Archive

Archive for July 22, 2011

“Il cappellaio pazzo”, mostra allestita nella sala esposizioni di Montappone

Pro Loco Montappone – Comune di Montappone

con il patrocinio della 
Regione Marche, Provincia di Fermo
e Camera di Commercio di Fermo

Inaugurazione mostra
venerdì 22 luglio
 ore 18.00

IL CAPPELLAIO PAZZO

dalla creatività dei maestri cappellai da un’idea di Giuliano De Minicis

Montappone (FM)
Sala Esposizione
Scuola dell’Infanzia, Via Roma

22 luglio – 25 settembre 2011

INGRESSO LIBERO

Il cappellaio pazzo è un personaggio del libro “Alice nel paese delle meraviglie” che ha uno strano rapporto con il tempo. Finalmente il cappellaio ruppe il silenzio: “Se tu conoscessi il tempo come lo conosco io, non parleresti così”. Alice chiese:”Tu te l’intendi col tempo?” Il cappellaio scrollò il capo mestamente: “No, non più. Abbiamo litigato due mesi fa. Da allora il tempo non mi ascolta più”. Era il tempo che non lo ascoltava più perché era pazzo, oppure era impazzito perché il tempo non lo ascoltava più? Forse si può pensare che, per il cappellaio pazzo, l’orologio si fosse fermato perché lui avesse il tempo di vivere la sua fantasia e la possibilità di esprimersi liberamente senza i vincoli del tempo. Il “Cappellaio pazzo” è il personaggio simbolico che rappresenta il desiderio, nascosto in ognuno di noi, di liberarsi dai vincoli e dalle ristrettezze del tempo per esprimersi come vuole la fantasia più straordinaria. La pazzia sconfina così nella genialità, nella capacità di sorprendere, esagerando o trasformando la funzione di un oggetto come il cappello, che fra gli accessori d’abbigliamento meglio esprime il segno della personalità di ciascuno, trasformato in pezzo unico, magico ed emozionante, vero e proprio oggetto d’arte. Escono da ogni tempo cappelli ideati ed elaborati con assoluta e libera creatività, appositamente realizzati nei materiali più diversi per mostrare la fantasia, l’estro e le capacità dei “maestri cappellai” di Montappone. È come entrare nel “paese delle meraviglie”, fuori dal tempo come ogni opera d’arte; uno spazio originale e unico delle abilità e dell’estro di chi da sempre dedica le migliori energie ai cappelli di ogni tempo per il tempo di ognuno di noi.

All’interno della mostra “Il cappellaio pazzo” è esposto il cappello preferito di Federico Fellini e donato al Museo dalla sua famiglia.

Orari d’apertura

  • il 22 luglio: 18.00 – 22.00
  • il 23-24 luglio: 10.00 – 13.00  e  15.00 – 22.00
  • dal 25 luglio al 4 settembre: tutti i giorni  21.00 – 23.00
  • dal 5 settembre al 25 settembre: solo SABATO, DOMENICA e FESTIVI  18.00 – 20.00

Per gruppi e scuole visite su prenotazione

» Guarda la galleria fotografica del Cappellaio Pazzo

Per informazioni
Comune di Montappone
tel. 0734 760426
Proloco Montappone
tel. 333 8258462

Antartide, ghiacciai fusi in profondità

La parte più profonda di ghiacciai dell’Antartide, ossia quella che è più a contatto con le correnti oceaniche, si sta sciogliendo in misura doppia negli ultimi 15 anni a ritmo di 80 km all’anno. I dati sono stati pubblicati dalla rivista scientifica Nature Geoscience. Dallo studio, condotto da alcuni ricercatori del Lamont-Doherty Earth Observatory of Columbia University di New York, è emerso che il ghiacciaio di Pine Island nell’Antartide occidentale si sta erodendo ad una velocità doppia rispetto a quella registrata all’inizio degli anni ‘90. Sembra però che nulla c’entri l’aumento della temperatura delle acque, almeno i soli 0,2 gradi centigradi in più non spiegano la velocità con cui si sta erodendo il ghiacciaio Pine Island. La ragione sembra che risieda nel fatto di quando il ghiacciaio stesso si è staccato dalla dorsale, a quel punto le correnti che portano le acque più calde hanno avuto libero accesso nelle cavità precedentemente formatesi incrementandone la fusione e l’assottigliamento.

Carla Liberatore

Categories: Antartide, Warning Tags:

Marocco, turismo raschia il barile…

July 22, 2011 Leave a comment

L’attività  ha avuto un calo dal 20 al 70% secondo i mestieri. Le guide si fanno la guerra per dividersi una magra clientela. I ristoranti non ci pensano due volte a chiudere in attesa di giorni migliori. La crisi del turismo nel Reame  è sotto gli occhi di tutti e i professionisti del settore attendono invano una ripresa che, se arriverà, toccherà i mesi autunnali. Trasporti turistici, guide, ristoranti, bazaristi, agenzie di rent a car, tutti risentono del calo consistente dei turisti. Tra le guide, per esempio, la crisi ha portato in strada centinaia di addetti ai lavori che se la sono presa con le agenzie turistiche e con la delegazione regionale del turismo, accusandoli di non intervenire per calmierare questo enorme problema.  In realtà la crisi ha acceso la tensione tra le guide facendo emergere vecchi problemi che con il lavoro erano sopiti. Su 820 guide che si contano a Marrakech oltre il 70% sono oggi disoccupate e quelle che lavorano non posso sperare più di un circuito al mese contro i quattro di qualche mese fa. I gruppi dei turisti sono sempre più ridotti, con una media di 15 persone contro le 40 precedenti e questo ovviamente riduce i guadagni della guida. Prima della crisi una guida poteva guadagnare mediamente 20.000 dh al mese (1.800 euro c.ca) mentre oggi deve accontentarsi di 3.000/4.000 dh (280-380 euro).  Le guide creano problemi ai bazaristi, vera e propria lobby che conosce pochi padroni, che versava  succulente commissioni in contanti (e in nero), pratica quasi smantellata dalla nuova legge che esige dalle società il pagamento ai loro fornitori con assegni barrati al portatore, cosa che cancella di fatto una buona parte dei pagamenti in nero. Ad ogni buon conto, anche i bazaristi attendono giorni di vacche grasse. Non va meglio per i trasporti turistici e molte agenzie hanno chiuso i battenti. Secondo il presidente dell’Associazione, Rachid Bouamar, il calo dell’attività è situato attorno al 40% nella misura in cui l’attività è svolta con agenzie turistiche e imprese. Per Hadj Ouhaddou, patron della società di trasporti omonima, ben inserita nel centro e nel sud del paese, l’attività si è praticamente fermata dal 15 maggio scorso e stima un calo di oltre il 70%. “Su 300 veicoli che possediamo, meno di venti sono oggi in circolazione”, dichiara sconsolato precisando pero’ che non procederà ad una diminuzione del personale per non perdere le loro professionalità collaudate. Tra le agenzie rent a car la situazione è stata meno catastrofica in questo mese perchè l’arrivo dei marocchini residenti all’estero (MRE) ha permesso di ammortizzare lo choc, vedi Casablanca, dove il calo è stato  appena del 15% mentre a livello nazionale si stima una perdita pari al 30%. Questo calo è molto accentuato invece a Marrakech, Agadir, Tangeri e Fès. Qui la situazione rischia di degenerare. Il mese di agosto poi non si annuncia per niente buono per via del Ramadan, e si attende un calo pari al 40%.  Tra i ristoratori è tutto un altro affare. Quelli che tengono i mano le redini del gioco sono gli snaks e le pizzerie in zone balneari che riescono ad oggi a far quadrare i conti; per gli altri invece l’attività è calma al punto di anticipare le vacanze dei dipendenti o chiudere per rinnovo locali.  Aspettando tempi migliori!

Fonte: My Amazighen

Categories: Amazighen Tags:

The Dark Knight Rises, teaser dell’ultimo capitolo della leggenda

July 22, 2011 Leave a comment

E’ stato pubblicato ieri online il teaser ufficiale di The Dark Knight Rises. E’ il terzo e ultimo capitolo della saga di Batman ripresa in mano da Christopher Nolan nel 2005 che ha girato Batman Begins al quale ha fatto poi seguito The Dark Knight, decisamente di miglior livello e che ha riscontrato un enorme successo, forse anche per via della tragedia che colpì l’attore Heath Ledger (morto a causa di una combinazione fatale di farmaci) che ha meritatamente vinto svariati premi postumi tra cui un Oscar come miglior attore non protagonista per quella che è certamente stata una eccezionale interpretazione del ruolo di Joker. Ma torniamo a questo teaser, che a un anno dalla data di rilascio del film, prevista per il 18 luglio 2012, è comparso in rete e già spopola su YouTube e molti siti e blog. Un minuto e mezzo per intuire che ancora una volta (in teoria l’ultima) l’eroe mascherato sarà alle prese con avversari che minacciano Gotham City e la sua stessa vita. Decisamente poco per intuire qualcosa di più della trama, giusto il tempo di vedere un commissario Gordon in un letto d’ospedale, conciato piuttosto male, e un enigmatico (quanto grosso) avversario che si avvicina minacciosamente a Batman negli ultimi istanti del teaser…

Fonte: Noisymag

Allarme ambiente, delfini e balene ingoiano plastica

Le balene, i delfini ed altri cetacei sono a rischio in tutto il mondo a causa delle milioni di tonnellate di plastica riversate negli oceani ogni anni. In particolare le orche ed i delfini sono quelli che rischiano di più in quanto quando mangiano aspirano anche l’acqua marina ingoiando tutto quanto capiti a tiro in quel momento. L’allarme è stato lanciato in seno al convegno della Commissione Baleniera Internazionale (IWC), svoltosi presso l’isola britannica di Jersey. Uno degli esempi che è stato riportato durante il convegno è stato quello dei due capodogli che nel 2008 si erano spiaggiati in California. Nello stomaco di uno dei due, i soccorritori hanno rinvenuto qualcosa come 250 kg di plastica.

Carla Liberatore

Categories: Warning Tags:

Inquinamento spaziale, spray anti rifiuti per salvarci

Purtroppo l’emergenza rifiuti non è solo qui giù sulla terra, ma anche nello spazio. La soluzione potrebbe arrivare da una ricerca effettuata presso l’università di Bologna in cui è stato sperimentato un particolare spray anti rifiuti spaziali. L’applicazione della ricerca sarà effettuata in marzo del 2012 quando l’ESA lancerà in orbita un razzo che spruzzerà una specie di schiuma sui detriti accumulatisi la quale espandendosi su tutto il corpo estraneo si espanderà per 10 volte rispetto alla spruzzata originale e renderà il detrito talmente pesante da obbligarlo a cadere nel vuoto dopo esser stato trascinato fuori dall’orbita terrestre.

Carla Liberatore

Categories: Tecno-Logie Tags: ,

Terremoto, trema il Nord Italia

Una scossa di magnitudo 4.7 ha fatto tremare lo scorso 17 luglio, tutta la zona della Pianura Padana. Il fatto strano è che tale area è da sempre considerata dagli studiosi come un territorio non sismico. Tale connotazione ha indotto alcuni sindaci dei luoghi colpiti a richiedere all’INGV se da quel momento in poi dovranno considerare le loro zone come delle aree sismiche. La risposta degli studiosi dell’ente nazionale di studio geologico e dei terremoto non è ancora arrivata, ma di certo da qualche anno a questa parte sul territorio italiano si stanno verificando copiose quanto anomale sequenze sismiche. Lo stesso giorno del 17 luglio, tra l’altro, si è verificato un altro evento sismico che è stato nettamente avvertito anche dalla popolazione di Roma, con epicentro nella provincia di Rieti e di magnitudo 3.2. In entrambe le occasioni fortunatamente non sono stati registrati danni a cose o persone.

Carla Liberatore

Categories: Warning Tags: ,