Home > Narrātio > “Vivere e sentire la montagna” di Lara Tocalli

“Vivere e sentire la montagna” di Lara Tocalli

Vivere e sentire la Montagna

Vivere e sentire la montagna tra le rive di un torrente o di un ruscello come tanti, uno di quelli che attraversi senza nemmeno farci caso per l’abitudine.
Se invece ti soffermi e ascolti, potrai sentire profumi, melodie, suonate d’acqua che non avevi mai udito prima. Ecco, è proprio il sentire del cuore che ti permette di vivere al meglio quello che ti trovi attorno: la montagna.
Distese di manti erbosi e boschi che ricoprono le nostre valli, evocano silenzi melodiosi nel suono mai uguale della natura che si rinnova, come si rinnovano le stagioni nel continuo mutare della vita.
E’ proprio il sentire e l’osservare senza parlare che ci permettono di vivere in pieno equilibrio con la natura.
Chiudere gli occhi nel silenzio, sentire il vento sul viso, sentire l’alito che proviene dal cielo invaderti il corpo, il cinguettio degli uccelli, il gorgoglio dell’acqua, tra i boschi il profumo del verde, la voce degli animali che popolano la natura semplice e selvaggia; poi riaprire gli occhi, osservare nella più completa tranquillità il sole che inonda il cielo e irradia della sua luce i germogli rendendo tutto più vivo, anche per un solo istante, ci fa sentire parte della natura che ci circonda.
Cosa può esserci di meglio che stare sdraiati sull’erba dei prati tra i fili d’erba a godere di queste sensazioni ? Nulla credo.
Stare in equilibrio con la semplicità della natura, creazione di Dio, è un modo unico per rinnovare di nuova energia la nostra anima.
Tutto questo sentire e udire è un po’ come osservare una farfalla sul dito ma non poterla toccare per paura di rovinarle le ali e così compromettere la sua libertà. Per questo bisogna rispettare la montagna, facendo attenzione alla sua fragilità, perché non conosciamo a fondo quanto essa ci doni sia spiritualmente che materialmente.
Così come il giorno, anche la notte ha il suo fascino: nel cielo le stelle, sui prati il canto dei grilli che ci danno la buonanotte.
All’alba: gocce di rugiada sui fiori e le foglie, freschi fili d’erba sotto i piedi nudi, il cielo azzurro, il canto degli uccelli, aprono a un giorno di nuova speranza.
Non dimentichiamoci di vivere con semplicità!

Lara Tocalli

Categories: Narrātio Tags:
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: