Home > Lectio > ““La verità nascosta” di Angelica Garnett, Dalai Editore

““La verità nascosta” di Angelica Garnett, Dalai Editore

Codice ISBN 88-7738-505
Autore Angelica Garnett
Traduttore Giovanni Calarco
Anno di produzione 2011
Pagine 224
Argomento Narrativa straniera
Prezzo: €19,00

In questo libro, a metà fra autobiografia e finzione, Angelica Garnett racconta attraverso quattro storie la sua lunga vita, nascosta dietro le voci femminili delle protagoniste.
In Com’era verde la mia valle… ci immergiamo nell’infanzia di Bettina per seguire le vicende di un ménage famigliare. Diversa in una famiglia di «diversi», Bettina cerca di essere accettata, fino alla tragica scoperta di segreti e inganni che, insieme al sopraggiungere della guerra, la forzerà a un’acerba maturità. Aurore descrive l’educazione sentimentale della timida e giovanissima Agnès nella Parigi degli anni Trenta, ospite presso Juliana e Gilles, una coppia di artisti. Abbandonati i sogni di una carriera teatrale, Agnès si ritroverà moglie e madre nella Londra devastata dai bombardamenti. Quando rincontrerà Juliana e Gilles, sarà la loro figlia, Aurore, attrice di talento, a risvegliare la sua gelosia finché si giungerà a un drammatico epilogo. La festa di compleanno e Amicizia narrano rispettivamente di Emily, per l’ultima volta in visita a un misterioso pittore morente, e di Helen, anziana artista, nella cui solitudine irrompono un giovane fotografo e una promettente scultrice: l’idilliaco rapporto prenderà una piega imprevista, amara e distruttiva.
Enigmatiche vicende famigliari, amicizie, tradimenti, rimorsi inconfessabili e, su tutto, l’incombente ombra di un passato irrisolto che continuamente riaffiora, danno vita a un quartetto di storie, che ritraggono ora il dissidio fra dedizione all’arte e ricerca di contatti umani, ora il bisogno dell’autrice di individuare il proprio posto non solo all’interno del suo circolo famigliare, ma anche in un mondo in perpetuo mutamento.

Angelica Garnett (Charleston, 1918), figlia di Vanessa Bell – sorella di Virginia Woolf – e Duncan Grant, ha trascorso la sua infanzia circondata dall’atmosfera intellettuale della sua famiglia e respirando il clima del Bloomsbury Group, di cui è l’ultima erede. Ha studiato recitazione, per poi dedicarsi al disegno, alla pittura, all’illustrazione e alla decorazione. Nel 1942 ha sposato David Garnett, da cui ha avuto quattro figlie. Vive in Francia. Con Ingannata con dolcezza (La Tartaruga edizioni, 2011) ha vinto numerosi premi tra cui il J.R. Ackerley per la migliore autobiografia.

Fonte: Dalai Editore

  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: