Archive

Archive for September 27, 2011

Freaks, nuovamente a Milano per il mini-tour promozionale

September 27, 2011 Leave a comment

Il cast di Freaks è partito questa mattina alla volta di Milano. Avevamo avuto modo di incontrarli l’inizio di quest’estate durante il Telefilm Festival, troverete maggiori dettagli in questo articolo. Questa volta, in occasione dell’uscita della compilation “Songs from Freaks! The Series” contenente la colonna sonora della web-serie, gli attori e About Wayne hanno iniziato un mini-tour che li porterà nelle maggiori città italiane all’interno dei centri di elettronica (Saturn, Fnac, Mediaworld) dove presenteranno il nuovo album intrattenendo il pubblico di fans.

Quest’oggi tocca a Milano, l’appuntamento è dalle ore 18:00 al Saturn di via Certosa, mentre i prossimi incontri sono previsti per il 28 settembre a Nola (NA), il 29 sett. a Roma e il 30 sett. a Firenze. Infine ci sarà un party di chiusura il 1 ottobre al Blackout (Roma) il locale preferito del cast, già luogo di numerosi altri eventi legati alla web-serie. In questa occasione verranno sorteggiati 30 fortunati che potranno incontrare i componenti del cast in signing-session.
Per maggiori dettagli sugli appuntamenti potete visitare la loro pagina di Facebook.

Fonte: Noisymag

Categories: Series Tags:

“Tre volte all’inferno” di Cristian Borghetti, Gruppo Perdisa Editore

September 27, 2011 Leave a comment
Tre volte all’inferno
Cristian Borghetti

Prezzo euro 18,50Pagine 320
Isbn 978-88-8372-546-3

La nuova frontiera del gotico” – Alan D. Altieri

Tre romanzi brevi che danno nuova forza alla narrativa gotica italiana, tornando alle origini della stessa letteratura dell’orrore: Cristian Borghetti mescola linguaggi antichi e atmosfere storiche per dare vita a un mondo onirico e surreale, denso di citazioni e suggestioni proprie di scrittori come Edgar A. Poe o H. P. Lovecraft

Un’eccezionale immaginazione visionaria al servizio di incubi e paure ancestrali catapulta il lettore nell’oscurità, tra sangue ed erotismo, orrori e follie, creature infernali e misteriosi labirinti della mente, nei quali il macabro si allea con il romantico, la scienza con le arti occulte, l’amore con la morte.

Il bacio di Medusa (il nero veleno è già nei tuoi occhi). Un assassino spietato si aggira per la magione di Bosco Oscuro alla fine dell’Ottocento. Incaricato delle indagini è il colonnello Flauros Ferramano. La caccia lo porta sulle tracce del suo antico nemico, Asmodeo Colonna, vittima della follia e uomo dotato di incredibile astuzia. ne nascerà un duello epico, una lotta con le forze oscure, la caduta senza redenzione nella profondità delle tenebre.

Il canto di Lucifero (ballata in Dio minore). In una surreale Parigi della Belle Époque, durante uno spettacolo teatrale, gli attori della commedia vengono trucidati. Il drammaturgo, accusato del massacro, è tratto in arresto. Finisce in carcere, davanti al tribunale della Chiesa e in manicomio. Ma questo non è che l’inizio del suo martirio: prima della fine, l’uomo si ritroverà faccia a faccia con l’impossibile, in un incubo che sembra orchestrato dal Diavolo in persona.

Il labirinto del basilisco (il sagrato, l’ombra e la paura). In un’imprecisata epoca del passato, mentre la Chiesa indaga sui misteriosi accadimenti che hanno sconvolto una contrada della provincia italiana, un uomo è tormentato da ombre spaventose: un monaco senza sguardo, un orrendo basilisco in un’imponente torre, e poi quell’indicibile presenza oscura, che dal passato arriva fino ai giorni nostri.

Cristian Borghetti è nato a Lecco il 10 settembre 1970. Ha studiato Filosofia Estetica all’università di Milano. Ha pubblicato la raccolta di racconti Ora di vetro (Montedit). Di giorno lavora in un’azienda di ceramiche e la notte scrive, quando l’oscurita’ lo avvolge. Adora Parigi, il culto dell’assenzio, l’arte geniale e surreale di Salvador Dali

“Ho cominciato a leggere da piccolo con Verne, Dumas, Salgari, London – per poi scoprire Poe, Lovecraft, Byron, Mary Shelly, Stoker che hanno determinato la mia grande passione per il gotico. I miei scritti non hanno mai un lieto fine, “scrivo storie cattive perché sono umano, troppo umano” citando Nietsche.  Quindi è il mio essere “umano” che è fonte d’ispirazione. E tutto è fonte d’ispirazione, purché mi seduca: immagini, persone, volti, accadimenti, cose, musica.”

Fonte: Gruppo Perdisa Editore

Rosso pompeiano, scoperta la natura della pigmentazione

September 27, 2011 Leave a comment

Il famoso rosso pompeiano è in realtà un giallo che si è degradato, forse a causa dei gas emessi dal Vesuvio durante l’eruzione. E’ questo il risultato di alcuni studi promossi dalla Soprintendenza di Napoli e Pompei ed eseguiti dall’Istituto Nazionale di Ottica del CNR di Firenze in collaborazione con l’Università ‘Suor Orsola Benincasa’ di Napoli.
E’ stato sempre descritto come il colore cardine della pittura murale dell’arte romana e si é sempre discusso sulla sua natura. Eppure pare si tratti di un giallo che é stato modificato dai gas di quell’eruzione che nella sua tragicità ha permesso la conservazione di un’intera città romana fino ai nostri giorni. Durante le indagini eseguite non state ritrovate, infatti, tracce di elementi chimici riconducibili ai pigmenti rossi utilizzati all’epoca come minio e cinabro. Il pigmento é un giallo, molto probabilmente un’ocra, degradatasi dai gas dell’eruzione. La trasformazione dell’ocra gialla in ocra rossa era già stato studiato da ricercatori delle Università di Bologna e di Modena. L’ocra gialla, infatti, cambia colore per solo effetto della temperatura, come già descritto da Vitruvio e Plinio. Il risultato degli studi é stato presentato dal ricercatore Sergio Omarini dell’Istituto di ottica del CNR di Firenze in occasione della VII Conferenza nazionale del colore, che si é tenuta a Roma il 15 e 16 settembre presso l’Università ‘La Sapienza’. Tutto l’immaginario cromatico delle antiche città romane viene così a cambiare quasi completamente in quanto sono molte le parte murali rosse che originariamente erano gialle.
Le tecniche di indagine utilizzate sono non invasive: la spettrofotocolorimetria per la misura del colore e la fluorescenza a raggi x che ha consentito di rivelare la presenza di elementi chimici per escludere i pigmenti rossi.

Daniele Pipitone

Fonte: Archeomatica

Categories: Cultura News, Figurativa Tags: ,

“Otherside” di Giancarlo Narciso… Andrea Purgatori incontra Giancarlo Narciso

September 27, 2011 Leave a comment
Euro 18,50//
Pagine 352//
Isbn 978-88-8372-523-4//
Collana Pop²//
Otherside di Giancarlo Narciso è pulp, divertente, con respiro internazionale.
Sergio Pent, TTL La Stampa

Giovedì 29 settembre il giornalista e scrittore Andrea Purgatori incontra Giancarlo Narciso, autore di Otherside (Perdisa Pop), romanzo vincitore del Premio Scerbanenco e finalista al Premio Azzeccagarbugli 2011. A seguire cocktail.

Un eroe amaro, solo e ferito, ma mai rassegnato a perdere.

Una dark lady affascinante e dal volto indefinibile.

Una fuga da un branco di tagliagole decisi a tutto e, allo stesso tempo, una caccia incalzante a una preda che forse non esiste.

Una pista che si snoda da un lato all’altro dell’Oceano Pacifico, fra ribelli, spie, mercenari, donne senza scrupoli e narcotrafficanti, in una cavalcata di citazioni cinematografiche, da Hitchcock e Leone a Tarantino e Rodriguez.

L’appuntamento è alle 18.30 presso Il Margutta Ristor Arte, via Margutta 118 – Roma.
Per maggiori informazioni sul libro, clicca qui

Categories: Eventi Tags:

“Grado Giallo 2011”, 4° festival letterario dedicato al giallo-noir

September 27, 2011 2 comments

Dal 30 settembre, ma ci sarà un’anteprima il giorno precedente, al 2 ottobre si svolgerà a Grado il festival letterario dedicato al genere giallo-noir al suo quarto anno di vita. Un Festival, “Grado Giallo” dedicato al genere giallo-noir che prevede tre giorni di letture, incontri con gli autori, spettacoli teatrali e musicali, ospiti d’eccezione, conferenze ed eventi enogastronomici.

Per il futuro – ha detto il Sindaco, Edoardo Maricchio, durante la conferenza stampa di presentazione svoltasi a Udine – Grado punterà principalmente sull’arte e la cultura che possono creare economia e destagionalizzazione con la partecipazione di clientela qualificata”.
È una rassegna variegata con temi di forte attualità – ha detto altresì la dirigente comunale Flavia Moimas –, ideata dal Comune di Grado con l’Università di Trieste e con l’intervento della Regione, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, della Coop Consumatori Nordest e di alcuni sponsor tecnici”.

Dell’anteprima della manifestazione, un concerto su musiche di film gialli, noir e in sintonia col tema generale di quest’anno che è “Crimini e potere” ne ha detto, invece, l’assessore comunale Elisa Polo.
Ad illustrare i contenuti del Festival ci ha pensato poi il presidente del comitato scientifico di “Grado Giallo”, professor Elvio Guagnini dell’Università di Trieste.
La manifestazione è una sorta di viaggio in quell’arcipelago di scritture – ha spiegato – che è rappresentato dai generi del mistero. Una produzione di libri che serve senz’altro per l’evasione ma anche per osservare la realtà contemporanea nei suoi aspetti più crudi e violenti, mettendo sotto la lente anche le problematiche sociali”.

Il Festival vuole, dunque, essere non solamente spettacolo e passerella di scrittori ma anche far riflettere, anche sul “giallo” di ieri e oggi partendo dal primo giallo Mondadori del 1931. Parteciperanno scrittori, editori, medici e criminologi e giornalisti: Donato Carrisi con il suo recentissimo libro “Il tribunale delle anime” (Longanesi), Franco Forte (“Roma in Fiamme”, “I bastioni del coraggio”), Leonardo Gori (“Il lungo inganno”, “Le Ossa di Dio”), Francesco Recami, Massimo Marcotullio.

Ci saranno poi Margherita Hack che incontrerà i ragazzi della scuola media nell’ambito de “I gialli della scienza”, l’inviato della Rai in Russia Sergio Canciani, Elisabetta Bucciarelli, Grazia Verasani, Carlo Flamigni, Valerio Varesi, e Veit Heinichen che in questa occasione presenterà il suo ultimo romanzo appena uscito in Germania dove non manca l’ambientazione a Grado e a Trieste.
Come tradizione non mancheranno nemmeno le “Cene con delitto”, gli appuntamenti per i piccoli delle elementari, lo spettacolo teatrale interpretato dai ragazzi e anche, come novità, “Grado noir”, una visita guidata ai luoghi misteriosi di Grado.
Nella serata conclusiva del Festival, accanto alla nuova proposta di Teatro a leggio de La Contrada che porterà in scena “Killer” di Aldo Nicolaj, ci sarà la premiazione dei vincitori del Concorso Grado Giallo per un testo teatrale.
Ulteriore novità della quarta edizione di “Grado Giallo”, una sezione dedicata al cinema, con due serate riservate alla proiezione di pellicole che si vedono di rado sul piccolo e grande schermo: dal docu-fiction di Stefano Giulidori dedicato a Scerbanenco (Scerbanenco by Numbers) a “Momento due” di Giorgio Pressburger, da “Il giorno della civetta” di Damiano Damiani con Franco Nero e Claudia Cardinale a “Un maledetto imbroglio” di Pietro Germi con Claudia Cardinale.

PROGRAMMA

  • Giovedì 29 settembre 2011

Auditorium Biagio Marin – via Marchesini 31
ore 20.30 Anteprima Festival
Grado Giallo soundtrack
Le colonne sonore dei più famosi film gialli
Movie Chamber orchestra diretta dal M.o Giorgio Tortora
Cinzia Borsatti voce solista
Al termine Vin d’honneur con… l’assassino
A cura dell’ISIS-indirizzo Alberghiero di Grado

  • Venerdì 30 settembre 2011

Cinema Cristallo – viale Dante Alighieri 29
ore 10.00 e 11.00
Margherita e lo stelle
Racconto dedicato a Margherita Hack per i bambini della scuola primaria
A cura di Damatrà

Spazio Noir Diga N.Sauro
ore 11.00
I gialli della scienza
L’astrofisica Margherita Hack incontra gli studenti

Spazio Noir Diga N.Sauro
ore 16.45
Quarto Grado Giallo
Apertura del Festival letterario
Interventi delle Autorità
Crimini e Potere
Indagine sociale e letteratura poliziesca
con Tommaso De Lorenzis, Leonardo Gori, Valerio Varesi, Grazia Verasani, Marco Vichi. Coordina Alessandro Mezzena Lona

ore 18.00
Crimini ambientali e Politica
con Elisabetta Bucciarelli, Eraldo Baldini, Peppe Ruggiero

Ristorante Hotel Laguna Palace – Riva Brioni 17
ore 20.00
Cena con il Delitto
Andro Love Club con la Compagnia Quelli del Delitto
Il pubblico, a tavola assiste ad un delitto e viene poi invitato a risolvere il caso, interrogando direttamente i sospettati, esaminando gli indizi e formulando un atto d’accusa.
Posti limitati, massimo 100 persone. Prenotazione obbligatoria: tel. 0431.85612

Cinema Cristallo – viale Dante Alighieri 29
ore 21.00
Delitti sullo schermo
Il giorno della civetta (1967), regia di Damiano Damiani, interpreti: Franco Nero, Claudia Cardinale, Lee J.Cobb, Tano Cimarosa, Serge Reggiani
Un maledetto imbroglio (1958), regia di Pietro Germi, interpreti: Pietro Germi, Claudia
Cardinale, Franco Fabrizi, Cristina Gajoni, Claudio Gora, Eleonora Rossi Drago, Saro Urzì, Nino Castelnuovo
Proiezione a cura della Cappella Underground, presenta Daniele Terzoli
in collaborazione con la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia Cineteca Nazionale

  • Sabato 1 ottobre 2011

Spazio Noir Diga N.Sauro
ore 9.30
Sezione ricerche
Dai misteri al giallo
Il primo italiano dei “libri gialli” Mondadori (1931): Alessandro Varaldo con Francesco De Nicola

ore 10.00
I classici e il giallo: Carlo Emilio Gadda e Leonardo Sciascia
con Alba Andreini (Università di Torino) e Antonio Di Grado (Università di Catania – Fondazione Sciascia), introduce Elvio Guagnini

Spazio Noir Diga N.Sauro
ore 12.30
Vetrine in giallo
Consegna attestati e aperitivo giallo con Franco Forte

Spazio Noir Diga N. Sauro
ore 15.30
Lo stivale di Garibaldi di Marco Giovanetti
Laboratorio teatrale con i ragazzi della scuola media M.Polo di Grado diretti da Luisa Venier

Spazio libri – Giardini Oransz
Merenda stellare offerta da Coop Consumatori Nordest

Spazio Noir Diga N. Sauro
ore 16.30
Spy story e i misteri dell’Est: la Russia dopo la caduta del muro
con il giornalista della RAI Sergio Canciani e Franco Forte

ore 17.30
L’editoria per il Giallo: Sellerio
“I lettori di noir sono dei criminali falliti?”
riflessioni semiserie con Francesco Recami

ore 18.00
Scrittori bombaroli
Intervista di Marco Giovanetti a Francesco Altan e Alberto Custerlina
Centro storico

ore 18.30
Grado noir: visita guidata ai luoghi del mistero
con Roberta Bressan
Ritrovo in piazza B.Marin

Ristorante Alto Gradimento (Hotel Fonzari) – Largo S.Grisogono 1
ore 20.00
Cena con il Delitto
Il volo della morte con la Compagnia Quelli del Delitto
Il pubblico, a tavola, assiste ad un delitto e viene poi invitato a risolvere il caso, interrogando direttamente i sospettati, esaminando gli indizi e formulando un atto d’accusa.
Posti limitati, massimo 100 persone. Prenotazione obbligatoria, tel. 0431.877753

Cinema Cristallo
ore 21.00
Delitti sullo schermo
100 anni Scerbanenco
con Stefano Giulidori e Roberto Pirani
proiezione del docu-fiction
Intervista a Giorgio Pressburger e proiezione di “Momento due” di Giorgio Pressburger, con Paolo Bonacelli, film prodotto da RAI2
Introduce Elvio Guagnini

  • Domenica 2 ottobre

Spazio Noir Diga N. Sauro
ore 10.00
Crimini a Nordest: spazio libero
Proposte di lettura in ordine di presentazione: Andrea Ribezzi (Ciliegie in autunno); Giancarlo Re (Emopoli), Irene Pecikar (Transilvania Love), Mara Bomben (Il viaggiatore nel vento), Enzo Comelli (Gialli per caso), Antonello Dinapoli (Il Mercoledì delle Ceneri), coordina Tiziano Pizzamiglio

ore 11.00
L’editora per il Giallo: Mondadori
Tutto quel nero di Cristiana Astori
Franco Forte presenta la novità in uscita ad ottobre dei Gialli Mondadori

Spazio Noir Diga N. Sauro
ore 15.30
L’editora per il Giallo: Sellerio
Giallo e Bioetica incontro con Carlo Flamigni

ore 16.00
L’editora per il Giallo: Longanesi
Il tribunale delle anime il nuovo libro di Donato Carrisi
Intervista all’autore a cura di Elvio Guagnini

ore 17.00
I peccati del corvo di Sergio Miniussi
presenta Veit Heinichen
Anteprima di Nessuno da solo di Veit Heinichen (in uscita a novembre)
Elvio Guagnini intervista l’autore

ore 18.00
Misteri in famiglia
Massimo Marcotullio con Elena Agazzi
Gialli in un minuto di Fabrizio Canciani
Presentazione in musica

Auditorium Biagio Marin
ore 21.00
Il giallo a teatro
Premiazione del Concorso GradoGiallo per un testo teatrale
Interventi di Marco Giovanetti, Veit Heinichen, Paolo Quazzolo
Con Francesca Biancat e Andrea Pergolari
Delitti in palcoscenico
“Killer” di Aldo Nicolaj
Teatro a leggio con Associazione Amici della Contrada
Introduce Paolo Quazzolo

ed inoltre…

Dal 26 al 29 settembre: book spot per le classi della scuola secondaria
Brevi interventi di lettura a cura di Damatrà

Spazio libri
Durante il Festival, ai Giardini Oransz sarà a disposizione uno stand con libri gialli, noir, horror

Nei giorni del Festival i ristoranti che aderiscono a Grado Giallo proporranno ai loro ospiti menù speciali ispirati al genere giallo-noir

Per maggiori info:

www.facebook.com/gradogiallo

www.gradogiallo.it/

Categories: Eventi Tags:

Antartide, sogno selvaggio e surreale

September 27, 2011 Leave a comment

Il continente antartico resta il sogno di molti viaggiatori che tra i ghiacci e le acque gelide possono ritrovare tutto il fascino di una terra ancora vergine e remota, la cui esplorazione promette irripetibili avventure ed affascinanti suggestioni.

Selvaggio e impervio, affascinante e surreale l’Antartide è la terra più remota del globo terrestre e rimane una meta ancora impossibile da raggiungere dai turisti se non con viaggi organizzati e dai costi al limite del proibitivo. Ma visitare il continente degli iceberg e dei pinguini è come trascorrere una vacanza all’interno di un bellissimo sogno, in cui le atmosfere gelide ma incredibilmente affascinanti donate dal candore dei ghiacci che si specchiano nelle acque, creano suggestioni uniche ed indimenticabili, rese ancora più irreali dai paesaggi deserti in cui non si incontra praticamente nessuno se non splendidi pinguini, foche e altri animali rari e curiosi.

La fauna che si muove tra i ghiacci antartici, infatti, è assolutamente unica e rappresenta una delle maggiori attrazioni del continente, anche se non l’unica. Chi viaggia in Antartide, infatti, non può che rimanere colpito dallo splendido colpo d’occhio offerto dal Lemaire Channel sulla cui superficie si ergono ripide pareti rocciose che si specchiano nelle acque impervie. A delimitare il canale si pongono da un lato la Penisola Antartica, dall’altro l’isola di Booth, talmente vicine da creare un passaggio incredibilmente stretto di cui si riesce a scorgere la fine solo quando ci si è addentrati all’interno. Il suo attraversamento risulta abbastanza complesso tanto che, alle volte, le navi sono costrette a tornare indietro e costeggiare l’isola di Booth.

Fu l’esploratore belga De Gerlache a domarlo per primo navigando al suo interno, anche se il canale deve, inspiegabilmente, il suo nome al connazionale Lemaire, che invece dedicò le sue esplorazioni al territorio del Congo. A conquistare i fortunati visitatori del continente antartico contribuiscono anche i paesaggi surreali delle Dry Valleys sulle cui superfici non cade una goccia di pioggia da oltre due milioni anni. Le valli Victoria, Wright e Taylor, inoltre, fanno da habitat a diverse forme di vita incredibilmente singolari la cui scoperta, nel 1978, suscitò non poco stupore nella comunità scientifica.

Un gruppo di biologi americani, infatti, scovò, all’interno delle rocce delle Dry Valleys, alcune rare specie di alghe, funghi e batteri che si sviluppavano e si accrescevano nutrendosi di luce, biossido di carbonio ed umidità dentro sacche d’aria che tendevano a svilupparsi in alcune tipologie di rocce porose. Ma sono i pinguini gli animali più attraenti del continente antartico e sull’isola di Zavodovski, nelle Isole Sandwich meridionali, è possibile ammirarne la colonia più grande formata da circa due milioni di esemplari.

E per gli spiriti avventurosi, una visita a Paradise Harbor, sulla Penisola Antartica, offre quella che probabilmente è l’attrazione più apprezzata di un viaggio in Antartide, le escursioni a bordo dei gommoni Zodiac che si muovono tra gli iceberg che si staccano dal ghiacciaio all’estremità del porto regalando ai partecipanti emozioni adrenaliniche ed incredibili suggestioni da levare il fiato.

Eleonora Autilio

Fonte: FastWeb

Categories: Antartide Tags: