Home > Lectio > “Non guardarmi” di Filippo Ferlazzo, Casa Editrice Aurea

“Non guardarmi” di Filippo Ferlazzo, Casa Editrice Aurea

Collana: Raccolte

Genere: Narrativa

Pag. 112

Prezzo: 11,00 euro

ISBN: 978-88-96686-00-3

Note Biografiche:

Filippo Ferlazzo, nato a Patti (Me) nel 1978. Attualmente vive in provincia di Messina.

Esordisce nel 2008 con il suo primo romanzo ‘Fermati e parla’. Ha stilato la prefazione dell’opera ‘Mariscos-frutti di mare (racconti, versi e pensieri)’ dell’esordiente Shivanarquois.

Prefazione:

Non nascondo che la lettura dei racconti  contenuti in questa raccolta  mi abbiano  piacevolmente coinvolto e nel contempo turbato.

Ferlazzo, anche in questa seconda pubblicazione, riesce a tenere alto l’interesse del lettore  con  trame che, seppur sul filo  della fantasia , descrivono stati d’animo  e condizioni di vita purtroppo sempre attuali.

I sentimenti,   i pensieri, i rimorsi, le sensazioni si materializzano in personaggi reali, che parlano, si confrontano, facendo sentire al lettore ciò che non vorrebbe essere e vedere ciò che vorrebbe,altresì, amare.

Filippo Ferlazzo riesce a trasmettere al lettore le stesse pene e le stesse gioie che la quotidianità di questo mondo, legato alle distorsioni del significato di tanti modi d’essere e di vivere, ci offre con costante, impressionante  frequenza.  Basta seguire gli organi di stampa per rendersi conto che quanto raccontato  può benissimo essere lo specchio di una società che sta perdendo valori e  interessi per la vita.

 Ferlazzo ci racconta anche dell’amore, quello vero, quello che non trova collocazione nello spazio e nel tempo , ma si perpetua nei ricordi e si rafforza con i suoi frutti.

Il fenomeno della pedofilia, il disinteresse per il prossimo sofferente, la droga, i maltrattamenti sulle donne, ma anche l’amore, forse ideale, ma certamente  necessario per elevare l’uomo al giusto livello di  spiritualità cui il Creatore lo ha destinato, suo malgrado, sono le chiare immagini che  vengono tracciate in questo brillante lavoro di Ferlazzo.

L’uomo non può assurgere alla dimensione superiore se non riesce a interpretare la propria vita, il proprio mondo nella maniera in cui l’autore di questi racconti la espone. Correre per vicoli ciechi cercando di sfuggire inutilmente ai  vizi e amare perdutamente fino a creare il frutto del sentimento tragicamente perduto, sono paradossalmente le contrapposte ma vive condizioni nelle quali, oggi, l’uomo si dibatte.

Il libro, pertanto, dischiude un  messaggio, soprattutto per i giovani, i veri attori delle fasi della vita raccontati da Ferlazzo: aspirare all’ immortalità  non solo con lo spirito ma  con la forza delle azioni.

Nino Lo Iacono

Fonte: Casa Editrice Aurea

  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: