Archive

Archive for September 6, 2011

“Re Artù – L’amaro segreto” di Cleto Morelli, Edizioni Sabinae

September 6, 2011 Leave a comment

Titolo: RE ARTÙ – L’AMARO SEGRETO

Autore: CLETO MORELLI

Prezzo: € 18,00

ISBN 978-88-96105-52-8

RE ARTÙ – L’AMARO SEGRETO

Gervasio da Tilbury nel suo libro gli “Otia Imperialia” parla di una leggenda che vuole Artù sepolto alle pendici dell’Etna. Gervasio dall’Inghilterra s’era trasferito in Italia e lo troviamo alla corte di Guglielmo re normanno di Sicilia.

Appare allora trasparente l’ipotesi che quella legenda fosse dovuta proprio ai normanni che nel loro insediamento nell’Italia Meridionale avrebbero portato il mito di Artù derivato dai brettoni loro contigui nella regione francese.

CLETO MORELLI: professore universitario, urbanista, architetto, nei due settori di attività di progettazione ha vinto oltre dieci premi in concorsi nazionali. Numerosi i piani regolatori, i piani territoriali di coordinamento, i piani paesistici. Ha partecipato ad importanti ricerche di ambito nazionale ed assunto anche incarichi di altissima responsabilità istituzionale.

Numerosi anche libri e saggi derivati da esperienze professionali o come  estensione dell’attività didattica.

La fantasia profusa nella progettazione in questo libro è stata diffusa nella legenda di Artù, ma dalle pagine del racconto trapela un vasto spessore culturale seppure non esibito ma lasciato intuire al lettore.

Fonte: Edizioni Sabinae

Vogue Fashion’s Night Out 2011, doppio appuntamento

September 6, 2011 Leave a comment

L’anno scorso Milano ha visto la seconda edizione della Vogue Fashion’s Night Out, con un bagno di folla in un centro preso d’assalto, dove negozi e showroom hanno aperto le porte fino a notte fonda con cocktail, dj-set, ospiti speciali, prodotti in limited edition e la presenza di celebrità e anche di molti stessi stilisti. Un evento globale, non solo italiano, che quest anno toccherà 17 paesi tra il 6 e il 15 Settembre. La manifestazione non poteva che ripetersi e addirittura raddoppiarsi: Milano giovedì 8 Settembre e Roma giovedì 15 Settembre ovviamente tanti gli appuntamenti e le novità da non lasciarsi sfuggire non solo per i fashion addicted.

A Milano protagonista sarà anche la Musica in Zona Brera con un evento musicale che vedrà protagoniste tre band che si alterneranno tra le tre vie: i Nema Problema (già presenti nell’edizione 2010 di VFNO), i Contrabbanda e i Razione K daranno vita a micro-live che coloreranno il quartiere milanese. L’Associazione Commercianti di Via Fiori Chiari, in collaborazione con Disco Radio (presente con una postazione dj in piazza del Carmine) offrirà un grande spettacolo musicale con finale burlesque di fronte alla Pinacoteca di Brera nella nuova zona pedonale. Mentre  MITO SettembreMusica anima Vogue Fashion’s Night Out, giovedì 8 settembre, con quattro concerti in piazza Cadorna e in piazza San Fedele, realizzati col contributo di Trenord. Ma saranno tanti i dj-set nelle location sparpagliate per la città come quello in stile africaans da Vivienne Westwood o quello di Gaia Polloni da Louis Vuitton in corso Venezia uniti a eventi live imperdibili, come, ad esempio, da Patrizia Pepe il duo elettronico Röyksopp, da Max & Co. l’esibizione della band torinese Santabarba e, per tutti gli amanti del pop/jazz, da Dirk Bikkemberg il live di Jessie Evans.

Tra i tanti happenings di moda ne segnalo un paio da non perdere, che coinvolgono designer che Noisymag ha già avuto modo di conoscere.

VNIONI VFNO 2011 è l’evento nel quale Gianluca Saitto, un giovane stilista (qui una nostra intervista) presenterà, in collaborazione con l’artista Daniela Forcella, un abito scultura: un connubio di materiali e forme insoliti. Inoltre verrà presentata una preview della collezione F/W 2011 ispirata al Settecento ma declinato in versione rock. Questa ispirazione nasce anche dalla collaborazione di Gianluca Saitto con Gianna Nannini in occasione del suo ultimo Tour.

Le Biciclette, in Via Gian Battista Torti 1 vedrà il restyling di curato da MaxMeyer che presenta, in anteprima nazionale Elise: l’esclusiva finitura Made With Swarovski Elements, Unione perfetta tra armonie di colore, design, eleganza e ricercatezza di stile. Rosapinto farà da cornice all’evento, grazie a un’installazione tutta “Made in Italy” con le creazioni dei designer non convenzionali scelti dal salotto creativo MEET2BIZ: Moku “Favole Urbane” di Giulia Montagna (qui un mio articolo), Aber Gazzi e Garbagelab. Inoltre presentazione della nuova collezione autunno-inverno 2011/2012 della Fashion designer L’Alì. Presente anche la nuova collezione di borse by Tookata People. L’evento verrà ripreso dalle telecamere dello staff creativo di CommonunCommon, e il materiale andrà a comporre il pilota di un nuovo ed esclusivo progetto. Durante la serata presentazione nuovo disco e performance jazz by Bellavista e speciale shooting a cura di Sara D’Ambra e Dario Ponzo.

L’evento milanese è svolto in collaborazione con il Comune di Milano e il ricavato della vendita dei prodotti esclusivi creati per VFNO andrà a favore dell’ Associazione Amici di Brera.

 Ma la moda animerà anche il cuore della Capitale, partendo da Piazza di Spagna e l’iconica scalinata di Trinità dei Monti saranno illuminate a festa accanto alle boutique aperte, proseguendo per la via dello shopping per eccellenza, ovvero Via Condotti. Entrando in via Bocca di Leone ci si potrà concedere alle delizie di Versace, o coccolarsi nel “salotto” di Yves Saint Laurent che per l’occasione ha organizzato un esclusivo champagne cocktail. sono curiosa di vedere come la moda e lo spirito di festa trasformeranno per una notte la città eterna.

Fonte: Noisymag

Marrakech, CRT per un turismo al top

September 6, 2011 Leave a comment

I professionisti del Consiglio Regionale del Turismo (CRT) di Marrakech hanno deciso, durante una riunione svoltasi l’altra settimana, di ridorare l’immagine della città ocra davanti alla caduta delle presenze turistiche che in questi ultimi mesi è stata letale. Il CRT sollecita, in un comunicato pervenuto alla stampa, la mobilizzazione delle autorità competenti  per difendere la destinazione Marrakech.  L’urgenza è dovuta alla caduta appunto del bilancio nel primo semestre 2011, che registra un netto calo di arrivi, di notti e del tasso d’occupazione, seppur mitigato da un leggero aumento degli arrivi al’aereoporto (+4%). Una crisi che i professionisti del CRT  hanno deciso di combattere, pagando il prezzo delle numerose astensioni, cosi’ come indica il comunicato. La prima mossa, sostanziale, concerne il traffico aereo che sarà oggetto di tutta una serie di strategie decennali: Marrakech dovrà sviluppare altre connessioni in partenza dalle regioni a forti potenziale turistico come la Francia, l’Inghilterra, la Germania e l’Italia. L’obiettivo all’orizzonte 2020 è di arrivare  a 160 rotazioni addizionali per settimana. Il punto importante sarà anche quello di rentabilizzare le nuove unità che corrispondono ogni anno ad una capacità addizionale di 3.000/5.000 letti/anno. L’arrivo delle grandi insegne hôtelières internazionali apre poi una breccia ai numerosi giovani in cerca di lavoro, che beneficeranno di una formazione nell’ambito alberghiero, della ristorazione, dei servizi e dei divertimenti. Un altra punto, non meno ambizioso, concerne la riabilitazione degli spazi verdi, il miglioramento delle condizioni di accoglienza in seno ai monumenti storici e la messa in opera di chioschi d’informazioni turistiche sparsi in tutta la città.  Allo stato attuale, la piazza MyLyazid, nel quartiere della Kasbah è in pieno restauro  cosi’ come  diversi km di mura antiche che circondano la medina medioevale. Seguirà un lancio di bus turistici “haut gamme” e la creazione di passaggi dedicati ai diversamenti abili sulle principali strade della città. I professionisti prevedono inoltre il lancio di nuovi strumenti di comunicazione in diverse lingue come placche telematiche, brochures e depliants con percorsi segnalati. Il CTR indica poi la sua presenza in oltre 13 avvenimenti turistici internazionali come il Top-Résa Paris o  il WTM di Londra. Ambiziosi e caparbi, i professionisti del CTR sono determinati a raggiungere a breve i traguardi ambiti e di figurare nelle Top 20 delle grandi destinazioni turistiche mondiali.

Fonte: My Amazighen

Categories: Amazighen Tags: ,

Itinerari, 10 luoghi e paesi da visitare prima di morire

September 6, 2011 Leave a comment

La terra, ahimè, è troppo grande per essere visitata tutta in una vita. Secondo le ultime stime, sono 936 i luoghi patrimonio dell’umanità dichiarati dall’UNESCO (>Wikipedia). Scopriamo i 10 luoghi più spettacolari e belli (non abbiamo tenuto particolarmente conto della cultura di ciascun paese) che ogni persona dovrebbe vedere prima di morire…

ITALIA

Spesso desideriamo andare chissà dove quando invece abitiamo nel paese più bello al mondo. Uno dei pochi paesi che ha un mare bellissimo e delle montagne meravigliose. Se uno si fermasse a riflettere, si accorgerebbe che l’Italia ha veramente tutto (che poi forse la stiamo rovinando in parte è un altro discorso). Gran Paradiso, le montagne del Trentino, il cibo dell’Emilia Romagna, l’Appennino, la Toscana, la cultura di Roma, il Gran Sasso, la Sicilia, la Sardegna: sono solo alcuni dei luoghi/regioni più belli che ogni italiano dovrebbe visitare.

ANTARTIDE

C’è chi lo considera la fine del mondo. In Antartide non c’è nulla, non c’è cultura, non ci sono persone, non esiste nemmeno una tribù locale. E allora, perché visitarla? Perché chi l’ha visto l’ha definito il luogo più bello della terra. Dall’azzurro dei ghiacciai giganteschi, ai vari animali polari (orso polare e pinguino imperatore i più “famosi”, ma anche balene e foche leopardo, più difficili da vedere) che è possibile ammirare, all’emozione di andare su una nave rompighiaccio, fino alla possibilità di vedere le stelle come non le hai mai viste.

SUD AFRICA

Sono stato ben due volte in Sud Africa e penso sia un paese bellissimo, sotto tutti i punti di vista. Oltre che vedere la cultura di un popolo che ha passato un momento difficile con l’apartheid, ammirerai dei veri e propri Canyon (il più famoso è il Blyde Canyon), il Capo di Buona Speranza (l’estrema punta dell’Africa) e i classici animali sudafricani. Inoltre scoprirai che il Sud Africa è un paese dove si vive bene (clima molto simile a quello italiano, freddo d’inverno e molto caldo d’estate) e si mangia bene. In Sud Africa infatti si coltiva tutta la frutta possibile immaginabile (dalle mele al mango) e dopo Italia, Francia e California è uno dei paesi con la produzione più alta di vino.

POLINESIA FRANCESE

Avrei voluto mettere Maldive, ma chi ha visitato entrambe ha detto che la Polinesia ha qualcosa in più. E qualcosa in più effettivamente ce l’ha: mentre le isole Maldiviane sono tutte piccole e spesso molto “commerciali”, la Polinesia è composta da isolotti più grandi, con un entroterra molto vasto pieno di piantagioni e gente locale. In Polinesia ti diverti di più e impari di più, e il mare è uguale a quello delle Maldive.

SINGAPORE

Chi conosce Singapore dice che sia un paese perfetto: zero criminalità, centro finanziario importantissimo, paesaggi fantastici, città all’avanguardia e pulite. Un mio amico che ha visitato sia Dubai che Singapore ha detto che Singapore è una Dubai migliorata. Insomma, è un paese da visitare ma anche in cui vivere.

MONUMENT VALLEY (CANYON)

Considerato uno dei posti dai colori più unici al mondo, la Monument Valley è uno di quei luoghi che devi vedere per accorgerti della sua immensa bellezza. Da visitare assolutamente, almeno una volta nella vita, magari assieme agli altri bellissimi Canyon americani.

TANZANIA

La Tanzania è considerato lo stato africano dove puoi fare il miglior safari e vedere le creature più belle della terra. Oltre a questo possiede anche un mare che fa invidia alle Maldive e delle tribù locali con usanze e tradizioni da scoprire.

NEW YORK

C’è a chi piace viaggiare per scoprire nuove culture, a chi piace vedere paesaggi mozzafiato, e poi c’è a chi piace fare shopping. Io sono una di quelle persone a cui piace fare tutte e tre le cose. Credo semplicemente che di qualsiasi luogo bisognerebbe apprezzare quello che ti offre. New York non ha una cultura propria, è infatti uno degli stati (sto parlando dello stato di New York, non di New York City) più multietnici al mondo, e non ha di certo panorami bellissimi. Però è il più importante centro finanziario e commerciale al mondo. New York è considerato il miglior luogo dove fare shopping poichè puoi trovare le ultime novità del mercato in ogni settore ed inoltre ospita la più importante borsa valori, dove ogni giorno viene decisa l’economia mondiale: Wall Street.

PARCO DI YELLOWSTONE

Che dire, il Parco di Yellowstone è probabilmente il parco più bello al mondo. Ha praticamente tutto: laghi magnifici, praterie verdissime, animali interessanti (primo fra tutti il temibile orso Grizzly, ma anche il puma e il bisonte americano) e per finire i Geyser più colorati del pianeta.

VENEZUELA

Il Sud America in generale è molto bello, e forse il Venezuela è lo stato sudamericano più vistato dai turisti, sia per le foreste e i parchi incontaminati, sia per le isole Caraibiche. La prima cosa da visitare però è sicuramente la cascata Salto dell’Angelo, ovvero la cascata più alta del mondo (quasi 1 km di altezza).

Alberto Ziveri

Fonte: Skimbu

Categories: Curiosità, Natural World Tags: