Home > Lectio > “Contattismi di massa” di Stefano Breccia, Nexus Edizioni

“Contattismi di massa” di Stefano Breccia, Nexus Edizioni


CONTATTISMI DI MASSA di Stefano Breccia

Pagine 424 – Prezzo € 20,00 – Cod. 806

All’epoca in cui prese piede il fenomeno dei “dischi volanti”, in molti affermarono di essere entrati in contatto con i loro occupanti. Questo libro racconta come interi gruppi di persone, per prolungati periodi, abbiano direttamente interagito con entità extraterrestri sul nostro pianeta. Oltre a informazioni inedite sul “Caso Ummo”, questo straordinario volume svela l’esistenza di “Amicizia” e le incredibili vicende di numerosi individui, direttamente coinvolti in questa vasta operazione di interscambio tra gente della Terra e svariate razze di altri sistemi stellari per la realizzazione di un disegno evolutivo le cui finalità cominciano lentamente a delinearsi.
Stefano Breccia

Ingegnere, anche lui anconetano, varie specializzazioni, fra cui TLC, Computer Graphics, Company Management; ha partecipato alla progettazione della Scuola Superiore Guglielmo Reiss Romoli (una società privata di specializzazione post laurea in TLC e management, all’epoca uno dei fari di cultura a livello mondiale su questi argomenti), ove ha compiuto un pieno cursus honorum, terminando con il ruolo di Assistente all’Amministratore Delegato. Ha tenuto, e tiene tuttora, corsi universitari: “Elaboratori elettronici” presso la facoltà di Ingegneria dell’Aquila, “Metodologie didattiche” presso la Luiss di Roma, “Metodi statistici per la valutazione della formazione” presso la facoltà di Scienze della formazione dell’Aquila, attualmente responsabile del corso “Algoritmi per Computer Graphics” presso la facoltà di Ingegneria dell’Aquila. Ha tenuto corsi su tecnologie didattiche presso la British Telecom, su analisi frattale presso l’Università di Novosibirsk e presso l’Accademia delle Scienze di Mosca, sui cambiamenti di ruolo introdotti dall’Office Automation nell’ambito di un progetto della Diebold a Stratford upon Avon, sulle novità nei metodi CAI nell’ambito di un convegno IFTDO a Madrid, e così via.
Ha partecipato (talora come responsabile unico del progetto) alla creazione di Scuole post-universitarie per TLC a Ljubiana, Praha, Bucarest, Novosibirsk, Cordoba (Argentina). è stato direttore scientifico del Centro Studi ed Applicazioni delle TLC di Catania. Come rappresentante della STET (l’allora holding italiana per le TLC), ha partecipato al Delta Project della Comunità Europea, in qualità di responsabile per le problematiche di intelligenza artificiale. è stato ideatore e progettista del sistema sinestetico MC4, presentato nel primo stand dell’innovazione tecnologica allo SMAU, Milano, 2000.
Una sua biografia è stata riportata nel Marqui’s Who’s Who in Computer Graphics (ed. 1984).


  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: