Home > Lectio > “English in viaggio” di John Peter Sloan, Edizioni Gribaudo

“English in viaggio” di John Peter Sloan, Edizioni Gribaudo

Mettiti in viaggio con il nuovo libro di John Peter Sloan.

Un metodo rivoluzionario, una storia surreale e divertente per apprendere le regole principali della lingua inglese e godersi le vacanze.

John Peter Sloan – English in viaggio
Illustrazioni di Sara Pedroni, 192 pagine, 12,90 euro

Più che un manuale, è un racconto d’avventura. Surreale. Perché se a firmare il “Manuale facile e veloce per cavarsela all’estero in tutte le occasioni” èJohn Peter Sloan, allora queste “istruzioni per l’uso della lingua inglese” non potevano che essere esilaranti come uno sketch di Zelig. Agili e “visive” come quelle lezioni in pillole che hanno catturato gli internauti su YouTube e che hanno reso Instant English il corso di inglese più rivoluzionario, con oltre 150 mila copie vendute in poco più di sei mesi. Anche qui la formula è quella, vincente, di spiazzare il lettore. Dimenticate, dunque, un “manuale da viaggio come tutti gli altri”, avverte Sloan: “E se invece scrivessi le avventure di una coppia italiana all’estero? Se facessi seguire ai miei lettori un viaggio a Londra attraverso i loro occhi e facessi in modo che si trovassero ad affrontare un bel po’ di problemi?”.

Ecco materializzarsi in English in viaggio una coppia alle prese con una vacanza a Londra. Perché sonoMario e Olivia, il “venditore di deodorante per scarpa” e la “casalinga procacciatrice di scarpe nuove”, questi due italiani all’estero in stile Totò a Milano, l’espediente scelto da Sloan per accompagnare il lettore in questa avventura scandita da casette, lenti di ingrandimento, lettere maiuscole sparpagliate qua e là nelle pagine: simboli per leggere meglio il manuale e “rendervi la vita più semplice”.

Prima regola, dunque, niente frasi fatte. Che “non rimangono mai in mente – si legge – e allora perché non fornire invece le armi per costruire da soli le frasi che servono? Tanto sono facili!”. In valigia, tanto per cominciare, vanno messi aggettivi fondamentali e unità di misura. E poi si parte: dal viaggio in aereo alle passeggiate diurne e notturne per la città, fino a un piccolo “breviario” delle frasi più utili. Tutto seguendo i due strampalati personaggi, tra cene al ristorante, code al pronto soccorso, shopping sfrenato per le vie del centro e ricerca dei bagagli smarriti. Fino ad accorgersi di aver memorizzato, tra una gag e l’altra, molte parole nuove e le principali regole della lingua inglese. “Così sì che le cose giuste da dire vi rimarranno in testa”. Parola di Sloan.

L’autore

John Peter Sloan, 41 anni, di Birmingham, è autore, attore e insegnante di inglese. La sua carriera inizia come cantautore: con il gruppo rock inglese The Maxgira l’Europa per più di quindici anni. Quando la band si scioglie, decide di fermarsi. E di insegnare inglese nel Paese che ha sempre amato: l’Italia. È qui che Sloan mette a punto il suo metodo innovativo, partendo dalla convinzione che gli italiani fatichino ad apprendere l’inglese per colpa di corsi noiosi e inefficaci. Il “metodo Sloan”, divertente e pensato esclusivamente per gli italiani, diventa così popolare da essere trasformato in uno spettacolo, Culture Shock, in scena al teatro Zelig di Milano. Nasce così il progetto Zelig in English, di cui John è attore principale, autore e regista. Dopo il successo di Instant English, il libro pubblicato da Gribaudo nel 2010, Sloan partecipa a varie trasmissioni televisive di Rai, Mediaset, La7, Sky, Deejay tv. Attualmente ha una striscia settimanale all’interno di “Report”. Tiene la rubrica mensile “Culture Shock” sulla rivista “Speak Up” ed è in teatro con An Englishman in Italy.

Fonte: Edizioni Gribaudo

  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: