Protagonisti sono luci, suoni e colori, che evocano in modo poetico i quattro elementi ricordando allo spettatore come ogni azione umana abbia conseguenze sulla natura.
Il calendario prosegue con “Picablo”, selezionato al festival Sguardi Venezia 2011 e al Premio Off Teatro Stabile del Veneto, spettacolo dell’arte della trasformazione e della scomposizione, proprio come il cubismo di Pablo Picasso: al centro, la pittura e le opere dell’artista spagnolo. E sempre a un artista del ‘900 è dedicato “Anima Blu”: un viaggio nella poesia e nell’emozione dei quadri di Chagall, accompagnato e generato dalle suggestioni videoartistiche, dal ritmo e dalla musicalità del gesto in forma coreografica. A conclusione della prima parte della rassegna, “Circoparola”, prodotto dalla compagnia Pantakin Circo Teatro. Spettacolo che mette a confronto il linguaggio circense con alcuni interpreti dell’arte contemporanea, come la coreografa Silvia Gribaudi e lo scrittore-drammaturgo Tiziano Scarpa. Sono tutti spettacoli che prevedono anche una visione pomeridiana, per portare insieme a teatro anche i più piccoli e le famiglie.
Con CONTRAPPUNTI 2_Universi Diversi si dà spazio al teatro contemporaneo, con gruppi storici e significativi a livello internazionale e gruppi giovani. accomunati tutti dalla ricerca di nuovi linguaggi all’interno della tradizione contemporanea. Si tratta di realtà artistiche inserite in una feconda relazione con il territorio di appartenenza. A partire da César Brie, già attore dell’Odin Theatre e fondatore e regista del teatro de Los Andes, che porterà a Padova il suo “120 chili di jazz”. Sul palco delle Maddalene anche il padovano Aleph Company con “Oh Carrot! (a love story)”, i napoletani TeatrInGestAzione con “Canto Trasfigurato, di Moby Dick e d’altri mostri che ho amato” e “L’archivio delle anime. Amleto” del Centro teatrale umbro.
Forte e centrale in CONTRAPPUNTI_3 è il tema della relazione tra gli artisti e la città, che trasforma questa terza parte della rassegna in un vero e proprio festival diffuso, ovvero relAzione Urbana, festival di arti performative e visive. Uno scambio tra potenzialità umane e architettoniche e, allo stesso tempo, tra cittadini e artisti, per rivitalizzare lo spazio urbano come scena artistica e sociale in cui “abitare” significa partecipare. Qui l’azione artistica si esprime in eventi performativi collocati in luoghi vari della città, e al teatro è affidato il ruolo di ascoltare e accogliere le istanze dei cittadini, di farsene voce. Momenti di interazione e contaminazione dello spazio urbano, con un calendario fitto che tra aprile e maggio propone spettacoli ed esperienze nazionali ed europee sul tema del teatro urbano, videoinstallazioni ed eventi formativi, ma anche restituisce alla città, in forma di spettacoli, i risultati dei laboratori Tam con giovani e adolescenti, con i detenuti del carcere Due palazzi di Padova, nonché dei percorsi di formazione con studenti universitari e di quelli teatrali con i giovani.
Tre gli spettacoli in scena alle Maddalene, che hanno per filo tematico appunto la città: “Report della città fragile”, con Gigi Gherzi per la regia di Pietro Floridia; “La città fragile. Seppellitemi in piedi” di e con Beppe Rosso e, infine, il progetto di Stalker Teatro “Città dentro Città fuori” ispirato all’opera di Calvino Le città invisibili.
Tra momenti performativi che si svolgeranno nel cuore della città e momenti più riflessivi sulle relazioni che intrecciamo nel tessuto urbano, il festival intende rivelare la città come un palco a 360° dove costruire nuove forme di convivenza umana.
Per prenotare: paola@tamteatromusica.it 049-654669/656692 (dalle 9.00 alle 13.00); 334-7685121 (il pomeriggio dei giorni dello spettacolo); per informazioni: http://www.tamteatromusica.it. Biglietto intero: 8 euro, ridotto 6€ (anche per i possessori della “Studiare a Padova card”); ridotto 2,50€ per i possessori della “Giovani a teatro card”, un’iniziativa di Fondazione Venezia ed Euterpe Venezia.

PROGRAMMA CONTRAPPUNTI 2011/2012
Teatro Maddalene / Via San Giovanni da Verdara 40

CONTRAPPUNTI_1
10 dicembre 2011 ore 21; 11 dicembre 2011 ore 17
TAM TEATROMUSICA
Canto dell’albero
dedicato a Jean Giono,  L’uomo che piantava gli alberi
2011 Anno Internazionale delle Foreste
ideazione e regia Michele Sambin
con Flavia Bussolotto
pittura digitale Alessandro Martinello
produzione Tam Teatromusica
con il contributo del Comune di Padova, Assessorato alla Cultura
16/17/19/20/21/22 dicembre 2011 ore 21; 18 dicembre 2011 ore 17
TAM TEATROMUSICA
Picablo
dedicato a Pablo Picasso
ideazione Michele Sambin
scrittura Pierangela Allegro
con  Flavia Bussolotto, Alessandro Martinello
musica: composizione ed esecuzione Michele Sambin
post produzione suoni Kole Laca, Luca Scapellato, Davide Sambin
video animazione Raffaella Rivi
costumi e foto Claudia Fabris
sistemi interattivi Alessandro Martinello
regia, scene, immagini Michele Sambin
produzione Tam Teatromusica
con il contributo del Comune di Padova, Assessorato alla Cultura
20/21 gennaio 2012 ore 21; 22 gennaio 2012 ore 17
TAM TEATROMUSICA
Anima blu
dedicato a Marc Chagall
Spettacolo vincitore del Premio Eolo Awards 2008 per il miglior spettacolo di Teatro Ragazzi Italiano
e del Premio Festival Feten 09 – Gijon (Spagna) per la migliore scenografia
ideazione Michele Sambin, Flavia Bussolotto
con Flavia Bussolotto, Marco Tizianel
musiche Enzo Carpentieri, Michele Sambin, Kole Laca
elaborazione video Raffaella Rivi
costumi e foto Claudia Fabris
regia, scene, immagini Michele Sambin
elaborazione suoni Davide Sambin Zara
27 gennaio 2012 ore 21; 28 gennaio 2012 ore 17
PANTAKIN
CIRCOPAROLA
con Marcel Zuluaga Gomez, Alice Macchi, Emanuele Pasqualini
testo Tiziano Scarpa
regia Emanuele Pasqualini
movimenti coreografici Silvia Gribaudi e Gaetano Ruocco Guadagno
ideazione Silvia Gribaudi, Emanuele Pasqualini, Tiziano Scarpa, Carlotta Vinanti
un produzione Pantakin Circo Teatro
responsabile di produzione Carlotta Vinanti
Si ringraziano Ted Keijser, Licia Lucchese, Sonia Marianni, Flavio Costa, Aldo Giuponi,
Alessandra e Famiglia Grion, Enrico Fabris, Accademia Teatrale Veneta,
Elisa Carrer, Fondazione Villa Benzi Zecchini

CONTRAPPUNTI_2
17 febbraio 2012 ore 21
ALEPH COMPANY
Oh Carrot!
concept Aleph Company
regia Vincenzo Manna
creato e interpretato da Gabriele Bajo e Margherita Pirotto
musica ed elaborazioni musicali Carlo Carcano
video Raffaella Rivi
oggetti di scena Aleph Company
costumi Claudia Fabbris
Produzione NuDI – Nuova Danza Indipendente
direzione artistica di Laura Pulin
Progetto sostenuto dalla Fondazione Teatro Comunale Citta’ di Vicenza
24 febbraio 2012 ore 21
TEATRINGESTAZIONE
Canto trasfigurato
di Moby Dick e d’altri mostri che ho amato
regia Gesualdi | Trono
in scena Giovanni Trono
9 marzo 2012 ore 21
CÉSAR BRIE
120 chili di jazz
di e con César Brie
produzione César Brie – Arti e Spettacolo
23 marzo 2012 ore 21
MASSIMILIANO DONATO
L’archivio delle anime. Amleto
a seguire incontro con Cristina Grazioli
di e con Massimiliano Donato
a Naira Gonzalez senza il cui contributo questo spettacolo non si sarebbe potuto realizzare
costumi Manuela Marti
disegno luci Francesco Pennica
CONTRAPPUNTI_3:  FESTIVAL RelAzione Urbana
20 aprile 2012 ore 21
GIGI GHERZI
Report della città fragile
con Gigi Gherzi
scene di Gabriele Silva e Pietro Floridia
aiuto regia Anna Serlenga
regia di Pietro Floridia
27 aprile 2012 ore 21
BEPPE ROSSO
La Città Fragile. Seppellitemi in piedi
di Beppe Rosso, Filippo Taricco e Remo Rostagno
con Beppe Rosso
movimenti scenici Maria Consagra
disegno luci Massimo Violato
tecnico Marco Ferrero
una produzione ACTI Teatri Indipendenti
con il sostegno del Teatro Stabile di Torino e Viartisti Teatro
6 maggio 2012 ore 21
STALKER TEATRO
Città dentro Città Fuori
progetto di STALKER TEATRO
liberamente ispirato a “Le Città Invisibili” di Italo Calvino
elaborazione drammaturgica Gabriele Boccacini
luci e suono Massimo Vesco
musiche originali Corradino Corra Corrado, Alberto Ezzu
11-12 maggio ore 21; 13 maggio ore 18
Tam Teatromusica/OIKOS officina delle arti sceniche
SpeciediSpazi
di Maria Cinzia Zanellato e Vasco Mirandola
con i partecipanti al laboratorio SpeciediSpazi

Cassazione, risarcimento riconosciuto per operai ILVA

December 3, 2011 Leave a comment

Annullata senza possibilità di rinvio la sentenza che precedentemente aveva assolto gli imprenditori Emilio e Claudio Riva, rei di truffa all’INPS, estorsione e tentata estorsione ai danni di 300 operai. La Cassazione infatti ha annullato il rinvio che era stato predisposto, decretando così la prescrizione e riqualificando l’accusa in truffa aggravata e riconoscendo infine agli operi il diritti di risarcimento in seguito agli avvenuti trasferimenti del 1999 dalla Nuova SIET all’ILVA e per causa delle proposte che vennero loro fatte di riassunzione al ribasso dopo un periodo di mobilità.

Fonte: AGS Cosmo

Categories: Sententia Tags: ,

Enna, sciopero della fame dal sindaco in sostegno dei precari

Il sindaco di Enna, Paolo Garofalo, ha annunciato pochi giorni fa l’inizio dello sciopero della fame finché non si troverà una soluzione soddisfacente per il rinnovo del contratto dei lavoratori precari del Comune, gli LSU (Lavoratori Socialmente Utili). Il sindaco Garofalo ha dichiarato: “Ho deciso di iniziare lo sciopero della fame perché sento fortemente il dovere di difendere i lavoratori del Comune e ho l’onore e l’onere di amministrare. La Regione metta i Comuni in condizione di poter rinnovare i contratti di lavoro”.

Fonte: AGS Cosmo

Categories: Sententia Tags: ,