Home > Lectio > “Via Zamenhof. Creatore dell’esperanto” di Roman Dobrzynski, La Giuntina Editore

“Via Zamenhof. Creatore dell’esperanto” di Roman Dobrzynski, La Giuntina Editore

Sottotitolo: Conversazione con Louis Christophe Zaleski-Zamenhof

Autore: Roman Dobrzynski

Prefazione: Davide Astori

Anno di edizione: 2009

Traduzione: Michela Lipari e Filippo Franceschi

Pagine: 281

ISBN: 9788880573500

Prezzo: 15 €

Questo libro nasce dall’idea di Roman Dobrzynski, regista e scrittore polacco, di intervistare il professor Louis Christophe Zaleski-Zamenhof, nipote di Ludwik Lejzer Zamenhof (1859-1917), il creatore dell’esperanto. L’incontro si rivelerà poi talmente coinvolgente – sia per le vicende narrate, sia per la capacità dell’intervistato di collocarle nel loro contesto storico e sociologico riuscendo così a offrirci un affresco originale di un periodo che copre più generazioni – che l’intervista si tramutò in incontri ripetuti negli anni e divenne un libro, ad oggi tradotto già in dodici paesi.
Louis era nato a Varsavia nel 1925 e aveva quattordici anni quando i nazisti occuparono Varsavia, arrestarono gli appartenenti alla famiglia Zamenhof in quanto ebrei e li eliminarono fucilandoli o deportandoli nei campi di sterminio. Lui e sua madre furono rinchiusi nel ghetto. Il ragazzo, dopo aver rischiato più volte di essere deportato, riuscì a evadere dal ghetto insieme alla madre e partecipò alla resistenza.
Non meno interessante la sua carriera professionale: laureatosi in ingegneria, divenne uno dei massimi esperti mondiali di costruzioni in cemento precompresso.
Molte le pagine dedicate alla storia e all’evoluzione dell’esperanto nonché alla vita dell’illustre nonno, di cui, nella prefazione di Davide Astori, si ricordano le celebri parole: “Se non fossi ebreo del ghetto, l’idea di unire oppure no l’umanità non mi avrebbe sfiorato, o almeno non mi avrebbe così costantemente ossessionato durante tutta la mia vita. Nessuno può risentire quanto un ebreo del ghetto della maledizione della divisione fra gli uomini”.

Fonte: La Giuntina Editore

  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: