Home > Lectio > “Rot & Ruin” di Jonathan Maberry, Delos Books

“Rot & Ruin” di Jonathan Maberry, Delos Books

ROT & RUIN di Jonathan Maberry

Delos Books, Odissea Zombie, pagg. 460, euro 14,90

Abbiamo fatto amicizia con i vampiri. Abbiamo preso il tè con le streghe. Adesso però ci sono loro a tenerci compagnia: sono i non-morti, o meglio – per dirla con la lingua del voodoo – gli zombie, protagonisti della nuova collana di Delos Books e del primo romanzo della stessa: il super premiato Rot & Ruin di Jonathan Maberry.

Il nuovo millennio ha una vera passione per il gotico. Perché sa prenderlo e trasformarlo, dandogli nuova vita. È accaduto con i vampiri, che hanno aperto la strada. Poi sono arrivati gli altri, tutti gli altri: lupi mannari e streghe. E infine, buoni ultimi, loro. Certo che parlare di nuova vita quando si parla di zombie sembra quasi una presa in giro…

Ma non è così: anche queste figure del folklore haitiano che la cultura popolare americana e il cinema hanno saputo fare proprie fino a renderle celebri in tutto il mondo meritano una nuova chance. A dargliela oggi ci ha pensato Jonathan Maberry, scrittore sceneggiatore di successo, che arriva nelle librerie italiane per la prima volta con Rot & Ruin, edito naturalmente per i tipi di Delos Books che ormai ci ha abituato al suo ruolo di talent scout per il mercato nostrano di autori e generi che godono poi di grande e meritato successo.

Nell’America post-apocalittica infestata dagli Zombie dove Benny Imura vive, ogni adolescente deve trovarsi un lavoro al compimento del quindicesimo anno di età, o dimezzare per sempre la propria razione quotidiana di cibo. Benny, però, non è interessato a portare avanti il business di famiglia, ma non ha scelta visti i precedenti fallimenti lavorativi; così accetta di diventare un cacciatore di zombie come quel vigliacco di Tom, il suo fratellastro. Il ragazzo si addentra nella desolata Rot & Ruin, il territorio in cui sono confinati gli zombie, con riluttanza, convinto di svolgere un lavoro noioso e pressoché inutile… prima di imbattersi in un terra senza dio, che gli aprirà gli occhi su un mondo totalmente diverso dalla vita a cui era abituato. Conoscerà il suo passato, i lati nascosti della personalità di Tom e il motivo per cui viene considerato da tutti come un eroe: perché là fuori, lontano dalle recinzioni del fortilizio, le distese aride di Rot & Ruin pullulano di rinnegati assassini a caccia
di adolescenti, di segreti mortali, di zombie e di bellezze cresciute nelle oscurità del tempo. Rot & Ruin è molto più che un deserto senza vita.

CONTAMINAZIONE

Forse la parola chiave del successo di questi romanzi che stanno dettando le regole dell’etertainment letterario è questa. Generi che si mescolano, personaggi che vengono traslati dal loro ambiente originario in nuove situazioni, nuovi scenari. Il gotico si mescola con la fantascienza e con i supereroi producendo un nuovo epos: lo urban fantasy, che pesca a mani libere da un immaginario vastissimo. Nella carriera di Jonathan Maberry, autore di Rot & Ruin, questa cosa è altamente visibile, appariscente: romanziere, drammaturgo, sceneggiatore, Maberry è cresciuto alla scuola della Marvel Comics – scrivendo storie di personaggi blasonati come Spider-Man e Wolverine. Più volte premiato al prestigioso Bram Stoker Award per i suoi romanzi, vanta già una opzione da parte del canale tv ABC per alcuni suoi lavori, che diverranno presto serie tv. Con Rot & Ruin, primo Zombie Novel ha vinto un Gold Star Award nel 2010: giusto coronamento per un autore che è iscritto tanto alla Science Fiction Writers Associations che alla Horror Writers Association.

FUTURO MORTALE

Lo scenario in cui si svolge l’appassionante trama di Rot & Ruin è infatti quello tipico di molta fantascienza post-apocalittica: un mondo devastato, dove vigono nuove regole e popolato da esseri spietati. Come gli zombie, appunto, confinati nel territorio di Rot & Ruin, terra senza Dio e senza leggi. È in questa riserva di disperazione che si avventura Benny, un giovane che ha accettato, per sopravvivere, di fare il cacciatore di zombie. Ed è qui, in questo che credeva essere un deserto senza vita, che scoprirà molte cose che non credeva possibili né tantomeno reali.

Fonte: Delos Books

Categories: Lectio Tags: ,
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: